Diretta/ Espanyol Barcellona (risultato finale 2-2) video DAZN: gran gol di Wu Lei!

- Claudio Franceschini

Diretta Espanyol Barcellona streaming video DAZN: orario e risultato live della partita del RCDE Stadium che si gioca per la 19^ giornata della Liga.

suarez
Barcellona, Luis Suarez (Foto LaPresse)

DIRETTA ESPANYOL BARCELLONA (FINALE 2-2): WU LEI PAREGGIA!

A due minuti dal novantesimo l’Espanyol agguanta il pareggio e ferma il Barcellona sul risultato di due a due. A siglare il pari è il cinese Wu Lei, che con un diagonale perfetto supera Neto. I padroni di casa, sulle ali dell’entusiasmo e con l’uomo in più, provano persino a vincerla. All’ottantanovesimo minuto ci prova Calleri, il suo tentativo però sfuma in un nulla di fatto. Vengono concessi cinque minuti di recupero, all’interno dei quali non accade più nulla di rilevante. L’ultima della classe della Liga Spagnola ferma dunque il Barcellona sul risultato di due a due. Non mancano i rimpianti per una prima parte di secondo tempo abbastanza deludente per i padroni di casa, coi blaugrana che erano riusciti a rimetterla sui binari giusti. La formazione di Abelardo, tuttavia, non si è persa d’animo e dopo il rosso a De Jong ha trovato la forza per pareggiare l’incontro. Posta in palio divisa tra Espanyol Barcellona. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

VIDAL SORPASSA

Espanyol Barcellona sul risultato di uno a due quando mancano pochi minuti al novantesimo minuto. Il Barcellona ha pareggiato i conti ad inizio ripresa grazie ad un gol di Suarez, bravissimo ad infilarsi tra i centrali difensivi avversari e ad insaccare con una bella zampata. L’uno pari mette in crisi la squadra di casa, che pochi minuti dopo subisce persino il raddoppio. Questa volta ci pensa Vidal, con un colpo di testa, a completare la rimonta dei blaugrana. La gara si accende e l’arbitro è costretto ad estrarre un cartellino rosso quando De Jong trattiene Calleri con le cattive. Il Barcellona resta in dieci contro undici per l’ultimo scorcio della partita. Così l’Espanyol prende coraggio e ci prova subito con Vargas, il cui tentativo però sfuma largo. Un minuto dopo Neto diventa protagonista, con un grande intervento proprio su Vargas. L’Espanyol preme sull’acceleratore alla caccia del pareggio…  (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

LOPEZ DECIDE IL PRIMO TEMPO

Espanyol avanti uno a zero sul Barcellona al ventitreesimo minuto del primo tempo grazie al gol di David Lopez. Il giocatore dei padroni di casa sblocca il derby, approfittando di una disattenzione difensiva balugrana: con un bel colpo di testa, da posizione ravvicinata, supera Neto. Le proteste del Barcellona non trovano conferma nel check al Var: il gol dell’Espanyol, infatti, viene regolarmente confermato. Gli ospiti non ci stanno e provano subito a reagire affidandosi al solito Lionel Messi, la cui conclusione è facile preda del portiere Diego Lopez. Circa quindici minuti dopo ancora Messi, questa volta di testa, impegna il portiere di casa. I Bluagrana insistono e al quarantaduesimo squillano con Suarez, che colpisce il palo. Allo scadere del primo tempo ci ripova la ‘Pulce’, con una punizione che termina direttamente tra le braccia di Diego Lopez. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

SI GIOCA

Siamo al via della diretta di Espanyol Barcellona. Scorrendo la rosa dei biancoblu, notiamo tanti volti noti. David Lopez per esempio ha giocato nel Napoli tra il gennaio 2015 e il giugno 2016 (79 presenze e 3 gol), tornando infine a Barcellona dove aveva già disputato due campionati. Il quasi omonimo Diego Lopez, veterano di mille battaglie, era stato scelto come portiere titolare dal Milan ma dopo una buona stagione è finito in panchina per fare spazio all’allora sedicenne Gianluigi Donnarumma, ed è stato costretto a tornare in patria dove aveva giocato prevalentemente con Real Madrid (73 partite) e Villarreal (230). Abbiamo poi Didac Vilà, che in rossonero ha fatto una comparsata per sei mesi (nel 2011) con una singola apparizione in Serie A, a scudetto già vinto; infine Esteban Granero, prodotto della cantera del Real Madrid che prometteva tantissimo da giovane, ma che dopo i due anni ottimi a Getafe si è perso per strada e, passato anche da QPR e Real Sociedad, nel 2017 ha firmato per la squadra catalana. Adesso però diamo spazio a quello che ci dirà il campo e mettiamoci comodi, perchè finalmente il sentito derby Espanyol Barcellona sta per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Espanyol Barcellona sarà trasmessa esclusivamente sul canale 209 del satellite: la Liga è “proprietà” di DAZN che da qualche mese ha aperto il canale DAZN1 sul decoder di Sky, riservato di conseguenza ai clienti delle due emittenti. In alternativa ovviamente sarà disponibile il consueto servizio di diretta streaming video, grazie al quale si potrà installare l’applicazione DAZN su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone (oppure su una smart tv dotata di connessione a internet).

IL PROTAGONISTA

Abbiamo già visto che c’è un grande ex in Espanyol Barcellona: Abelardo Fernandez Antuna fa oggi il suo esordio sulla panchina biancoblu, dopo l’esperienza biennale con l’Alavés. Nativo di Gijon, ha giocato nello Sporting per cinque stagioni – giovanili escluse – per poi lavorarci per quasi dieci anni come tecnico delle giovanili e della prima squadra ma anche assistente per un breve periodo; nel 1994 Abelardo, che era un difensore, ha raggiunto un Barcellona che aveva già messo in bacheca i quattro campionati consecutivi sotto la guida di Johan Cruyff ma ha fatto in tempo a vincere due volte la Liga e fare doppiette anche in Coppa del Re e Supercoppa di Spagna, trionfando anche in Coppa delle Coppe e Supercoppa Europea. Per lui 8 stagioni nel Barcellona prima di andare a chiudere la carriera da calciatore nell’Alavés; pilastro anche della nazionale spagnola, vi ha giocato 54 partite mettendo al collo l’oro olimpico conquistato proprio nella città catalana (1992), questa sera per lui sarà assolutamente una partita speciale perchè, se anche non è la prima volta in cui sfiderà i blaugrana da avversario, lo farà all’esordio e per di più in quello che è un sentitissimo derby. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Naturalmente la storia di Espanyol Barcellona è ricca di incroci: impossibile dimenticare quel 2-2 firmato da Raul Tamudo al 90’ che, nella penultima giornata della Liga, era costato il titolo ai blaugrana. Oggi c’è un motivo in più per parlarne, perchè sulla panchina dei biancoblu sedeva Ernesto Valverde: l’attuale allenatore del Barcellona ha guidato l’altra squadra della città catalana, di cui è stato giocatore per due anni, tra il 2006 e il 2008 ottenendo un undicesimo e un dodicesimo posto. In generale il bilancio dell’Espanyol nel derby è pessimo: la vittoria di un anno fa nei quarti di Coppa del Re (gol di Oscar Melendo) è stata inutile perchè al ritorno il Barcellona ha ribaltato tutto qualificandosi, per trovare un altro successo biancoblu dobbiamo tornare addirittura al febbraio 2009 quando clamorosamente era arrivato il colpo esterno – doppietta del grande ex Ivan De La Pena – contro i blaugrana di Pep Guardiola primi in classifica, e destinati a vincere sei titoli su sei in quell’anno solare. L’ultima vittoria esterna del Barcellona è il 4-0 del dicembre 2018: doppietta di Leo Messi, sigilli di Ousmane Dembélé e Luis Suarez. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Espanyol Barcellona, in diretta dal RCDE Stadium, si gioca alle ore 21:00 di sabato 4 gennaio: la 19^ giornata della Liga 2019-2020 chiude il girone di andata e rappresenta per i blaugrana, primi a +2 sul Real Madrid con cui hanno pareggiato il Clasico, l’occasione per mettere il turbo e provare ad allungare in classifica. La squadra di Ernesto Valverde è qualificata agli ottavi di Champions League (dove incrocerà il Napoli) e comanda il campionato spagnolo, ma non ha mai davvero convinto nella prima parte della stagione; il sentitissimo derby dunque dovrà anche fornire delle risposte in questo senso, anche perchè gli avversari sono in un momento delicatissimo e ultimi in classifica, senza vittorie da otto giornate e dovendo recuperare 5 punti per la salvezza. Vedremo allora come andranno le cose nella diretta di Espanyol Barcellona, nel frattempo possiamo analizzare insieme quali possano essere le scelte dei due allenatori leggendo le probabili formazioni di questa partita.

PROBABILI FORMAZIONI ESPANYOL BARCELLONA

Non indifferente l’esordio di Abelardo in Espanyol Barcellona: il nuovo tecnico biancoblu, bandiera degli avversari nel suo periodo da calciatore, potrebbe ripristinare il 4-3-3 mandando dunque Espinosa e Calero a protezione di Diego Lopez, e riportando David Lopez a giocare da mezzala al fianco di Roca, con Darder o Granero che agirebbero da secondo interno di centrocampo. Didac Vilà e Javi Lopez potrebbero a quel punto essere i due terzini, mentre nel tridente offensivo uno tra Calleri e Campuzano si allargherebbe a destra lasciando la corsia sinistra a Lei Wu, sempre che lo stesso Granero non sia avanzato di posizione. Il Barcellona ha tante opzioni: in porta andrà ter Stegen con Piqué e uno tra Umtiti e Lenglet al centro della difesa, poi Nélson Semedo e Jordi Alba (ma occhio a Sergi Roberto) da laterali bassi con un centrocampo nel quale Frenkie De Jong torna titolare sulla mezzala con Sergio Busquets centrale, si candida Rakitic per la terza maglia in mediana mentre il tridente dovrebbe essere quello “pesante”, dunque con Messi e Griezmann che accompagnano Luis Suarez. I tre, al momento, hanno segnato complessivamente 30 gol nella sola Liga.

QUOTE E PRONOSTICO

Per Espanyol Barcellona, le quote che sono state previste dall’agenzia di scommesse Snai ci dicono che la squadra favorita per la vittoria è quella ospite e in maniera netta: il segno 2 per il successo dei blaugrana vale infatti 1,42 volte la vostra giocata contro il valore di 7,00 che è stato posto sul segno 1, a premiare l’affermazione biancoblu. Con il pareggio, regolato come sempre dal segno X, andreste a guadagnare una somma corrispondente a 4,75 volte la vostra giocata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA