David di Donatello 2020/ Nomination: 18 candidature per “Il Traditore” di Bellocchio

- Emanuela Longo

David di Donatello 2020, in attesa della cerimonia del prossimo 3 aprile, ecco tutte le nominatio: “Il Traditore” record con 18 candidature

david donatello 640x300
David di Donatello 2020

Sono state annunciate nella giornata di ieri le nomination dei David di Donatello 2020, la cui cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 3 aprile. L’importante manifestazione è giunta alla sua 65esima edizione, una ricorrenza certamente importante che godrà della diretta in prima serata su Rai1 condotta da Carlo Conti. Il film che ha raccolto il maggior numero di candidature risulta essere “Il traditore” di Marco Bellocchio, seguito da “Il primo re” di Matteo Rovere e “Pinocchio” di Matteo Garrone, entrambi a quota 15 candidature, mentre al terzo posto “Martin Eden” di Pietro Marcello. Luca Guadagnino con il suo “Suspiria” ha ottenuto “solo” sei candidature, mentre sono nove in tutto le nomination per “5 è il numero perfetto”, film che ha segnato l’esordio alla regia del fumettista Igort. Tutto però sarà giocato tra le prime pellicole citate e il particolare dal film di Bellocchio basato sulla storia del pentito di mafia, Tommaso Buscetta e che vede tra le nomination quelle per il miglior film, regia, e attore allo strepitoso Pierfrancesco Favino. Rovere, per Il primo re concorre, tra gli altri, per le tre categorie più importanti, ovvero film, regia e attore principale mentre nel caso del Pinocchio di Garrone spunta anche Roberto Benigni tra gli attori non protagonisti, nel ruolo di Geppetto.

DAVID DI DONATELLO 2020: TUTTE LE NOMINATION

La battaglia più accesa nell’ambito dei David di Donatello 2020 resta proprio nell’ambito della categoria dei migliori attori e che vedrà non solo Pierfrancesco Favino e Alessandro Borghi – quest’ultimo per Il primo re – ma anche Toni Servillo per 5 è il numero perfetto, Francesco Di Leva per Il sindaco del rione sanità e Luca Marinelli protagonista di Martin Eden. Quest’ultima pellicola è la vera outsider della 65esima edizione dei Premi David di Donatello 2020, con 11 candidature tra cui migliore regia, film, sceneggiatura non originale, fotografia, montaggio, suono. Interessante anche la sfida tra i registi esordienti in merito alla quale ad avere la meglio potrebbe essere (a sorpresa) Phaim Bhuyian per Bangla. Piccola polemica per l’assenza di nomi femminili né tra le registe esordienti ma neppure nella categoria classica della regia. Sul piano della miglior attrice ai David di Donatello la corsa vede protagoniste Valeria Bruni Tedeschi, data per favorita ne I Villeggianti, seguita da Valeria Golino (Tutto il mio folle amore), Jasmine Trinca (La dea fortuna), Isabella Ragonese (Mio fratello rincorre i dinosauri), Linda Caridi (Ricordi?), e Lunetta Savino (Rosa).



© RIPRODUZIONE RISERVATA