DIRETTA/ Atalanta Brescia (risultato finale 6-2) streaming tv: accorcia Spalek!

- Claudio Franceschini

Diretta Atalanta Brescia streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 33^ giornata della Serie A, si gioca al Gewiss Stadium.

Martella Gosens Torregrossa Brescia Atalanta lapresse 2020
Diretta Atalanta Brescia, Serie A 33^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA ATALANTA BRESCIA (RISULTATO FINALE 6-2): ACCORCIA SPALEK!

L’Atalanta viaggia spedita verso i 100 gol in campionato e nel frattempo si prende il secondo posto in classifica, in attesa dei match di Inter e Lazio. Il derby col Brescia si chiude con l’ennesima goleada per gli uomini di Gasperini, 6-2 ad un Brescia che riesce solo ad accorciare le distanze nel finale grazie a un gol realizzato da Spalek, il suo secondo stagionale. Ma l’Atalanta ha cambiato un gran numero di effettivi, compreso Sportiello sostituito dal terzo portiere rossi. Non finiscono dunque di stupire i bergamaschi che con questo stato di forma possono pensare a sogni proibiti in Champions League. Per il Brescia la salvezza sembra invece più che mai un miraggio. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Atalanta Brescia sarà trasmessa sui canali della televisione satellitare: tutti gli abbonati la potranno seguire rivolgendosi a Sky Sport Uno o Sky Sport Serie A (numeri 201 e 202 del decoder Sky) e in alternativa, come sempre, ci sarà la possibilità di avvalersi del servizio di diretta streaming video grazie all’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi e si può attivare su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

PASALIC FA TRIPLETTA

Il secondo tempo tra Atalanta e Brescia prosegue sulla falsariga del primo, con i padroni di casa assolutamente padroni del gioco al Gewiss Stadium. Tra il 10′ e il 13′ della ripresa Pasalic porta a 3 le reti realizzate personalmente, prima sfruttando un assist di Malinovskyi e poi segnando grazie a Tameze, nuovo protagonista dell’inesauribile lavoro di scouting dell’Atalanta, che serve al compagno la palla del 6-1. Brescia praticamente non pervenuto, tanti cambi e nell’Atalanta è Colley a sfruttare il settimo gol al 27′, trovando stavolta la gran parata di Andrenacci che alza sopra la traversa. Il match sembra comunque ormai concluso, vedremo se l’Atalanta vorrà ancora rimpinguare il bottino di gol, a caccia dello straordinario traguardo delle 100 reti stagionali. (agg. di Fabio Belli)

I BERGAMASCHI GESTISCONO

Dopo il quarto gol l’Atalanta pensa comprensibilmente a gestire il vantaggio, il Brescia è stordito, deluso soprattutto della piega presa dalla partita dopo il pareggio di Torregrossa che sembrava preludere ad un match aperto. Insistono i padroni di casa e su un cross ben piazzato sul secondo palo da Castagne, Gosens non riesce a deviare in rete in spaccata col pallone che finisce sull’esterno della rete. Gioca bene la formazione di casa quando deve ripartire, su un’incursione del Brescia anche Sportiello si guadagna la “pagnotta” con un’uscita tempestiva. Si va all’intervallo con l’Atalanta avanti 4-1 sul Brescia al Gewiss Stadium. (agg. di Fabio Belli)

E’ GIA’ POKER ALLA MEZZ’ORA!

Dilaga l’Atalanta che trova il gol del 3-1 già al 28′ con Ruslan Malinovskyi, che colpisce con una delle sue grandi specialità, avanzando palla al piede e scaricando verso la porta avversaria una vera e propria saetta, imparabile per Andrenacci che vede il pallone insaccarsi all’angolino in basso. Brescia stordito e alla mezz’ora è già poker per l’Atalanta con un cross di Gosens dal versante di sinistra del campo che trova Zapata pronto in tuffo: il colombiano è implacabile e realizza il suo sedicesimo gol stagionale, il Brescia sembra ormai al tappeto con l’Atalanta a 15′ dall’intervallo già in vantaggio 4-1. (agg. di Fabio Belli)

PARTENZA A CENTO ALL’ORA!

Partenza a razzo tra Atalanta e Brescia. Per i bergamaschi sembra tutto facile, è passato appena un minuto e mezzo di gioco quando Pasalic insacca alle spalle di Andrenacci, sfruttando un’imbucata di Pasalic con perfetta scelta di tempo. Il Brescia però non si lascia irretire e ci mette pochissimo ad organizzare una reazione. Prima Torregrossa si divora il pari a tu per tu con Gollini, poi all’8′ un errore di Caldara dà via libera ancora a Torregrossa che stavolta non sbaglia. L’Atalanta comunque torna subito a schiacciare il Brescia nella propria metà campo e il forcing si sfoga al 25′ con uno splendido gol di De Roon, che sfrutta un assist di Gosens con una gran botta dalla distanza chiudendo una triangolazione che era partita da Zapata, portando in vantaggio l’Atalanta. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Si accende la diretta della Serie A Atalanta Brescia, e già stanno facendo il loro ingresso in campo le formazioni ufficiali del match che apre la 33^ giornata di campionato: nell’attesa del fischio d’inizio vediamo che statistiche portano con sè i due club. Tabella alla mano non possiamo non dare rilievo ai numeri da record che vanta la Dea anche in questa seconda parte del campionato: l’Atalanta infatti non ha perso un match da che si è ricominciato dopo il lockdown e ora vanta la terza piazza in classifica con ben 67 punti e un tabellino con 20 successi e sette pari, dove pure spiccano i ben 87 gol segnati finora. Sono numeri diametralmente opposti per il Brescia che quasi dispera della salvezza, registrando appena la 19^ posizione in classifica con solo 21 punti. La Leonessa fin qui ha messo da parte solo cinque vittorie e sei pari e inoltre registrano una differenza gol importante, con 28 reti fatte e ben 64 subite. Ma ora diamo la parola al campo, perché finalmente Atalanta Brescia prende il via! ATALANTA (3-4-2-1): Sportiello; Sutalo, Caldara, Djimsiti; Castagne, De Roon, Tameze, Gosens; Malinovskyi, Pasalic; D. Zapata. Allenatore: Gian Piero Gasperini BRESCIA (4-3-1-2): Andrenacci; Semprini, Chancellor, Mangraviti, Mateju; Bjarnason, M. Viviani, Dessena; Spalek; Torregrossa, Al. Donnarumma. Allenatore: Diego Lopez (agg Michela Colombo)

GLI ALLENATORI: FOCUS SU DIEGO LOPEZ

Vicini alla diretta di Atalanta Brescia, possiamo concentrare la nostra attenzione su Diego Luis Lopez: ormai di Gian Piero Gasperini abbiamo detto sostanzialmente tutto, così come della sua straordinaria Dea che tecnicamente è ancora in corsa per lo scudetto. Diego Lopez invece ha ereditato il Brescia da Eugenio Corini: è il terzo allenatore stagionale per le rondinelle, perché per tre giornate c’era stato Fabio Gross poi sostituito dallo stesso Corini, tornato perché ancora sotto contratto ma durato otto turni. Diego Lopez è un uruguaiano che però è in Italia da oltre 20 anni: arrivato nel 1998 – il Cagliari lo aveva acquistato dal Racing Santander – ha giocato per 12 stagioni con la maglia degli isolani raccogliendo 344 partite, e inevitabilmente al termine della carriera da calciatore il club gli ha trovato un posto come allenatore nel settore giovanile. In seguito però Diego Lopez ha avuto esperienze tra i professionisti: ottimo campionato di Serie B a Bologna, ma un crollo nella parte finale della stagione regolare aveva messo a rischio la promozione (arrivata poi tramite i playoff) e così il tecnico sudamericano era stato esonerato, stessa sorte a Palermo (Serie A) dove tra gennaio e aprile ha raccolto appena 5 punti in 10 partite. Tra il giugno 2018 e il 2019 è tornato brevemente in patria per guidare il Penarol. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

In vista della diretta di Atalanta Brescia, è inevitabile ricordare il famosissimo precedente della corsa sfrenata di Carlo Mazzone sotto la curva orobica, dopo che le rondinelle rimontarono due gol di svantaggio per il 3-3 finale; va anche detto però che eravamo al Rigamonti in quella occasione. Le due squadre sono tornate a incrociarsi in questo campionato dopo 13 anni: ormai la Dea è una grande realtà in Serie A ma ci sono stati anni in cui ha dovuto conoscere retrocessioni nel campionato cadetto. Il Brescia comunque ha avuto vita dura a Bergamo, in termini generali: non vince qui dall’ottobre 1997 quando il gol decisivo lo aveva timbrato Maurizio Neri, anche se è riuscito a centrare il successo casalingo in tre occasioni nel nuovo millennio. L’ultima affermazione interna dell’Atalanta è quella dell’aprile 2006, un 2-0 firmato da Simone Loria e Riccardo Zampagna, mentre ricorderete che all’andata la Dea aveva dominato a Brescia grazie a Mario Pasalic, autore di una doppietta, e Josip Ilicic. (agg. di Claudio Franceschini)

ARBITRA GIANLUCA MANGANIELLO

Ladiretta di Atalanta Brescia oggi verrà affidata al fischietto della sezione aia di Pinerolo Gianluca Manganiello, il quale si avvarrà anche dell’aiuto degli assistenti Baccini e Muto, con Maggioni il qualità di quarto uomo: saranno Pasqua e Peretti a sedere alle postazioni Var e Avar. Volendo ora conoscere meglio il primo direttore di gara, apprendiamo subito che in stagione il signor Manganiello ha già messo da parte ben 18 presenze in campo, di cui 14 per il primo campionato nazionale: qui il fischietto ha messo in statistica 68 cartellini gialli e sette rossi, avendo pure concesso cinque calci di rigore. Possiamo però ampliare la nostra piccola analisi e ricordare che l’arbitro di Pinerolo in carriera ha già incontrato l’Atalanta, per la precisione in cinque occasioni, di cui ben due risalgono alla stagione calcistica corrente (una in Serie A e una in Coppa Italia, agli ottavi contro la Fiorentina). Sono invece ben 14 i testa a testa registrati tra Manganiello e il Brescia, di cui ben 4 risalgono a questa edizione in corso del primo campionato nazionale e dunque alle sfide tra le rondinelle e Napoli, Lazio, Sassuolo e Inter. (agg Michela Colombo)

INFO E ORARIO

Atalanta Brescia è in diretta dal Gewiss Stadium, e si gioca alle ore 21:45 di martedì 14 luglio: unico anticipo nella 33^ giornata di Serie A 2019-2020, un derby sentitissimo dalle due tifoserie ma che non ha incroci diretti di classifica. Ormai condannate alla retrocessione le rondinelle, che nell’ultimo turno hanno perso in casa contro la Roma e sono rimasti in penultima posizione, non recuperando punti e con una giornata in meno da disputare per provare ad agganciare la zona salvezza. L’Atalanta ha sognato lo scudetto, e tecnicamente lo sogna anche adesso: vincendo a Torino si sarebbe portata a -6 dalla Juventus, invece è stata ripresa da due rigori e così il distacco dalla Juventus è rimasto invariato. Gian Piero Gasperini però sa di potersi nuovamente avvicinare, e nel frattempo sta provando a strappare il secondo posto ad una Lazio in crisi; vedremo allora quello che succederà nella diretta di Atalanta Brescia, aspettando che le due squadre scendano sul terreno di gioco possiamo valutare le scelte da parte dei due allenatori leggendo insieme le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI ATALANTA BRESCIA

In Atalanta Brescia Gasperini deve valutare la condizione di Gosens, che ha saltato la partita di Torino: dunque nel caso in cui il tedesco dovesse ancora dare forfait ci sarebbe Castagne spostato a sinistra con Hateboer sempre schierato a destra, si gioca un posto Pasalic che può agire in mezzo al campo (per uno tra De Roon e Freuler) oppure sulla trequarti, con Alejandro Gomez e in luogo di Ilicic che può essere sostituito anche da Malinovskyi, sempre più concreto e determinante. Duvan Zapata sarà l’attaccante, in difesa Caldara è pronto ad affiancare Toloi e Palomino con Djimsiti in panchina, in porta Sportiello può rilevare Gollini.

Il Brescia potrebbe perdere Tonali, ma il playmaker al momento dovrebbe farcela; con lui in mezzo al campo Bjarnason e Dessena, in difesa invece Chancellor fa coppia con Papetti a protezione di Joronen e Sabelli sarà il terzino destro, poi solito ballottaggio Mateju-Martella per la corsia opposta. In attacco si prepara a rientrare dal primo minuto Alfredo Donnarumma; il bomber del Brescia potrebbe essere affiancato a Torregrossa, alle spalle di queste due punte il favorito è Spalek ma attenzione anche a Zmrhal, che può avanzare il suo raggio d’azione.

QUOTE E PRONOSTICO

Nel pronostico su Atalanta Brescia vediamo bene come sia la Dea ad essere nettamente favorita per la vittoria: questa eventualità è regolata dal segno 1 e porta in dote una vincita corrispondente a 1,16 volte quanto messo sul piatto, già per il pareggio si arriva ad un valore di 8,00 volte la puntata (sul segno X) e con il successo delle rondinelle, identificato dal segno 2, andreste a guadagnare una somma che ammonta a ben 15,00 volte la vostra giocata con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA