DENNIS RODMAN E MADONNA/ Video: “Pronta a pagarmi 20 milioni per metterla incinta”

- Niccolò Magnani

Dennis Rodman e le rivelazioni choc sulla sua relazione con Madonna, video. “Era pronta a pagarmi 20 milioni di dollari per metterla incinta”. E su Lourdes Maria ipotizza che…

Madonna e Dennis Rodman
Dennis Rodman e Madonna (Twitter, Espn)

Sono a dir poco scottanti le rivelazioni fatte da Dennis Rodman sulla storia con Madonna. I due si frequentarono nel 1993 e stando a quanto dichiarato dall’ex giocatore di NBA, la cantante voleva a tutti i costi un figlio da lui. La loro frequentazione però durò solo pochi mesi e i due non ebbero un figlio insieme. Ma secondo Dennis Rodman lo stesso tipo di “contratto” potrebbe essere stato offerto al suo “successore”, cioè Carlos Leon, che nel 1996 la rese madre per la prima volta. Con l’uomo, che all’epoca era suo personal trainer, Madonna ebbe Lourdes Maria. La popstar poi si separò da lui poco dopo il parto. A ESPN invece ha raccontato di quando pensò di farla finita. Erano gli anni ’90 e si sent’ tradito dalla fine dell’era Bad Boys ai Pistons. «Un giorno la franchigia ha cominciato a disgregare la squadra e mi sono sentito tradito. Ero così innamorato del modo in cui mi amavano in città che non sopportavo l’idea di perdere tutto questo». Scrisse un biglietto d’addio e andò al parcheggio dell’Arena. «Avevo una pistola in mano, pronto a farla finita, ma per qualche motivo ho iniziato ad ascoltare musica in macchina. Poi mi sono addormentato». (agg. di Silvana Palazzo)

DENNIS RODMAN E LA RIVELAZIONE CHOC SU MADONNA

Da Michael Jordan a Kim Jong-un, la vita di Dennis Rodman è qualcosa che noi semplici umani non possiamo nemmeno immaginare: e non potevamo nemmeno immaginare cosa avesse in serbo per noi il cestista 5 volte campione Nba con i leggendari Chicago Bulls nei magnifici anni Novanta a fianco di Air Mike. Tutti sanno infatti che ebbe una relazione di fuoco nel 1994 con la popstar Madonna, ma in pochi potevano prevedere quanto rivelato oggi dal difensore tra i più forti della storia Nba: «Mi offrì 20 milioni di dollari per metterla incinta». La superstar con una spiccata simpatia per la Repubblica Popolare della Corea del Nord non ha paura di lanciare la “bomba choc” (avrà preso dall’amico Kim?) e con la sua ex compagna – la storia durò pochi mesi, ma talmente “caldi” che ne parla ancora oggi – ora potrebbero arrivare delle salatissime querele. Ammesso e non concesso che Dennis abbia detto la verità (è spesso ai confini del surreale, basti vedere i capelli che sfoggiava in campo sotto lo sguardo impietrito di Jordan e Pippen), quanto rivelato da Rodman durante la trasmissione radiofonica ‘The breakfast club‘ è destinato a far parlare e molto.

DENNIS RODMAN, UNA VITA UN PERCHÈ

«E’ stata una cosa passeggera ma intensa. Ci siamo trovati nel momento perfetti: la sua carriera al tempo era in una fase di stallo mentre io ero in ascesa. Ci siamo motivati a vicenda, riuscendo per un po’ ad andare nella stessa direzione», spiega ancora Dennis Rodman, leggenda dei Bulls ma che nel 1994 era un giocatore dei San Antonio Spurs. «Madonna mi ha detto che se l’avessi messa incinta mi avrebbe dato 20 milioni. Se il bambino fosse nato ovviamente». L’ex campione di basket non si ferma però qui e mentre sta organizzando un documentario di Epsn sulla storia della sua vita (questo sarà imperdibile, fidatevi!) lancia altre insinuazioni alle “usanze” della popstar forse più famosa di tutti i tempi: per Rodman, Madonna potrebbe aver fatto la stessa proposta anche ad altre storie post-Dennis (su tutti, il figlio avuto da Carlos Leon) «Una volta mi ha chiamato per dirmi che stava ovulando. Lei era a New York, a casa sua, io in un casinò di Las Vegas a giocare a dadi». È sempre Dennis Rodman poi a raccontare nell’intervista sulla relazione con Madonna «Le ho detto che sarei arrivato: ha mandato un aereo a prendermi all’aeroporto, sono andato a casa sua, ho fatto quello che dovevo e sono tornato a Las Vegas a giocare a dadi». Un campione “folle” che in quei tempi con Madonna in diverse occasioni dimostrò di non voler assolutamente vivere da rock star come invece era “costretto” a fare stando con la cantante di “Like a Virgin”: dopo una partita contro i Lakers «me la sono ritrovata seduta davanti al mio armadietto, ma io non l’avevo invitata. I miei compagni erano tutti sorpresi, ma anche se avevano addosso solo gli asciugamani si sono messi in fila per una foto con lei. E dopo siamo andati a casa sua. Vivevo così a quel tempo, ero un giocatore ma anche una rock star».

© RIPRODUZIONE RISERVATA