DIRETTA/ Ascoli Benevento (risultato finale 2-4): marchigiani salvi nonostante il KO

- Fabio Belli

Diretta Ascoli Benevento. Streaming video DAZN, probabili formazioni, quote e risultato live del match valevole per la 38^ ed ultima giornata del campionato di Serie B.

Ascoli
Diretta Ascoli Benevento (Foto LaPresse)

DIRETTA ASCOLI BENEVENTO (RISULTATO FINALE 2-4): MARCHIGIANI SALVI NONOSTANTE IL KO

Il Benevento chiude il suo splendido campionato che lo ha riportato in Serie A con un poker all’Ascoli, finisce 2-4 al Del Duca con i marchigiani che nonostante la brutta sconfitta interna si salvano grazie agli scivoloni di Perugia e Pescara che dovranno affrontarsi nel play-out. A tre minuti dal novantesimo Moncini ritrova il gol e cala il poker, i sanniti si confermano il miglior attacco del torneo cadetto con 67 reti. Nel recupero Trotta con un gran colpo di testa sul cross chirurgico di Andreoni riesce a battere il 40enne Gori ma ormai è troppo tardi per qualsiasi tentativo di rimonta. Poco male per i ragazzi di Dionigi che grazie ai punti raccolti nelle precedenti giornate si sono garantiti la permanenza nella categoria. {agg. di Stefano Belli}

MOROSINI ACCORCIA

All’inizio del secondo tempo, per la precisione al minuto 48, l’Ascoli accorcia le distanze nei confronti del Benevento: Morosini – appena entrato al posto di Petrucci – infila Gori e riapre una partita che i sanniti sembravano aver lucchettato già nel primo tempo. Non si può certo dire che il tecnico Dionigi non voglia sistemare le cose visti i tre cambi effettuati in un colpo solo alla ripresa del gioco, ma servirà comunque una grande impresa anche solo per riacciuffare gli uomini di Pippo Inzaghi che adesso pensano più che altro a respingere gli assalti dei marchigiani. Che in questo momento sarebbero comunque salvi poiché il Perugia è sotto di due gol in casa del Venezia. Al 65’ i padroni di casa chiedono il calcio di rigore per un fallo di Improta ai danni di Trotta, per l’arbitro Pezzuto non ci sono però gli estremi per concedere la massima punizione e assegna invece una punizione agli ospiti per un tocco di mano. A metà del secondo tempo il punteggio è di 1-3{agg. di Stefano Belli}

INSIGNE CALA IL TRIS

Il primo tempo di Ascoli-Benevento va in archivio sul punteggio di 3 a 0 in favore degli uomini di Pippo Inzaghi, marchigiani davvero nei guai soprattutto se il Perugia (che sta perdendo in casa del Venezia) e il Pescara (che sta bloccando il Chievo sullo 0-0) dovessero fare risultato e costringerli a disputare il play-out con la vincente di Cosenza-Juve Stabia. Alla mezz’ora Maggio manca l’appuntamento con il raddoppio scuotendo l’esterno della rete a pochi passi da Leali, due minuti più tardi ci pensa Barba a schiacciarla di testa e a indirizzare la gara per i sanniti. Al 45’ arriva anche il tris che porta la firma di Insigne, servito da Sau autore di una splendida giocata. Agli uomini di Dionigi (che in questo momento sarebbero comunque salvi) potrebbe non bastare un miracolo per ribaltare il risultato, perché a quanto pare la capolista della Serie B ci tiene a migliorare ulteriormente i suoi record e a chiudere il campionato con 86 punti, mai così tanti con il format a 20 squadre. {agg. di Stefano Belli}

LA SBLOCCA SAU

A metà del primo tempo il punteggio di Ascoli Benevento vede la capolista del campionato di Serie B in vantaggio per 1 a 0. La formazione di Dionigi deve vincere se vuole salvarsi senza preoccuparsi dei risultati di Perugia e Pescara e al 10’ va vicina al gol con Ninkovic che trova l’opposizione di Gori, bravo poi a respingere il tap-in di Scamacca. I sanniti non sono certo venuti al Del Duca per farsi una scampagnata e dalla panchina Inzaghi ordina ai suoi di darsi una svegliata, il messaggio arriva forte e chiaro: gli ospiti alzano il baricentro e pressano la retroguardia avversaria che deve indietreggiare per non farsi infilare. Partita che resta molto equilibrata, ritmi molto bassi a causa del caldo intenso, temperatura di quasi 30 gradi anche se il sole è calato da oltre un’ora ed è ormai buio. Al 24’ Sau realizza il suo tredicesimo gol stagionale, a ulteriore conferma di come questo Benevento, con la promozione in tasca da diverse settimane, non voglia regalare nulla a nessuno. Se finisse così l’Ascoli si ritroverebbe a disputare i play-out assieme al Cosenza. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Ascoli Benevento non sarà disponibile: il campionato di Serie B è esclusiva, già dalla scorsa stagione, della piattaforma DAZN e dunque saranno solo gli abbonati a questo servizio che potranno assistere alle immagini della partita. Dovranno attivare la diretta streaming video su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone o eventualmente installare l’applicazione su una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

FORMAZIONI UFFICIALI

La diretta di Ascoli Benevento ci offre una sfida che è un po’ un testacoda. I giallorossi sono primi in classifica e già matematicamente promossi in Serie A, mentre i bianconeri sono quattordicesimi alla ricerca di punti per evitare i playout. Le streghe sono state protagoniste di un campionato al limite della perfezione con 83 punti grazie a 25 gare vinte, 8 pareggiate e 4 perse. La squadra di Filippo Inzaghi ha il miglior attacco della categoria con 63 gol fatti, record che al momento detiene insieme al Crotone. Inoltre questi hanno anche la miglior difesa con appena 25 reti subite, pensare che dietro c’è il Frosinone che ne ha incassate 37. Le streghe hanno un po’ mollato la presa dopo la promozione matematica perché questi risultati potevano essere addirittura migliori. I marchigiani invece sono a 46 punti, reduci da un ko e un pareggio, con 13 successi, 7 pari e 17 ko. L’attacco non va nemmeno così male, basti pensare che meglio dei suoi 48 gol in questo campionato hanno fatto solo Benevento, Crotone e Spezia. La difesa però subisce troppo, 54 gol incassati, anche se c’è chi ha fatto molto peggio. Adesso però la partita comincia: leggiamo le formazioni ufficiali di Ascoli Benevento, poi si gioca! ASCOLI (3-5-2): Leali; Ferigra, Brosco, Gravillon; Padoin, Cavion, Petrucci, Brlek, Sernicola; Ninkovic, Scamacca. Allenatore: Dionigi. BENEVENTO (4-2-3-1): Gori; Maggio, Barba, Rillo, Gyamfi; Hetemaj, Schiattarella; Insigne, Sau, Improta; Di Serio. Allenatore: Inzaghi. (agg. Matteo Fantozzi)

TESTA A TESTA

In attesa di dare la parola al campo per la diretta di Ascoli Benevento, sarà il caso di andare a controllare anche lo storico che interessa i due club, oggi in campo. Tabella alla mano dopo tutto ci accorgiamo subito che si tratta di un match dalla poca storia alle spalle, ma molto recente: dal 1984 a oggi infatti le due formazioni si sono affrontate a viso aperto in 14 occasioni, concentratesi soprattutto del 2000 in avanti. Nel complesso possiamo allora segnalare di tre successi dei piceni raccolti finora, come di 4 vittorie degli stregoni, con anche 7 pareggi recuperati entro il triplice fischio finale. Benché il pari sia risultato prevalente, pure nell’ultimo testa a testa registrato tra Ascoli e Benevento non fu la parità a regnare. Anzi nella 19^ giornata della Serie B 2019-20 ben ricordiamo il netto poker che i giallorossi segnarono in casa per 4-0, grazie ai gol di Tuia e Sau. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

Questa sera la sfida di Serie B Ascoli Benevento sarà diretta dal fischietto della sezione aia di Lecce Ivano Pezzuto: in campo pure non mancheranno gli assistenti Bercigli e Berti, con Feliciani quarto uomo selezionato. Volendo ora fissare la nostra attenzione sul primo direttore di gara, apprendiamo subito che in stagione lo stesso signor Pezzuto ha già collezionato 18 presenze in campo, di cui 16 per il secondo campionato nazionale: qui l’arbitro ha deciso di 71 ammonizioni e 4 esclusione e concesso ben 12 calci di rigore. Possiamo poi ampliare la nostra analisi e ricordare che in carriera il primo direttore di gara ha già incontrato l’Ascoli, per la precisione in ben nove occasioni: di queste ben due risalgono a questa stagione della cadetteria, quando i piceni affrontarono la Cremonese e la Juve Stabia. Sono invece cinque i testa a testa registrati tra Pezzuto e il Benevento, diretto anche durante questo campionato di Serie B, quando nella 30^ giornata gli stregoni di Inzaghi pareggiarono con l’Empoli. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Ascoli Benevento, in diretta dallo stadio Cino e Lillo del Duca della città marchigiana, ci attende alle ore 21.00 di questa sera, venerdì 31 luglio 2020, per l’ultima giornata del campionato di Serie B. Nonostante l’ultima sconfitta a Pisa i bianconeri sono ancora padroni del loro destino. Battendo i sanniti in casa si garantirebbero la permanenza diretta in cadetteria senza passare dai play out, risultato che sarebbe straordinario considerando le grandi difficoltà di una stagione contraddistinta per i marchigiani anche da diversi cambi di allenatore. Dall’altra parte però il Benevento, dopo essere uscito sconfitto in casa contro il Chievo, non vorrebbe chiudere con due ko il suo campionato dei record. L’Ascoli però non può essere indulgente con la voglia degli uomini di Inzaghi di migliorare i loro numeri in classifica con la Serie A già acquisita. Una mancata vittoria sarebbe potenzialmente disastrosa per la squadra di Dionigi, che senza vittoria eviterebbe i play out solo in caso di contemporanea sconfitta del Pescara col Chievo e di mancata vittoria del Cosenza contro la Juve Stabia.

PROBABILI FORMAZIONI ASCOLI BENEVENTO

Le probabili formazioni della sfida tra Ascoli e Benevento, valevole per l’ultima giornata del campionato di Serie B allo stadio Cino e Lillo Del Duca. L’Ascoli allenato da Dionigi sarà schierato con un 3-4-2-1 come modulo di partenza e questa formazione titolare:Leali; Gravillon, Brosco, Ranieri; Andreoni, Eramo, Cavion, Sernicola; Morosini, Ninkovic; Scamacca. Risponderà il Benevento guidato in panchina da Pippo Inzaghi con un 4-3-3 e questa formazione schierata dal primo minuto: Montipò; Maggio, Tuia, Caldirola, Barba; Tello, Hetemaj, Improta; Kragl, Moncini, Sau.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo alle quote offerte dall’agenzia Snai per il pronostico su Ascoli Benevento. Il favore sembra essere tutto per i padroni di casa, dal momento che il segno 1 è quotato a 2,10, mentre poi si sale a quota 3,05 in caso di pareggio (segno X) e la vittoria esterna del Benevento (segno 2) varrebbe bn 3,85 volte la posta in palio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA