DIRETTA/ Catania Picerno (risultato finale 1-0): gol del pari annullato a Calabrese!

- Claudio Franceschini

Diretta Catania Picerno streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la nona giornata nel girone C del campionato di Serie C.

L'abbraccio dei giocatori del Catania dopo una rete (foto La Presse)
L'abbraccio dei giocatori del Catania dopo una rete (foto La Presse)

DIRETTA CATANIA PICERNO (1-0): ANNULLATO ALL’85’ IL GOL DEL PARI A CALABRESE!

Finale incandescente allo stadio “Massimino” dove il Catania, pur essendo passato in vantaggio a inizio ripresa contro il Picerno, sta faticando oltre il dovuto per chiudere la partita contro la terribile matricola lucana che addirittura in un paio di circostanze ha sfiorato pure il gol del pari, legittimando quanto di buono aveva fatto vedere nel corso del primo tempo. Dopo che Nappello si era reso pericoloso al 55’ per gli ospiti, al 62’ arrivava la risposta del rossoazzurro Rossetti: Giacomarro fiuta l’aria ed effettua due cambi tra le fila degli ospiti per dare linfa al pressing finale e cercare pure di rintuzzare i tentativi etnei di raddoppiare negli ultimi 10 minuti di gara. Tuttavia, complice anche la girandola dei cambi, non si segnalano più vere occasioni da rete (anche se al minuto 85 viene annullato un gol di Calabrese ai lucani per fuorigioco su un cross di Sambou) e si arriva all’extra time, quantificato dal direttore di gara in cinque minuti, in cui i rossoblu di Giacomarro restano in attacco ma non riescono a trovare il blitz per la rete del pari che non sarebbe poi così immeritata. Finisce così 1-0 per il Catania che torna dunque al successo e si rilancia in classifica mentre per il Picerno arriva un altro KO in questa stagione ma i ragazzi di Giacomarro hanno fino ad ora dimostrato di potersela giocare con chiunque pur pagando lo scotto della poca esperienza e della poca freddezza sotto porta. (agg. di R. G. Flore)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Catania Picerno non sarà disponibile sui canali del nostro Paese: come sempre dunque bisognerà affidarsi al portale Eleven Sports, che fornisce l’intera programmazione delle partite di Serie C (anche di Coppa Italia) in diretta streaming video. Bisognerà dotarsi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone; è possibile sottoscrivere un abbonamento stagionale al servizio oppure acquistare il singolo evento di settimana in settimana, solitamente ad un prezzo fissato al termine dell’anno.

GOL DI MAZZARANI AL 47′!

Il secondo tempo del match tra Catania e Picerno si apre con gli stessi effetti del primo tempo (anche se nel caso degli etnei due cambi sono stati già effettuati da Camplone a ridosso del duplice fischio della frazione e un terzo arriva negli spogliatori con Rizzo che lascia il posto a Di Piazza) e dal punteggio di 0-0: e dopo 45’ anonimi sembra che il tecnico sia riuscito a far scattare la scintilla perché i rossoazzurri passano subito in vantaggio. Soli due giri di orologio e arriva il lampo di Mazzarani che spezza l’equilibrio del match e fredda il portiere lucano Cavagnaro: l’attaccante di casa infatti è il più lesto a insaccare a seguito di una mischia nell’area avversaria. 1-0 e il “Massimino” esplode dopo che qualcuno aveva cominciato a mugugnare! La reazione dell’AZ Picerno comunque c’è e al 49’ si genera una situazione caotica pure nell’area del Catania anche se la matassa viene subito sbrogliata. Forte del gol segnato, l’onda catanese monta alla ricerca del raddoppio e tra il 51’ e il 53’ prima Di Piazza e poi Curiale si rendono pericolosi ma al minuto 55 è Nappello a sfiorare un clamoroso pari se non fosse per Furlan che salva ancora una volta il Catania questo pomeriggio. (agg. di R. G. Flore)

MELLI SFIORA IL GOL AL 32′!

Allo stadio “Massimino” dopo mezz’ora di gioco il risultato resta inchiodato sullo 0-0 tra Catania e Picerno, con gli etnei più arrembanti e anche più spesso vicini al gol e i lucani che invece hanno provato ad alleggerire il forcing avversario in un paio di situazioni. Dopo i pericoli corsi in avvio dalla squadra di Giacomarro, al minuto 22 il direttore di gara estrae il primo “giallo” della contesa ai danni del centrocampista siciliano Rizzi: poco dopo è Vrdoljak per gli ospiti a provare un tiro velleitario che Furlan blocca senza problemi ma serve pure a scuotere dal loro torpore i compagni di squadra. Al 30’ invece arriva la risposta dei rossoazzurri col sempre mobile Curiale che fa tutto da solo e va al tiro, deviato però dalla difesa lucana. Come in avvio il pressing dei ragazzi di Camplone torna a farsi insistente ma al 32’ è l’esterno sinistro del Picerno, Melli, a impegnare severamente Furlan che devia la sfera in corner. Negli ultimi 10’ della frazione di gioco il Catania si rende pericoloso con Barisic (39’) ma Cavagnaro è attento, mentre Llama finisce anch’egli sul taccuino dei cattivi: e a sorpresa, poco prima dell’intervallo, con una decisione che farà discutere Camplone effettua già i primi due cambi, forse punitivi, togliendo proprio due ‘senatori’ quali Barisic e Llama e inserendo Wellbeck e Rossetti. E così dopo un minuto di recupero le squadre vanno negli spogliatoi per l’intervallo sul punteggio di parità a reti inviolate. (agg. di R. G. Flore)

I LUCANI SFIORANO… L’AUTOGOL!

Nella sempre suggestiva cornice dello stadio “Massimino” (un lusso per questa categoria nonostante la compagine etnea stia faticando ultimamente per agguantare quella promozione tanto sperata) il Catania ospita questo pomeriggio il Picerno per una sfida che almeno sulla carta non dovrebbe avere storia: ma i ragazzi di Andrea Camplone vengono da due KO consecutivi e la matricola lucana, all’esordio assoluto in Serie C, hanno alternato a sconfitte preventivabili pure alcune piccole imprese che hanno consentito loro di stare lontani, per ora, dagli ultimi posti in classifica. E nei primi 10’ della sfida tra i rossoazzurri e la squadra di Mimmo Giacomarro sono ovviamente gli etnei a proporsi subito in avanti con l’argentino Llama che prima va al cross per Curiale e poi al 4’ si mette in proprio e prova un tiro che però non centra la porta difesa da Cavagnaro. Passano due minuti e Guerra per poco non fa autogol ingannando lo stesso Cavagnaro e con la sfera che termina in corner: la difesa dei rossoblu pare in bambola in questo avvio di match ma per ora regge il preventivato forcing dei siciliani. (agg. di R. G. Flore)

SI COMINCIA!

Manca ormai davvero pochissimo alla diretta di Catania Picerno, per ingannare la breve attesa adesso possiamo leggere le parole di Andrea Mazzarani, centrocampista del Catania, che nei giorni scorsi in conferenza stampa si è espresso così sul momento dei siciliani: “Dobbiamo migliorare l’attenzione all’inizio della partita specie fuori casa ed avere più cattiveria. Non dobbiamo andare subito alla ricerca del gol ma aspettare gli avversari e poi colpirli. Per raggiungere certi obiettivi bisogna fare punti fuori casa,dove invece facciamo il compitino e sbagliamo perchè siamo una squadra di qualità. Ci manca il movimento senza palla quando impostiamo”. Mazzarani ha parlato anche di alcuni problemi interni alla squadra etnea: “Bucolo, Biagianti e Marchese? E’ un situazione che un pochino ci ha destabilizzato. Soprattutto per i nuovi arrivati non è stato semplice perchè parliamo di giocatori importanti a livello caratteriale e di campo. Lo spogliatoio ha cercato solo di pensare alla partita, ma non è stato facile. I neo acquisti si sono ritrovati in una situazione nuova. Infatti se vedete le loro prestazioni, mentalmente erano pieni, non più liberi come all’inizio. Per quanto mi riguarda, e penso di parlare a nome di tutta la squadra, vogliamo che la situazione si risolva. E’ chiaro che come gruppo, noi con la società ci abbiamo già parlato per provare a ricucire il rapporto. Noi quello che possiamo fare lo facciamo, spetta alla società decidere”.(Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I BOMBER

Per la diretta di Serie C Catania Picerno andiamo a individuare dei possibili protagonisti per la sfida della nona giornata, utilizzando i dati della classifica dei marcatori. Ecco che allora dobbiamo mettere in evidenza per gli etnei il profilo di Lodi, che ha segnato 5 gol finora, ma pure quello di Di Piazza autore di 4 reti, e di Mazzarani, che ne ha firmate tre. Hanno poi troviamo la via del gol una volta sola anche Bucolo, Curiale, Sarno e Welbeck. Per il Picerno quando si parla di gol si fa riferimento al capocannoniere Santaniello, che ha messo a tabella 4 marcature finora. Oggi però teniamo d’occhio anche Nappello, con due reti e chi ha segnato una volta sola in campionato finora e dunque Bertolo, Caidi, Kosovan, Sparacello e Vanacore. (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

Ci avviciniamo alla diretta di Catania Picerno, valida per la nona giornata di Serie C e certo ora non possiamo non prendere in esame anche lo storico: pure però ci accorgiamo subito che prima di questo turno per il girone C, mai le due squadre si erano affrontate a viso aperto. Alla vigilia di questa sfida unica quindi e senza dubbio da non perdere, vale però la pena vedere come i due club vi approdano. Partendo dal Catania ricordiamo che il club è di ritorno da due KO di fila, contro Reggina e Ternana e certo ha fame di riscatto. Non se la passa meglio poi il Picerno: la graduatoria ci ricorda per la neopromossa solo la 13^ piazza, con 2 successi e pure 3 KO e tre pareggi, di cui l’ultimo firmato settimana scorsa col Bisceglie. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Catania Picerno, partita diretta dal signor Marco Monaldi, si gioca alle ore 15:00 di domenica 13 ottobre presso lo stadio Massimino: nella nona giornata del girone C di Serie C 2019-2020 gli etnei hanno bisogno di tornare a vincere. La sconfitta di misura contro la Ternana deve essere riscattata, non solo per il morale del gruppo ma anche perché gli stessi rossoverdi stanno andando in fuga in testa alla classifica, dunque il Catania deve dimostrare di saper tenere il passo per puntare alla promozione diretta, volendo evitare la tagliola dei playoff. Il Picerno era partito bene e si era lanciato verso una stagione da rivelazione, ma poi ha perso il passo: nell’ultimo turno ha colto un pareggio a Bisceglie che l’ha mantenuto pericolosamente vicino alla zona playout. Ad ogni modo il passo della squadra lucana, considerate tutte le premesse, non è certo negativo; ora però serve qualcosa in più per evitare di soffrire. Mentre aspettiamo la diretta di Catania Picerno vediamo anche in che modo le due squadre potrebbero disporsi sul terreno di gioco, analizzando le probabili formazioni della partita.

PROBABILI CATANIA PICERNO

Catania Picerno viene affrontata da Andrea Camplone con il 4-3-3: davanti a Furlan giocano Silvestri e Mbende con Calapai e Biondi che dovrebbero nuovamente agire da terzini. A centrocampo si prepara qualche cambio: potrebbe tornare titolare Llama che prenderebbe il posto di Welbeck, mentre in cabina di regia agirà sempre Lodi con l’altra mezzala che dovrebbe essere nuovamente Dall’Oglio. Spazio poi a Barisic a destra, nel tridente offensivo; rischia dunque Di Molfetta, Mazzarani è in vantaggio sulla concorrenza mentre Di Piazza e Curiale si giocano la maglia da centravanti, con il primo che rimane comunque favorito. Il Picerno di Domenico Giacomarro scende in campo con un 3-5-2 nel quale Lorenzini, Caidi e Fontana proteggono il portiere Cavagnaro; Melli e Guerra avanzano il loro raggio d’azione giocando come laterali di centrocampo, sulla stessa linea di Kosovan e Nappello che, in qualità di interni, supporteranno Vrdoljak che sarà il playmaker. In attacco, Sparacello dovrebbe tornare titolare per giocare al fianco di Santaniello, dunque è Calabrese che si avvia verso la panchina.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che l’agenzia di scommesse Snai ha fornito per Catania Picerno ci dicono di come gli etnei siano largamente favoriti: 1,38 volte la somma puntata è il valore del segno 1 che identifica la loro vittoria, già per il pareggio (segno X) siamo invece ad un corrispettivo di 4,25 volte la cifra messa sul piatto. L’eventualità del successo esterno come sempre viene regolata dal segno X: se le cose andassero in questo modo il vostro guadagno sarebbe di 7,75 volte la giocata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA