DIRETTA/ Cagliari Venezia (risultato finale 1-1): Busio salva i lagunari nel recupero

- Mauro Mantegazza

Diretta Cagliari Venezia (risultato finale 1-1) streaming video tv della partita valevole per la 7^ giornata di Serie A: nel recupero i lagunari riacciuffano i casteddu con il gol di Busio.

Cagliari Cragno
Diretta Cagliari Venezia: Alessio Cragno (Foto LaPresse)

DIRETTA CAGLIARI VENEZIA (RISULTATO FINALE 1-1): BUSIO SALVA I LAGUNARI NEL RECUPERO

Il Cagliari vede sfumare in pieno recupero la prima vittoria in campionato: potevano essere tre punti pesantissimi contro una diretta rivale per la salvezza, ossia il Venezia, che invece riesce a pareggiare in extremis fissando il risultato finale per 1-1. I lagunari evitano così il quinto KO e in classifica restano davanti ai casteddu sempre relegati al penultimo posto in attesa delle altre gare che completeranno il programma della settima giornata di Serie A, con la Salernitana che potenzialmente potrebbe scavalcare la squadra di Mazzarri se battesse il Genoa. Anche nell’ultimo quarto di partita Johnsen si conferma l’uomo più pericoloso nelle fila degli ospiti, il norvegese prima di fa ammonire per simulazione e poi spara sul fondo da ottima posizione. Quando il novantesimo è già trascorso ci pensa Busio a riacciuffare i padroni di casa, anche grazie alla deviazione sfortunata di Caceres che spiazza Cragno. Prima del triplice fischio gli arancioneroverdi rischiano addirittura di vincerla ma Forte e Heymans si ostacolano tra di loro. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA CAGLIARI VENEZIA STREAMING VIDEO TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Cagliari Venezia sarà offerta sui canali di Sky Sport, perché questa è una delle tre partite della giornata di Serie A visibili anche sulla televisione satellitare, di conseguenza raddoppierà anche la diretta streaming video, che sarà garantita pure da Sky Go oltre che da DAZN, che detiene i diritti per trasmettere le partite dell’intero campionato.

1-0, KEITA GRAZIA I LAGUNARI

Quando ci stiamo avvicinando alla metà del secondo tempo resiste il vantaggio del Cagliari sul Venezia con i casteddu che conducono sempre per 1-0. A inizio ripresa il tecnico dei lagunari, Zanetti, prova a ridisegnare la squadra con un doppio cambio: Kiyine – che era ammonito e sembrava piuttosto nervoso – e Okereke si accomodano in panchina, al loro posto entrano Crnigoj e Henry. Il numero 33, servito da Johansen, calcia di prima intenzione senza inquadrare il bersaglio. I padroni di casa lasciano sfogare gli ospiti e poi al 54′ vanno nuovamente a un passo dal raddoppio: Nandez prolunga per Keita Baldé che manca per questione di millimetri l’appuntamento con la sfera a un palmo di naso da Maenpaa. Gara che resta quindi ancora aperta all’Unipol Domus con la squadra di Mazzarri che comincia a sentire l’odore della prima vittoria in campionato. {agg. di Stefano Belli}

1-0, LA SBLOCCA KEITA BALDE’

Il primo tempo di Cagliari-Venezia va in archivio sul punteggio di 1-0 in favore dei padroni di casa. Dopo quasi venti minuti di gioco i casteddu passano meritatamente in vantaggio: Marin dà vita a un bel contropiede, apre per Caceres che disegna un cross perfetto per la testa di Keita Baldé, l’ex-attaccante di Lazio, Monaco, Inter e Sampdoria non lascia scampo a Maenpaa e fa gioire l’Unipol Domus. La reazione dei lagunari si materializza al 27′ quando Johnsen calcia addosso a Cragno che fa buona guardia in mezzo ai pali. Si tratta però di un fuoco di paglia, gli uomini di Mazzarri tornano a fare la partita e al 38′ sfiorano il raddoppio ancora con Marin che timbra il palo esterno con un gran tiro da fuori area. {agg. di Stefano Belli}

0-0, CASTEDDU IN AVANTI

Il Cagliari apre le porte dell’Unipol Domus al Venezia per il match che apre la settima giornata di Serie A: al quarto d’ora del primo tempo il risultato vede le due squadre sullo 0-0. Poche emozioni finora con i padroni di casa che qualche volta si sono affacciati dalle parti di Maenpaa, conquistando pure un calcio d’angolo sugli sviluppi del quale Lykogiannis ha provato a calciare dalla lunga distanza, senza inquadrare tuttavia lo specchio della porta. Un minuto più tardi Ebuehi sbaglia il disimpegno e regala il pallone a Joao Pedro che non ne approfitta e grazia i lagunari che recuperano così il possesso della sfera. Al 15′ va a vuoto pure il tentativo di Deiola che non riesce a impensierire in alcun modo l’estremo difensore finlandese. Con il passare dei minuti i casteddu di Mazzarri danno l’impressione di voler alzare i giri del motore. {agg. di Stefano Belli}

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Con la diretta di Cagliari Venezia viene inaugurata la 7^ giornata di Serie A: Walter Mazzarri va a caccia della prima vittoria in questo campionato, dopo l’esordio positivo con il 2-2 sul campo della Lazio il tecnico toscano ha perso contro Empoli e Napoli, 0-2 in entrambi i casi. Il Cagliari ha segnato 7 gol subendone 15, con Mazzarri ha sempre incassato 2 reti e per contro ne ha trovate solo 2: al momento, possiamo dire che i dati siano leggermente peggio di quanto fatto da Leonardo Semplici (con il precedente allenatore 1 punto e 9 gol incassati, ma anche 5 reti all’attivo). Il Venezia è reduce dal pareggio di Torino: ha perso 4 partite su 6 in questo avvio di campionato, vincendo solo in casa dell’Empoli e incassando 11 gol.

La difesa tutto sommato non starebbe facendo nemmeno male (ovviamente per le aspettative), il problema dei lagunari è che i gol segnati sono stati appena 4. Ora, vedremo quello che succederà sul terreno di gioco della Sardegna Arena: possiamo metterci comodi e leggere insieme le formazioni ufficiali, finalmente la diretta di Cagliari Venezia comincia! CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Caceres, Godin, Carboni; Nandez, Marin, Deiola, Strootman, Lykogiannis; Keita, Joao Pedro. All. Mazzarri. VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Ebuehi, Ceccaroni, Svoboda, Mazzocchi; Kiyine, Ampadu, Busio; Aramu, Okereke, Johnsen. All.: Zanetti (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

La diretta di Cagliari Venezia ci regalerà anche un confronto particolare tra i due allenatori Walter Mazzarri e Paolo Zanetti. Difficile fare un confronto perché le carriere sono state molto diverse fra il veterano Mazzarri e il giovane Zanetti, che ha ben 21 anni in meno rispetto all’illustre collega. Di certo adesso si ritrovano entrambi coinvolti nella battaglia per la salvezza: Zanetti ha riportato il Venezia in Serie A dopo tantissimi anni di assenza e finora ha raccolto 4 punti in sei giornate, bilancio evidentemente non esaltante ma comunque prevedibile per una neopromossa.

Mazzarri invece è arrivato a Cagliari dopo il negativo inizio che è costato la panchina a Leonardo Semplici dopo sole tre giornate, ma bisogna dire che la svolta per ora non c’è stata. Su Mazzarri pesa soprattutto la sconfitta casalinga contro l’Empoli, oggi per il Cagliari sarà necessario fare molto meglio in un altro scontro diretto per la salvezza ospitato in Sardegna, altrimenti la crisi comincerà a farsi seria. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TESTA A TESTA

Non sono pochi i precedenti di Cagliari Venezia, ma va anche detto che queste due squadre non si incrociano da tempo: dobbiamo infatti tornare alla stagione 2003-2004 per trovare gli ultimi match, che fanno riferimento alla fine di un triennio in cui la partita si è giocata in Serie B. Curioso invece il bilancio in Serie A: qui siamo, nel periodo più recente, ai due anni compresi tra il 1998 e il 2000 e il Cagliari non era mai riuscito a vincere, andando incontro a tre sconfitte con un pareggio. Non solo: gli isolani in quelle quattro sfide avevano segnato solo un gol, al Sant’Elia, in un 1-1 che era maturato grazie a Daniele Berretta, che nel primo tempo aveva impattato la rete lampo di Fabian Valtolina.

Era una sfida tra due allenatori di un certo peso, come Oscar Tabarez e Luciano Spalletti; in quel frangente l’altro match in casa del Cagliari si era disputato all’inizio del dicembre di 23 anni fa, e per l’appunto la vittoria aveva sorriso al Venezia. Allenati da Walter Novellino, i lagunari erano passati in Sardegna con un’autorete di Francesco Zanoncelli, difensore della squadra guidata all’epoca da Giampiero Ventura. (agg. di Claudio Franceschini)

CAGLIARI VENEZIA: VENETI IN GRANDE FORMA!

Cagliari Venezia, in diretta dallo stadio Unipol Domus del capoluogo sardo, si gioca alle ore 20.45 di questa sera, venerdì 1° ottobre 2021, perché questa partita sarà l’anticipo che aprirà la settima giornata del campionato di Serie A. Basta dare uno sguardo alla classifica per capire immediatamente che la diretta di Cagliari Venezia sarà già una partita abbastanza delicata nella lotta per la salvezza: naturalmente il cammino è ancora lunghissimo, ma perdere non farebbe per niente bene, soprattutto al Cagliari che gioca in casa e ha appena due punti in classifica.

L’arrivo di Walter Mazzarri non ha ancora dato la scossa, come ha dimostrato la sconfitta casalinga contro l’Empoli ancora più del rovescio a Napoli, che era tutto sommato da mettere in preventivo. Il Venezia invece arriva dal pareggio contro il Torino: i lagunari di Paolo Zanetti hanno 4 punti in classifica e di conseguenza al momento sono davanti, però servirebbe almeno un pareggio a Cagliari per andare con serenità alla sosta del campionato. Che cosa succederà questa sera in Cagliari Venezia?

PROBABILI FORMAZIONI CAGLIARI VENEZIA

Le probabili formazioni di Cagliari Venezia ci dicono che Walter Mazzarri potrebbe affidarsi al modulo 3-5-2: davanti al portiere Cragno, ecco Caceres, Godin e Carboni (favorito su Ceppitelli) per comporre la difesa a tre. A centrocampo Nandez a destra e Lykogiannis a sinistra agiranno da esterni, con Marin playmaker affiancato dalle mezzali Deiola e Strootman, anche se pure Zappa spera ancora in una maglia da titolare. Davanti dovrebbe essere Keita a far coppia con João Pedro nell’attacco del Cagliari.

Per il Venezia, ecco che mister Paolo Zanetti potrebbe schierare il modulo 4-3-3. Fra i pali Mäenpää, davanti a lui la linea difensiva a quattro vedrà Mazzocchi e Schegg terzini, Caldara in vantaggio su Svoboda per affiancare Ceccaroni nella coppia centrale. Nel cuore del centrocampo Ampadu è in vantaggio su Peretz, mentre Crnigoj e Busio agiranno da mezzali. Nel tridente d’attacco Okereke sembra favorito su Henry come centravanti, mentre Aramu e Johnsen dovrebbero essere le due ali.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo al pronostico su Cagliari Venezia, che il fattore campo sembra indirizzare verso i sardi secondo le quote dell’agenzia Snai. Il segno 1 infatti è quotato a 1,73, mentre poi si sale già a quota 3,75 in caso di pareggio (naturalmente segno X) e fino a 4,50 volte la posta in palio sul segno 2 qualora il Venezia riuscisse a fare il colpaccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA