DIRETTA/ Cagliari Sampdoria (risultato finale 2-1) streaming Rai: accorcia Gabbiadini

- Claudio Franceschini

Diretta Cagliari Sampdoria streaming video Rai: formazioni, quote e risultato live della partita che si gioca per il quarto turno della Coppa Italia, alla Sardegna Arena.

I giocatori del Cagliari esultano dopo un gol (foto: La Presse)
Risultati Coppa Italia (foto La Presse)

DIRETTA CAGLIARI SAMPDORIA (RISULTATO FINALE 2-1): ACCORCIA GABBIADINI

Manolo Gabbiadini è riuscito ad accorciare le distanze al 42′ della ripresa, sfruttando una bella verticalizzazione di Ronaldo Vieira, e bruciando sul tempo Walukiewicz con una girata a rete che non ha lasciato spazio ad Olsen. Il Cagliari è apparso un po’ stanco e ha rischiato qualcosa nel recupero, ma la Sampdoria nonostante un buon pallone in area per Linetty non ha trovato il guizzo che sarebbe valso il pareggio. L’ingresso in campo di Nainggolan al posto di Castro ha regalato energie necessarie a centrocampo per i sardi, che sono riusciti a portare a casa la vittoria con un 2-1 che ha regalato alla squadra di Maran l’accesso agli ottavi di finale di Coppa Italia, dove affronteranno l’Inter. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Cagliari Sampdoria, salvo variazioni di palinsesto, sarà trasmessa sui canali Rai Sport e Rai Sport +: appuntamento in chiaro per tutti ai numeri 57 e 58 del vostro telecomando, con la possibilità di attivare il servizio di diretta streaming video senza costi aggiuntivi, semplicemente visitando il sito www.raiplay.it e selezionando il canale di riferimento. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

RADDOPPIA RAGATZU!

Il secondo tempo alla Sardegna Arena è iniziato esattamente come il primo in questa sfida del quarto turno di Coppa Italia, col Cagliari che ci ha messo solo una manciata di minuti per trovare il vantaggio contro la Sampdoria. Al 3′ è arrivato il 2-0 dei rossoblu con Ionita che ha inventato una grande verticalizzazione per Ragatzu, perfetto a piazzare il pallone all’angolino con un gran tiro mancino da posizione piuttosto defilata. Una prodezza che ha gelato una Sampdoria che già nel primo tempo aveva trovato difficoltà nell’opporsi ai sardi. Al 12′ però Linetty con una gran botta dalla distanza ha messo in seria difficoltà Olsen, che ha saputo però rispondere con un buon riflesso. La Sampdoria ha iniziato il secondo tempo con Regini in campo al posto di Ferrari e al 19′ ha operato la sua seconda sostituzione, con Ranieri che ha richiamato in panchina Maroni inserendo Rigoni. Al 23′ tentativo di Ronaldo Vieira con Olsen attento nel bloccare a terra. (agg. di Fabio Belli)

SARDI ISPIRATI

Al 24′ ancora Cagliari in avanti con un cross di Lykogiannis girato di testa in rete da Cerri, col portiere sampdoriano Audero che neutralizza la conclusione. Al 31′ Ragatzu cerca di chiudere il triangolo con Cerri, ma senza fortuna. Al 36′ e al 37′ conclusioni dalla distanza prima di Deiola e poi di Linetty, col tiro del polacco che finisce in calcio d’angolo per una deviazione di Walukiewicz. Il Cagliari comunque riesce a manovrare con grande velocità ed efficacia e al 42′ orchestra una grande ripartenza con Cerri che manca l’ultimo passaggio che avrebbe praticamente mandato in porta Ragatzu. Chiusa la prima frazione di gioco, Cagliari all’intervallo avanti 1-0 sulla Sampdoria grazie a un gol di Cerri dopo 7′. (agg. di Fabio Belli)

CERRI COLPISCE ANCORA!

A metà primo tempo, Cagliari in vantaggio 1-0 sulla Sampdoria alla Sardegna Arena, nella sfida valevole per il quarto turno ad eliminazione diretta di Coppa Italia. A sbloccare il risultato è stato il match winner della fantastica sfida di campionato di domenica scorsa. Dopo aver firmato il 4-3 al 95′, Cerri ha portato in vantaggio i sardi anche in Coppa, con un colpo di testa a centro area, una rete nel gesto tecnico praticamente identica a quella realizzata in Serie A. La Sampdoria ha provato a reagire ma riesce solo a produrre un doppio tentativo con Caprari che non ha fortuna. Al 22′ è invece il Cagliari a rendersi nuovamente pericoloso con un gran break Lykogiannis ha sfiorato il raddoppio, involandosi palla al piede e mancando clamorosamente incrociando il sinistro. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Cagliari Sampdoria sta per cominciare: vale dunque la pena ricordare in che modo le due squadre sono arrivate a sfidarsi nel quarto turno di Coppa Italia. Entrambe hanno disputato una sola partita, iniziando il loro viaggio comunque ad agosto: il Cagliari ha potuto giocare in casa contro il Chievo, appena retrocesso in Serie B, e l’ha battuto 2-1 trovando un terribile uno-due nei primi 17 minuti di partita grazie a Joao Pedro e Marko Rog. Il gol di Manuel Pucciarelli nel finale di primo tempo non è servito ai veneti, così come al Crotone non è bastata la rete di Salvatore Molina contro la Sampdoria: i calabresi sono passati in vantaggio dopo 8 minuti allo Scida ma i blucerchiati hanno ribaltato la situazione in 5 minuti con Gianluca Caprari e il rigore di Fabio Quagliarella, arrotondando il punteggio grazie a Gonzalo Maroni. Ora siamo davvero pronti a metterci comodi e lasciare la parola al campo, perché finalmente la diretta di Cagliari Sampdoria prende il via! CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis; Deiola, Oliva, Ionita; Castro; Ragatzu, Cerri. Allenatore: Rolando Maran SAMPDORIA (4-4-2): Audero; A. Ferrari, Chabot, Murillo, Augello; Léris, Ronaldo Vieira, Linetty, Thorsby; Caprari, Maroni. Allenatore: Claudio Ranieri (agg. di Claudio Franceschini)

RANIERI È IL GRANDE EX

Il grande ex di Cagliari Sampdoria è Claudio Ranieri: l’attuale allenatore dei blucerchiati si è lanciato nel grande calcio proprio con la società isolana, dopo gli esordi con Vigor Lamezia e Puteolana. Arrivato nell’estate 1988, Ranieri aveva 36 anni e aveva smesso di giocare da due stagioni; tecnico emergente, aveva centrato un vero capolavoro traghettando il Cagliari dalla Serie C1 alla Serie A in due annate, con 33 vittorie in 72 partite complessive e appena 13 sconfitte. In più aveva messo in bacheca la Coppa Italia Serie C; confermato a furor di popolo per il massimo campionato, anche grazie ai gol di Daniel Fonseca aveva ottenuto una bellissima salvezza pareggiando tantissimo (esattamente la metà delle partite) e riducendo le sconfitte. Da allora la sua carriera ha definitivamente preso il volo, ma Ranieri non ha mai dimenticato quelle bellissime tre stagioni di Cagliari e il popolo rossoblu ricorda ancora con grande affetto e gratitudine il testaccino. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Abbiamo già detto che Cagliari Sampdoria si è giocata appena tre giorni fa, in questo stesso stadio per la 14^ giornata di Serie A, terminata con un clamoroso 4-3 a favore della squadra di casa; analizzando le sfide precedenti dobbiamo tornare a tre anni fa per trovare l’ultima vittoria isolana in casa e in generale, in un bilancio che sorride decisamente ai blucerchiati. Si trattava di un Monday Night di campionato e il Cagliari di Massimo Rastelli, appena tornato in Serie A, l’aveva vinto grazie ai gol di Joao Pedro e Federico Melchiorri. Quest’ultimo aveva segnato a due minuti dal 90’, e appena due minuti dopo un pareggio di Bruno Fernandes che sembrava essere definitivo; due mesi più tardi le due squadre si sono incrociate nel quarto turno di Coppa Italia, dunque lo stesso contesto di quello attuale. Allora però eravamo a Marassi, e la Sampdoria aveva dominato la partita: l’allenatore era Marco Giampaolo, dopo il sigillo di Ricky Alvarez era arrivata la doppietta di Patrik Schick che, come suo solito, aveva timbrato il cartellino nel secondo tempo. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Cagliari Sampdoria, che sarà diretta dal signor Gianluca Manganiello, si gioca alle ore 21:00 di giovedì 5 dicembre e rappresenta una sfida valida per il quarto turno della Coppa Italia 2019-2020. Gli scherzi del calendario hanno fatto sì che alla Sardegna Arena si replichi a soli tre giorni di distanza dalla partita di Serie A; le due squadre tornano così in campo una contro l’altra anche se probabilmente con scelte diverse rispetto ai giocatori. La stagione del Cagliari fino a questo momento è straordinaria: la squadra sta virtualmente lottando per la Champions League, in generale sembra aver chiuso con enorme anticipo il discorso salvezza e può davvero puntare ad un posto in Europa. La Sampdoria ha migliorato decisamente il suo passo da quando Claudio Ranieri si è seduto in panchina, la strada per salvarsi non è certo breve ma adesso ci sono tutti i presupposti per una brusca sterzata; intanto vediamo in che modo i due allenatori intendono schierare le loro squadre sul terreno di gioco per la diretta di Cagliari Sampdoria, analizzando in maniera più concreta le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI CAGLIARI SAMPDORIA

Rolando Maran farà giustamente turnover in Cagliari Sampdoria: Olsen, ancor più vista la squalifica di Rafael Andrade, sarà in porta non potendo giocare in campionato e davanti a lui dovremmo avere Pinna e Lykogiannis sulle corsie laterali, con un pacchetto centrale che potrebbe essere composto da Klavan e Pisacane insidiati comunque da Walukiewicz. A centrocampo possibile riposo per Rog e Cigarini: spazio a Deiola e Oliva, Nandez invece potrebbe essere confermato mentre Nainggolan lascerà probabilmente la maglia a Ragatzu, che agirà alle spalle del tandem Cerri-Joao Pedro (ma anche Giovanni Simeone potrebbe essere titolare). La Sampdoria si schiera con il collaudato 4-4-2 di Ranieri: tra i pali va Seculin con una coppia centrale che potrebbe essere Murillo-Regini (Chabot se la gioca), sugli esterni sono pronti Depaoli e Augello. A centrocampo potrebbe cambiare tutto: Linetty ha bisogno di mettere minuti e forse ci sarà, Thorsby e Ronaldo Vieira si giocano l’altra maglia mentre Léris potrebbe andare esterno, a destra o sinistra con Emiliano Rigoni sull’altra corsia. L’argentino potrebbe anche giocare come seconda punta insieme a Caprari, da valutare però l’eventuale conferma per Gabbiadini.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che l’agenzia di scommesse Snai ha fornito per Cagliari Sampdoria indicano il vantaggio a favore della squadra di casa: il segno 1 che identifica l’eventualità del successo isolano vale infatti 1,95 volte la somma messa sul piatto, contro il valore di 3,65 che accompagna l’ipotesi del successo blucerchiato per il quale dovrete scommettere sul segno 2. Il pareggio porterebbe la partita ai supplementari: in questo caso la vincita sul segno X corrisponderebbe a 3,55 volte quanto puntato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA