DEBORA VILLA/ “Perdere un bambino è stato devastante” (Vieni da me)

- Carmine Massimo Balsamo

Debora Villa a 360° nel salotto di Vieni da me: “Perdere il primo figlio è stato come prendere un tir in faccia”

debora villa vieni da me
Debora Villa a Vieni da me

Dall’aborto in età adolescenziale al bambino perso dopo tre mesi di gravidanza, Debora Villa si è raccontata senza filtri nel salotto di Vieni da me. Da domani impegnata a teatro con lo spettacolo “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, l’ex volto di Camera Cafè ha parlato dell’amore con il fidanzato Cesare: «Ci siamo conosciuti in palestra, abbiamo parlato due anni in maniera amicale. Poi una sera ho fatto una festa a casa, tra una chiacchiera e l’altra ci siamo un po’ presi. Io mi ero lasciata con mio marito, anche lui aveva una situazione ma le cose cambiano e le cose finiscono». Una relazione che va avanti da anni e che è stata “accettata” anche dalla figlia Lisa, che oggi ha 11 anni: «Ci siamo innamorati, ora stiamo insieme da tre anni e mezzo. A Lisa piace, anche se gliel’ha fatta penare…». (Aggiornamento di MB)

DEBORA VILLA E LA PERDITA DEL PRIMO FIGLIO

Debora Villa a tutto tondo nella lunga intervista rilasciata ai microfoni di Vieni da me. L’attrice comica si è raccontata tra carriera e vita privata, partendo da un momento doloroso della sua vita, ovvero la perdita del primo figlio dopo tre mesi di gravidanza: «Si era già sposati, sia era già accasati, purtroppo dopo la gioia è successo il patatrac. E’ stato come prendere un tir in faccia, è stato devastante, mi ha destabilizzato tanto. Ho avuto uno scompenso fisico ed anche psicologico. Il padre di mia figlia, il mio ex marito, ha subito anche lui tantissimo questa cosa. Ad un certo punto mi sono trovato a consolarlo io, anche se stavo male. Io mi sono consolata da sola, come spesso le donne fanno».

DEBORA VILLA A VIENI DA ME

Debora Villa ha poi voluto lanciare un messaggio a tutte le ragazze giovani a proposito dell’aborto: «Quando si parla di donne, è sempre facile giudicarle. Io ero innamoratissima di questo ragazzo che mi trattava molto male, era uno stupidotto: non mi ha mai messo le mani addosso, ma mi trattava malissimo e mi umiliava tantissimo. Io sentivo che era colpa mia per questa cosa. Quando è andato al militare, la lontananza ha fatto sì che prendessi le distanze e sono riuscita a distaccarmi: questo tipo di rapporti creano dipendenza e si continua a fare peggio e sbagliare. Sono così riuscita a lasciarlo: lui questa cosa non l’ha digerita, ha tirato fuori il bambino che c’era in lui. Lui ha voluto farlo l’ultima volta ed è stata fatale, sono rimasta incinta». Debora Villa ha aggiunto nel salotto di Vieni da me: «E’ stata veramente una cosa bruttissima, allucinante, dolorosa: un piccolo calvario. Quando ho deciso di finire definitivamente con questa persona, anche perché sarebbe finita malissimo nel mettere al mondo un bimbo senza amore. L’ho detto perché voglio che le ragazze sappiano che sono loro a decidere per loro stesse, nessuno deve dire a nessuno cosa deve fare. E’ facile additare una donna…».

© RIPRODUZIONE RISERVATA