DayDreamer le ali del sogno/ Anticipazioni oggi, 18 maggio: notte insieme per..

- Hedda Hopper

Sanem e Can sembra che i sentimenti stiano riaffiorando e i due, ancora sull’isola deserta, trascorrono la notte insieme nella nuova puntata di Daydreamer le ali del sogno in onda oggi

daydreamer le ali del sogno min 640x300
Daydreamer - Le ali del sogno - Screenshot da video

DayDreamer le ali del sogno, anticipazioni oggi, 18 maggio

Nella puntata di oggi, martedì 18 maggio, di Daydreamer le ali del sogno, Melahat non riesce a mantenere la discrezione che le è stata raccomandata circa la sua eredità e inizia a spendere in modo spropositato. In questo modo attira l’attenzione di parecchie persone, fra cui Selim che in realtà non è così ricco come vuole far credere ma naviga in cattive acque. Quando viene a sapere che la pettegola del quartiere di Mevkibe è diventata improvvisamente ricca, Selim inizia a guardarla con occhi diversi, pensando che una relazione con la donna potrà sistemarlo finanziariamente per tutta la vita. Ovviamente per riuscire nel suo intento deve trascurare Huma, la sua ultima preda prima di scoprire della Melahat è più ricca della ex signora Divit. Intanto fra Sanem e Can sembra che i sentimenti stiano riaffiorando e i due, ancora sull’isola deserta, trascorrono la notte insieme.

DayDreamer le ali del sogno, dove siamo rimasti

Nelle ultime puntate di Daydreamer le ali del sogno, Melahat ha promesso di aiutare la sua amica Mevkibe a lavare tappeti e tende di casa ma proprio sulla porta dell’abitazione viene raggiunta dal postino che le porta una raccomandata. Temendo che possa trattarsi di un’ngiunzione di pagamento o qualcosa di simile, inizia ad agitarsi tanto che è Nihat a dover aprire la missiva per lei. Lo stupore del padre di Sanem è massimo quando si rende conto quello che la lettera contiene: una vecchia amica della famiglia di Melahat, che appartiene ad una nobile famiglia afgana, è morta e ha nominato lei e il fratello i suoi unici eredi. La parrucchiera sviene per l’emozione e non riesce a credere che tale fortuna sia toccata proprio a lei. Su suggerimento di Nihat, che consiglia all’amica di non spargere troppo la voce per evitare problemi e clamore, la donna chiede a Mevkibe di mantenere per il momento discrezione sulla questione ma ovviamente nessuno ci riesce. Lei stessa mette un cartello di vendesi sulla vetrina del suo negozio perché decide improvvisamente di non voler più lavorare ora che è così ricca, mentre Mevkibe racconta tutto a Leyla ed Emre per ingannare in qualche modo l’ansia per non riuscire ad avere notizie di Sanem. La donna, infatti, non sa del piano di Can e si preoccupa perché la figlia minore non risponde al telefono. Leyla, però, le racconta che Sanem è con Can a fare il sopralluogo per una location.

Cosa bolle in pentola per Selim?

Can ha fatto credere a Sanem che la loro moto d’acqua è rotta e così la convince che saranno costretti a trascorrere la notte sull’isola deserta. Per questo divide i compiti: la ragazza dovrà occuparsi di pescare mentre lui accenderà il fuoco e provvederà a costruire una capanna per la notte. Dopo qualche litigio iniziale, tutto sembra andare per il meglio, tanto che grazie ad alcuni battibecchi Can inizia ad avere anche sprazzi di ricordi della sua storia con Sanem. In ogni caso, più tempo trascorre con lei e più si rende conto del perché in passato l’ha amata così tanto. Al calar della sera, mentre arrostiscono il pesce pescato dalla scrittrice, il Divit estrae dalla moto d’acqua una bottiglia di vino e due calici: la serata sembra prendere una piega diversa. In città Selim ha invitato Huma a cena ma al momento di pagare il conto fa finta di aver perso il portafoglio e così è la donna a dover saldare la spesa. Già in precedenza, l’affascinante signore aveva fatto cose un po’ strane, come chiedere al cameriere di impacchettargli gli avanzi della cena, ma la sua compagna aveva sembrato credere alle sue giustificazioni. Quando la signora inizia a stizzirsi per la questione del conto, Selim sfodera tutto il suo fascino per rabbonirla immediatamente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA