Diretta/ Fiorentina Verona (risultato finale 1-1): scaligeri raggiunti in extremis!

- Claudio Franceschini

Diretta Fiorentina Verona streaming video DAZN: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 32^ giornata di Serie A, si gioca all’Artemio Franchi.

Ribery Rrahmani Fiorentina Verona lapresse 2020
Diretta Fiorentina Verona, Serie A 32^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA FIORENTINA VERONA (RISULTATO FINALE 1-1): SCALIGERI RAGGIUNTI IN EXTREMIS!

Il Verona si fa raggiungere in zona Cesarini dalla Fiorentina che al 96’ evita il KO e pareggia 1-1 al Franchi, un punto importante per i viola che in questa maniera rimangono davanti a Sampdoria e Udinese che altrimenti li avrebbero agganciati in classifica. Gli scaligeri escono dal campo con un mucchio di rimpianti, per l’occasione sprecata da Veloso che all’84’ sfiora il raddoppio, decisiva la deviazione di Pezzella con il pallone che si posa sull’esterno della rete. Nel recupero Silvestri si immola per fermare il lanciatissimo Kouamé ma all’ennesimo affondo deve alzare bandiera bianca: Chiesa sforna un assist perfetto per Cutrone che stavolta non può proprio sbagliare, Juric stava già assaporando i tre punti e probabilmente negli spogliatoi se li mangerà vivi per non aver saputo difendere il risultato fino al triplice fischio. {agg. di Stefano Belli}

CUTRONE GRAZIA L’HELLAS!

A metà del secondo tempo il Verona è sempre in vantaggio sulla Fiorentina per 1 a 0. A inizio ripresa Iachini si affida a Chiesa e Cutrone per ribaltare le sorti del match ma i viola stasera non riescono proprio a lasciare il segno nell’area di rigore avversaria. Proprio come giovedì scorso contro l’Inter, gli scaligeri sono partiti troppo forte nella prima frazione di gioco per poi calare alla distanza, partita che è diventata inguardabile, anche per colpa del forte vento che soffia al Franchi, praticamente impossibile effettuare un lancio lungo. Lirola al 68’ ci riesce facendo partire dai suoi piedi un traversone molto invitante per l’ex-attaccante di Milan e Wolverhampton, Silvestri esce a vuoto ma il numero 63 non riesce ad approfittarne, l’Hellas si salva ma l’attende un finale di passione. {agg. di Stefano Belli}

DRAGOWSKI ANTICIPA PESSINA

Fiorentina e Verona vanno al riposo sul punteggio di 0-1 in favore degli uomini di Juric. Dopo aver trovato la via del gol con Faraoni, gli scaligeri provano ad addormentare la partita tenendo i viola alla larga dalla porta di Silvestri. Gli uomini di Iachini si sforzano nel tentativo di pareggiare i conti ma non riescono a produrre palle gol degne di nota. Ribery inventa ma non sembra ricevere supporto da Kouamé e Sottil con Chiesa che probabilmente entrerà in campo solamente nel secondo tempo. Hellas in gestione che non ha corso grossi pericoli e che abbassa i ritmi per non crollare come accaduto nella gara di giovedì scorso contro l’Inter. Nel recupero gli ospiti provano ad affondare in contropiede, Di Carmine trova un varco per servire Pessina, Dragowski drizza le antenne e anticipa il numero 32 impedendogli di concludere a rete. {agg. di Stefano Belli}

FARAONI LA PIAZZA!

Al Franchi è in corso il match valevole per la 32^ giornata di Serie A tra Fiorentina e Verona, quando sono trascorsi circa venti minuti dal fischio d’inizio del signor Chiffi il risultato live è di 0-1. Sono gli scaligeri a prendere l’iniziativa e a fare la partita, la formazione di Juric vuole i tre punti per non perdere definitivamente le ruote dal gruppetto di squadre in corsa per un posto in Europa League, i viola non possono di certo dormire sonni tranquilli viste le accelerazioni di Lecce e Genoa. Al 7’ Pessina inventa un corridoio per Di Carmine che va al tiro, l’ex-attaccante del Perugia si deve accontentare del calcio d’angolo. L’Hellas colleziona tiri dalla bandierina ma gli uomini di Iachini si dimostrano molto attenti sulle palle inattive, arrivando sempre per primi. Poi al 17’ Amrabat confeziona un regalino niente male per Faraoni che ringrazia e batte Dragowski, gara in salita per i padroni di casa. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Fiorentina Verona sarà disponibile sul canale DAZN1, al numero 209 del decoder di Sky: sarà quindi un appuntamento fruibile anche dagli abbonati alla televisione satellitare che non abbiano invece sottoscritto un abbonamento con DAZN. Chi lo avesse fatto invece potrà seguire questa partita di campionato con il tradizionale servizio di diretta streaming video, attivando l’applicazione apposita su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

FORMAZIONI UFFICIALI!

La diretta di Fiorentina Verona comincia tra pochi istanti. Gli scaligeri continuano a sognare l’Europa, ma nel post-lockdown hanno faticato parecchio: stupisce in particolar modo che una squadra che aveva incassato 14 gol in 13 trasferte ne abbia subiti 5 nelle ultime due. In particolar modo Ivan Juric si può dire preoccupato per il modo in cui sono maturate le occasioni perse: contro Sassuolo e Brescia sono arrivate reti all’ultimo secondo, vero che quella di Alfredo Donnarumma è stata ininfluente (l’Hellas stava già perdendo) ma ha sancito l’impossibilità di recuperare la situazione, mentre a Reggio Emilia c’è stata una vera e propria beffa con il capolavoro di Rogério. Un Verona che fuori casa viaggia molto peggio in casa, avendo vinto solo un quinto delle partite (3 su 15) e segnando decisamente meno, un gol esatto a partita. Contro la Fiorentina, che al Franchi ha faticato parecchio, potrebbe esserci una buona occasione di risalire la corrente: dunque mettiamoci comodi e stiamo a vedere come andranno le cose, leggiamo le formazioni ufficiali e poi parola al campo perché Fiorentina Verona comincia! FIORENTINA (3-4-3): Dragowski; Milenkovic, Ger. Pezzella, Igor; Lirola, Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Sottil, Kouame, Ribery. Allenatore: Giuseppe Iachini VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Veloso, S. Amrabat, Dimarco; Pessina, Lazovic; Di Carmine. Allenatore: Ivan Juric (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

Fiorentina Verona inizia tra poco, ed è soprattutto la partita di Beppe Iachini: il tecnico ascolano, che sulla panchina viola ha preso il posto di Vincenzo Montella a stagione in corso, infatti è uno degli ex, ma per lui l’incrocio con l’Hellas rappresenta anche una sorta di derby. Tra le promozioni conquistate dalla Serie B infatti va annoverata quella con il Chievo, raggiunta nel 2008 eguagliando gli 85 punti della Juventus (che però ne aveva 9 di penalizzazione); un’esperienza che gli era valsa la Panchina d’Argento anche se poco prima la società clivense lo aveva esonerato. Nel Verona invece Iachini ha giocato per due stagioni, tra il 1987 e il 1989: era l’Hellas post-scudetto che iniziava ad avere problemi economici (tanto che lui stesso sarebbe stato venduto alla Fiorentina), ma con quella maglia il centrocampista aveva giocato una Coppa Uefa raggiungendo i quarti di finale. Nel ritorno di Brema fu Iachini a centrare un’incredibile traversa, avesse segnato sarebbe riuscito a portare il Verona addirittura alla semifinale della coppa europea. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Come andranno le cose in Fiorentina Verona? Diamo uno sguardo ad alcuni precedenti per capire cosa potremmo aspettarci da questa partita di Serie A. Le ultime due partite le hanno vinte gli scaligeri, che nel gennaio 2018 hanno clamorosamente espugnato il Franchi, da penultimi in classifica, con un4-1 firmato Jagos Vukovic, Moise Kean (doppietta) e Alex Ferrari, vendicando così il 5-0 che la Fiorentina aveva ottenuto al Bentegodi nel girone di andata. In generale comunque i viola hanno fatto meglio nel quadro recente, portando a casa sei vittorie; l’ultima al Franchi però risale al dicembre 2013 ed era stata un meraviglio 4-3, botta e risposta Borja Valero-Romulo e ribaltone gialloblu con Juan Iturbe, già al 14’ Borja Valero aveva fatto 2-2 e poi la Fiorentina aveva allungato con Juan Vargas e Giuseppe Rossi, prima che Jorginho accorciasse le distanze. Spicca comunque un altro successo che il Verona ha timbrato in Toscana, nell’aprile 2015: quella squadra si sarebbe salvata, e aveva festeggiato il successo proprio al 90’ minuto con il tap-in di Mounir Obbadi, e anche grazie a Rafael Andrade che aveva parato un rigore ad Alessandro Diamanti. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

A poche ore dalla diretta di Fiorentina Verona, va ricordato che oggi all’Archi per la 32^ giornata di Serie A è stato designato l’arbitro della sezione AIA di Padova Daniele Chiffi: con lui non mancheranno gli assistenti Meli e Pagliardini, come il quarto uomo Dionisi e la coppia Di Paolo-Carbone, riservata al Var-Avar. Fissando ora la nostra attenzione solo sul primo direttore di gara, scopriamo che Chiffi nella stagione calcistica corrente ha già messo da parte 17 direzioni, di cui 15 sono occorse per il primo campionato italiano: qui l’arbitro ha già distribuito 64 cartellini gialli e tre rossi, come decido di cinque calci di rigore. Possiamo anche ricordare che in carriera Chiffi ha già incontrato la Fiorentina quattro volte e pure nella stagione corrente della Serie A, quando i viola affrontarono il Sassuolo nella 29^ giornata. Sono invece cinque i precedenti registrati tra l’arbitro e il Verona, di cui gli ultimi due risalgono al campionato 2019-20 della Serie A, quando l’Hellas affrontò prima l’Udinese nel quanto turno, e poi il Milan nella 22^ giornata. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Fiorentina Verona va in scena in diretta dallo stadio Artemio Franchi, alle ore 19:30 di domenica 12 luglio: la partita è valida per la 32^ giornata del campionato di Serie A 2019-2020. I viola ormai sanno che il loro campionato si concluderà in maniera deludente, o comunque sotto le aspettative: tecnicamente Beppe Iachini potrebbe rischiare ancora la retrocessione, si parlava di Europa e dunque è chiaro che il rendimento sia stato ancora sotto il par. Tante le occasioni lasciate per strada, ultima delle quali il pareggio interno contro il Cagliari; adesso la Fiorentina gioca un’altra volta in casa e ha la possibilità se non altro di salire di colpi in classifica, ma il morale è basso.

Resta sempre ottimale quello del Verona che, al netto dei punti sprecati, ha invece disputato una stagione sopra le righe: gli scaligeri hanno sognato a lungo l’Europa ma poi hanno inevitabilmente rallentato la loro marcia, perdendo sul campo del Brescia e, appena prima, sprecando un doppio vantaggio contro il Sassuolo. Sarà interessante verificare quello che succederà nella diretta di Fiorentina Verona; aspettando che le due squadre scendano sul terreno di gioco, vediamo in che modo potrebbero essere schierate dai loro allenatori nella lettura delle probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA VERONA

Mancherà Duncan in Fiorentina Verona, pertanto ci sarà l’occasione per rivedere titolare Castrovilli: il giovane talento si prende il posto di mezzala al fianco di Pulgar (che torna titolare), da valutare la posizione di Badelj che potrebbe restare in campo oppure fare spazio ad Agudelo, una novità. In difesa torna capitan German Pezzella, che dovrebbe fare coppia centrale con Milenkovic: Caceres o Lirola per la fascia destra, Dalbert a sinistra. Dubbi davanti: Ribéry dovrebbe farcela, Federico Chiesa sarà probabilmente titolare, attenzione però a Kouame che è rientrato e che insidia la maglia del figlio d’arte così come quella di Vlahovic, comunque favorito su Cutrone.

Il Verona di Juric ovviamente non cambia assetto, e gioca con il 3-4-2-1: solita difesa a protezione di Silvestri con la guida di Kumbulla, mentre a centrocampo i due esterni dovrebbero essere ancora una volta Faraoni e Lazovic, con la coppia centrale formata da Miguel Veloso e Sofyan Amrabat. Per il marocchino partita speciale, visto che sarà un giocatore della Fiorentina dalla prossima stagione; Pessina, Verre e Zaccagni si contendono il posto sulla trequarti con il possibile inserimento di Borini, se dimostrerà di aver recuperato; Di Carmine e Stepinski sono in ballottaggio per il ruolo di prima punta.

QUOTE E PRONOSTICO

Il quadro del pronostico su Fiorentina Verona, secondo l’agenzia Snai, sorride ai viola: la loro vittoria è regolata dal segno 1 e vi permetterebbe di guadagnare una somma corrispondente a 2,10 volte l’importo investito, mentre con il segno 2 per il successo degli scaligeri andreste a guadagnare 3,50 volte quanto messo sul piatto. Il pareggio, identificato dal segno X, porta in dote una vincita che ammonta a 3,40 volte la vostra giocata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA