Diretta Formula 1/ Gp 70^ Anniversario: la Mercedes non è imbattibile!

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 gara live Gp 70° Anniversario Silverstone: ordine d’arrivo, vincitore e podio della quinta gara della stagione (oggi 9 agosto).

Hamilton Formula 1
Diretta Formula 1: Lewis Hamilton a Silverstone (LaPresse)

Max Verstappen e la Red Bull hanno dimostrato che la Mercedes si può battere: con una strategia perfetta e una guida priva di sbavature e cali di tensione, l’olandese ha vinto il Gran Premio dei 70 anni di Formula 1 precedendo le Frecce Nere di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Il finlandese, partito dalla pole position, è scivolato fino alla terza posizione e di certo era il più deluso sul podio: non immaginava di festeggiare così il suo rinnovo contrattuale. Il britannico, alle prese con il blistering, si è dovuto fermare per il secondo pit stop a dieci giri dalla fine quando era primo e si è dovuto accontentare della piazza d’onore. Dopo quanto accaduto domenica scorsa con la foratura a poche centinaia di metri dalla bandiera a scacchi, i tecnici della Casa di Stoccarda hanno preferito non rischiare e portare entrambe le macchine in top 3, ragionando in ottica mondiale Costruttori. L’unico a fermarsi una sola volta è stato Charles Leclerc che con una gran gestione degli pneumatici ha chiuso in quarta posizione, bella rimonta per il monegasco che al momento non può proprio fare di più con una Ferrari ai minimi termini. Basta vedere la gara di Vettel che si è girato al via ed è sempre rimasto fuori dalla zona punti giungendo al traguardo in dodicesima posizione. Come al solito Alexander Albon si perde in un bicchiere d’acqua nelle fasi iniziali della corsa per poi emergere alla distanza con una Red Bull che oggi era imprendibile per le Mercedes, figuriamoci per McLaren, Renault e Racing Point. Resta ancora da capire perché Hulkenberg abbia effettuato tre pit stop, probabilmente ci sono stati dei problemi di surriscaldamento sulla macchina del tedesco che almeno conquista i primi punti stagionali, oppure si può malignamente insinuare che abbiano cercato di far stare davanti Stroll poiché suo papa è il proprietario della scuderia. Con Ricciardo che se ne va allegramente per prati tocca a Ocon portare a casa qualche punticino per la Renault, stesso discorso per Norris mentre Sainz non va oltre il tredicesimo posto sebbene sia partito con gomma bianca, proprio come Verstappen. Zitto zitto Kvyat arriva decimo e soprattutto davanti a Gasly che per tutto il fine settimana aveva mostrato i muscoli e si era messo in mostra per impressionare Helmut Marko e convincerlo a promuoverlo nella scuderia madre dopo il declassamento di un anno fa. Non cambiano più di tanto le classifiche dei mondiali piloti e costruttori: Hamilton e Mercedes sempre saldamenti avanti anche se adesso Verstappen ha scavalcato Bottas{agg. di Stefano Belli}

VERSTAPPEN HA VINTO IL GP DEI 70 ANNI DI FORMULA 1! HAMILTON E BOTTAS SUL PODIO

Max Verstappen ha vinto il Gran Premio dei 70 anni di Formula 1! L’olandese interrompe la striscia della Mercedes e riporta il binomio Red Bull-Honda sul gradino più alto del podio, la Casa di Stoccarda si consola comunque con un doppio podio: piazza d’onore per Lewis Hamilton, solo terzo Valtteri Bottas che partiva dalla pole position e sicuramente si aspettava un bottino più cospicuo. Ottima gara di Charles Leclerc che porta la Ferrari in quarta posizione, il massimo a cui può ambire al momento la Scuderia di Maranello. Gran rimonta nel finale di Alexander Albon che chiude quinto davanti alle Racing Point di Stroll e Hulkenberg, non si capisce per quale motivo il tedesco abbia effettuato un terzo pit stop a pochi giri dalla fine quando girava sui tempi del suo compagno di box. Quattro punti anche per la Renault con Ocon che arriva ottavo davanti a Norris (nono con la McLaren) e Kvyat che completa la top 10 e vince il duello in casa AlphaTauri con Gasly, il quale si è fermato troppo presto rimanendo bloccato nel tempo. Vettel, Sainz, Ricciardo e Raikkonen fuori dalla zona punti così come Grosjean, Giovinazzi, Russell e Latifi. Magnussen unico ritirato. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP 70^ ANNIVERSARIO: LECLERC IN ZONA PODIO!

Ci stiamo avviando alle battute conclusive del Gran Premio del 70^ Anniversario della Formula 1 con Max Verstappen a caccia della sua prima vittoria stagionale. L’olandese della Red Bull è davanti alla Mercedes di Valtteri Bottas e alla Ferrari di Charles Leclerc che si è fermato una sola volta anziché due e in questa maniera è risalito fino alla terza posizione, anche se con ogni probabilità non riuscirà a salire sul podio perché dietro di lui sta arrivando di gran carriera Lewis Hamilton che era al comando quando si è fermato per il secondo pit stop. Il britannico voleva arrivare in fondo ma dal muretto Mercedes gli hanno consigliato di non rischiare come domenica scorsa e controvoglia ha preso la via dei box. Hulkenberg e Stroll sono lontani ma possono comunque a portare due piazzamenti importanti per la Racing Point, Albon – autore di un’altra gara con troppi alti e bassi. è settimo e precede Ocon, Norris e Kvyat. Dodicesimo e fuori dalla zona punti Vettel che senza quel testacoda al primo giro sarebbe sicuramente in top 10. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP 70^ ANNIVERSARIO: VERSTAPPEN IN LOTTA PER LA VITTORIA

Max Verstappen è al comando del Gran Premio del 70^ Anniversario della Formula 1 quando mancano 20 giri alla fine: grazie alla strategia elaborata dagli ingegneri della Red Bull, l’olandese è riuscito a sopravanzare le due Mercedes e a rimanere davanti anche dopo il pit stop, quasi sicuramente però dovrà fermarsi un’altra volta perché ha montato la gomma gialla mentre Bottas e Hamilton possono provare ad arrivare in fondo con la hard, memori comunque di quanto accaduto domenica scorsa quando i due hanno forato a pochi chilometri dalla bandiera a scacchi. A ridosso della zona podio troviamo la Ferrari di Leclerc che con gomma bianca sta girando fortissimo, il monegasco precede le due Racing Point di Hulkenberg e Stroll. Kvyat, Ocon, Sainz e Ricciardo se le danno di santa ragione per gli ultimi piazzamenti valevoli per la zona a punti, l’australiano si gira e perde un mucchio di terreno scivolando in dodicesima posizione. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP 70^ ANNIVERSARIO: I MERCEDES AI BOX, VERSTAPPEN PRIMO

Oggi a Silverstone la gomma gialla dura pochissimo e degrada in pochissimi giri, Verstappen con la mescola hard si avvicina minacciosamente alle Mercedes di Hamilton e Bottas con il finlandese sempre al comando del Gran Premio del 70^ Anniversario della Formula 1, che oltre a gestire gli pneumatici in sofferenza deve tenere dietro l’ingombrante compagno di box che vuole concedere il bis nella gara di casa. Entrambi anticipano il pit stop e passano alla bianca con Leclerc che si ritrova dietro le due Frecce Nere ancor prima di fermarsi, altra domenica da incubo per la Ferrari con Vettel che è risalito in dodicesima posizione ma è fuori dalla zona punti e a meno che qualcuno non si ritiri sarà difficilissimo per il tedesco – che ha dovuto penare non poco per superare la temibile Haas di Grosjean – raggiungere la top 10. Mancano 34 giri al termine, per adesso tutti gli indizi portano a una doppietta della Casa di Stoccarda. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP 70^ ANNIVERSARIO: BOTTAS TIENE DIETRO HAMILTON, VETTEL SI GIRA

La diretta del Gran Premio del 70^ Anniversario della Formula 1 comincia con Lewis Hamilton che stavolta deve accodarsi a Valtteri Bottas e non il contrario come accade di solito. Il campione del mondo in carica ha cercato di mettere pressione al suo compagno di squadra, bravissimo a mantenere i nervi saldi e a difendere la leadership. Alle spalle delle due Mercedes, Verstappen (l’unico dei big partito con la gomma bianca) parte meglio di Hulkenberg e lo sopravanza accomodandosi in terza posizione, l’olandese della Red Bull è ora tallonato dalle due Racing Point che a loro volta devono tenere a bada Ricciardo. Ferrari in affanno – e questa purtroppo non è una novità – con Leclerc decimo e Vettel addirittura ultimo dopo essere andato in testacoda, miracolosamente il tedesco non è stato preso in pieno dalle macchine che transitavano e così è ripartito, in ogni caso la gara sembra già irrimediabilmente compromessa per lui. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP 70^ ANNIVERSARIO: TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Per la seconda domenica consecutiva il circuito di Silverstone ospita una gara di Formula 1: mancano pochi minuti al via del Gran Premio del 70^ Anniversario, fervono gli ultimi preparativi sulla griglia di partenza dove davanti a tutti c’è Valtteri Bottas. Il finlandese ha conquistato la pole position nelle qualifiche di ieri e oggi cercherà di tenere dietro Lewis Hamilton, desideroso di dare il bis a casa sua. Per il terzo gradino del podio si preannuncia una battaglia serratissima con Max Verstappen favorito su un nutrito gruppetto composto da Nico Hulkenberg, Daniel Ricciardo e Lando Norris. Non c’è spazio per l’ottimismo in casa Ferrari con i piloti Vettel e Leclerc che hanno messo le mani avanti: la Scuderia di Maranello, ancora una volta, dovrà limitare i danni e sperare nei ritiri di chi è davanti. Sono previsti 52 giri per un totale di 306 chilometri, dopo il finale rocambolesco di una settimana fa la Mercedes vuole portare a casa la 50^ doppietta nella storia, tenuto conto anche del biennio 1954-1955. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA GP 70^ ANNIVERSARIO: E SE LA MERCEDES LASCIASSE LA FORMULA 1?

La Mercedes non ha ancora aderito al nuovo Patto della Concordia e Toto Wolff ha fatto sapere più volte che la Casa di Stoccarda rimarrà in Formula 1 soltanto se gli conviene. Le Frecce d’Argento potrebbero quindi togliere il disturbo dopo aver dominato dal 2014 a oggi. Ma siamo così sicuri che senza la Mercedes avremmo assistito a gare molto più combattute e che la lotta per il titolo iridato sarebbe stata molto più accesa e avvincente? Ad esempio in Austria avrebbe vinto Leclerc, ma dalla Stiria in avanti Verstappen avrebbe lasciato a malapena le briciole agli avversari e ora sarebbe il netto favorito per la conquista del mondiale. Del resto anche in MotoGp si diceva che senza Marquez ci sarebbe stato un mucchio selvaggio per le posizioni di vertice, invece è arrivato Quartararo a prendersi la scena e a occupare stabilmente il gradino più alto del podio. Un Gran Premio dove tutti possono lottare per il successo è pura utopia, ci sarà sempre un abbinamento pilota-macchina più forte degli altri e che detterà legge, come è sempre accaduto in questi 70 anni. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP 70^ SILVERSTONE: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

Domenica ancora nel segno della diretta Formula 1 da Silverstone, dove oggi 9 agosto si corre il Gran Premio 70° Anniversario della Formula 1, il quinto appuntamento dell’anomalo Mondiale 2020, anomalo per denominazione ma di certo non per la sede, un circuito sul quale il fascino e la tradizione si respirano a pieni polmoni, anche se le porte chiuse toglieranno parte dell’atmosfera. Diciamo subito che la partenza della gara avrà luogo alle ore 15.10, orario ormai abituale per la diretta Formula 1 delle gare in Europa: considerata l’ora di fuso orario che ci separa dal Regno Unito, in realtà a Silverstone saranno le 14.10. Siamo in casa di Lewis Hamilton, che in Inghilterra ha vinto ben sette volte in carriera (mai nessuno nella storia come lui), compresa quella di domenica scorsa nel Gp Gran Bretagna chiuso tagliando il traguardo su tre ruote, un dominio che negli ultimi anni è stato spezzato solo nel 2018 dalla vittoria di Sebastian Vettel al volante della sua Ferrari. In una stagione finora dominio assoluto della Mercedes è lecito attendersi il bis, che sarebbe l’epilogo più scontato a Silverstone oggi pomeriggio. La Ferrari invece cercherà il riscatto dopo il pessimo inizio di Mondiale, magari cercando il podio come domenica scorsa.

DIRETTA FORMULA 1: LE QUALIFICHE

A distanza di sette giorni, Lewis Hamilton e Valtteri Bottas si scambiano la piazzola della pole position sulla griglia di partenza. Stavolta è stato il finlandese, fresco di rinnovo annuale, a mettere la sua Mercedes davanti a tutti nelle qualifiche del Gran Premio del 70^ Anniversario con il tempo di 1’25”154, realizzato con gomma gialla (media) perché in questo weekend la mescola soft non sembra funzionare a dovere, basti pensare che Verstappen è entrato in Q3 utilizzando addirittura la bianca (hard), quasi sicuramente nessuno userà la gomma rossa in gara perché se non funziona sul giro secco figuriamoci in un long run con temperature così elevate. Con la Casa di Stoccarda che monopolizza la prima fila, gli altri si sono dovuti accontentare delle briciole: Nico Hulkenberg si toglie una grossa soddisfazione girando tre decimi più veloce di Lance Stroll e conquistando soprattutto la seconda fila, un risultato notevole per chi veniva da un periodo di inattività. Alle spalle del tedesco la Red Bull di Max Verstappen che andrà a caccia del quarto podio consecutivo, sperando nelle disgrazie di chi gli sta davanti come accaduto domenica scorsa. Anche Daniel Ricciardo rialza la testa e dopo un 2019 anonimo (per usare un eufemismo) l’australiano è sulla buona strada per tornare a dire la sua per un piazzamento importante, Pierre Gasly continua a mandare segnali a Helmut Marko che non vede l’ora di sbarazzarsi di Alexander Albon. Charles Leclerc fa quel che può con la peggior Ferrari dal 2014, una Ferrari che Vettel non riesce nemmeno a portare oltre la Q2. Il tedesco è ormai l’ombra di se stesso, irriconoscibile, non vede l’ora di tagliare i ponti con la Scuderia di Maranello e cominciare una nuova avventura in Aston Martin, a patto che l’accordo vada in porto. Delude la McLaren con Norris decimo e Sainz solamente tredicesimo, ci aspettavamo di più dal team di Woking che nel doppio fine settimana austriaco aveva dato l’impressione di poter lottare costantemente per il podio.

DIRETTA FORMULA 1: IL CIRCUITO DI SILVERSTONE

Diamo adesso alcune importanti informazioni tecniche per seguire al meglio la diretta Formula 1 del Gp 70° Anniversario. Nome inedito, ma in realtà naturalmente c’è ben poco da scoprire: la gara di Silverstone si svolgerà come domenica scorsa sulla distanza di 52 giri, ognuno dei quali misura 5.891 metri, per un totale di 306,198 km. Il tracciato di Silverstone è fra i più lunghi dell’intera stagione della Formula 1 e di conseguenza fra quelli con il minor numero di giri da percorrere per raggiungere la distanza regolamentare dei 305 km. Ricordiamo anche che i due tratti sui quali si potrà utilizzare il Drs sono quelli compresi fra le curve 5 e 6 e 14-15, dunque manca il rettilineo d’arrivo. Parlando del circuito, va detto che lungo la sua storia il tracciato di Silverstone ha subito numerose e profonde modifiche rispetto al circuito originario che sorse nell’aeroporto militare del Northamptonshire, utilizzato dalla Royal Air Force nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Il ricordo del conflitto era ancora vivissimo quando, il 13 maggio 1950, proprio a Silverstone ebbe luogo il primo Gran Premio iridato della storia della Formula 1: 70 anni dopo, ecco l’omaggio a questo anniversario in un anno a dir poco problematico per tutti. Inizialmente era un tempio della velocità come Monza: tanti rettilinei e poche leggendarie curve, poi iniziarono ad apparire nuove chicane e curve con l’obiettivo di ridurre la velocità. Nel 2010 sono state apportate le ultime grandi modifiche al percorso, che fu allungato di ben 760 metri. Le novità però non erano finite: nel 2011 infatti è stato spostato il traguardo, non più collocato fra le curve Woodcote e Copse, bensì fra la Club e la Abbey.

DIRETTA FORMULA 1: LE INFO TECNICHE

Quanto alle info tecniche, qualche novità rispetto a domenica scorsa in realtà c’è. Nulla per quanto riguarda i freni: Brembo ci informa che le frenate davvero impegnative sono appena due, perché per il resto si tratta di curvoni veloci nei quali spesso non si tocca nemmeno il freno. Di conseguenza il circuito britannico è fra quelli classificati come meno esigenti con l’impianto frenante, meritandosi appena un livello 2 nella scala da 1 a 5 che Brembo utilizza per classificare la difficoltà di ogni circuito del Mondiale di Formula 1. Infine evidenziamo che la frenata più dura è quella alla curva 3, perché i piloti arrivano in accelerazione dal traguardo senza aver azionato i freni alle curve 1 e 2 e così si presentano a 320 km/h: in soli 2,37 secondi scendono a 125 km/h, con una decelerazione di 4,8 g. Al centro dell’attenzione però ci sono le gomme: tutti ricordiamo che cosa era successo settimana scorsa, stavolta la sfida potrebbe essere ancora più impegnativa perché era stato deciso di portare mescole più morbide per la seconda gara di Silverstone e questa decisione è stata confermata nonostante i colpi di scena degli ultimi giri dello scorso Gran Premio. Dunque in questa gara Pirelli porta pneumatici con le tre mescole C2, C3 e C4, che saranno caratterizzate rispettivamente dal colore bianco, dal giallo e dal rosso – settimana scorsa avevamo C1, C2 e C3, cioè il terzetto più conservativo in assoluto. Sarà dunque doverosa una tattica a più pit-stop, impossibile pensare a una sola sosta. Adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento tanto atteso in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile: la diretta Formula 1 della gara del Gran Premio 70° Anniversario sul circuito di Silverstone sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA