Daniele Potenzoni sparito da 6 anni/ Il papà Franco “Verificate prima di segnalare”

- Alessandro Nidi

Daniele Potenzoni, parla il papà Franco a “Storie Italiane”: “Lo Stato ha abbandonato me e mia moglie, non smetterò mai di cercare mio figlio”

francesco potenzoni 640x300
Franco Potenzoni, papà di Daniele (Storie Italiane, 2021)

Daniele Potenzoni è un ragazzo autistico scomparso sei anni fa nel nulla e il papà del giovane, Franco, è intervenuto ai microfoni di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele, nel corso della mattinata di oggi, lunedì 27 settembre 2021, dopo un presunto avvistamento del ragazzo. Una segnalazione che si è poi rivelata un buco nell’acqua, in quanto la persona immortalata nel filmato diffuso nei giorni scorsi ha un’identità ben definita e diversa da quella dell’uomo.

Inevitabilmente, questo avvistamento aveva riacceso le speranze nel cuore dei genitori di Daniele, tanto che il padre ha chiesto, di fronte alle telecamere: “Verificate approfonditamente prima di segnalare sul web e di rendere virali queste notizie. Si crea ogni volta un marasma emotivo e mia moglie è molto provata psicologicamente da questa situazione”.

DANIELE POTENZONI, L’APPELLO DEL PADRE FRANCO: “MI APPELLO AL POPOLO D’ITALIA AFFINCHÉ CI AIUTI NELLE RICERCHE”

Il signor Franco, padre di Daniele Potenzoni, ha detto a chiare lettere, a seguito dell’esperienza vissuta sulla propria pelle, che “lo Stato non funziona nelle ricerche. Siamo stati lasciati soli: “Cercherò sempre mio figlio, fino alla morte. In una grande città come Roma non si può dileguare nel nulla una persona. Secondo me le ricerche non sono state mai fatte. Ma è inutile pensare alle colpe, io ora non ho mio figlio a casa”.

Adesso, dunque, questo genitore ha la sola possibilità di appellarsi “al popolo di Roma, d’Italia, ai carabinieri, ai volontari: ci dobbiamo affidare alle persone che mettono a disposizione delle famiglie degli scomparsi il loro tempo libero per effettuare le ricerche. Chiedo aiuto, pertanto, ai mezzi televisivi, ai giornali, che mi hanno sempre dato una mano. Adesso abbiamo scritto un libro con Federica Sciarelli, con lo scopo di poter arrivare alle persone meno informate e fare capire loro la vera verità di Daniele”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA