Diretta Europei nuoto vasca corta 2019/ Quadarella-Caramignoli, altre medaglie!

- Michela Colombo

Diretta Europei nuoto vasca corta 2019: Simona Quadarella è medaglia d’oro negli 800, Martina Caramignoli si prende uno splendido bronzo. Elena Di Liddo solo sesta nei 50 farfalla.

Quadarella tuffo settecolli
Simona Quadarella, oro negli 800 agli Europei di nuoto in vasca corta 2019 (Foto LaPresse)

Simona Quadarella e Martina Caramignoli fanno sognare l’Italia agli Europei di nuoto in vasca corta 2019: le due atlete azzurre regalano altre due medaglie alla nostra spedizione a Glasgow. Oro per la romana, un trionfo annunciato che la Quadarella ha confermato disputando una finale in solitaria, chiusa con quasi un secondo e mezzo di vantaggio su Ajna Kesser. Al terzo posto però si è piazzata la Caramignoli, che ha saputo vincere lo sprint conclusivo: altro bellissimo risultato per l’Italia, che già ieri aveva piazzato due atlete (Benedetta Pilato e Martina Carraro) sul podio dei 50 rana, in quell’occasione oro e argento. Niente da fare invece per Elena Di Liddo nei 50 farfalla: la pugliese è giunta solo sesta (25’’37) nella finale vinta dalla francese Melanie Henique con il crono di 24’’56, a completare il podio la connazionale Beryl Gastaldello e poi, ex aequo, le danesi Emilie Beckmann e Jeanette Ottesen (quasi 32 anni) che salgono insieme sul gradino più basso con la medaglia di bronzo al collo. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LE GARE

La diretta tv degli Europei di nuoto in vasca corta 2019 sarà garantita da Rai Sport e Rai Sport +, che si collegheranno fin dal mattino per seguire le batterie e torneranno ovviamente con la sessione serale di semifinali e finali; in assenza di un televisore sarà possibile come sempre seguire le gare sul sito www.raiplay.it, dunque in diretta streaming video semplicemente servendosi di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.  CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

QUADARELLA IN VASCA PER GLI 800

Tra poco Simona Quadarella sarà in vasca per affrontare la finale degli 800 stile libero, agli Europei di nuoto in vasca corta 2019: a Glasgow la romana insegue una medaglia d’oro che ieri si è presa la straordinaria Benedetta Pilato, in un 50 rana che ha fatto registrare la doppietta italiana con l’argento di Martina Carraro. Intanto però si stanno disputando altre gare, tra cui ad esempio le semifinali dei 100 misti femminili (naturalmente ha brillato Katinka Hosszu che in 58’’35 ha ottenuto il miglior tempo, eguagliato però dalla britannica Siobhan O’Connor nella seconda semifinale); tra poco avremo anche la finale dei 100 farfalla maschili mentre ricordiamo che il programma della serata, dopo gli 800 femminili, si chiuderà con le finali dei 500 farfalla femminili della 4×50 mista. Non resta allora che aspettare quello che succederà in vasca, nella speranza che la nostra Simona Quadarella riesca a portare a casa un’altra medaglia per l’Italia agli Europei di nuoto in vasca corta 2019, che per noi sono iniziati decisamente bene. (agg. di Claudio Franceschini)

DANAS RAPSYS VINCE UN ALTRO ORO

Danas Rapsys si candida ad essere uno dei grandi personaggi degli Europei di nuoto in vasca corta 2019 a Glasgow. Infatti il lituano ha vinto la finale dei 200 stile libero maschili, facendo doppietta con i 400 vinti ieri: Rapsys si è imposto con il tempo di 1’41”12, precedendo il britannico Duncan Scott e il russo Mikhail Vekovishchev, sul podio con lui al secondo e al terzo posto. Buonissima la partecipazione dei due azzurri, che erano tra gli outsider: quinto Stefano Ballo in 1’42”33, sesto Filippo Megli in 1’42”77. Era senza italiani invece la finale dei 200 metri rana sempre al maschile, vinta dall’olandese Arno Kamminga davanti allo svedese Erik Persson e al tedesco Marco Koch. Una notizia non buona ci è arrivata invece dalle semifinali dei 50 farfalla femminili, dove Elena Di Liddo con il nono tempo e Ilaria Bianchi (tredicesima) sono rimaste escluse dalla finale che sarà disputata alla fine di questa sessione, nella quale dunque non avremo rappresentanti italiane. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VIA ALLE FINALI

La seconda giornata degli Europei di nuoto in vasca corta 2019 a Glasgow sta per entrare nel vivo. Fra pochissimi minuti infatti inizierà la sessione serale, naturalmente la più interessante perché mette in programma semifinali e finali, oggi con ben otto gare che assegneranno titoli e medaglie. Tra gli eventi più significativi, ricordiamo che avremo due azzurri nella finale dei 200 sl maschili, anche se Filippo Megli e Stefano Ballo agiranno da outsider, così come Lorenzo Tarocchi nei 400 misti sempre al maschile. Nei 100 dorso femminili scenderanno in acqua per la finale Silvia Scalia e Margherita Panziera, con speranze soprattutto per quest’ultima, poi ci sarà da fare il tifo anche per Piero Codia e Matteo Rivolta nella finale dei 100 farfalla maschili. Tutto questo in attesa degli 800 sl femminili, per noi la gara di maggiore spicco del giorno perché ci saranno soprattutto Simona Quadarella a caccia dell’oro, ma anche Martina Rita Caramignoli che potrebbe ambire al podio. Una citazione anche per i 50 farfalla femminili che prevederanno nella stessa sessione semifinali e finale, sperando dunque che Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi possano essere impegnate in una doppia fatica. Insomma, il menù sarà davvero ricchissimo: parola alla vasca da 25 metri di Glasgow e al cronometro! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PALTRINIERI VA IN FINALE

Completato il quadro delle batterie di questa mattina agli Europei di nuoto in vasca corta 2019 a Glasgow. Nei 100 dorso maschili sia qualificano per le semifinali due azzurri: Lorenzo Mora con il quinto tempo e Simone Sabbioni che ha chiuso invece al sesto posto, subito alle spalle del connazionale. Doppia qualificazione anche nei 100 misti femminili, anche se a sorpresa è stata soprattutto Costanza Cocconcelli a mettersi in evidenza con il quinto tempo complessivo, mentre Ilaria Cusinato si è salvata con il quattordicesimo tempo fra le ammesse in semifinale. Bella soddisfazione per Lorenzo Tarocchi, che nei 400 misti maschili ha conquistato l’ottavo e ultimo posto a disposizione per la finale, dal momento che naturalmente su questa lunga distanza sono previsti solamente due turni. Delusione invece dalla staffetta 4×50 mista misti (due uomini e due donne sui quattro stili): il quartetto composto da Scalia, Martinenghi, Ceccon e Cocconcelli infatti non è riuscito a portare l’Italia fra le prime otto e la finale sfuma. Infine la batteria dei 1500 sl maschili, naturalmente unico turno prima della finale. Qui ci cosa caro la regola dei soli due atleti per nazione che possono avanzare dalle batterie. Con Gregorio Paltrinieri (vincitore della propria serie) avanza un ottimo Domenico Acerenza, mentre resterà fuori dalla finale Gabriele Detti, ieri terzo sui 400. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

AVANZA FEDERICA PELLEGRINI

Primi verdetti dalle batterie in programma stamattina agli Europei di nuoto in vasca corta 2019 a Glasgow. Notizie importanti dai 200 stile libero maschile: questa gara in vasca corta prevede solamente due turni, di conseguenza dalle batterie si passerà subito alla finale e sono riusciti a qualificarsi ben due azzurri, Stefano Ballo con il quinto tempo e Filippo Megli ottavo. Prospettive dunque interessanti in una gara che è da sempre sera le più significative nel nuoto. Nei 50 farfalla femminili accedono in semifinale invece Elena Di Liddo con il quarto tempo e Ilaria Bianchi nona, mentre a Silvia Di Pietro non basta l’undicesimo posto per la regola che permette di avanzare solamente a due nuotatrici per nazione. Nulla da segnalare purtroppo nei 200 rana maschili, nei quali non avevamo azzurri in gara, nei 100 sl femminili invece avanza Federica Pellegrini, che accede in semifinale con il settimo tempo delle batterie. La Divina potrà dunque puntare all’accesso in finale, ma servirebbe poi un’impresa per lottare per il podio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VIA ALLE BATTERIE

Solo pochi istanti e dovremo dare la parola alla vasca per le prime batterie di questo day 2 degli Europei di nuoto in vasca corta 2019 e a Glasgow tutto è pronto per accogliere nuovamente i nostri azzurri, che sono arrivati in Scozia con uno squadrone ben nutrito, tra giovani a caccia di una medaglia e tanti big che puntano al primo gradino del podio, ma soprattutto alla riconferma del proprio avanzamento in vista dell’appuntamento a cinque cerchi di questa estate. Ora poi, tra i tanti protagonisti attesi non possiamo non spendere ancora due parole su Gregorio Paltrinieri, che con Acerenza e Detti sarà in vasca per le qualificazioni alla finale dei 1500 stile libero maschile, come ultimo appuntamento della mattina. Il nuotatore di Carpi è certo uno dei grandi favoriti alla medaglia d’oro in questa disciplina in questi Europei di nuoto in vasca corta, ma certo il rivale di sempre Romanchuck (oro in carica a Copenaghen 2017) gli darà del filo da torcere. Il giovane ucraino infatti è in grado di fare grandi cose nella vasca dimezzata, ma è pure noto il carattere del carpigiano, che certo non mollerà fino alla fine: entrambi poi beneficeranno dell’assenza annunciata del tedesco Wellbrock. Vedremo che accadrà dunque già questa mattina: si parte!

FOCUS SU FEDERICA PELLEGRINI

Protagonista assoluta in questa seconda giornata a Glasgow per gli Europei di nuoto in vasca corta è senza dubbio la Divina: Federica Pellegrini questa mattina dovrebbe essere in acqua per le batterie dei 100 metri stile libero, una disciplina che la nuotatrice azzurra a riabbracciato solo di recente, ma che già le ha portato le prime soddisfazioni. Pure però per lei, dal punto di vista tecnico, sarà ben difficile oggi trovare uno spazio per la finale, prevista peraltro questa sera stessa. Sappiamo infatti fin troppo bene che la nuotata della Pellegrini cresce sulla distanza e trovandosi a metà distanza della disciplina che l’ha resa tra le più grandi e a metà vasca di quanto di solito siamo abituati a vedere , c’è il fondato timore che sia una gara troppo veloce per l’azzurra, che in ogni caso ci offrirà una prova magistrale, ne siamo sicuri. Non scordiamo poi che la nuotatrice veneta ha fissato a Tokyo 2020 il suo obiettivo finale: è facile immaginare dunque che questi Europei in vasca corta siano per Federica Pellegrini una sorta di test per la sua preparazione, già entrata nel vivo nelle ultime settimane a Livigno. (agg Michela Colombo)

SECONDA GIORNATA DI GARE

Eccoci alla seconda giornata per gli Europei di nuoto in vasca corta di Glasgow 2019: anche oggi, giovedi 5  dicembre 2019 dunque si torna in acqua in Scozia per la manifestazione europea, che vede naturalmente anche i nostri azzurri come grandi protagonisti. Già nella giornata di ieri infatti il nostro squadrone ci ha regalato non poche  sorprese ma siamo solo all’inizio e ancora ci attendono gare e finali di grande prestigio, pure contate sulla metà vasca classica. Ma andiamo subito a ricordare a tutti gli appassionati come sarà possibile non perdersi un istante della diretta per gli Europei di nuoto in vasca corta 2019 di Glasgow: trovandoci in Scozia naturalmente dovremo poi fare i conti con il fuso orario con l’Inghilterra. Ecco che allora, secondo la formula classica di questo tipo di manifestazione, al mattino assisteremo a batterie e qualificazioni e i primi scenderanno in vasca alle ore 10,30 italiane. Solo nel tardo pomeriggio daremo il via libera a finali e semifinali, ma non prima delle ore 18,30 italiane.

DIRETTA EUROPEI VASCA CORTA 2019 GLASGOW: LE GARE DI OGGI CON FEDERICA PELLEGRINI

Andiamo dunque subito a vedere quali saranno le gare e i protagonisti che animeranno la diretta odierna per gli Europei di nuoto in vasca corta 2019 di Glasgow. Ecco che come detto prima oggi la prima gara sarà prevista alle ore 10,30 dove si partirà subito forte con le batterie dei 200 stile libero maschile dove pure non mancheranno i nostri azzurri come Meglio, Ciampi, Ballo e Zuin: di proseguirà poi con le prove preliminari del 50 farfalla femminili (Di Liddo, Bianchi  e Di Pietro), oltre che con i 200 rana maschili regno di Niccolò Martinenghi. Di fila ecco le batterie dei 100 m stile libero femminile dove si sono iscritte Federica Pellegrini e Silvia Di Pietro: a seguire da programma degli Europei di nuoto in vasca corta 2019 mettiamo in evidenza le qualificazioni dei 100 dorso maschile con Sabbioni e Restivo oltre che la gara dei 1500 stile libero maschile, ultima gara della mattina con gli azzurri Paltrinieri, Acerenza e Detti. Nel tardo pomeriggio sarà il via alle finali e qui nel calendario ufficiali segnaliamo come appuntamenti da non perdersi la finale dei 200 stile libero maschile e dei 100 m stile libero femminile, dove la Divina Federica Pellegrini proverà a trovare il podio. Gran finale della seconda giornata in vasca a Glasgow sarà poi con le finali dei 800 stile e della 50 farfalla femminile, oltre che con la staffetta 4×50 mista mista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA