DIRETTA/ Benevento Inter (risultato finale 2-5): Doppiette per Lukaku e Caprari!

- Claudio Franceschini

Diretta Benevento Inter streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di recupero nella 1^ giornata di Serie A, squadre in campo al Vigorito.

Inter gruppo
(Foto LaPresse)

DIRETTA BENEVENTO INTER (RISULTATO FINALE 2-5): TRIPLICE FISCHIO

Allo Stadio Ciro Vigorito l’Inter batte in trasferta il Benevento per 5 a 2. Nel primo tempo gli ospiti hanno trovato il vantaggio subito al 1′ per merito di Lukaku ed i nerazzurri hanno poi raddoppiato al 25′ con Gagliardini. Ci pensa di nuovo Lukaku a siglare il tris al 28′ mentre i campani tentano di reagire faticosamente ma accorciando le distanze con Caprari al 34′. Perso per infortunio Barba, rimpiazzato da Letizia al 36′, i giallorossi subiscono il poker al 42′ quando Hakimi coglie di sorpresa il collega entrato da poco. Nel secondo tempo il Benevento coglie un palo con Moncini al 49′ ma, dall’altro lato, Gagliardini centra la traversa al 70′ prima che il neo entrato Lautaro realizzi la cinquina con l’aiuto di Sanchez al 71′. Nell’ultima parte della gara è Caprari ad andare ancora a segno per i padroni di casa al 76′ ed Eriksen sfiora il sesto gol interista mandando la sfera contro la traversa al 90′. I tre punti guadagnati quest’oggi consentono all’Inter di portarsi a quota 6 in classifica mentre il Benevento resta fermo a 3 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE BENEVENTO INTER

La diretta tv di Benevento Inter sarà trasmessa su Sky Sport Serie A: l’appuntamento è dunque riservato in esclusiva agli abbonati della televisione satellitare, che potranno seguire la partita di campionato al numero 202 del loro decoder oppure, come sempre senza costi aggiuntivi, attivando l’applicazione Sky Go per la diretta streaming video, utilizzabile semplicemente con l’ausilio di dispositivi mobili quali PC, tablet o smartphone.

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Benevento ed Inter, il punteggio è cambiato ancora una volta ed è ora di 2 a 5. Il tecnico ospite Conte decide di inserire ulteriori forze fresche dalla sua panchina e le sue scelte appaiono molto azzeccate visto il gol realizzato dal neo entrato Lautaro, capitalizzando un assist di Sanchez, al 71′. In precedenza i padroni di casa avevano sprecato un’ottima occasione con il subentrato Lapadula al 64′ e, dall’altro lato, i nerazzurro hanno pareggiato il computo dei legni centrando la travrsa con Gagliardini al 70′. I campani hanno maggior spazio per poter creare la loro manovra offensiva ed i loro sforzi vengono premiati al 76′ dalla doppietta firmata da da Caprari, sfruttando al meglio l’assist del già protagonista Lapadula. Poco dopo è invece il croato Perisic a fallire il colpo del KO definitivo sparando largo al 78′ in area avversaria. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Benevento ed Inter è sempre fermo sull’1 a 4 maturato nel corso dei primi quarantcinque minuti di gara. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con gli ingressi di Foulon e Tuia al posto rispettivamente di Maggio e Roberto Insigne tra gli uomini di mister Inzaghi, il ritmo della sfida sembra calare rispetto a quanto accaduto nella frazione precedente ma tutte e due le compagini non disdegnano di provare una timida sortita offensiva. Al 50′ i giallorossi suonano la carica con la fiammata di Moncini, sebbene il suo diagonale dal limite si stampi contro il palo più lontano prima di spegnersi oltre la linea di fondo campo, e dall’altra parte il tecnico Antonio Conte si ritrova costretto a sostituire in maniera prematura uno zoppicante Arturo Vidal con Barella verso il 52′. Un po’ di confusione in questa fase con l’Inter a contenere il ritorno del Benevento, desideroso di rimontare da qui al triplice fischio arbitrale. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Benevento ed Inter sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo addirittura sull’1 a 4. I minuti scorrono sul cronometro ed al tris concretizzato nella prima mezz’ora di gioco dagli ospiti, i padroni di casa rispondono riuscendo ad accorciare le distanze verso al 34′ grazie alla rete messa a segno da Caprari. Le cose sembrano però complicarsi ulteriormente per i giallorossi a causa della sostituzione prematura di Barba con Letizia a causa di un infortunio già al 36′. Nell’ultima parte della frazione i lombardi continuano ad attaccare senza tregua e le loro giocate portano al poker servito da Hakimi al 42′, approfittando di un pallone svirgolato da Lukaku e da una grave incertezza difensiva commessa proprio dal neo entrato Letizia. Fino a questo momento il direttore di gara Marco Piccinini, proveniente dalla sezione di Forlì, non ha estratto alcun tipo di cartellino nei confronti dei tesserati delle due società. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Benevento ed Inter è cambiato ed è di 3 a 0. La rete siglata in apertura di match non sembra affatto appagare i nerazzurri che riescono appunto a realizzare anche il gol del raddoppio verso il 25′ per merito di Gagliardini, bravo ad insaccare la sfera alle spalle del portiere avversario di prima intenzione sull’appoggio di Young ispirato da Hakimi. Il dominio interista prosegue ed il centravanti belga Romelu Lukaku firma la doppietta personale al 28′, sfruttando nel migliore dei modi il passaggio vincente di Gagliardini. I campani del tecnico Inzaghi appaiono molto in difficoltà avendo subito il triplo svantaggio anche sotto l’aspetto psicologico, frenando così le possibilità di creare occasioni realmente degne di nota affacciandosi a ridosso della porta difesa da Handanovic. I giallorossi hanno bisogno di restare compatti per evitare il tracollo definitivo e se riuscissero ad andare a segno potrebbero anche rimontare come avvenuto al Ferraris contro la Sampdoria. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Campania la partita tra Benevento ed Inter è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è già di 0 a 1. Negli istanti iniziali dell’incontro la cose sembrano subito mettersi in discesa per i nerazzurri allenati da mister Conte visto che Lukaku realizza la rete del vantaggio subito dopo appena 23 secondi dal fischio dell’arbitro, capitalizzando nel migliore dei modi l’assist vincente offertogli dall’ultimo acquisto societario Hakimi. I giallorossi guidati dal tecnico Filippo Inzaghi tentano di reagire verso il 5′ e mancando poi al 6′ una buona opportunità con Insigne, il cui tiro ispirato involontariamente da Insigne termina fuori dallo specchio della porta milanese. I lombardi appaiono molto attivi soprattutto lungo le corsie laterali con Ashley Young e lo stesso Hakimi, contenuti in qualche modo rispettivamente da Schiattarella da un lato e da Caprari, in maniera fallosa, dall’altro. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Siamo finalmente al calcio d’inizio nella diretta di Benevento Inter. E’ curioso notare che il grande protagonista della vittoria campana sul campo della Sampdoria sia un giocatore che deve tanto ai nerazzurri: Luca Caldirola è cresciuto nella società meneghina con cui ha vinto gli scudetti di Giovanissimi e Allievi più il Viareggio con la Primavera, ha anche esordito in Champions League ma poi la sua carriera ha preso strade diverse, nello specifico la Serie B con Brescia e Cesena ma soprattutto la Germania. Caldirola ha disputato due stagioni con il Werder Brema prima di andare in prestito al Darmstadt, poi è tornato in biancoverde ma non trovando spazio è rientrato in Italia. Il Benevento ha puntato su di lui, facendone anche il capitano: a oggi ha 51 partite e 8 gol in giallorosso, e questa sera vivrà una gara davvero speciale. Noi ci mettiamo comodi e leggiamo insieme le formazioni ufficiali, perché la diretta di Benevento Inter sta davvero per cominciare! BENEVENTO (4-3-2-1): 1 Montipò; 11 Maggio, 15 Glik, 5 Caldirola, 93 Barba; 29 Ionita, 28 Schiattarella, 14 Dabo; 19 Insigne, 17 Caprari; 21 Moncini. A disposizione: 12 Manfredini, 80 Gori, 3 Letizia, 4 Del Pinto, 9 Lapadula, 13 Tuia, 16 Improta, 18 Foulon, 20 Di Serio, 25 Sau, 44 Iago Falque, 56 Hetemaj. Allenatore: Filippo Inzaghi. INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 11 Kolarov; 2 Hakimi, 5 Gagliardini, 22 Vidal, 15 Young; 12 Sensi; 9 Lukaku, 7 Sanchez. A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 10 Lautaro, 13 Ranocchia, 14 Perisic, 23 Barella, 24 Eriksen, 29 Dalbert, 33 D’Ambrosio, 77 Brozovic, 95 Bastoni, 99 Pinamonti. Allenatore: Antonio Conte. (agg. di Claudio Franceschini)

BENEVENTO INTER: IL “DERBY” DI INZAGHI

Benevento Inter è una partita speciale soprattutto per Filippo Inzaghi: l’allenatore dei sanniti, già protagonista della promozione con dominio del campionato cadetto, è in Serie A per la terza volta come tecnico. Nel 2014-2015, dopo aver vinto il Torneo di Viareggio con la Primavera, era stato promosso nella prima squadra del Milan: avvio ottimo, finale molto meno brillante e una sola stagione di avventura. Soprattutto però SuperPippo ha giocato 11 stagioni con la maglia rossonera, vincendo tutto: si ricordano la doppietta nella finale di Champions League 2007, le esultanze sfrenate e i tanti derby da protagonista. Ecco, per Inzaghi questa sfida contro l’Inter è una sorta di derby personale; Stefano Pioli invece vuole confermare un’imbattibilità che dura da quando si è ripreso a giocare dopo il lockdown, la striscia si è decisamente allungata e i risultati gli stanno dando ragione, tanto che ad un certo punto la società ha deciso di confermarlo per questa stagione accantonando Ralf Rangnick, con il quale era già stato trovato l’accordo. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Sono appena tre i precedenti di Benevento Inter, e due di questi fanno riferimento alla stagione 2017-2018: prima di questa stagione, l’unica che i sanniti abbiano mai giocato in Serie A e arrivata grazie alla promozione centrata da Marco Baroni. Nell’unica partita disputata al Vigorito i nerazzurri avevano penato parecchio prima di vincere 2-1: Marcelo Brozovic aveva segnato una doppietta in 4 minuti ma prima dell’intervallo Marco D’Alessandro aveva accorciato le distanze e il Benevento aveva avuto buone occasioni per pareggiare; a San Siro invece l’Inter aveva vinto 2-0, in panchina c’era già Roberto De Zerbi e i gol decisivi li avevano segnati Milan Skriniar e Andrea Ranocchia, due difensori. Infine, nel gennaio 2019 le due squadre si sono incrociate negli ottavi di Coppa Italia, sempre al Meazza: roboante il 6-2 nerazzurro con tre gol nel primo tempo (rigore di Mauro Icardi, sigilli di Antonio Candreva e Dalbert), poker a inizio ripresa con Lautaro Martinez, poi ancora il Toro e Candreva con in mezzo le reti giallorosse di Roberto Insigne e Filippo Bandinelli. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA BENEVENTO INTER: INZAGHI SFIDA CONTE!

Benevento Inter, che è in diretta dallo stadio Vigorito, si gioca alle ore 18:00 di mercoledì 30 settembre: la partita rappresenta il recupero della 1^ giornata nel campionato di Serie A 2020-2021, una sfida che è stata posticipata per permettere ai nerazzurri di avere il giusto periodo di preparazione dopo aver perso la finale di Europa League a fine agosto. Nel frattempo entrambe le squadre hanno comunque esordito nel torneo: i sanniti tornati in Serie A dopo due anni hanno già centrato il colpo grosso vincendo sul campo della Sampdoria, ottima prima per Filippo Inzaghi che è chiamato al riscatto personale arrivando dall’esonero di Bologna, nella stessa stagione in cui il Benevento aveva conosciuto per la prima volta la massima serie. Partita da montagne russe per l’Inter che, rimontata la Fiorentina, si è trovata sotto in men che non si dica ma nel finale ha trovato i due gol decisivi, mostrando grande carattere e ottima qualità ma anche qualcosa da sistemare. Non resta allora che valutare come andranno le cose nella diretta di Benevento Inter Inter; intanto possiamo fare un rapido excursus sulle possibili scelte da parte dei due allenatori, analizzando insieme le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI BENEVENTO INTER

Per Benevento Inter Filippo Inzaghi dovrebbe puntare nuovamente sul 4-3-3, che a dire il vero sarebbe più che altro un 4-3-1-2: Caprari fa più la seconda punta che l’esterno e affianca Moncini, con Roberto Insigne che invece agisce da trequartista. A centrocampo ci sarà la regia di Schiattarella che sarà stretto tra due mezzali che dovrebbero essere Hetemaj e Ionita, entrambi esperti; potrebbe comunque tornare utile la regia ordinata di Dal Pinto aspettando il rientro di Nicolas Viola, in difesa Glik e Caldirola (clamorosa doppietta all’esordio) proteggeranno Montipò mentre Gaetano Letizia e Foulon dovrebbero essere i due terzini.

Nell’Inter torna De Vrij, che era squalificato: l’olandese si piazza al centro della difesa, ne fa le spese D’Ambrosio perché sia Alessandro Bastoni che Kolarov dovrebbero essere confermati davanti ad Handanovic. Possibile prima da titolare per Hakimi e Vidal: il primo largo a destra, il secondo in mezzo al campo al posto di Eriksen, eventualmente in un 3-5-2 che confermerebbe Barella e Brozovic (ma il croato è tallonato da Gagliardini). A sinistra è favorito Perisic, davanti si candida per un posto Alexis Sanchez che però deve ovviamente vincere la concorrenza di Romelu Lukaku e Lautaro Martinez, entrambi ancora in vantaggio per iniziare questa partita del Vigorito.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha fornito le quote per un pronostico su Benevento Inter, ovviamente con i favori che vanno alla squadra nerazzurra: il segno 2 per la loro vittoria vi consentirebbe di guadagnare una cifra corrispondente a 1,35 volte quanto messo sul piatto, mentre arriviamo già a 5,25 volte la puntata per l’eventualità del pareggio, regolata dal segno X. Con il segno 1 per il successo interno dei sanniti la vostra vincita ammonterebbe a 8,00 volte la giocata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA