DIRETTA FORMULA 1/ Gp Russia 2019: ha vinto Hamilton, doppietta Mercedes, Leclerc 3^

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 gara Gp Russia 2019 Sochi: la Ferrari “regala” la doppietta alla Mercedes, vince Hamilton davanti a Bottas, solo terzo Bottas, ritirato Vettel (oggi domenica 29 settembre).

Formula 1
Diretta Formula 1, Ferrari e Mercedes (Foto: LaPresse)

Lewis Hamilton torna alla vittoria nel Gran Premio della Russia, sulla pista di Sochi il britannico conquista l’82^ successo in carriera e la Mercedes festeggia l’8^ doppietta stagionale con Valtteri Bottas che arriva in seconda posizione davanti a Charles Leclerc. Epilogo amaro per la Ferrari che torna a Maranello solamente con il terzo gradino del podio, le due Rosse che erano in testa nelle fasi iniziali della corsa finiscono alle spalle delle Frecce d’Argento. Dopo il ritiro di Vettel la virtual safety car consente ai portacolori della Casa di Stoccarda di fermarsi ai box mentre gli altri procedono al rallentatore e di guadagnare la posizione nei confronti del monegasco. Un errore di strategia fa perdere la piazza d’onore a Leclerc che si ferma di nuovo ai box per montare la soft cedendo la posizione a Bottas che riesce a difenderla fino alla bandiera a scacchi. La Red Bull limita molto bene i danni con Verstappen quarto e Albon quinto, il thailandese partiva alla pit lane e si è reso protagonista di una gran rimonta. A punti anche Sainz, Perez, Norris, Magnussen e Hulkenberg, quindici piloti al traguardo. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP RUSSIA: LECLERC DIETRO ALLE MERCEDES!

Mancano dieci giri al termine del Gran Premio della Russia, sedicesimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Sul circuito di Sochi lo scenario è cambiato completamente, le due Mercedes che a inizio gara erano relegate al ruolo di inseguitrici ora guidano il gruppo con Lewis Hamilton al comando davanti al suo fedele scudiero Valtteri Bottas. Charles Leclerc è retrocesso in terza posizione, il monegasco si è fermato nuovamente ai box per montare la gomma soft con l’obiettivo di fare un’ultima parte molto aggressiva e attaccare le Frecce d’Argento. La Scuderia di Maranello ha aspettato troppo per effettuare la sosta in regime di safety car (a causa dell’incidente di Russell, finito a muro per un problema ai freni della sua Williams) e così non è riuscita a stare davanti almeno a Bottas. In rettilineo le vetture della Casa d’Argento sono irraggiungibili, Hamilton si sta già involando verso la vittoria. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP RUSSIA: VETTEL SI RITIRA, HAMILTON NUOVO LEADER!

Quando siamo giunti a metà gara è arrivato il momento dei pit stop. Potrebbero essere le strategie a decidere il Gran Premio della Russia, sedicesimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Il primo dei big a fermarsi è stato Charles Leclerc che dopo 23 giri con la soft ha preso la via dei box per montare la gomma gialla, il monegasco prova a sfruttare l’undercut per riprendersi la posizione su Sebastian Vettel che lo aveva scavalcato alla partenza grazie al gioco delle scie. Il tedesco si ferma al 27^ passaggio rientrando in pista alle spalle del compagno che così si vede restituire il torto subito all’inizio. Poco dopo ecco il clamoroso colpo di scena che stravolge le carte in tavola: la SF90 numero 5 si ammutolisce all’improvviso tradendo Vettel costretto a fermarsi nella via di fuga. Grazie alla virtual safety car i due piloti Mercedes effettuano la sosta con Hamilton che resta davanti a Leclerc e diventa il nuovo leader della corsa. Max Verstappen è risalito in quinta posizione ma si trova a oltre 40 secondi da Vettel, ancora più indietro Albon che lotta con Gasly, i due si contendono anche il sedile Red Bull per il 2020. Nelle retrovie Raikkonen che ha dovuto scontare un drive through per falsa partenza. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP RUSSIA: VETTEL IGNORA GLI ORDINI DI SCUDERIA!

Le due Ferrari sono davanti a tutti nel Gran Premio della Russia che si sta correndo a Sochi: Sebastian Vettel è il leader della gara e precede Charles Leclerc. Quando la safety car è rientrata ai box, dal muretto gli strateghi della Scuderia di Maranello hanno chiesto al tedesco di restituire il comando della corsa al monegasco che alla partenza ha dato la scia al suo compagno di box consentendogli di scavalcare lui e soprattutto Lewis Hamilton che è lo spauracchio principale per il Cavallino Rampante. Vettel, che non ha vinto quattro titoli iridati per caso, ignora l’ordine di scuderia e comincia a spingere come un forsennato, prendendo un certo margine nei confronti di Leclerc con il britannico della Mercedes che invece si avvicina. In questa maniera lo scambio di posizioni non può avvenire perché il rischio di ritrovarsi alle costole la Freccia d’Argento numero 44 è davvero altissimo. Ricordiamo inoltre che le Rosse montano la gomma rossa e le vetture della Casa di Stoccarda sono partite con la media: Hamilton e Bottas possono così ritardare la sosta ai box mentre i ferraristi dovranno anche gestire il degrado delle soft che con i 35 gradi dell’asfalto andranno presto in sofferenza. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP RUSSIA: PARTENZA SUPER DI VETTEL!

Grandissima partenza di Sebastian Vettel che al via del Gran Premio di Russia fa un sol boccone di Lewis Hamilton e Charles Leclerc, portandosi al comando della corsa. Alle spalle delle due Ferrari da segnalare l’ottimo spunto di Carlos Sainz che è riuscito a superare Valtteri Bottas mettendosi in mezzo alle due Mercedes. Nelle retrovie incidente tra Daniel Ricciardo e Romain Grosjean, annata da incubo per il francese della Haas che viene tamponato dalla Renault dell’australiano e dall’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi, e finisce contro le barriere di protezione, ennesimo ritiro per lui. Piloti illesi ma macchine danneggiate, Ricciardo rientra ai box praticamente su tre ruote, a causa dei detriti sparsi lungo la pista il direttore di gara Michael Masi fa intervenire la safety car che rallenta l’andatura e compatta il gruppo. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP RUSSIA: TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Ci siamo, mancano davvero pochissimi minuti alla partenza del Gran Premio di Russia, sedicesimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Sul circuito ricavato all’interno del villaggio olimpico di Sochi (che ospitò i giochi invernali del 2014) la Ferrari prova a calare il poker con Charles Leclerc che scatterà dalla pole position, accanto al monegasco ci sarà Lewis Hamilton con la Mercedes che vuole interrompere a tutti i costi la striscia della Scuderia di Maranello cominciata a Spa-Francorchamps e proseguita a Monza e poi Singapore. In seconda fila Sebastian Vettel e Valtteri Bottas, più che guardare le spalle ai rispettivi compagni di box, cercheranno un varco per infilarsi e recitare un ruolo da terzi incomodi, cosa che al tedesco è riuscita alla perfezione domenica scorsa sulle strade di Marina Bay. Si prospetta una giornata difficile per la Red Bull con Verstappen che andrà a occupare la nona piazzola sullo schieramento mentre Albon si accomoderà addirittura in pit lane dopo essere andato a muro nelle qualifiche di ieri. McLaren e Renault a caccia di un piazzamento importante con Sainz che ha nel mirino i big. Sono previsti 53 giri per un totale di quasi 310 chilometri. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP RUSSIA: FERRARI MAI VINCENTE A SOCHI

La Ferrari non ha mai vinto a Sochi dove dal 2014 si corre il Gran Premio della Russia. Nella regione del Krasnodar è sempre stata la Mercedes a vincere lasciando le briciole agli avversari. Nella prima edizione Hamilton si impose davanti a Rosberg che arrivò secondo rimontando dall’ultima posizione dopo un incidente al via che lo costrinse a un pit stop forzato nelle fasi iniziali della corsa. Dodici mesi più tardi ci fu il bis del britannico con il figlio di Keke che si dovette ritirare per poi riscattarsi nel 2016, gara passata alla storia per il crash tra Vettel e Kvyat. L’anno dopo Bottas ottenne la sua prima vittoria in Formula 1 superando entrambe le Ferrari che partivano in prima fila. Ancora ci ricordiamo tutti cosa accadde la scorsa stagione, quando il finlandese che si stava involando verso il trionfo si vide chiedere da Toto Wolff in persona di lasciare strada a Hamilton che aveva bisogno di punti per ipotecare il quinto titolo iridato. Facce imbarazzatissime sul podio, tutti consapevoli che si trattò di un plateale ordine di scuderia per favorire l’indiscussa prima guida. Oggi la Scuderia di Maranello può finalmente sfatare il tabù con Leclerc che ieri ha conquistato la pole position nelle qualifiche e ha ancora il dente avvelenato per quanto accaduto una settimana fa a Singapore. Il monegasco vuole riprendersi quello che – secondo lui – gli è stato tolto e non guarderà in faccia a nessuno, il team manager Binotto è avvisato. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP RUSSIA: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

Domenica in compagnia della diretta Formula 1: infatti si corre il Gran Premio di Russia 2019 sul circuito cittadino di Sochi, sedicesimo appuntamento del Mondiale 2019 che vivrà una tappa che nelle precedenti cinque edizioni ha sempre visto lo stesso epilogo, cioè la vittoria della Mercedes, anche se con ben tre piloti diversi – tre successi per Lewis Hamilton e uno a testa per Nico Rosberg e Valtteri Bottas, l’anno scorso a dire il vero sacrificato per favorire il successo del britannico. Diciamo subito che la partenza della gara sul tracciato che sorge all’interno del Villaggio Olimpico dei Giochi invernali che si disputarono a Sochi nel 2014 avrà luogo alle ore 13.10 italiane; l’ora di fuso orario che si separa da questa località della Russia sul mar Nero farà sì che i semafori della diretta Formula 1 si spegnino alle ore 14.10 locali, dunque un’ora prima di quello che è diventato l’orario tradizionale delle partenze nel Mondiale di Formula 1. In Russia dunque la Ferrari non ha mai vinto, vedremo se questo memorabile mese di settembre per la Rossa si chiuderà con la ciliegina sulla torta.

DIRETTA FORMULA 1: LE QUALIFICHE

Un momento magico per Charles Leclerc, che sta facendo la differenza con la Ferrari. Il pilota monegasco ha conquistato la quarta pole position di fila nelle qualifiche del GP di Russia, centrando un traguardo che la scuderia di Maranello non centrava dal 2000 con Michael Schumacher. Il 21enne ha rifilato quattro decimi a Hamilton, mentre Sebastian Vettel ha chiuso con 23 millesimi di distanza dal campione del mondo in carica di Formula 1. Quest’ultimo ha accolto con soddisfazione il suo secondo posto, arrivato con una strategia diversa, ma dovrà fare attenzione a Vettel, che con le Soft potrà sfruttare il lungo rettilineo che porta alla prima curva. Non poteva sperare di più del quarto posto Max Verstappen con la Red Bull, ma dovrà partire dal nono posto per la penalità legata al nuovo motore Honda. Sembra essersi perso Valtteri Bottas con la Mercedes: la W10 sembra meno brillante e lui che è sempre andato forte a Sochi ha sofferto nelle qualifiche. Buon sesto posto di Carlos Sainz, che ha lasciato la Renault di Nico Hulkenberg a meno di un decimo. Lando Norris invece si piazza davanti a Romain Grosjean, che pure aveva fatto un bel giro con la Haas. A chiudere la top ten Daniel Ricciardo. Dall’undicesimo posto scivola al 16esimo Pierre Gasly, la cui Toro Rosso ha una penalità per lo stesso motivo di Verstappen. Dodicesimo Sergio Perez con la Force India. Lui ha fatto la differenza, invece Lance Stroll ha chiuso quindicesimo. Positiva la prestazione di Antonio Giovinazzi che sembra più veloce di Kimi Raikkonen sull’Alfa Romeo. Ci si aspettava di più da Kevin Magnussen, quattordicesimo staccato di 45 millesimi dal pilota pugliese. La sorpresa, ma in negativo, è stata Kimi Raikkonen, che non ha superato il primo taglio, ma non ha mai trovato il passo a Sochi. Buon diciassettesimo posto per George Russell con la Williams. Invece Alexander Albon è stato disastroso: incidente alla curva 13 e qualifiche alle ortiche. Le sue ultime deludenti prestazioni sembrano riqualificare Pierre Gasly, retrocesso in Toro Rosso. Niente qualifiche per Daniil Kvyat per il cedimento del motore Honda in FP3. Ma era già condannato all’ultimo posto per la penalità per aver usato un altro motore. (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA FORMULA 1: I DATI DEL GP RUSSIA 2019

Diamo pure alcune informazioni tecniche per vivere al meglio tutte le emozioni della diretta Formula 1: la gara del Gran Premio di Russia 2019 a Sochi si svolgerà sulla distanza di 53 giri, ognuno dei quali misura 5.848 metri, per un totale di 309,745 km. Sono ben 18 le curve che caratterizzano questo circuito, che dunque possiamo definire piuttosto tortuoso – e questo è uno dei motivi per i quali sorpassare è difficile e dunque la gara non è certo in genere di quelle più spettacolari, confermando la tradizione spesso non esaltante dei cosiddetti ‘tilkodromi’. Tornando ai dati tecnici della pista, il rettilineo d’arrivo è piuttosto breve, tanto che non sarà compreso fra i due tratti nei quali si potrà attivare il Drs: lo si potrà fare invece sul rettilineo immediatamente successivo, cioè quello compreso fra le curve 1 e 2, poi ancora nel veloce tratto centrale della pista, quello compreso fra le curve 10 e 13, anche se il punto più caratteristico della pista di Sochi è la lunghissima curva 3, che con i suoi 750 metri è la più lunga dell’intero Mondiale.

FRENI E GOMME: LE INFO TECNICHE

Per quanto riguarda i freni, Brembo ci informa che il Sochi Autodrom rientra nella categoria dei circuiti più impegnativi per i freni, con un indice di difficoltà pari a 4 su 5 nella scala dell’azienda lombarda. Il tempo speso in frenata in ogni giro è di quasi 15 secondi, che equivalgono al 16% della durata complessiva della gara, durante la quale un pilota frena circa 530 volte; dato particolarmente alto è quello della media delle decelerazioni massime sul giro (4,1 g) perché ad ogni giro vi sono dieci frenate, tutte con decelerazioni di almeno 2,8 g. In particolare, sono due le frenate del Sochi Autodrom classificate come impegnative per i freni, la più dura delle quali arriva alla curva 2, dove si passa da 333 a 131 km/h. Quanto alle gomme, Pirelli ha portato a Sochi le mescole White hard C2, Yellow medium C3 e Red soft C4: sono le tre mescole a metà gamma, evitando dunque la più dura C1 e la più morbida C5. Una peculiarità di Sochi è sicuramente l’asfalto liscio: il circuito è comunque poco impegnativo per gli pneumatici. Le mescole scelte quest’anno dovrebbero permettere ai piloti di spingere al massimo in ogni stint e di affrontare l’evoluzione del tracciato senza concentrarsi solo sulla gestione del passo gara. Adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento tanto atteso in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile al termine di una corsa difficile da affrontare; diamo dunque la parola all’autodromo nel Villaggio Olimpico: la diretta Formula 1 della gara del Gran Premio di Russia 2019 sul circuito di Sochi sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA