DANNY AIELLO È MORTO: ATTORE AVEVA 86 ANNI/ Italoamericano di Spike Lee e Leone

- Emanuela Longo

Danny Aiello è morto: l’attore celebre per il ruolo dell’italoamericano aveva 86 anni. I grandi registi con cui ha lavorato, da Sergio Leone a Spike Lee

danny aiello 640x300
Danny Aiello è morto

Aveva 86 anni ed un carriera ricchissima di ruoli, Danny Aiello, l’attore italoamericano non solo sul set ma anche nella vita reale, stroncato da un’infezione dopo una breve malattia. Secondo quanto reso noto dalla famiglia e ripreso da TMZ, il decesso sarebbe avvenuto in una struttura del New Jersey dove era stato ricoverato da alcuni giorni. Di umili origini, aveva sei fratelli, era sposato dal 1955 con la produttrice Sandy Cohen dalla quale ha avuto 4 figli: lo stuntman Danny Aiello III, l’attore Rick Aiello e poi Jamie e Stacy Aiello, le uniche due che non hanno seguito la carriera del padre. Iconiche le sue partecipazioni in pellicole altrettanto celebri come Il Padrino – Parte II di Francis Ford Coppola, C’era una volta in America di Sergio Leone e La rosa purpurea del Cairo di Woody Allen, anche se la sua interpretazione più popolare fu quella del pizzaiolo Sal in Fa’ la cosa giusta di Spike Lee. In tutti questi film Aiello ha vestito i panni dell’italoamericano più celebre di Hollywood. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

LUTTO NEL CINEMA

Lutto nel mondo del cinema: l’attore Danny Aiello è morto all’età di 86 anni. Considerato tra i principali caratteristi di Hollywood tra gli anni Settanta e Ottanta, si è spento all’improvviso mentre si trovava in New Jersey. Secondo quanto fa sapere Repubblica.it, il decesso sarebbe derivato da una grave infezione emersa nel corso di alcune cure alle quali si stava sottoponendo da alcuni giorni. Nel corso della sua lunga carriera, sono numerosi i ruoli ricoperti, sia al cinema che in teatro. Tra i più significativi rimasti nella memoria, quello al fianco di Robert De Niro ne Il Padrino e quello di Sal, il pizzaiolo nel film di Spike Lee del 1989, Fa’ la cosa giusta. Una carriera ricchissima e nata quando era molto giovane, che l’ha visto al fianco di nomi importanti come Paul Newman in Fort Apache the Bronx. La popolarità arrivò però in Fa’ la cosa giunta, dove interpretava il proprietario italoamericano (ma queste erano anche le sue stesse origini) della pizzeria. Per questo ruolo si guadagnò la nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista.

DANNY AIELLO È MORTO: ADDIO ALL’ATTORE, AVEVA 86 ANNI

A confermare la morte dell’attore 86enne Danny Aiello, celebre per i suoi ruoli di italoamericano, è stata la sua portavoce, Tracey Miller, che in un breve comunicato ha fatto sapere, come riferisce Corriere.it: “Con profondo dolore annunciamo che Danny Aiello, amato marito, padre, nonno, attore e musicista, ci ha lasciato la scorsa notte dopo una breve malattia”. Classe 1933, nato a New York da padre operaio figlio di immigrati e madre sarta originaria di Napoli, debuttò al cinema nel 1976 con Il prestanome di Martin Ritt. Nel 1986 comparve anche nel video di Papa don’t preach di Madonna, nei panni del padre della cantante. Ma è stato anche capitano di polizia nel film di Sergio Leone, C’era una volta in America, nel ruolo di Vincent Aiello mentre è stato Monk in La rosa purpurea del Cairo di Woody Allen. La sua ultima apparizione risale allo scorso anno nel film Little Italy-Pizza, amore e fantasia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA