Diretta Formula 1/ Da Abu Dhabi all’Australia, dove ripartirà la caccia a Hamilton!

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1, gara Gp Abu Dhabi 2020 live da Yas Marina: cronaca, ordine d’arrivo, podio e vincitore dell’ultima corsa stagionale (oggi 13 dicembre).

Hamilton Formula 1
Lewis Hamilton con il casco di Michael Schumacher (LaPresse)

Anche quest’anno nel Gran Premio di Abu Dhabi le emozioni sono arrivate dopo la bandiera a scacchi, quando è calato definitivamente il sipario sull’avventura di Sebastian Vettel al volante della Ferrari: il tedesco ci teneva sicuramente a salutare la Scuderia di Maranello con un bel risultato invece di chiudere in quattordicesima posizione, doppiato, interpretando il ruolo di chicane mobile durante i 55 giri che hanno caratterizzato l’ultima tappa del mondiale 2020 di Formula 1. Uno dei peggiori di sempre per il Cavallino Rampante con zero vittorie, tre podi e il sesto posto nel campionato costruttori, bisogna tornare indietro al 1980 per vedere una Rossa così in basso. Per l’anno prossimo, con gli sviluppi sostanzialmente congelati, le prospettive non sono di certo esaltanti: magari si potrà lavorare sulla power-unit ma sarà impossibile azzerare l’enorme gap nei confronti della Mercedes e della Red Bull. La Casa di Stoccarda alle prese con problemi di affidabilità – vedi il motore rotto da Sergio Perez nelle fasi iniziali della corsa – ha deciso di depotenziare le MGU-K delle W10 di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, non è un caso che Max Verstappen si sia involato verso la vittoria senza essere minimamente infastidito dalle due Frecce Nere che si sono accontentate di salire sul podio. In particolare l’inglese, che una settimana a quest’ora era a letto con la febbre e in preda al Covid-19, oggi è apparso l’ombra di se stesso e a momenti stava per essere superato da Alexander Albon, se la gara fosse durata qualche minuto di più il thailandese avrebbe potuto prendere la posizione sul sette volte campione del mondo. Se il messicano della Racing Point è riuscito a difendere il quarto posto nella classifica piloti, la McLaren si è invece tolta la soddisfazione di prendersi la terza posizione in quello costruttori grazie ai piazzamenti di Lando Norris e Carlos Sainz: premiata la regolarità del team di Woking che solamente in Russia non ha ottenuto punti, e dal 2021 con la power-unit Mercedes e l’arrivo di Daniel Ricciardo spera di poter compiere un ulteriore salto di qualità. Così come Fernando Alonso confida nel rilancio del marchio Alpine da parte della Casa della Losanga per tornare a lottare con i big, come ai vecchi tempi. Un’altra scuderia che vuole voltare al più presto pagina è la Haas, che ripartirà con due giovani promesse (Mazepin e Schumacher) e l’obiettivo di riscattare una stagione che tutti ricorderanno per il drammatico incidente di Romain Grosjean anziché per i risultati ottenuti in pista. Dopo la – breve – sosta invernale, i motori torneranno a ruggire il prossimo 21 marzo, a Melbourne, per il Gran Premio d’Australia. Pandemia permettendo… {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ABU DHABI: HA VINTO VERSTAPPEN!

Max Verstappen ha vinto il Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del mondiale 2020 di Formula 1. Il pilota olandese della Red Bull taglia il traguardo con 15 secondi di vantaggio nei confronti di Valtteri Bottas, Lewis Hamilton arriva in terza posizione e se la gara fosse durata qualche giro in più probabilmente sarebbe stato messo nel mirino da Alexander Albon che chiude quarto. Entrambe le Mercedes a podio ma oggi sono uscite nettamente sconfitte dal confronto con il figlio di Jos, le MGU-K potenziate hanno tarpato le ali alle Frecce Nere che comunque portano a casa entrambi i titoli per il settimo anno consecutivo. La McLaren conquista il terzo posto nel campionato costruttori grazie ai piazzamenti di Lando Norris e Carlos Sainz e scavalcano la Racing Point a punti solamente con Lance Stroll (decimo, superato da Esteban Ocon a pochi metri dalla bandiera a scacchi). Daniel Ricciardo saluta la Renault con il settimo posto e il giro più veloce, Pierre Gasly regala gli ultimi 4 punti stagionali all’AlphaTauri mentre la Ferrari resta fuori dalla top 10 con Leclerc tredicesimo e Vettel quattordicesimo, entrambi doppiati. Un 2020 da cancellare per la Scuderia di Maranello. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ABU DHABI: LE FERRARI FUORI DALLA ZONA PUNTI

Dieci giri separano Max Verstappen dalla seconda vittoria stagionale: il pilota olandese della Red Bull ha quasi 10 secondi di vantaggio nei confronti di Valtteri Bottas, il Gran Premio di Abu Dhabi è saldamente nelle sue mani. Il dominatore del mondiale 2020 di Formula 1, Lewis Hamilton, vivacchia in terza posizione e per lui obiettivamente sarebbe già un successo salire sul podio considerando che domenica scorsa a quest’ora si trovava a letto febbricitante, messo KO dal Covid-19. Ampiamente consolidate anche le posizioni di rincalzo con Alexander Albon quarto davanti alle due McLaren di Lando Norris e Carlos Sainz, il team di Woking grazie al ritiro di Sergio Perez chiuderà al terzo posto nella classifica del campionato costruttori. Entrambe le Renault in zona punti con Ricciardo settimo e Ocon decimo, anche se il francese deve stare attento a Kvyat che si sta avvicinando sempre più. Charles Leclerc è tredicesimo e non tiene nemmeno il ritmo dell’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen, alle spalle del monegasco l’altra Ferrari di Sebastian Vettel. La Scuderia di Maranello si appresta a chiudere l’anno nel peggiore dei modi. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ABU DHABI: VERSTAPPEN SALDAMENTE AL COMANDO

Max Verstappen è sempre al comando del Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento della stagione 2020 di Formula 1. L’olandese ha un margine rassicurante nei confronti di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, gara anonima per il sette volte campione del mondo che non è al top della forma fisica essendo appena guarito dal Covid. Per il momento giù dal podio Alexander Albon che occupa la quarta posizione ma può dormire sonni tranquilli visto che Daniel Ricciardo e Lando Norris si trovano a oltre 15 secondi di ritardo. Ancora più indietro le Ferrari con Sebastian Vettel ottavo ma che ancora fermarsi a cambiare le gomme, chi invece ha già effettuato il pit stop è Charles Leclerc che è precipitato nelle retrovie e ora prova a recuperare anche se in questo momento non riesce nemmeno a prendere la Williams di George Russell. Inspiegabilmente il muretto box di Maranello non lo ha richiamato quando la corsa è stata neutralizzata con la Safety Car, facendogli poi perdere un mucchio di tempo e rendendolo un bersaglio facile per chi lo inseguiva. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ABU DHABI: RITIRATO PEREZ, I BIG AI BOX

L’ultima gara di Sergio Perez con la Racing Point e probabilmente in Formula 1 si è conclusa nel peggiore dei modi, con il motore Mercedes che ha piantato in asso il messicano proprio quando aveva messo nel mirino le Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel. Il vincitore di Sakhir si è dovuto fermare nella via di fuga e il Gran Premio di Abu Dhabi è stato momentaneamente neutralizzato per consentire ai commissari di rimuovere la vettura ferma in mezzo alla pista. In regime di Safety Car i piloti di testa partiti con la gomma rossa o gialla ne hanno approfittato per fermarsi e fare un pit stop “gratis”: il leader Verstappen, Bottas e Hamilton sono passati alla hard anche se il sette volte campione del mondo non sembra particolarmente entusiasta di questa strategia, convinto che sarà quasi impossibile arrivare in fondo con questi pneumatici. Non cambiano le posizioni di testa se non per Daniel Ricciardo che non essendo passato per i box è risalito al quinto posto, ma non sarà facile per l’australiano tenere dietro Lando Norris che adesso ha gomme molto più fresche delle sue. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ABU DHABI: NESSUN INCIDENTE AL VIA

Il Gran Premio di Abu Dhabi è cominciato senza incidenti: Max Verstappen ha difeso brillantemente la prima posizione nei confronti di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton che si sono dovuti accodare, mentre alle spalle delle Mercedes Lando Norris respingeva l’attacco di Alexander Albon. Bene ma non benissimo Charles Leclerc che con gomma gialla si è fatto superare da Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo, entrambi con la hard. La mescola più performante al momento non sta funzionando sulla Ferrari del monegasco scivolato in 13^ posizione e a momenti rischiava di essere scavalcato anche dall’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen. Dall’ultimo posto sulla griglia di partenza Sergio Perez si è già sbarazzato di Nicholas Latifi e Pietro Fittipaldi e ha messo nel mirino Kevin Magnussen, il danese saluterà la Formula 1 al termine di questa gara. Potrebbe essere l’ultima apparizione anche per Daniil Kvyat, il russo attualmente occupa la settima posizione e proverà a fare bella figura per convincere l’AlphaTauri – intenzionata a ingaggiare il giapponese Yuki Tsunoda – a confermarlo pure per la prossima stagione. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA GARA

La gara della Formula 1 per il Gran Premio di Abu Dhabi 2020 sul circuito di Yas Marina sarà trasmessa in tv e streaming come ormai è tradizione da qualche anno su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che per l’ottava stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Per il Gran Premio di Abu Dhabi, che sarà il diciassettesimo e ultimo atto del Mondiale che ha un calendario molto diverso dal solito (tra le salienti novità della Formula 1 ai tempi del Coronavirus), la programmazione riserva notizie da sapere anche per chi non è abbonato Sky, infatti su Tv8 la corsa sarà visibile in tempo reale, proprio perché si tratta dell’ultima corsa della stagione. Le emozioni che ci garantirà il circuito di Yas Marina saranno dunque visibili a tutti gli appassionati di Formula 1, abbonati oppure no: che cosa succederà? La Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie a Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove e le gare di Formula 1 in streaming video tramite l’applicazione Sky Go.

DIRETTA FORMULA 1, GP ABU DHABI: TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Sta per partire il Gran Premio di Abu Dhabi sul circuito di Yas Marina, sede dell’ultima gara del mondiale 2020 di Formula 1. Oggi sarà l’ultima volta che vedremo Sebastian Vettel al volante della Ferrari, dopo 6 stagioni e 2 titoli sfiorati il tedesco saluterà la Scuderia di Maranello per approdare all’Aston Martin che dall’anno prossimo prenderà il posto della Racing Point. Altri due piloti che cambieranno prestano casacca saranno Carlos Sainz e Daniel Ricciardo: lo spagnolo diventerà il nuovo compagno di squadra di Charles Leclerc mentre l’australiano erediterà il suo sedile in McLaren, con Fernando Alonso che rientra in Renault grazie alla partenza dell’ex-portacolori della Red Bull. La scuderia anglo-austriaca deve ancora scegliere tra Sergio Perez, Nico Hulkenberg e Alexander Albon: uno dei tre affiancherà Max Verstappen che partirà davanti alle Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Sono previsti 55 giri per un totale di 305 chilometri. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ABU DHABI: MGU-K DEPOTENZIATE PER LEMERCEDES

Le rotture sulle macchine di Sergio Perez e George Russell hanno convinto i vertici della Mercedes a depotenziare le MGU-K sulle Frecce Nere di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Questo spiegherebbe in parte la pole position ottenuta da Max Verstappen nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento della stagione 2020 di Formula 1, con l’olandese che ha potuto spremere la sua Red Bull, cosa che non ha potuto fare il sette volte campione del mondo che si è dovuto accontentare della seconda fila sulla griglia di partenza. Il pilota inglese è appena guarito dal Covid e quindi per forza di cose non può essere al 100% della forma fisica. Nonostante i titoli piloti e costruttori conquistati con ampio margine, la Casa di Stoccarda ci tiene comunque a congedarsi con un bel risultato e non sarebbe il massimo a livello di immagine chiudere l’anno in una nuvola di fumo, come accaduto venerdì scorso all’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen con il finlandese che in prima persona ha spento con l’estintore le fiamme sprigionatesi dagli scarichi della sua monoposto. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ABU DHABI: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

Domenica nel segno della diretta Formula 1 dal circuito di Yas Marina, dove si corre il Gran Premio di Abu Dhabi 2020, il diciassettesimo e ultimo appuntamento del Mondiale 2020. Diciamo subito che la partenza della gara sul tracciato degli Emirati Arabi Uniti avrà luogo alle ore 14.10 italiane nonostante tre ore di fuso orario, cioè quando ad Abu Dhabi saranno le 17.10 del pomeriggio; in effetti una delle caratteristiche tipiche di questa corsa è che si parte ancora con la luce del sole, sia pure al tramonto, mentre si arriva con il buio, con la pista a quel punto illuminata dalle luci artificiali. Questo è uno degli elementi che danno fascino alla diretta Formula 1 del Gran Premio di Abu Dhabi, che in realtà tecnicamente non è certo fra gli appuntamenti più entusiasmanti della stagione. Fascino ulteriore naturalmente è garantito quando nell’ultima gara della stagione il Mondiale è ancora aperto; quest’anno però non è così, dunque dovremo accontentarci dei temi da “ultimo giorno di scuola”, come l’ultimo Gran Premio di Sebastian Vettel in Ferrari. Nel 2018 ad esempio c’era stato l’addio (anzi, arrivederci) di Fernando Alonso alla Formula 1, mentre la costante sono le vittorie di Lewis Hamilton, che fece festa anche dodici mesi fa.

DIRETTA FORMULA 1 GP ABU DHABI: LE QUALIFICHE

Ultimamente a Valtteri Bottas non gliene va bene una: nello scorso weekend è stato ridicolizzato da George Russell che gli è sempre stato davanti sebbene non avesse mai guidato una Mercedes in vita sua. Ieri nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi (appuntamento di chiusura della stagione 2020 di Formula 1) il finlandese è riuscito a stare davanti al rientrante Lewis Hamilton (reduce dal Covid che lascia pesanti strascichi anche sui fisici più allenati) ma si è visto scavalcare da Max Verstappen che gli ha soffiato la pole position per soli 25 millesimi. Per la prima volta quest’anno sarà l’olandese a partire davanti a tutti e cercherà di cogliere l’occasione per chiudere in bellezza, magari come vice-campione del mondo. Il figlio di Jos ha impartito un’altra severa lezione ad Alexander Albon che a un certo punto aveva dato l’impressione di potersela addirittura giocare per un posto al sole sulla griglia di partenza, invece si è sciolto come neve al sole quando è arrivata la resa dei conti. Stesso discorso per Charles Leclerc, velocissimo nelle prime due manche ma che non ha saputo pescare il jolly in Q3, ottenendo solamente il nono tempo. Essendo stato penalizzato di 3 posizioni per aver provocato il crash al via della gara di domenica scorsa, la prima guida Ferrari si accomoderà in sesta fila, appena davanti a Sebastian Vettel che ha ringraziato tutti, dal team principal all’addetto che pulisce i bagni, per i 6 anni trascorsi a Maranello ma si vede proprio che scende in pista giusto per onor di firma. Chi ha svolto un ottimo lavoro è Lando Norris, seconda fila per l’inglese della McLaren che avrà l’onore di affiancare un sette volte campione del mondo. La Renault si aspettava qualcosa di più da Daniel Ricciardo ed Esteban Ocon, entrambi fuori dalla Q3, mentre George Russell dopo aver sfiorato la vittoria sette giorni fa è rientrato nei ranghi con la Williams, incapace di andare oltre il diciottesimo tempo. (Agg. Stefano Belli)

DIRETTA FORMULA 1 GP ABU DHABI: LE CARATTERISTICHE DI YAS MARINA

Diamo comunque alcune importanti informazioni tecniche per seguire al meglio la diretta Formula 1 del Gp Abu Dhabi 2020: la gara si svolgerà sulla distanza di 55 giri, ognuno dei quali misura 5.554 metri, per un totale di 305,355 km. Sono ben 21 le curve che caratterizzano questo circuito tortuoso e di certo non fra i più emozionanti del calendario iridato, anche se non mancano due rettilinei piuttosto lunghi (quelli compresi fra le curve 7-8 e 10-11), che sono quelli sui quali si potrà attivare il Drs e dove realisticamente si possono tentare sorpassi, praticamente impossibili altrove. Piuttosto breve invece è il rettilineo d’arrivo, sul quale infatti non si potrà utilizzare l’ala mobile. Realizzato nel contesto di un progetto più ampio per fare di Yas Marina una località turistica (compreso il parco tematico della Ferrari), il circuito si fa notare più per aspetti spettacolari quali appunto il fatto che si gareggi al tramonto oppure la particolarissima uscita dalla corsia box, che passa sotto la pista attraverso il tunnel, piuttosto che per le caratteristiche tecniche piuttosto insipide, simbolo di quella generazione di piste “senz’anima” che non hanno certo aiutato la popolarità della Formula 1 in questi anni.

Volendo approfondire l’analisi di quanto ci attende nella diretta Formula 1 dal punto di vista tecnico, ecco che Brembo ci segnala come la pista di Yas Marina sia una delle più impegnative per i freni nell’intero Mondiale. Si trascorre infatti parecchio tempo in frenata, con ben 11 interventi per ogni giro. La decelerazione media sul giro è molto elevata soprattutto nelle prime 11 curve della pista, per poi calare invece nelle curve restanti, perché la parte finale del circuito è decisamente più lenta. La frenata più impegnativa è invece quella alla curva 8. Passando ad alcune considerazioni anche sulle gomme, si deve osservare che Pirelli ha portato ad Abu Dhabi le tre mescole più morbide a disposizione, con la C3 che di conseguenza agirà da gomma dura indicata con banda bianca, poi la C4 media (gialla) e infine la C5, naturalmente la gomma più morbida (rossa). L’asfalto liscio e l’orario della gara al tramonto consentono infatti di osare con i pneumatici più morbidi. Adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile: la diretta Formula 1 della gara del Gran Premio di Abu Dhabi 2020 sul circuito di Yas Marina sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA