Dirette/ Belgio Portogallo (risultato finale 1-0) Rai 1: sarà Italia-Belgio a Monaco!

- Claudio Franceschini

Diretta Belgio Portogallo streaming video Rai: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per gli ottavi degli Europei 2020, nazionali in campo a Siviglia.

Belgio
(Foto LaPresse)

DIRETTA BELGIO PORTOGALLO (RISULTATO FINALE 1-0): SARA’ ITALIA-BELGIO A MONACO!

Pur con molta sofferenza, il Belgio viene a capo della sfida all’Estadio Olimpico de la Cartuja, battendo 1-0 il Portogallo grazie alla rete realizzata da Thorgan Hazard nel finale di primo tempo. I lusitani nella parte conclusiva del match hanno tentato il tutto per tutto, andando vicinissimi al pareggio al 38′ con un gran sinistro di Guerreiro che è andato però a stamparsi sul palo, a Courtois ormai battuto. Nei 5′ di recupero occasione anche per Joao Felix, con una rasoiata finita di poco a lato. Qualche problema fisico anche per Eden Hazard, il Belgio arriva ai quarti ma con alcuni dei suoi uomini migliori non al meglio: dati interessanti per l’Italia, che sarà l’avversario dei Diavoli Rossi venerdì sera a Monaco di Baviera. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BELGIO PORTOGALLO STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Belgio Portogallo sarà trasmessa su Rai Uno, che fornisce per questi Europei 2020 la partita serale per ogni giornata: dunque un appuntamento in chiaro per tutti anche sfruttando sito e app ufficiali di Rai Play, ma ricordiamo anche la possibilità per i clienti Sky di seguire il match degli ottavi sul proprio decoder, e precisamente su Sky Sport Uno (numero 201 del decoder) oppure in diretta streaming video grazie all’applicazione Sky Go, senza costi aggiuntivi e utilizzando apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

EDEN HAZARD SALE IN CATTEDRA

Dopo 3′ nella ripresa subito tegola per il Belgio che deve sostituire De Bruyne, che lamenta un problema muscolare, con Mertens. Viene ammonito Dalot, il Portogallo prova ad alzare i ritmi ma non trova sbocchi, al 9′ ci prova Cristiano Ronaldo ma la difesa del Belgio è attenta, al 10′ doppio cambio per i lusitani con Moutinho e Bernardo Silva che lasciano spazio a Joao Felix e Bruno Fernandes. Sale in cattedra Eden Hazard che riesce spesso e volentieri a tenere alta la squadra dopo un primo tempo opaco, tra il 13′ e il 17′ ci provano in serie Diogo Jota, Joao Felix e Bruno Fernandes ma senza mai creare problemi a Courtois. Il Belgio si fa vedere solo con Lukaku ma sembra controllare con autorevolezza, al 25′ Fernando Santos si gioca un nuovo cambio offensivo: fuori Diogo Jota, dentro Andrè Silva. (agg. di Fabio Belli)

BOMBA DI THORGAN HAZARD!

La fase centrale del primo tempo all’Estadio Olimpico de la Cartuja di Siviglia è a dir poco ristagnante, il Portogallo trattiene il Belgio nella sua ragnatela di passaggi ma non riesce a trovare sbocchi in avanti. Al 37′ prova a sbloccare la situazione Meunier con un esterno a giro che finisce fuori di poco. Al 42′ passano i Diavoli Rossi: l’azione nasce addirittura da un dribbling in bello stile di Courtois su Cristiano Ronaldo, poi il Belgio progressivamente avanza e Meunier scarica sulla sinistra per Thorgan Hazard, che lascia partire un’autentica fucilata sulla quale non è esente però da colpe Rui Patricio, essendo la traiettoria abbastanza centrale. Il pallone comunque passa e il Belgio chiude il primo tempo con un prezioso vantaggio di misura. (agg. di Fabio Belli)

CR7 CI PROVA SU PUNIZIONE

Inizio guardingo tra le due squadre, al 6′ Diogo Jota è abile a liberarsi di Tielemans, trovando però cattiva mira. Al 10′ risponde Eden Hazard che chiude una rapida triangolazione ma senza trovare il gol. Gioco molto compassato con le due squadre che stazionano in maniera insistita a centrocampo, bisogna aspettare il 19′ per un nuovo lampo del Belgio con Thorgan Hazard che fa tutto da solo ma viene murato da Palhinha. Molto insidiosa una punizione dalla lunga distanza di Cristiano Ronaldo, Courtois riesce comunque a metterci una pezza in qualche modo, il palleggio dei lusitani sta comunque mettendo in difficoltà i belgi. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Finalmente possiamo dare il via alla diretta di Belgio Portogallo, entusiasmante ottavo di finale agli Europei 2020. I Diavoli Rossi come detto sono una delle tre nazionali (le altre sono Italia e Olanda) ad aver chiuso a punteggio pieno la fase a gironi: vittorie contro Russia, Danimarca e Finlandia con 7 gol realizzati e uno subito, dunque si tratta come sempre di una squadra con grande qualità e straordinaria forza offensiva, ma come detto sarà ora necessario fare il salto di qualità e arrivare fino in fondo, visto che per l’ora l’unica finale di un grande torneo resta quella degli Europei del 1980. Il Portogallo invece può giocare con la cabala: si è qualificato con il terzo posto nel girone esattamente come tre anni fa, quando poi aveva vinto il titolo. Anche allora si trattava curiosamente del gruppo F, la differenza è che stavolta i punti sono 4 (e non 3): dopo aver battuto l’Ungheria, dominando ma trovando la prima rete solo nel finale, il Portogallo ha poi perso contro la Germania e pareggiato contro la Francia. I gol segnati sono 7 (5 di questi li ha messi a segno Cristiano Ronaldo), quelli subiti però 6: questa potrebbe essere la chiave della partita, ma ora mettiamoci comodi, leggiamo le formazioni ufficiali e lasciamo che a parlare sia l’Estadio La Cartuja, dove finalmente la diretta di Belgio Portogallo comincia! BELGIO (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Vertonghen, Vermaelen; Meunier, Tielemans, Witsel, T. Hazard; De Bruyne, R. Lukaku, E. Hazard. Allenatore: Roberto Martinez PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Dalot, Ruben Dias, Pepe, Raphael Guerreiro; Joao Moutinho, Palhinha, Renato Sanches; Bernardo Silva, Cristiano Ronaldo, Diogo Jota. Allenatore: Fernando Santos (agg. di Claudio Franceschini)

BELGIO PORTOGALLO: GLI INCROCI

Abbiamo parlato dei testa a testa nel presentare la diretta di Belgio Portogallo, ora possiamo notare quale sia il bilancio tra i due Commissari Tecnici. L’unico incrocio tra Roberto Martinez e Fernando Santos è quell’amichevole cui facevamo riferimento, giocata al Re Baldovino di Bruxelles tre anni fa e terminata senza reti; per il CT dei Diavoli Rossi, che ha assunto l’incarico dopo gli Europei 2016 sostituendo Marc Wilmots, si tratta anche dell’unica volta in cui ha affrontato i campioni in carica, mentre per Fernando Santos ci sono altri due precedenti. Nello specifico, altre due amichevoli: nel marzo 2016, sulla strada che avrebbe portato al titolo continentale, il suo Portogallo aveva battuto il Belgio per 2-1 a Leiria, con i gol di Nani e Cristiano Ronaldo (a segno Romelu Lukaku per i Diavoli Rossi). L’altro test match fa riferimento al febbraio 2012, ma all’epoca Fernando Santos sedeva sulla panchina della Grecia: era finita 1-1 al Pankritio Stadion di Candia – sull’isola di Creta – i due gol erano arrivati nel primo tempo con Dimitrios Salpingidis a firmare il vantaggio per la nazionale ellenica e Nacer Chadli a timbrare il pareggio belga. Sono passati nove anni e mezzo, ma tanti dei protagonisti dei Diavoli Rossi di allora fanno ancora parte del gruppo che Martinez ha portato agli Europei 2020. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Belgio Portogallo rappresenta a suo modo, per questa sera al La Cartuja di Siviglia, un appuntamento storico: per la prima volta infatti queste due nazionali si affrontano nella fase finale di un grande torneo. Non era mai successo prima di questa sera, eppure gli incroci non sono pochi: ne contiamo 18, 6 dei quali vinti dai lusitani mentre i Diavoli Rossi ne hanno portati a casa 5. Sono superiori i pareggi dunque, e bisogna anche dire che il Portogallo arriva all’ottavo degli Europei 2020 con una serie positiva di 5 partite: tre amichevoli (due pareggiate, l’ultima nel giugno di tre anni fa) e due per le qualificazioni agli Europei 2008. L’ultima vittoria del Belgio risale addirittura al settembre 1989: erano le qualificazioni al Mondiale di casa nostra, i lusitani non ce l’avevano fatta e all’Heysel erano caduti sotto i colpi di Jan Ceulemans e una doppietta di Marc Van Der Linden. Abbiamo poi quattro sfide negli anni Settanta per le qualificazioni agli Europei, mentre per trovare la prima sfida assoluta dobbiamo tornare al giugno 1930, amichevole che il Belgio vinse 2-1: segnarono Michel Vanderbauwhede e Désiré Bastin, dopo l’iniziale vantaggio portoghese timbrato da Armando Martins. (agg. di Claudio Franceschini)

BELGIO PORTOGALLO: CHE SPETTACOLO!

Belgio Portogallo è in diretta dall’Estadio La Cartuja di Siviglia, alle ore 21:00 di domenica 27 giugno: spettacolo straordinario negli ottavi degli Europei 2020, forse per fascino non la partita migliore per questo turno (sarà martedì a Wembley) ma certamente un big match tra due nazionali candidate ad arrivare in fondo. Una di loro sarà eliminata oggi: potrebbe cadere il Portogallo campione in carica, che ha pagato il fatto di trovarsi nel girone di ferro e deve ringraziare gli ultimi minuti del match contro l’Ungheria, ma anche due rigori con cui ha pareggiato contro la Francia prendendosi il terzo posto.

Il Belgio invece ha sempre vinto, ed è una delle tre nazionali che hanno chiuso il girone a punteggio pieno: avversarie non straordinarie ma come sempre grande qualità per i Diavoli Rossi, che ora dovranno dimostrare di poter fare quel passo decisivo verso un titolo che questa generazione meriterebbe, ma che non è affatto scontato. Aspettando che la diretta di Belgio Portogallo prenda il via, proviamo adesso a valutare in che modo i due CT potrebbero schierare le loro squadre sul terreno di gioco di Siviglia, leggendo insieme le loro scelte nelle probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI BELGIO PORTOGALLO

Roberto Martinez dovrebbe riproporre i suoi titolari per Belgio Portogallo: c’è qualche dubbio in difesa, ma davanti a Courtois dovrebbero operare Alderweireld, Denayer e Boyata con Vertonghen eventualmente in panchina, poi sugli esterni ci sarà spazio per Meunier a destra e Thorgan Hazard sull’altro versante, in un centrocampo a quattro completato come sempre dai due centrali che saranno Witsel, tornato a disposizione, e Tielemans. A questo punto De Bruyne giocherebbe largo nel tridente offensivo, lasciando fuori Ferreira Carrasco; Romelu Lukaku e Mertens completano la squadra. Il Portogallo è schierato con il 4-3-3: Ruben Dias e Pepe a protezione di Rui Patricio, Nélson Semedo e Raphael Guerreiro come sempre sulle corsie, poi un centrocampo nel quale Joao Moutinho sembra favorito su William Carvalho e Renato Sanches, sempre che Danilo Pereira sia titolare e Bruno Fernandes torni a giocare titolare. Il tridente dovrebbe essere lo stesso visto contro la Francia: Cristiano Ronaldo si scambia la posizione con Diogo Jota, da destra partirà Bernardo Silva.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Belgio Portogallo possiamo avvalerci delle quote che sono state emesse dall’agenzia Snai: in questa partita degli Europei 2020 il segno 1 che identifica la vittoria dei Red Devils, formalmente padroni di casa, vale 2,50 volte la somma puntata, mentre per l’eventualità del pareggio (segno X) siamo a una vincita che ammonta a 3,05 volte l’importo investito. L’affermazione dei lusitani, per cui bisognerà puntare sul segno 2, vi farebbe guadagnare una cifra corrispondente a 3,00 volte la vostra giocata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA