DIRETTA FORMULA 1/ Gp Arabia Saudita: Hamilton e Verstappen a pari punti!

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 gara GP Arabia Saudita 2021 Gedda live: Lewis Hamilton vince davanti a Max Verstappen, con i due campioni che ora sono appaiati in testa al campionato.

Gedda Formula 1
Diretta Formula 1: il circuito di Gedda

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: HAMILTON E VERSTAPPEN APPAIATI IN TESTA AL MONDIALE!

Lewis Hamilton e Max Verstappen sempre più ai ferri corti, sul podio del Gran Premio dell’Arabia Saudita i due non si sono nemmeno guardati e subito dopo la premiazione l’olandese ha tirato e se ne è andato, con il sette volte campione del mondo di Formula 1 che è rimasto a festeggiare con il suo scudiero Valtteri Bottas. La Mercedes ha messo le mani sull’ottavo titolo costruttori consecutivo grazie al terzo posto del finlandese – che ha battuto in volata Esteban Ocon – e soprattutto al ritiro di Sergio Perez, messo KO da Charles Leclerc. Ci aspettavamo grandi cose dal monegasco dopo la splendida qualifica di ieri ma le due bandiere rosse hanno tarpato le ali al ferrarista che non è andato oltre la settima posizione, davanti al suo compagno di box Carlos Sainz che partiva dalla quindicesima casella dello schieramento. L’Alpine perde il podio – sarebbe stato il secondo consecutivo dopo quello di Fernando Alonso (autore di una gara anonima) in Qatar – a poche centinaia di metri dalla bandiera a scacchi ma il quinto posto nel mondiale non dovrebbe toglierlo nessuno. Pierre Gasly va in tripla cifra con la sesta piazza mentre Yuki Tsunoda si fa prendere dall’irruenza finendo addosso a Sebastian Vettel, rovinando così la gara di entrambi. Antonio Giovinazzi si tiene lontano dai guai e torna a punti dopo oltre sei mesi di digiuno. Ma si parlerà a lungo delle decisioni prese da Michael Masi, che prima espone la bandiera rossa e ferma la corsa per l’incidente di Mick Schumacher, dalle immagini le barriere non sembravano danneggiate al punto da richiederne la sostituzione (operazione che avrebbe comportato un’enorme perdita di tempo). Poi però non fa intervenire la Safety Car (quella vera) quando i piloti si accorgono che la pista è piena di detriti per i vari contatti. Per non parlare poi di come è stato gestito il duello tra Hamilton e Verstappen con i due che si ostacolano più volte a vicenda, arrivano più volte al contatto (clamoroso quando il figlio di Jos rallenta per restituire la posizione al rivale senza cambiare traiettoria, l’inglese spiazzato dalla sua manovra gli va addosso e per miracolo non distrugge l’ala anteriore) e alla fine è l’olandese ad alzare il piede per preservare il motore in vista di Abu Dhabi. Tra una settimana ci sarà la definitiva resa dei conti, ma comunque andrà si scriverà la storia. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1: HAMILTON HA VINTO IL GP DELL’ARABIA SAUDITA, VERSTAPPEN E BOTTAS SUL PODIO!

Lewis Hamilton vince il Gran Premio dell’Arabia Saudita e aggancia Max Verstappen in testa al mondiale a una sola gara dalla fine del mondiale 2021 di Formula 1. Solamente nel 1974 Clay Regazzoni ed Emerson Fittipaldi si presentarono all’appuntamento conclusivo di Watkins Glen – poi funestato dal tragico incidente di Helmut Koinigg – a pari punti. Quello che è successo oggi a Jeddah ha dell’incredibile, tra bandiere rosse così de botto senza senso, manovre al limite della demenza senile e un direttore di corsa che sembra uscito da un film di Neri Parenti. Tant’è vero che dopo la cerimonia sul podio ci sarà un nuovo confronto tra i piloti e i team principal di Mercedes e Red Bull con le due scuderie che si accuseranno a vicenda. Un finale più velenoso non potevamo di certo immaginarlo. In tutto ciò la Casa di Stoccarda ipoteca il mondiale costruttori grazie al terzo posto di Valtteri Bottas che in volata brucia Esteban Ocon (autore comunque di una gara maiuscola) e soprattutto al ritiro di Sergio Perez, tamponato dalla Ferrari di Charles Leclerc. Il monegasco, che aveva tutte le carte in regola per puntare al podio, si deve accontentare del settimo posto alle spalle di Daniel Ricciardo e Pierre Gasly, ottavo l’altro ferrarista Carlos Sainz, di nuovo in zona punti Antonio Giovinazzi, nono davanti a Lando Norris. Fuori dalla top 10 Lance Stroll, Nicholas Latifi, Fernando Alonso, Yuki Tsunoda e Kimi Raikkonen, ritirato Sebastian Vettel. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: HAMILTON TORNA IN PISTA!

Volano i coltelli tra Lewis Hamilton e Max Verstappen che si stanno contendendo il mondiale 2021 di Formula 1. Sulla pista di Jeddah, dove siamo ormai alle battute conclusive del Gran Premio dell’Arabia Saudita, il sette volte iridato ha sferrato un altro attacco nei confronti della Red Bull numero 33 che si è difeso chiudendogli la porta in faccia ma tagliando la prima curva. Dal muretto gli dicono di cedere la posizione al suo rivale, l’olandese “obbedisce” alzando il piede senza però cambiare traiettoria, l’inglese spiazzato dalla sua mossa lo tampona e per miracolo non distrugge l’ala anteriore. Polemiche a non finire nei box con Michael Masi assolutamente incapace di gestire la situazione, Toto Wolff è una furia e lo cazzia in mondovisione, la direzione gara “interviene” punendo il figlio di Jos con 5 secondi di penalità. Tanto rumore per nulla, perché poi alla fine Verstappen ha alzato il piede facendosi superare dalla Freccia Nera numero 44… {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: DETRITI OVUNQUE IN PISTA!

Quando mancano 20 giri al termine del Gran Premio dell’Arabia Saudita – penultimo appuntamento del mondiale 2021 di Formula 1 – si rinnova il duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton con il pilota olandese della Red Bull al comando con un margine minimo nei confronti del sette volte iridato. In terza posizione, a oltre 10 secondi di ritardo, troviamo sempre l’Alpine di Esteban Ocon con Daniel Ricciardo e Valtteri Bottas che non riescono ad avvicinarsi. Pierre Gasly e Antonio Giovinazzi sono in lotta tra loro per il sesto posto, sempre in affanno la Ferrari con Carlos Sainz che è riuscito a superare Charles Leclerc, entrambi hanno beneficiato del contatto tra Yuki Tsunoda e Sebastian Vettel, entrambi sono ripartiti disseminando la pista di detriti, servono diverse Virtual Safety Car per dar modo ai commissari di pulire la sede stradale, Fernando Alonso via radio si lamenta delle decisioni prese quest’oggi da Michael Masi, ma l’asturiano ha interesse nel chiedere una nuova bandiera rossa visto che è quattordicesimo e non ha nulla da perdere. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: CAPOLAVORO DI VERSTAPPEN AL TERZO VIA!

Sfruttando la gomma gialla Max Verstappen brucia sia Esteban Ocon che Lewis Hamilton al terzo via del Gran Premio dell’Arabia Saudita, penultimo round del mondiale 2021 di Formula 1. Il pilota olandese si riprende così la leadership ma ora dovrà stare molto attento a gestire il degrado degli pneumatici con il sette volte iridato che invece utilizza una mescola più dura e potrà spingere senza fare troppi calcoli. In difficoltà Valtteri Bottas che è scivolato in quinta posizione, alle spalle della McLaren di Daniel Ricciardo, ancora peggio sta andando alla Ferrari con Charles Leclerc decimo e Carlos Sainz undicesimo, le due bandiere rosse hanno danneggiato pesantemente il monegasco dopo la brillante qualifica di ieri. Uno splendido Antonio Giovinazzi è settimo e ha messo nel mirino l’AlphaTauri di Pierre Gasly ma deve guardare attentamente negli specchietti perché Sebastian Vettel e Yuki Tsunoda gli metteranno pressione per indurlo all’errore. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: ALTRA BANDIERA ROSSA!

Per la seconda volta i commissari sono stati costretti a esporre la bandiera rossa per l’incidente che ha coinvolto Sergio Perez (tamponato da Charles Leclerc che fortunatamente non ha riportato danni alla sua Ferrari), George Russell e Nikita Mazepin. Il pilota inglese della Williams è stato costretto a rallentare per l’ingorgo che si è venuto a creare ed è stato centrato in pieno dalla Haas del russo che non ha frenato abbastanza. Troppi detriti in pista, nuova interruzione e tutti fermi ai box. Nel frattempo Lewis Hamilton con una partenza nettamente migliore era riuscito a superare Max Verstappen che poi ha tirato una staccata impressionante alla prima curva tagliando anche la chicane, Esteban Ocon ha approfittato della situazione per salire in seconda posizione mentre il sette volte campione del mondo di Formula 1 è sceso al terzo posto. Il direttore di corsa, Michael Masi, “propone” via radio alla Red Bull di restituire la posizione lasciando quindi il francese dell’Alpine in pole position, l’alternativa è una penalità più o meno pesante e la scuderia anglo-austriaca non può far altro che “accettare”. Di certo un duello così rusticano non lo vedevamo da tanti anni! {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: SCHUMACHER A MURO, BANDIERA ROSSA!

Il circuito di Jeddah miete la sua prima vittima: Mick Schumacher, che nel corso del 10^ giro perde il controllo della sua Haas nello stesso punto in cui è uscito di pista Charles Leclerc nelle prove libere del venerdì, finendo pesantemente contro le barriere. Retrotreno distrutto ma nessun danno fisico per il figlio di Michael che esce dall’abitacolo e si allontana sulle sue gambe. Inevitabile l’intervento della Safety Car, i piloti approfittano della neutralizzazione per effettuare il cambio gomme, Lewis Hamilton e Valtteri Bottas prendono la via dei box mentre Max Verstappen prosegue e diventa il nuovo leader del Gran Premio dell’Arabia Saudita, penultimo appuntamento del mondiale 2021 di Formula 1. Col senno di poi la mossa della Red Bull si rivela geniale perché improvvisamente il direttore di corsa Michael Masi espone la bandiera rossa, decisione che fa perdere le staffe al sette volte iridato che non se ne capacita. Un jolly letteralmente piovuto dal cielo per l’olandese che potrà sostituire gli pneumatici “gratis” mantenendo la leadership quando verrà data la ripartenza. Classifica al momento dell’interruzione: 1^ Verstappen, 2^ Hamileon, 3^ Bottas, 4^ Ocon, 5^ Ricciardo, 6^ Leclerc, 7^ Gasly, 8^ Perez, 9^ Sainz, 10^ Giovinazzi, 11^ Tsunoda, 12^ Raikkonen, 13^ Vettel, 14^ Norris, 15^ Alonso, 16^ Mazepin, 17^ Russell, 18^ Stroll, 19^ Latifi. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: NESSUN INCIDENTE AL VIA!

Partenza regolare con Lewis Hamilton che mantiene la prima posizione davanti a Valtteri Bottas, Max Verstappen e Charles Leclerc, bravissimo a difendersi dall’attacco di Sergio Perez che deve accodarsi. Fortunatamente non ci sono stati incidenti al primo giro e tutti hanno superato indenni le prime curve, il Gran Premio dell’Arabia Saudita è appena cominciato con le due Mercedes che provano a fare l’andatura e ad andare in fuga con la Red Bull numero 33 all’inseguimento delle Frecce Nere. Fuori dalla zona punti Antonio Giovinazzi che non è riuscito a tenere dietro un arrembante Fernando Alonso, anche Carlos Sainz ha recuperato terreno con un paio di bei sorpassi su Kimi Raikkonen e Yuki Tsunoda, lo spagnolo della Ferrari è risalito al dodicesimo posto e ha già messo nel mirino l’Alfa Romeo del pugliese. Nelle retrovie le Aston Martin di Sebastian Vettel e Lance Stroll con il canadese sotto investigazione per una manovra al limite del regolamento su George Russell. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Fervono i preparativi sulla griglia di partenza per il via del Gran Premio dell’Arabia Saudita, ventunesimo appuntamento del mondiale 2021 di Formula 1. A pochi minuti dallo spegnimento dei semafori la tensione è altissima, Lewis Hamilton e Max Verstappen si stanno giocando il titolo iridato e qualsiasi errore da qui in avanti può essere fatale. Ne sa qualcosa il figlio di Jos che ieri è andato a sbattere gettando alle ortiche una pole position che sembrava ormai in tasca, nonostante l’impatto contro il muro non è stato necessario sostituire il cambio sulla Red Bull numero 33, il che avrebbe comportato un arretramento di cinque posizioni sullo schieramento, con le conseguenze che vi lasciamo immaginare. La Ferrari punta su Charles Leclerc che nelle qualifiche ha conquistato un’insperata seconda fila, lasciandosi alle spalle gente come Sergio Perez e Pierre Gasly. Speriamo di non assistere a brutti incidenti come nella gara di F2 quando Théo Pourchaire, rimasto fermo in mezzo alla pista, è stato centrato in pieno da Enzo Fittipaldi che avrebbe riportato gravi ferite alle gambe. Ma il circuito di Jeddah, che si è rivelato velocissimo e davvero spettacolare, non fa dormire sonni tranquilli per via delle sue numerose curve cieche affrontate a tutta velocità. Sono previsti 50 giri per un totale di 308 chilometri. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA GARA

La gara della Formula 1 per il Gran Premio d’Arabia Saudita 2021 sul circuito di Gedda, appuntamento che sarà una novità assoluta nel calendario, sarà trasmessa in tv e streaming come ormai è tradizione da qualche anno su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che per la nona stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Per il Gran Premio d’Arabia Saudita, ventunesimo e penultimo atto del Mondiale che vive il lungo duello iridato, la programmazione riserva notizie da sapere anche per chi non è abbonato Sky, infatti su Tv8 la corsa da Gedda non sarà visibile in tempo reale e non si potrà dunque vivere tutte le emozioni che arriveranno dal circuito senza alcun ritardo.

Anche quest’anno la telecronaca di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da una schiera di commentatori tecnici d’eccezione tra cui Marc Gené e Davide Valsecchi. Pur con le limitazioni imposte dal Covid, le “padrone di casa” saranno Federica Masolin e Mara Sangiorgio, mentre Matteo Bobbi sarà l’uomo degli approfondimenti dalla Sky Sport Tech Room. La Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie a Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove e le gare di Formula 1 in streaming video tramite l’applicazione Sky Go.

Per quanto riguarda la tv in chiaro, come abbiamo detto questo non è un weekend visibile in tempo reale in chiaro, la gara del Gp Arabia Saudita 2021 di conseguenza si potrà vedere su Tv8 dal circuito di Gedda, ventunesimo atto della stagione 2021, ma solo in differita alle ore 19.30. Infine vi indichiamo i riferimenti del Mondiale su Twitter, gli account ufficiali @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook F1, che potranno essere particolarmente preziosi anche in questa giornata che promette di regalarci spunti di notevole interesse.

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: A CHE ORA SI CORRE?

Domenica nel segno della diretta Formula 1 che entra nel suo gran finale con entrambi i titoli ancora da assegnare: sul circuito di Gedda si corre il Gran Premio d’Arabia Saudita 2021, un appuntamento inedito ma che subito potrebbe entrare nella svolta, perché il duello tra il campione del Mondo in carica Lewis Hamilton e il suo grande rivale (nonché leader tra i Piloti) Max Verstappen sta infiammando una stagione meravigliosa per tutti gli appassionati. Adesso siamo in Arabia Saudita, su una pista inedita per la Formula 1 e con gara in notturna, due variabili che avevamo riscontrato già in Qatar e che potrebbero movimentare ulteriormente un Gran Premio che già di suo sarà avvincente.

Il ventunesimo e penultimo appuntamento di un Mondiale 2021 che ha ancora tantissimo da dire vedrà la partenza della gara sul tracciato di Gedda avere luogo alle ore 18.30 italiane, cioè quando in Arabia Saudita saranno le 20.30 locali, considerate le due ore di fuso orario che separano l’Italia dal maggiore Stato del Medio Oriente, dove si gareggerà in prima serata. Un palcoscenico affascinante per il penultimo atto di una sfida che è durata per tutto l’anno e che metterà in palio tra qui e Abu Dhabi anche il Mondiale Costruttori tra Red Bull e Mercedes, sperando che la Ferrari possa comunque togliersi qualche soddisfazione.

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: LE QUALIFICHE

Il circuito cittadino di Jeddah ha ospitato una delle qualifiche più belle nella storia della Formula 1. Alla fine l’ha spuntata Lewis Hamilton che si è preso la pole position con un super giro completato in 1’27”511. Max Verstappen stava per fare addirittura meglio di lui ma il pilota olandese, ancora giovane – ricordiamo che ha 24 anni contro i 36 del sette volte campione del mondo – ha compiuto un errore di inesperienza andando troppo vicino al muro, proprio all’uscita dell’ultima curva la Red Bull numero 44 si è stampata contro le barriere con la sospensione posteriore destra che si è piegata e a quel punto il figlio di Jos, con estremo disappunto, si è dovuto fermare a poche centinaia di metri dalla linea del traguardo. La Mercedes ringrazia e si prende tutta la prima fila con Valtteri Bottas secondo a 111 millesimi dal suo compagno di box e che oggi sarà chiamato a guardargli le spalle, cercando di non fare disastri come in Messico. In seconda fila troviamo anche una Ferrari, quella di Charles Leclerc, che in extremis compie un autentico capolavoro scavalcando Pierre Gasly e Sergio Perez, sarà quindi il monegasco ad affiancare il leader del campionato che ha comunque dimostrato di poter tenere il ritmo delle Frecce Nere e anche di poterle superare in pista. Da sottolineare l’ottima prestazione di Antonio Giovinazzi che si è spinto fino alla Q3 e avrà la possibilità di puntare alla zona punti nel giorno della sua penultima gara con l’Alfa Romeo.

Passiamo ora alle note dolenti: Daniel Ricciardo non riesce a superare la seconda manche, un brutto colpo per la McLaren impegnata nella lotta per il terzo posto nella classifica costruttori ma che non può fare affidamento soltanto su Lando Norris per vincere il duello con la Scuderia di Maranello; Fernando Alonso, reduce dal podio in Qatar, ritorna sulla Terra con la sua Alpine che lo relega in tredicesima posizione; Carlos Sainz va in testacoda e rovina l’ala posteriore che gli impedisce di lanciarsi nuovamente perché in quelle condizioni la sua SF21 è semplicemente inguidabile, si prospetta una domenica difficile per i due spagnoli. Ancora peggio è andata all’Aston Martin con Sebastian Vettel e Lance Stroll già fuori dopo la prima manche, al pari di Nicholas Latifi, Mick Schumacher e Nikita Mazepin.

DIRETTA FORMULA 1, GP ARABIA SAUDITA: LE CARATTERISTICHE DI GEDDA

Per presentare meglio la diretta Formula 1 del Gran Premio d’Arabia Saudita, diamo subito anche alcune importanti informazioni tecniche per conoscere meglio questa pista che abbiamo iniziato a scoprire nei giorni delle prove, ma naturalmente è inedita per il Circus: la gara di Gedda si svolgerà sulla distanza di 50 giri, ognuno dei quali misura 6.174 metri, per un totale di 308,450 km. Si tratta di un circuito che non è facile da spiegare sulla carta: cittadino e caratterizzato dalla bellezza di 27 curve, con questi due dati si potrebbe pensare a una fotocopia araba di Montecarlo, in realtà sarà molto veloce e solo poche di queste 27 curve richiederanno ai piloti di frenare davvero.

Spicca senza dubbio il dato relativo alla lunghezza, perché Gedda sarà la seconda pista più lunga del Mondiale di Formula 1 dopo Spa Francorchamps, mentre il fatto che si tratti di un circuito cittadino (per la precisione siamo sul lungomare) potrebbe incidere soprattutto per il fatto che le barriere sono vicine, dunque potrebbe essere alto il rischio di utilizzo della Safety Car. Infine, saranno ben tre le zone in cui poter utilizzare il Drs, attivabile dunque sul rettilineo del traguardo ma poi anche tra le curve 20 e 22 e di nuovo nel tratto fra la 24 e la 27, sempre per chi avrà meno di un secondo di ritardo dalla macchina che lo precede ai vari Detection Point.

DIRETTA FORMULA 1: INFO TECNICHE SU FRENI E GOMME

Gedda circuito inedito per la Formula 1, sarà dunque una sfida particolare anche per freni e gomme. Brembo classifica il Jeddah Corniche Circuit nella categoria dei circuiti mediamente impegnativi: come abbiamo già accennato, vi sono molte curve nelle quali nemmeno si deve frenare, tra queste addirittura cinque consecutive dalla 8 alla 12. Non a caso, in ogni giro i piloti utilizzeranno i freni per complessivi 9,6 secondi (il 14% del tempo), un valore simile a Imola, che però è un circuito più corto di quasi 1,3 km. Le decelerazioni non andranno mai oltre i 4,5 g, dunque non ci saranno i picchi che riscontriamo altrove, mentre la curva più impegnativa sarà la 27 (ultima del circuito) perché le monoposto vi arrivano dopo aver frenato per l’ultima volta alla curva 22. Si passerà da 317 a 110 km/h in 2,6 secondi e 127 metri.

Quanto alle gomme, Pirelli non si è presa azzardi in questo momento campale della stagione e su una pista inedita: le mescole saranno le tre intermedie e quindi la C2 come dura, la C3 come media e la C4 come soft, evitando C1 e C5. I pneumatici saranno costantemente al lavoro a causa delle 27 curve ed inoltre bisogna tenere presente l’evoluzione della pista su un circuito mai utilizzato prima e “gommato” in questo weekend nei vari turni di prove più gli eventi di contorno. Correndo in notturna, ci si aspetta più umidità ma naturalmente anche temperature non eccessive. Adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento tanto atteso in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile al termine di una gara che potrebbe essere divertente e spettacolare: la diretta Formula 1 della gara del Gran Premio d’Arabia Saudita 2021 sul circuito di Gedda sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA