DIRETTA/ Benfica Zenit (risultato finale 3-0) video streaming: crollo russo

- Mauro Mantegazza

Diretta Benfica Zenit (risultato 0-0) streaming video tv: orario, quote, formazioni e cronaca della decisiva partita di Champions League nel girone G

Dias Benfica
Diretta Benfica Zenit (LaPresse)

DIRETTA BENFICA ZENIT (RISULTATO FINALE 3-0): CROLLO RUSSO

Si completa il crollo dello Zenit San Pietroburgo, che a Lisbona incassa anche il terzo gol per un’autorete di Azmoun, che infila la sua porta su cross da calcio d’angolo. Lo 0-3 porta lo Zenit in svantaggio nello scontro diretto col Benfica e fa scivolare i russi al quarto posto nel girone, visto che il secondo se lo prende il Lione che rimonta due gol in casa contro il Lipsia. Tedeschi primi e francesi secondi nel girone G, qualificati agli ottavi di finale di Champions League. Il Benfica si prende il terzo posto e proseguirà il cammino europeo in Europa League, lo Zenit invece esce fuori da tutto, dopo essere stato addirittura qualificato agli ottavi fino al gol del 2-2 del Lione. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Benfica Zenit sarà un’esclusiva di Sky, che trasmetterà la partita sul canale Sky Sport 257. Di conseguenza, sarà riservata agli abbonati alla televisione satellitare anche la diretta streaming video, garantita come al solito dal servizio offerto da Sky Go.

IN GOL CERVI E PIZZI!

Cambia tutto all’Estadio Da Luz, col Benfica che trova due gol che possono cambiare la storia nel girone. 2-0 per i portoghesi a metà ripresa, col risultato sbloccato già al 2′ della ripresa con un bell’assist di Pizzi per Cervi che non sbaglia. I russi sbandano e all’11’ un fallo di mano di Douglas Santos costa il calcio di rigore che Pizzi trasforma con freddezza. Un micidiale uno-due che porta ora il Benfica al terzo posto in classifica, anche se tutto dipenderà anche dalla sfida di Lione, in un arrivo nel girone G al momento a 7 punti fra tre squadre. (agg. di Fabio Belli)

CI PROVA AZMOUN

Non sono arrivati i gol nel corso della prima frazione di gioco tra Benfica e Zenit San Pietroburgo all’Estadio Da Luz di Lisbona. Partita che resta bloccata con poche occasioni da gol, l’iraniano Azmoun prova a scuotere lo Zenit con una conclusione che finisce però fuori di larga misura, mentre al 37′ è molto più interessante il tiro del guizzante attaccante persiano, che si spegne di pochi centimetri a lato. L’ultimo episodio di rilievo del primo tempo è l’ammonizione di Magomed Ozdoev nello Zenit, che con questo risultato sarebbe qualificato agli ottavi di finale visto il contemporaneo ko del Lione contro il Lipsia, fuori da tutto invece il Benfica ultimo nel girone ma a caccia di una vittoria che porterebbe i portoghesi, lo Zenit e il Lione tutti a 7 punti in classifica. (agg. di Fabio Belli)

PIZZI PERICOLOSO

A metà della prima frazione di gioco risultato ancora a reti bianche all’Estadio Da Luz di Lisbona tra Benfica e Zenit San Pietroburgo. Padroni di casa più intraprendenti nelle prime battute del match, ma i russi coprono con grande efficacia la loro metà campo. Due incursioni di Vinicius creano un po’ di scompiglio nella difesa dello Zenit, quindi al 16′ prima vera occasione da gol per i portoghesi con una conclusione di Pizzi dal limite dell’area che esce sorvolando di poco la traversa. Il primo ammonito della partita è Douglas Santos al 17′ tra le fila degli ospiti, poi al 19′ arriva anche un cartellino per Gabriel tra i lusitani. Sfida equilibrata che deve ancora indirizzarsi in maniera chiara. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Prende il via la diretta di Benfica Zenit: le Super Aquile ancora una volta hanno faticato parecchio in questo girone di Champions League mentre stanno volando in campionato, dove hanno 4 punti di vantaggio sul Porto. La spinta della rivelazione Famalicao si è interrotta, e ora restano queste due big a giocarsi il titolo nella Liga Nos: il Benfica ha perso la sfida diretta al Da Luz ma era il 24 agosto, da allora ha infilato la bellezza di 10 vittorie consecutive e non si è più guardata indietro, riuscendo a blindare la difesa (appena 3 gol concessi) e segnando a raffica, vale a dire 26 reti con tre poker di cui due nelle ultime due partite. Adesso vedremo se arriverà una vittoria che potrebbe anche portare la squadra agli ottavi, contro i russi che vogliono almeno un punto per centrare l’obiettivo (ma potrebbe non bastare): non resta altro da fare che mettersi comodi e stare a vedere come andranno le cose all’Estadio Da Luz, dove finalmente la diretta di Benfica Zenit sta per cominciare! BENFICA (4-4-2): Vlachodimos; Tavares, Ruben Dias, Ferro, Grimaldo; Pizzi, Taarabt, Gabriel, Cervi; Chiquinho, Carlos Vinicius. ZENIT (3-5-2): M. Kerzhakov; Osorio, Ivanovic, Douglas Santos; Karavaev, Erokhin, Barrios, Ozdoev, Shatov; Azmoun, Dzyuba. (agg. di Claudio Franceschini)

IL BILANCIO DEI PRECEDENTI È EQUILIBRATO

Sono ben 7 i precedenti della diretta di Benfica Zenit. Le due squadre non conoscono mezze misure visto che non c’è mai stato un pareggio col bilancio che è abbastanza equilibrato e ci parla di 3 vittorie per le aquile e 4 per i russi. L’ultimo successo dei lusitani risale agli ottavi di finale della stagione 2015/16 quando dopo un 1-0 in casa all’andata la squadra allora di Vitoria andò a vincere a San Pietroburgo col risultato di 1-2. Passati in svantaggio per una rete di Hulk a venti dalla fine arrivarono nei minuti conclusivi del match i gol prima di Gaitan e poi di Talisca. Lo Zenit ha vinto per l’ultima volta contro il Benfica nella gara di andata alla Gazprom Arena. Lo scorso 2 ottobre il match terminò 3-1. I russi erano passati in vantaggio con Dzyuba al minuto 22, raddoppiando a poco dalla fine con l’autorete di Dias e siglando poi uno splendido gol con Azmoun. Segnò la rete della bandiera De Tomas entrato in campo da appena 5 minuti ad altrettanti giri d’orologio dal triplice fischio finale. (agg. di Matteo Fantozzi)

ARBITRA MATEU LAHOZ

Benfica Zenit sarà diretta, come vi abbiamo già segnalato in precedenza, dall’arbitro spagnolo Antonio Mateu Lahoz. Adesso però possiamo presentare nella sua interezza la squadra arbitrale designata per questa partita di Champions League a Lisbona, che sarà tutta spagnola. Accanto al signor Mateu Lahoz avremo innanzitutto i due guardalinee Pau Cebrián Devís e Roberto del Palomar, ecco poi il quarto uomo Santiago Jaime Latre ed infine i due addetti alla VAR, che saranno il signor Alejandro Hernández e di fianco a lui in qualità di assistente Ricardo de Burgos. Nato ad Algimia de Alfara il 12 marzo 1977, Mateu Lahoz è arbitro internazionale fin dal 2011 ed è stato uno degli arbitri dei Mondiali di Russia 2018, dove ha diretto due partite. Quanto alla Champions League, Antonio Mateu Lahoz conta 26 presenze nel tabellone principale della competizione: le sue statistiche ci parlano di 93 ammonizioni, una sola espulsione (comminata per somma di ammonizioni) e sei calci di rigore assegnati dal fischietto iberico. Nella scorsa edizione della Champions League sei presenze per Mateu Lahoz: tre partite della fase a gironi, l’andata degli ottavi Tottenham Borussia Dortmund, l’andata dei quarti Liverpool Porto e l’andata della semifinale Tottenham Ajax. Nella nuova stagione invece Mateu Lahoz ha già diretto Lipsia Lione e poi Shakhtar Donetsk Dinamo Zagabria. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Benfica Zenit, diretta dall’arbitro spagnolo Antonio Mateu Lahoz, si gioca per la sesta e ultima giornata del girone G di Champions League. Appuntamento alle ore 21.00 italiane (le 20.00 locali) di questa sera all’Estadio da Luz di Lisbona, dove Benfica Zenit determinerà le sorti di entrambe le formazioni. I portoghesi sono il fanalino di coda con 4 punti in classifica e con il pareggio di due settimane fa a Lipsia hanno abbandonato ogni ambizione per i primi due posti, ma vincendo potrebbero ancora essere ripescati in Europa League, ai danni dello stesso Zenit oppure del Lione, che sono invece appaiati a quota 7 punti dopo il successo dei russi per 2-0 contro i francesi. Per lo Zenit di conseguenza tutto è possibile, dalla qualificazione in Champions League al passaggio nella seconda Coppa fino all’eliminazione da tutto. Le combinazioni sono ancora molto elevate in questo girone intricato e con forte rischio di arrivi a pari punti: possiamo dire che con un pareggio almeno il terzo posto è garantito, mentre una vittoria darebbe quasi certamente la garanzia del passaggio agli ottavi.

PROBABILI FORMAZIONI BENFICA ZENIT

Analizziamo adesso le probabili formazioni per Benfica Zenit. Tra i padroni di casa è indisponibile Rafa Silva, il Benfica di Bruno Lage dovrebbe schierarsi con il 4-4-1-1 con Vlachodimos fra i pali; davanti a lui difesa a quattro con Tavares, Dias, Ferro e Grimaldo; a centrocampo capitan Pizzi, Gabriel, Taarabt e Cervi, mentre in attacco ecco il trequartista Chiquinho in appoggio alla prima punta Carlos Vinicius. Situazione più delicata per lo Zenit San Pietroburgo: Kuzyaev e Rakits’kyy sono squalificati mentre Malcom e Mammana sono infortunati. Mister Sergey Semak dovrebbe schierare Kerzhakov in porta; difensori Karavaev, Ivanovic, Osorio e Santos; a centrocampo i mediani Erokhin e Barrios più gli esterni Sutormin e Shalov, mentre in attacco la coppia titolare potrebbe vedere in azione Azmoun e Dzyuba.

PRONOSTICO E QUOTE

Vediamo infine quale potrebbe essere il pronostico di Benfica Zenit secondo le quote offerte dall’agenzia di scommesse Snai. Sembrano partire favoriti i padroni di casa, infatti il segno 1 vale 2,15, ma si sale non di molto per le altre due ipotesi. Il segno 2 infatti è quotato a 3,35, mentre il segno X varrebbe 3,40 volte la posta in palio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA