DIRETTA/ Anadolu Efes Milano (risultato finale 77-65): Olimpia ko, è 1-2 nella serie

- Mauro Mantegazza

Diretta Anadolu Efes Milano, risultato finale 77-65: nel quarto periodo i campioni in carica allungano con Shane Larkin e vincono gara-3 dei playoff di Eurolega, ora sono 2-1 nella serie.

Anadolu Efes Milano finale playoff facebook 2022 1 640x300
Diretta Anadolu Efes Milano (77-65): Olimpia ko in gara-3, serie playoff 1-2 (da Facebook)

DIRETTA ANADOLU EFES MILANO (RISULTATO FINALE 77-65)

Anadolu Efes Milano 77-65: all’Olimpia non riesce la rimonta in gara-3 dei playoff Eurolega, anzi il quarto periodo alla Sinan Erdem Sports Hall diventa il regno dei campioni in carica e di Shane Larkin, che come spesso accade è decisivo quando il cronometro va verso lo zero. Che è il suo numero di maglia: Larkin chiude con 16 punti di cui 8 nel solo quarto periodo, con 4/7 dall’arco e 5 assist. Vasilije Micic, che comunque ne fa 20 ma tirando 2/8 dal perimetro, gli lascia volentieri il proscenio e anche lui contribuisce con 5 assist: troppo per Milano che deve anche assistere alla prova di Tibor Pleiss, 17 punti con 6/10 dal campo e 5 rimbalzi.

I lunghi dell’Olimpia producono poco (8 punti per Ben Bentil, 6 per Kyle Hines) ce ne sono 16 per Devon Hall che però nel quarto periodo viene ben contenuto dalla difesa, stecca Shavon Shields che tira 3/13 segnando appena 9 punti. Fisicità e qualità dell’Anadolu Efes mettono in difficoltà un’Olimpia senza Nicolò Melli e Malcolm Delaney e un Gigi Datome in campo per onor di firma (appena 136 secondi sul parquet di Istanbul): adesso la serie dei playoff di Eurolega è sul 2-1 per l’Efes, gara-4 si giocherà ancora su questo parquet e i campioni in carica avranno a disposizione il match point per volare alla Final Four. Sarà compito dell’Olimpia Milano provare a riportare tutti al Mediolanum Forum… (agg. di Claudio Franceschini)

ANADOLU EFES MILANO (RISULTATO 59-56): FINE 3° QUARTO

Anadolu Efes Milano 59-56: sostanzialmente i campioni in carica aprono il secondo tempo di gara-3 dei playoff all’insegna della gestione. Il punteggio torna ad abbassarsi, l’Efes entra appunto in una modalità difensiva volendo impedire all’Olimpia di prendere fuoco come parzialmente accaduto nel finale del terzo quarto. Lo fa Devon Hall, che diventa il principale realizzatore della squadra di Ettore Messin; qui infatti Shavon Shields continua a litigare con il canestro e i due lunghi Kyle Hines e Ben Bentil non riescono a fare la differenza sotto i tabelloni; per il primo ci sono tre palle perse, il secondo invece commette il terzo fallo e dunque esce anche mentalmente dalla partita. L’Anadolu Efes non ha ancora il miglior Shane Larkin, che è ancora silente; ha però in Tibor Pleiss un importante protagonista offensivo – e soprattutto a sorpresa – mentre Vasilije Micic continua a fare il suo.

L’Olimpia in ogni caso resta viva, soprattutto perché i turchi hanno brutte percentuali dall’arco: improvvisamente la partita si riapre con una tripla di Jerian Grant che vale il -2, allora Larkin sente che è il momento di essere realmente determinante e sull’assist di Micic infila la bomba che ridà ossigeno ai padroni di casa. Risponde Sergio Rodriguez, perché anche Milano adesso si è iscritta al match; Micic continua a fare male dal perimetro (arriva a 1/6), Ergin Ataman alza il quintetto con James Anderson per Larkin volendo difendere con fisicità, Bentil segna due liberi ma gli risponde Eliha Bryant. L’ultima azione del terzo quarto è per l’Olimpia ma Shields sbaglia il tiro del pareggio: poco importa (forse), adesso la partita è totalmente in equilibrio… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ANADOLU EFES MILANO STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA DI EUROLEGA

La diretta tv di Anadolu Efes Milano sarà trasmessa, come tutte le partite dell’Olimpia in Eurolega, sui canali della televisione satellitare: appuntamento riservato in esclusiva agli abbonati, che dovranno collegarsi al canale Sky Sport Action (numero 204 del decoder) per avere la possibilità di seguire gara-3 dei playoff. In alternativa, ci sarà anche la diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go. Ricordiamo poi che sul sito ufficiale www.euroleaguebasketball.net/euroleague troverete tutte le informazioni utili sul match, come il tabellino play-by-play e il boxscore aggiornato in tempo reale.

ANADOLU EFES MILANO (RISULTATO 42-35): INTERVALLO

Anadolu Efes Milano 42-35: intervallo lungo alla Sinan Erdem Sports Hall. L’inizio di secondo quarto è confortante per l’Olimpia: dalla panchina Jerian Grant porta l’energia giusta e arriva un parziale di 4-9 con il quale Milano rientra immediatamente in partita, arrivando infatti ad un solo possesso pieno (di distanza). A quel punto però l’Efes riesce a spezzettare il match, facendo sì che l’Olimpia fatichi nel prendere ritmo offensivo; la squadra di Ergin Ataman esegue alla perfezione, e sono ancora e sempre Vasilije Micic e Tibor Pleiss a segnare i canestri dell’allungo, aiutati anche da una panchina che ha in Chris Singleton e James Anderson due elementi che fanno piccole cose ma le fanno bene.

In un amen quindi, e in una partita decisamente più “lenta” rispetto al primo quarto, il vantaggio dei campioni in carica sale in doppia cifra (40-28) e arriva anche al +14 quando finalmente Larkin si sblocca dal punto di vista realizzativo, anche se lo fa soltanto dalla lunetta. L’Olimpia Milano tra l’altro deve considerare la situazione dei falli, visto che Kyle Hines e Ben Bentil vengono puntati dall’attacco avversario; entra dunque in campo anche Kaleb Tarczewski che guadagna due liberi e li segna, Devon Hall contribuisce con gli assist ma la squadra di Ettore Messina fatica a produrre punti rapidi. Nel finale di periodo arriva comunque un parziale di 0-7 (ispirato da Grant e Shavon Shields) che, oltre a rimettere lì Milano, dice all’Anadolu Efes che l’Olimpia non molla di un centimetro. Sarà un secondo tempo spettacolare… (agg. di Claudio Franceschini)

ANADOLU EFES MILANO (RISULTATO 25-17): FINE 1° QUARTO

Anadolu Efes Milano 25-17: per gara-3 dei playoff di Eurolega Ettore Messina sceglie un quintetto con Sergio Rodriguez e Devon Hall nel backcourt aiutati da Shavon Shields, mentre Ben Bentil e Kyle Hines sono i due lunghi. L’esperienza e la sinergia tra il Chacho, che dunque ha recuperato, e l’ex lungo di Olympiacos e Cska Mosca è la chiave che inizialmente scardina la difesa dei campioni in carica; il playmaker spagnolo in particolare si prende responsabilità offensive che solitamente lascia ad altri, ma la serata è di quelle decisive e non si possono passare tiri. L’Anadolu Efes risponde con Shane Larkin insieme a Vasilije Micic – non era stato così in gara due – Elija Bryant e Adrien Moerman le due ali con Tibor Pleiss da centro, al posto di Bryant Dunston.

Il serbo, MVP delle ultime finali e della regular season di Eurolega, è caldo da subito a differenza di Larkin, che litiga con il canestro; Micic e un ispiratissimo Pleiss segnano i primi 15 punti della squadra turca, poi si mette in moto anche Moerman per il primo allungo dell’Efes (19-11) grazie a due liberi di Dunston, con la squadra di casa che sentendo il momento prova da subito a scavare un solco importante per poi gestire la partita. Così sembra essere con il +8 di fine primo quarto: si segna di più rispetto ai primi due episodi della serie, vedremo come andranno le cose tra poco… (agg. di Claudio Franceschini)

ANADOLU EFES MILANO (RISULTATO 0-0): PALLA A DUE!

Finalmente siamo alla palla a due di Anadolu Efes Milano, partita con cui il playoff di Eurolega si trasferisce in Turchia per l’Olimpia. L’Anadolu Efes avrà naturalmente la possibilità di chiudere i conti e qualificarsi per la Final Four se dovesse riuscire a sfruttare al massimo il fattore campo. Milano dovrà cercare un vero e proprio miracolo sportivo a causa delle troppe assenze: per ricordare chi si è fatto male settimana scorsa, ecco che in gara-2 Malcolm Delaney aveva riportato una lesione muscolare alla parete addominale, mentre Sergio Rodriguez si era procurato una distorsione alla caviglia sinistra.

Appena due giorni prima, gara-1 era stata fatale per Nicolò Melli, che vi aveva riportato una lesione del gemello mediale della gamba destra. Ora però non pensiamo agli assenti, mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia davvero il parquet della Sinan Erdem Sports Hall: la diretta di Anadolu Efes Milano, gara-3 dei playoff di Eurolega, sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ANADOLU EFES MILANO: I TESTA A TESTA

Ormai è davvero dietro l’angolo la diretta di Anadolu Efes Milano, ma ci prendiamo qualche minuto adesso, per ricordare che questa è una delle partite che, prendendo in considerazione l’Eurolega moderna, si è giocata più di frequente, cioè ben 34 volte fino a questo momento: quella turca dunque è una delle squadre che l’Olimpia ha affrontato di più nel torneo, con un bilancio a sfavore visto che ci sono 13 vittorie per l’Olimpia Milano a fronte di 21 sconfitte. Scendendo più nel dettaglio, ecco che in 18 precedenti giocati al Mediolanum Forum di Assago, Milano ha vinto in undici occasioni.

Il testa a testa casalingo è positivo, questo fatalmente indica però una situazione difficile nelle partite disputate ad Istanbul. Per la precisione, ci sono fino ad oggi 16 incontri giocati in Turchia e appena due volte Milano ha vinto. Si può tuttavia essere almeno parzialmente ottimisti: fino al 2020 il parquet di Istanbul era rimasto un tabù per l’Olimpia, che non era mai riuscita a vincerci; di recente invece risono state due vittorie esterne per l’Olimpia. Il problema semmai sono le troppe assenze con cui Milano deve affrontare questa gara-3 dei playoff di Eurolega. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ANADOLU EFES MILANO: PARLA MESSINA

Mentre ci avviciniamo alla diretta di Anadolu Efes Milano, torniamo alla grande serata di giovedì per leggere le dichiarazioni di Ettore Messina dopo la vittoria nella sua gara numero 500 a livello di competizione europee per club: “Come società siamo molto orgogliosi di quello che i giocatori hanno fatto stasera (giovedì, ndR). Hanno avuto un orgoglio incredibile, perché sembra che ogni giorno perdiamo un giocatore, stasera due in pochi minuti, Delaney e Rodriguez, che poi è quello che nel primo tempo ci ha fatto capire che si poteva fare. La nostra difesa è stata ancora molto buona e poi Shields ovviamente ha fatto una partita fantastica. Siamo anche molto orgogliosi del sostegno del pubblico: Milano è una città abituata a vincere, non è facile farsi amare da Milano, ma sia in Gara 1 che oggi ci hanno sostenuto fin dal riscaldamento, si è percepita come altre volta una grande connessione con la nostra gente. Ci rende orgogliosi.

La serie realisticamente è finita, perché non possiamo pensare di vincerla senza Rodriguez e Delaney oltre che Melli. Serve un miracolo, i miracoli qualche volta si avverano nello sport e noi ci prepareremo, non andremo a Istanbul per arrenderci. Non lo faremo. Ma sono realista, è tutto contro di noi”. Con questa consapevolezza, coach Messina aveva parlato così delle partite di Istanbul: “Giocheremo con quelli che abbiamo. La situazione è chiara. Non ci arrenderemo. Avremo Baldasso e avremo Alviti. In Gara 1 è stato sfortunato, perché l’antisportivo ci è costato forse sette punti di fila, ma fino a quel momento era andato bene, aveva preso due buoni tiri. Era nella partita e stava bene in campo. Questo non tanto ora ma nei playoff del campionato italiano mi dà fiducia”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ANADOLU EFES MILANO: IMPRESA IMPOSSIBILE

Anadolu Efes Milano, in diretta dalla Sinan Erdem Sports Hall di Istanbul alle ore 19.30 italiane (20.30 locali) di questa sera, martedì 26 aprile 2022, sarà gara-3 dei playoff di Eurolega. Siamo sempre più nel vivo della massima competizione europea basket, che purtroppo l’Olimpia Milano affronta in una situazione di clamorosa emergenza infortuni. La diretta di Anadolu Efes Milano chiamerà dunque gli uomini di coach Ettore Messina a una impresa ai limiti del miracolo sportivo già riuscito giovedì scorso vincendo gara-2 al Forum di Assago per impattare i conti della serie.

Una vittoria per parte quindi nelle partite giocate a Milano, l’inerzia della sfida tuttavia sembra essere in favore dell’Anadolu Efes e non solo perché i turchi vincendo gara-1 hanno strappato il fattore campo all’Olimpia, ma perché Milano ha la rosa ridotta all’osso. Inutile dunque fare troppi calcoli: bisogna dare tutto quello che si ha, sfruttando forse l’unico vantaggio di questa situazione, cioè l’assenza di pressione psicologica perché nessuno pretende la qualificazione. Vincere anche solo una delle due partite per tornare al Forum sarebbe un’impresa da ricordare: cosa succederà in Anadolu Efes Milano?

DIRETTA ANADOLU EFES MILANO: RISULTATI E CONTESTO

Verso la diretta di Anadolu Efes Milano, dobbiamo ricordare che questa serie mette l’Olimpia al cospetto dei campioni d’Europa in carica, che però hanno faticato forse più del previsto in stagione regolare. L’Efes infatti non è andato oltre il sesto posto con sedici vittorie e dodici sconfitte ed è stato di conseguenza abbinato a Milano, che aveva avuto un bilancio di 19-9. Sfida affascinante ma che poteva essere alla portata, ricordando che Milano è stata capace di vincere entrambe le partite, espugnando quindi pure il parquet di Istanbul per 77-83 nella partita giocata appena poco più di un mese fa.

Il problema è che nel frattempo l’Olimpia ha avuto difficoltà di ogni genere, che stanno riducendo la rosa a livelli d’emergenza, con davvero scarsa possibilità di scelta per Messina. Il rischio era quello di rassegnarsi alla sconfitta, invece Milano ha trovato la forza di vincere gara-2 per prolungare la serie come minimo a gara-4. Certo, adesso bisognerebbe espugnare Istanbul per restare in corsa e sarà sicuramente molto più difficile rispetto a un mese fa. In queste condizioni è l’Efes ad avere il dovere di vincere, ma è difficile che chi detiene l’Eurolega possa soffrire la pressione in questi frangenti…





© RIPRODUZIONE RISERVATA