DARDUST/ Dario Faini, l’autore di “Soldi” di Mahmood al concerto dei Thegiornalisti

- Dario D'Angelo

Dardust, nome d’arte di Dario Faini: chi è l’autore e produttore che ha stretto con Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti un legame artistico di successo.

dardust dario faini 2019 instagram
Dardust, Dario Faini (foto da Instagram)

Ci sarà anche Dardust, nome d’arte di Dario Faini, al concerto dei Thegiornalisti di oggi al Circo Massimo di Roma. Una presenza che a molti potrebbe non dire molto, ma che ha scritto pagine importanti della musica italiana degli ultimi anni. Basti pensare che Dario Faini ha vinto l’ultimo Festival di Sanremo 2019 nelle vesti di co-autore e co-produttore di “Soldi”, il brano-tormentone dell’anno cantato da Mahmood. Ma il percorso lavorativo di Faini ha avuto un impulso diverso a partire dalla collaborazione con Tommaso Paradiso, frontman dei Thegiornalisti. Il feeling instauratosi tra i due ha consentito di partorire brani come “Senza” e “Riccione”, successi che hanno consacrato la band che oggi si esibirà al Circo Massimo. Dardust e Tommaso Paradiso, peraltro, avevano già lavorato gomito a gomito nella scrittura di “Luca lo stesso”, il brano che ha segnato la rinascita musicale di Luca Carboni. Un legame molto forte, che nel 2017, in occasione dei primi due concerti dei Thegiornalisti nei palasport, a Roma e Milano, si è tradotto nell’invito di Tommaso Paradiso a Dardust, che ha potuto suonare con la band sul palco, così come avverrà oggi: “Ha fatto qualcosa di unico nel pop: far salire sul palco il produttore”, ha raccontato qualche tempo fa Dardusta “Rockol.it”.

Dardust, chi è Dario Faini

Dario Faini “Dardust” in questi anni si è affermato contribuendo alla stesura di vere e proprie hit firmando delle collaborazioni con stelle del pop italiano come Emma, Marco Mengoni, Fedez, Alessandra Amoroso ed Elisa. Dardust però alterna anche una produzione da solista, come ha raccontato a “Rockol.it” parlando della sua attività da pianista:”Il tour vero e proprio partirà nel 2020, dopo l’uscita del disco che chiuderà la trilogia di Dardust”. Il riferimento è a  “7” e “Birth”, registrati a Berlino (il primo) e a Reykjavik (il secondo):”Questo invece l’ho scritto tra Londra e Edimburgo. Ci ho lavorato per un anno intero e non vedo l’ora che esca. Probabilmente ci sarà un singolo prima dell’estate, seguito da un secondo in autunno”, ha raccontato qualche mese fa. Sempre a proposito del suo legame con i “Thegiornalisti”, e in particolare con Tommaso Paradiso, Dario Faini ha raccontato:”Dopo il primo incontro a Roma nel 2014, organizzato da Universal, il nostro editore, che ci aveva messo in contatto per farci scrivere qualche canzone destinata a altri cantanti, io e Tommy ci siamo rivisti a Milano per una nuova session di scrittura e lì è nata ‘Riccione'”. Quel pezzo, in realtà, era stato pensato per un altro interprete: “Ma poi lui l’ha voluto per i Thegiornalisti e l’ha fatto uscire come singolo non contenuto nel disco. Dopo quella hit ci siamo parlati e mi ha chiesto di produrre il loro nuovo disco. Io ero un po’ restio, non era uno dei miei obiettivi quello di produrre un album intero. Ma gli ho detto sì, perché Tommy è stato il primo a credere in me come producer”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA