Diletta Leotta: “Carriera da attrice? Forse”/ “Devo ancora lavorare molto, però…”

- Alessandro Nidi

Diletta Leotta ha parlato del film di Natale girato con Alessandro Siani e Christian De Sica: “Non smettevano di fare battute, è stata un’esperienza che mi ha arricchito”

Leotta Diletta Lapresse1280 640x300
Diletta Leotta (Lapresse)

Diletta Leotta, talentuosa giornalista sportiva e volto di punta dell’emittente DAZN, ha rilasciato un’intervista ai colleghi de “Il Quotidiano del Sud” nel quale, per una volta, non ha parlato di calcio o di altre discipline, lasciando spazio al cinema e al suo debutto sul grande schermo nel mese di Natale con il film di Alessandro Siani “Chi ha incastrato Babbo Natale?”, anche se, in verità, ha già esordito nel lungometraggio “7 ore per farla innamorare” di Giampaolo Morelli. “Purtroppo – ha dichiarato – per via del lockdown il film non poté uscire al cinema e fu distribuito sulle piattaforme, ma lì la mia è stata solo una piccola partecipazione”.

La pellicola natalizia, invece, sarà qualcosa di veramente sorprendente, anche se Leotta si è trattenuta dal racconto, in quanto non può dire troppo. Si è limitata a un semplice complimento ai suoi colleghi di set: “Lavorare accanto a giganti come Christian De Sica, lo stesso Siani e Angela Finocchiaro è stata un’esperienza che mi ha arricchito dal punto di vista umano, oltre che professionale. A volte sembrava di girare due film: uno davanti alle macchine da presa e uno nei momenti di pausa. Tra Alessandro e Christian era una battuta continua”.

DILETTA LEOTTA: “IO ATTRICE? CHISSÀ”

La giornalista Diletta Leotta, sulle colonne de “Il Quotidiano del Sud”, ha poi ricordato il primo film visto al cinema, “Titanic“, che, nonostante avesse soltanto sei anni, ha amato alla follia e ancora oggi resta il suo preferito, insieme alla saga di “Rocky”, con il quarto in particolare. Più recentemente, l’ha conquistata “La Grande Bellezza” e, inoltre, la bionda siciliana confessa di avere un debole per il cinema del suo conterraneo Giuseppe Tornatore, con “Nuovo Cinema Paradiso” che “ha un qualcosa di magico”.

Per Diletta Leotta si staglia all’orizzonte una carriera da attrice sulla scia di Sophia Loren? “Non scherziamo. Non mi sottovaluto, ma non mi piace neanche raccontarmi le favole. Per me è stata un’esperienza nuova che potrebbe trasformarsi in un percorso artistico diverso da quello intrapreso fino ad ora, ma sono ancora ai box di partenza, quindi c’è ancora molto, ma molto da fare”. L’auspicio è che questo nuovo rinascimento che tutta Italia sta vivendo sia foriero per tutti di “lavoro, serenità e spensieratezza, che sono le cose che sono mancate di più”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA