DIRETTA/ Andria Foggia (risultato finale 1-2) streaming video tv: decide Cittadino!

- Claudio Franceschini

Diretta Andria Foggia streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca allo stadio Degli Ulivi e vale per il girone H della Serie D.

Foggia gruppo gol facebook 2019
Diretta Bitonto Foggia, Serie D girone H (da facebook.com/officialcalciofoggia1920)

DIRETTA ANDRIA FOGGIA (RISULTATO FINALE 1-2): DECIDE CITTADINO!

Con l’uomo in più il Foggia alza i ritmi allo stadio Degli Ulivi, con l’Andria che prova a serrare la difesa. Alla mezz’ora Cittadino prende il posto di Gerbaudo tra i Satanelli e si rivelerà proprio questa la mossa vincente del tecnico Ninni Corda. Proprio Cittadino al 33′ infatti realizza il gol che riporta in vantaggio i rossoneri, che cercano poi di non farsi sorprendere come accaduto nel primo tempo, quando al vantaggio era seguito il repentino pari dei padroni di casa. Viene sostituito Tortori con Russo, poi Iadaresta manca il tris ma nei 5′ di recupero l’Andria non riesce a creare pericoli e il Foggia porta a casa tre punti molto preziosi da questo derby pugliese. (agg. di Fabio Belli9

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Andria Foggia non sarà trasmessa sui canali della nostra televisione, ma come sempre l’appuntamento con le partite dei satanelli è sulla piattaforma Eleven Sports: la sfida di campionato, di conseguenza, potrà essere seguita in diretta streaming video utilizzando dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. All servizio è possibile abbonarsi per la stagione oppure di volta in volta acquistare il singolo evento, ad un prezzo precedentemente fissato.

PRESSIONE ROSSONERA

Il secondo tempo tra Andria e Foggia allo stadio Degli Ulivi inizia con i Satanelli comprensibilmente protesi in avanti, nel tentativo di sfruttare la superiorità numerica. Rossoneri pericolosi all’8′ con un colpo di testa di Tortori che viene però agevolmente bloccato da Segantini. All’11’ il Foggia sostituisce Staiano con Salines, poi al 14′ Gentile cerca la doppietta ma trova la presa in due tempi di Segantini, che al quarto d’ora è attento anche in una chiusura su Kourfalidis. Al 16′ ammonizione per Di Masi tra gli ospiti, il tecnico Corda lo richiama in panchina 3′ dopo inserendo Gibilterra. A metà ripresa Andria e Foggia, con i padroni di casa sempre in dieci uomini per l’espulsione di Zingaro al 33′ del primo tempo, sono sull’1-1. (agg. di Fabio Belli)

NANNOLA RISPONDE A GENTILE

Si alzano i toni agonistici del match, prima gioco fermo per uno scontro tra Anelli e Tedesco, poi è Kourfalidis ad avere qualche problema fisico. Al 31′ Satanelli molto vicini al gol, ma il portiere di casa Segantini ha un eccellente riflesso sulla conclusione di Iadaresta. Al 33′ brutto fallo di Zingaro su Viscomi e arriva il cartellino rosso, con l’Andria che resta così in dieci uomini. Il Foggia prova ad approfittare subito della superiorità numerica proiettandosi in avanti, al 42′ nessuno arriva su un cross di Kourfalidis, ma prima dell’intervallo i rossoneri riescono a portarsi in vantaggio con Federico Gentile. Gol del capitano foggiano al 44′, ma nel recupero l’Andria riesce già a pervenire al pareggio con Simone Nannola, col primo tempo allo stadio Degli Ulivi che si chiude dunque sull’1-1. (agg. di Fabio Belli)

INIZIO IN EQUILIBRIO

Dopo 3′ da segnalare subito un cartellino giallo per Palazzo tra le fila dei padroni di casa, quindi al 6′ finisce fuori un tentativo di Gentile su calcio di punizione per i Satanelli. E’ comunque il Foggia a mantenere l’iniziativa del match, ma l’Andria è ben messa in campo e non si sono fatte registrare particolari occasioni da gol in questa prima metà della prima frazione di gioco allo stadio Degli Ulivi. Queste le formazioni schierate dal 1′ dai due allenatori. Fidelis Andria: Segantini; Zingaro, Porcaro, Cipolletta, Della Corte, Bedin, Montemurro, Nannola, Varriale, Tedesco, Palazzo. Allenatore: Favarin. Foggia (3-5-2): Fumagalli; Anelli, Viscomi, Di Jenno; Di Masi, Staiano, Gerbaudo, Gentile, Kourfalidis; Iadaresta, Tortori. Allenatore: Corda. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

Sta finalmente per cominciare Andria Foggia: come abbiamo già visto la squadra biancazzurra arriva da quattro sconfitte consecutive, e quel che è peggio è che ha perso due volte in casa (contro Val d’Agri e Nardò) senza riuscire a segnare. Le altre sconfitte sono quelle contro Città di Fasano (2-3) e Gravina (altro 0-1); e dire che l’Andria non perdeva dalla prima giornata (0-3 sul campo del Gelbison Cilento) e da allora aveva inanellato tre vittorie e altrettanti pareggi. La serie negativa ha avuto l’effetto di portare i biancazzurri in zona playout: resta un vantaggio di 3 punti sull’Agropoli che oggi sarebbe retrocesso, attualmente i playoff sono lontani 7 punti e di conseguenza c’è ancora il tempo per recuperare la situazione, ma è chiaro che il passo dovrà essere diverso. Questo vale anche per il Foggia, chiaramente in ottica promozione; i satanelli faticano tanto in attacco, quattro squadre hanno segnato di più anche se in generale questo è un girone con poche reti (il miglior attacco, quello del Taranto, ne ha 19 in 11 partite). Adesso mettiamoci comodi, e stiamo a vedere come andranno le cose allo stadio Degli Ulivi: la diretta di Andria Foggia prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA ATTESO

Nel presentare la diretta di Andria Foggia parliamo anche di uno dei protagonisti attesi in questa partita: ottimo avvio di campionato per Loris Palazzo, autore di 5 gol in 10 partite con una rete ogni 143 minuti. Cresciuto nel vivaio del Bari, con i galletti non ha mai raggiunto la prima squadra ma la sua carriera si è sviluppata praticamente solo in Puglia, escludendo qualche escursione altrove (Monza e Latina). Alla prima stagione alla Fidelis Andria, che lo ha acquistato dall’Altamura, il classe ’91 è un ex di questa partita: infatti nella stagione 2012-2013 Palazzo ha vestito la maglia del Foggia, arrivato quinto nel campionato di Serie D che si era ritrovato a giocare per la mancata iscrizione alla Lega Pro. I satanelli erano arrivati quinti, staccati dal Monopoli quarto (che all’epoca si chiamava Monospolis) in un girone che l’Ischia Isolaverde aveva vinto con la bellezza di 17 punti di vantaggio sulla seconda; al termine di quell’annata Palazzo era andato a giocare nel Manfredonia, lasciato a metà stagione per il Bisceglie e poi ancora per il Bitonto, due squadre che – come il Nardò, da cui è passato – affronterà o ha già affrontato in questo campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Non sono certo pochi i precedenti di Andria Foggia: ben nove di questi sono stati disputati nel nuovo millennio, in un arco temporale che va dal 2009 al 2016 e sempre in un contesto di Serie C (con una sfida nel secondo turno di Coppa Italia di categoria, vinta ai rigori dai satanelli). Il Foggia ha vinto in sei occasioni contro le sole due della Fidelis Andria, mentre figura un pareggio: lo citiamo, un 1-1 con i gol di Cristian Agnelli e Angelo Tartaglia, perchè si era giocato qui allo stadio Degli Ulivi ed è l’ultima partita che le due squadre hanno disputato prima di oggi. Dobbiamo andare invece al marzo 2011 per trovare l’ultima volta in cui il Foggia è passato su questo campo: il marcatore era stato d’eccezione, Lorenzo Insigne che quell’anno giocava in prestito nella squadra di Zdenek Zeman (che pochi mesi dopo avrebbe seguito anche a Pescara) insieme a Marco Sau e Diego Farias, ma anche con Vasco Regini, Simone Romagnoli, Bartosz Salamon, Moussa Koné (altro fedelissimo del tecnico boemo) e Salvatore Burrai. Nel marzo 2016 Mauro Bollino, Dimitri Bisoli e Pietro Cianci avevano deciso a favore dell’Andria nell’ultimo successo biancazzurro. (agg. di Claudio Franceschini)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Andria Foggia, in diretta dallo stadio Degli Ulivi, si gioca alle ore 14:30 di domenica 17 novembre: siamo nella 12^ giornata del girone H in Serie D 2019-2020, e si tratta di un sentitissimo derby che ha un interesse al netto della classifica. A proposito di questo però i satanelli hanno assoluto bisogno di rilanciarsi: la vittoria netta in Coppa Italia (mercoledì contro l’Acireale) da questo punto di vista è stata preziosa per riprendere un cammino che invece in campionato ha troppi alti e bassi. Il ko interno contro il Sorrento ha portato la squadra di Ninni Corda a 4 punti dal Bitonto capolista, e ha permesso al Taranto di operare l’aggancio al secondo posto in classifica: obbligatorio recuperare terreno per andare a caccia della promozione. L’Andria sta anche peggio: l’obiettivo sarebbe quello di provare a inserirsi in zona playoff ma i biancazzurri hanno perso le ultime quattro partite, e dunque c’è aria di crisi. Non ci resta che vedere quello che succederà nella diretta di Andria Foggia, nel frattempo possiamo fare qualche valutazione circa le scelte dei due allenatori nella rapida lettura delle probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI ANDRIA FOGGIA

In Andria Foggia Raimondo Catalano, alla seconda partita da allenatore dopo l’esonero di Giancarlo Favarin, dovrebbe comunque puntare sul 3-5-2: spazio a Segantini tra i pali con Kosnic e Porcaro che potrebbero affiancare Di Filippo nel terzetto difensivo, mentre sugli esterni potrebbe essere titolare Banegas (a destra) con la conferma di Varriale dall’altra parte. In mediana l’esperienza di Daniele Dalla Bona, con Bedin che sarà l’altra mezzala e un playmaker che ancora una volta dovrebbe essere Montemurro; Cristaldi e Palazzo devono vincere la concorrenza di Emmanuele Tedesco per l’attacco. Il Foggia va in campo con modulo speculare: Fumagalli tra i pali, Gentile e Cadili potrebbero essere accompagnati da Salinas nel reparto difensivo. Davanti a loro Cittadino come regista, mentre Gerbaudo potrebbe sostituire Staiano o Campagna e agire dunque in qualità di interno di centrocampo; sulle corsie laterali Sadek e Francesco Russo sembrano essere nuovamente favoriti, in attacco quasi sicuramente tornerà titolare Iadaresta che, prendendo il posto di Gibilterra, dovrebbe tornare a formare la coppia con Tortori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA