Dieta Sirt, cos’è e come funziona/ Perdere 3 kg in una settimana grazie alle sirtuine

- Emanuela Longo

Dieta Sirt, cos’è e come funziona: il regime alimentare seguito dalle celebrità che promette di far perdere tre chili in una settimana, ecco come

dieta trucchi per dimagrire
Immagine di repertorio (Foto Pixabay)

Manco poco più di un mese a Natale ed in vista delle grandi abbuffate è già tempo di diete. Tra quelle più in voga in questo periodo c’è la cosiddetta dieta Sirt, molto amata dalle celebrità e che promette di far perdere fino a tre chili in una sola settimana. Se siete amanti delle grandi tavolate in famiglia o tra gli amici, dunque, la dieta Sirt potrebbe diventare presto la vostra alleata. Da Adele a Pippa Middleton, sono numerose le star che hanno scelto questo piano alimentare per fare definitivamente pace con la bilancia, riuscendo a sbarazzarsi dei chili di troppo in breve tempo grazie al metodo messo a punto da due nutrizionisti inglesi, Aidan Goggins e Glen Matten. Glamour spiega nel dettaglio in cosa consiste la dieta Sirt, basata sullo studio condotto su un gruppo di geni che rendono più veloce il metabolismo, bruciando energia e quindi facendo dimagrire. Durante la dieta è possibile mangiare di tutto senza quindi escludere alcun cibo particolare. Ma il trucco dov’è? Basta inserire quotidianamente nel proprio menu i cosiddetti “cibi Sirt”, ovvero un gruppo di alimenti che secondo i due nutrizionisti inglesi mimano gli effetti della restrizione calorica.

DIETA SIRT, COS’È E COME FUNZIONA: ECCO I CIBI AMMESSI

Secondo quanto previsto dalla dieta Sirt, dunque, per riuscire a mantenere il metabolismo sempre attivo e dimagrire nei meno giornalieri non devono mai mancare cibi come cipolla rossa, olio evo, cavolo riccio, prezzemolo. Rientrano nella categoria dei cibi “Sirt” anche peperoncino, fragole, capperi, tofu, tè verde, caffè, noci, vino, curcuma, cioccolato, capaci come i precedenti di stimolare il metabolismo in maniera naturale facendo così perdere i chili in eccesso ed attivando – sempre secondo i due nutrizionisti – i “geni della magrezza” o “della longevità”, chiamati sirtuine. Sono delle proteine alleate delle linea che mimano la restrizione calorica, regolarizzano il metabolismo e aumentano la massa muscolare, contribuendo a tenere l’organismo sempre in salute. Nel concreto occorre seguire la dieta Sirt nelle sue due fasi. La prima dura una settimana durante la quale, nei primi tre giorni si devono consumare 3 succhi verdi a base di cibi Sirt e un pasto solido per un totale di 1000 calorie al giorno. Si passa poi a due succhi e due cibi solidi per un totale di 1500 calorie. Infine si passa al mantenimento della durata di due settimane durante le quali occorre consumare un succo verde e tre pasti solidi come sempre a base di cibi Sirt.



© RIPRODUZIONE RISERVATA