Di Maio “Grande Alleanza Mondiale per vaccino coronavirus”/ “Così ne usciremo”

- Davide Giancristofaro Alberti

Vaccino coronavirus, Di Maio: “Uniamo le eccellenze mondiali e lavoriamo assieme”. Secondo il ministro degli esteri, è necessario una collaborazione a livello internazionale

origine coronavirus di maio
Luigi Di Maio (LaPresse)

Il ministro degli esteri, Luigi Di Maio, lancia un appello internazionale affinché gli sforzi di tutti i paesi si uniscano con l’obiettivo di trovare il prima possibile un vaccino contro il coronavirus. L’appello dell’ex capo del Movimento 5 Stelle, è stato pubblicato dallo stesso sulla propria pagina Facebook: “Stiamo entrando nella fase 2 – la premessa del grillino – e lavoriamo senza sosta per far attenuare l’impatto del virus sull’Italia, ma come ha detto anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità potremo tornare alla totale normalità solo quando arriverà un vaccino. Il vaccino è molto importante”. Di Maio ricorda come oggi siano molti i vaccini in stato di sperimentazione, in ogni angolo della terra: “Ma ogni Paese va per sé – denuncia il titolare della Farnesina – manca un coordinamento, e così il rischio è che i tempi sul vaccino si allunghino ulteriormente”.

VACCINO CORONAVIRUS, DI MAIO: “IL PIANETA NON PUO’ DIVIDERSI”

“Davanti al Coronavirus – l’appello di Di Maio – il pianeta non può dividersi. Al contrario, deve stringersi ancora di più, mettendo in piedi una Grande Alleanza Internazionale per il vaccino. Dobbiamo unire tutte le migliori menti che abbiamo, le migliori eccellenze mondiali, radunarle intorno a un tavolo e farle lavorare insieme. Prima troveremo il vaccino e prima torneremo alla vita che tutti noi conoscevamo”. Di Maio ha poi ricordato come un’azienda italiana, la Irbm di Pomezia, in collaborazione con l’università di Oxford, stia testando un vaccino, ed entro la fine di questo mese partiranno le sperimentazioni sull’uomo, e se tutto andrà bene, da settembre la cura sarà disponibile. “Siamo fiduciosi – conclude – orgogliosi dei nostri ricercatori e oggi, in occasione della Giornata della Ricerca italiana nel mondo, lo siamo ancor di più”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA