DIRETTA/ Arzignano Virtus Verona (risultato finale 1-1) streaming tv: espulso Tosi

- Mauro Mantegazza

Diretta Arzignano Virtus Verona streaming video tv: risultato live della partita, anticipo di Serie C nel girone B (oggi 30 novembre 2019)

Virtus Verona
Diretta Virtus Verona Imolese (Foto LaPresse)

DIRETTA ARZIGNANO VIRTUS VERONA (FINALE 1-1): ESPULSO TOSI

E’ terminata in parità la sfida tra Arzignano e Virtus Verona allo stadio Menti di Vicenza. Finale di partita spezzettato dai molti cambi, ma è stata la Virtus Verona a cercare con maggiore insistenza la vittoria, andando vicina al nuovo vantaggio prima al 35′ con Magrassi, che ha mancato la doppietta personale con una girata finita di poco fuori, quindi con Casarotto, entrato in campo da poco, che non trova la porta per questione di centimetri. L’Arzignano capisce di essere a corto di energie nella parte conclusiva del secondo tempo e si accontenta di gestire il pareggio riacciuffato in apertura di ripresa anche a causa dell’espulsione di Tosi al 90′, rosso diretto per aver abbattuto Odogwu lanciato a rete. Esaurite le sostituzioni, i padroni di casa mandano in porta un giocatore di movimento, Hoxha, bravo a neutralizzare una conclusione di Marcandella. Scorre via il recupero e il triplice fischio finale arriva sull’1-1. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Arzignano Virtus Verona non è disponibile, ma per tutti gli appassionati possiamo ricordare che pure in questa stagione il portale elevensports.it fornisce le immagini delle partite del campionato (ed inoltre pure della Coppa Italia Serie C). Dunque, armandovi di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, potrete seguire la partita in diretta streaming video abbonandovi al portale oppure acquistando il singolo evento, il cui prezzo è stato fissato all’inizio della stagione.

PAREGGIA ROCCO!

Già al 3′ della ripresa l’Arzignano trova il pareggio contro la Virtus Verona. Un pallone calciato in profondità sorprende i centrali ospiti e il portiere Chiesa, perfetta scelta di tempo di Rocco che si inserisce e deposita in rete a porta sguarnita. Al 6′ il portiere della Virtus viene ammonito per proteste, che si ripetono da parte dell’Arzignano all’11’ per un contatto in area su Piccioni non sanzionato dall’arbitro. Al 14′ Bigolin stende Odogwu lanciato in corsa, ammonizione per lui. Poi ci prova Danti su punizione, ma il portiere di casa, Tosi, non si lascia sorprendere. Insiste la Virtus al 18′ con un colpo di testa di Odogwu che finisce di poco alto, poi al 24′ doppio cambio nella Virtus Verona: fuori Rossi, dentro Casarotto, fuori Danti e al suo posto viene inserito Marcandella. Nell’Arzignano invece fuori Piccioni, dentro Cais. (agg. di Fabio Belli)

COLPISCE MAGRASSI!

Arzignano di nuovo pericoloso al 23′ con Maldonado, ma un po’ a sorpresa al 28′ è la Virtus Verona a passare in vantaggio. Grande azione corale degli scaligeri con Odogwu che trova i tempi giusti per il passaggio a Magrassi, che concretizza per lo 0-1. Al 31′ viene ammonito Maldonado, poi al 34′ è ancora Magrassi a rendersi pericoloso con una conclusione dalla distanza che finisce alta sopra la traversa. Insiste la Virtus Verona e al 39′ è Danti a mancare una buona chance per il raddoppio, con una nuova brillante discesa di Odogwu che trova l’assist per il compagno di squadra che manca però il tocco vincente. Poche emozioni nella parte conclusiva della prima frazione di gioco, che la Virtus Verona conduce in vantaggio 0-1 sul campo dell’Arzignano. (agg. di Fabio Belli)

CI PROVA PASQUALONI

Sono i padroni di casa a fare la partita nelle battute iniziali del match. Al 6′ Chiesa si oppone in due tempi a una conclusione di Pasqualoni, mentre al quarto d’ora una combinazione tra Rocco e Piccioni si chiude con una conclusione che sfiora il palo. Queste le formazioni schierate dal 1′ dai due allenatori. La Virtus Verona prova ad alzare il pressing offensivo ma l’Arzignano punge anche nelle ripartenze. Queste le formazioni schierate dal 1′ dai due allenatori. Arzignano (4-3-1-2): Tosi; Pasqualoni, Bonalumi, Bigolin, Barzaghi; Perretta, Maldonado, Balestrero; Pattarello; Piccioni, Rocco. A disposizione: Faccioli, Amatori, Antoniazzi, Anastasia, Hoxha, Cais, Russo, Flores Heatley, Bachini, Casini, Lo Porto, Valagussa. All. Colombo. Virtus Verona (4-31-2): Chiesa; Rossi, Curto, Pellacani Vannucci; Onescu, Sammarco, Cazzola; Danti; Magrassi, Odogwu. A disposizione: Sibi, Danieli, Gasperi, Casarotto, Manarin, Santacroce, Da Silva, Pinto, Sirignano, Lavagnoli, Lupoli, Marcandella. All. Fresco. (agg. di Fabio Belli)

SI GIOCA

Eccoci al fischio d’inizio della diretta di Arzignano Virtus Verona: prima di dare però la parola al campo, è bene anche considerare qualche dato interessante fissato alla vigilia della 17^ giornata di Serie C. Vediamo che nelle prime 16 partite disputate l’Arzignano ha vinto 3 volte, pareggiato 5 volte e perso in 8 occasioni. La differenza reti è negativa per la squadra di casa: 17 sono quelle incassate e appena 11 sono i gol realizzati. La Virtus Verona ha vinto 7 volte, perso 7 volte e pareggiato in 2 occasioni. La differenza reti per la squadra veneta è positiva: 24 sono i gol realizzati e 21 quelli subiti. Diamo allora la parola al campo, si comincia!

I BOMBER

Mentre aspettiamo la diretta di Arzignano Virtus Verona, possiamo cercare quali siano i nomi di spicco tra i marcatori delle due formazioni venete del girone B di Serie C. Per l’Arzignano siamo ancora alla ricerca di un bomber che possa definirsi davvero tale: si prende comunque il primo posto Daniele Rocco, che con il gol segnato proprio nella scorsa giornata è salito a quota tre reti in questo campionato issandosi da solo al primo posto davanti a Simone Bonalumi e Davide Cais, che invece hanno realizzato due gol a testa finora. Discorso ben diverso invece per la Virtus Verona, che ha ben due attaccanti di sicuro rendimento e di conseguenza punti di riferimento per la compagine di mister Luigi Fresco. Parliamo naturalmente dell’italo-nigeriano Raphael Odogwu e di Andrea Magrassi, che viaggiano a braccetto con sei gol a testa nella classifica marcatori del girone, con media gol per minuti giocati di un soffio migliore per Magrassi – ma la differenza è davvero minima. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TESTA A TESTA

Sono cinque i precedenti della diretta di Arzignano Virtus Verona che in 4 occasioni si sono incontrate in Serie D. Il primo doppio incontro risale alla stagione 2016/17 quando all’andata la gara terminò 0-0 e quando in Veneto fu la squadra di casa a vincere 3-2. Nella stagione successiva furono in entrambi i casi a vincere i padroni di casa con un successo 1-0 dell’Arzignano e 3-1 del Virtus Verona. L’ultimo precedente è molto recente e risale allo scorso agosto quando a Verona le due squadre si affrontarono per la terza giornata di Coppa Italia di Serie C. La gara terminò col risultato finale 2-0. Sbloccata al decimo da Pellecani la gara fu chiusa da un episodio e cioè l’espulsione, per doppio giallo, di Pasqualoni che lasciava gli ospiti sotto di una rete e in inferiorità numerica. Nel finale Lupoli mise anche la ciliegina sulla torta. (agg. di Matteo Fantozzi)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Arzignano Virtus Verona, diretta dall’arbitro Nicola Donda della sezione Aia di Gradisca d’Isonzo, è l’anticipo fissato alle ore 20.45 di questa sera, sabato 30 novembre 2019. Il derby veneto dunque apre la diciassettesima giornata di Serie C nel girone B. Arzignano Virtus Verona mette di fronte due piccole realtà che vogliono consolidarsi nel calcio professionistico: la classifica per ora sorride ad entrambe, perché l’Arzignano con 14 punti è in tabella di marcia con l’obiettivo salvezza mentre i 23 punti già conquistati dalla Virtus autorizzano i veronesi a pensare anche ai playoff. Nella scorsa giornata tuttavia non ci sono state buone notizie, perché l’Arzignano ha perso per 2-1 sul campo della Vis Pesaro, mentre la Virtus Verona ha perso in casa con il medesimo punteggio al cospetto del Carpi. Chi saprà rialzarsi nel derby veneto di questa sera?

PROBABILI FORMAZIONI ARZIGNANO VIRTUS VERONA

Passiamo adesso ad analizzare le probabili formazioni attese per Arzignano Virtus Verona. Mister Alberto Colombo dovrebbe schierare i padroni di casa con il seguente modulo 4-3-1-2: Tosi in porta, protetto da una retroguardia a quattro composta da Pasqualoni, Bonalumi, Bigolin e Barzaghi; a centrocampo invece i possibili titolari sono Valagussa, Maldonado e Perretta, mentre qualche metro più avanti agirà il trequartista Pattarello in appoggio ai due attaccanti Piccioni e Rocco. Modulo 4-3-1-2 atteso anche per la Virtus Verona di mister Luigi Fresco, il quale potrebbe scegliere i seguenti titolari: Chiesa in porta; Lavagnoli, Pellacani, Curto e Vannucci in difesa da destra a sinistra; in mediana il terzetto formato da Onescu, Sammarco e Gasperi; capitan Danti nei panni del trequartista in appoggio ai due attaccanti Odogwu e Magrassi.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo anche alle quote per il pronostico su Arzignano Virtus Verona, facendo riferimento alle proposte dell’agenzia di scommesse Snai. Favorito il segno 2 che è quotato a 2,45, va detto però che le differenze sono minime, tanto che poi si sale a 2,95 volte la posta in palio, che è la quotazione proposta sia per il segno 1 sia per il segno X su questo derby veneto.





© RIPRODUZIONE RISERVATA