Diretta Formula 1 Gp Abu Dhabi/ 84 vittorie in carriera per Lewis Hamilton!

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 gara Gp Abu Dhabi 2019 Yas Marina: Lewis Hamilton chiude la stagione con l’ennesima vittoria in carriera, Verstappen e Leclerc i suoi paggetti sul podio (oggi 1 dicembre).

formula 1 podio
Diretta Formula 1 - LaPresse

Per il secondo anno consecutivo Lewis Hamilton sfonda il muro dei 400 punti in campionato, il britannico si conferma uno spietato cannibale che a 34 anni e con 6 titoli iridati e 84 vittorie in bacheca vuole continuare a prendersi tutto e a non lasciare nulla agli avversari. A cominciare dal suo compagno di box, Valtteri Bottas, al quale ha tolto anche l’effimera soddisfazione del giro più veloce alla fine del Gran Premio di Abu Dhabi, stravinto dal britannico che sta riscrivendo tutti i record della Formula 1 che pensavamo fossero intoccabili dopo l’era Schumacher. La Ferrari sperava di poter dare filo da torcere dalla Casa di Stoccarda e invece in più occasioni le ha buscate anche dalla Red Bull che nel 2020 darà ancora più spettacolo con Max Verstappen ormai pronto e maturo per lottare per il titolo, senza dimenticarci di Alexander Albon che è cresciuto tantissimo e ha ancora ampi margini di miglioramento. Il 2020 sarà una sorta di ultima spiaggia per Sebastian Vettel, che ha sofferto tremendamente la personalità e il talento puro di Charles Leclerc: le vittorie di Spa e Monza non sono casuali e ci hanno fatto capire che ci troviamo davanti a un potenziale campione del mondo. Infine una nota di merito per Carlos Sainz che conquista il sesto posto nel campionato piloti, un risultato notevole per un pilota che non guida una delle tre macchine che hanno vinto almeno una gara dal 2014 a oggi. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1: HAMILTON HA VINTO IL GP DI ABU DHABI, VERSTAPPEN E LECLERC A PODIO!

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Abu Dhabi e saluta il 2019 con l’undicesima vittoria stagionale, l’ottantaquattresima da quando corre in Formula 1: numeri davvero spaventosi per il sei volte campione del mondo e per la Mercedes che l’anno prossimo proverà ad allungare il filotto, gli avversari sono avvisati, a cominciare dalla Red Bull con Max Verstappen giunto al traguardo in seconda posizione e che conquista il terzo posto nel campionato piloti, davanti a Charles Leclerc (terzo gradino del podio per il monegasco) e Sebastian Vettel (solo quinto il tedesco, danneggiato da un pit stop molto lento). Partito dall’ultima posizione, Valtteri Bottas è arrivato a un passo dal podio (un giro in più e avrebbe attaccato Leclerc), a conferma di come le Frecce d’Argento oggi fossero di un altro pianeta, d’altronde qui sulla pista di Yas Marina la Casa di Stoccarda ha sempre dominato da quando si corre con i turbo ibridi. Il finlandese si è pure visto soffiare il giro veloce dal compagno di box che non vuole lasciare nemmeno le briciole ai colleghi. Alexander Albon arriva sesto, settimo Perez che precede Norris, Kvyat e Sainz. Dodicesimo Hulkenberg che finisce fuori dai punti nella gara d’addio, per il tedesco potrebbero aprirsi le porte del DTM o dell’IndyCar. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GARA GP ABU DHABI: VERSTAPPEN SVERNICIA LECLERC!

Ci stiamo avviando alle battute conclusive del Gran Premio di Abu Dhabi e del mondiale 2019 di Formula 1, dominato dalla Mercedes e da Lewis Hamilton leader incontrastato della gara con un margine imbarazzante nei confronti degli inseguitori. Con la gomma bianca Max Verstappen ha molto più ritmo di Charles Leclerc e al 32^ giro gli tira una staccata impressionante portandogli via la seconda piazza, il monegasco prova a reagire ma si deve accodare e farsene una ragione, in questo momento la sua Ferrari è più lenta della Red Bull. Così il muretto della Scuderia di Maranello richiama entrambi i suoi alfieri ai box per un secondo pit stop, Leclerc monta la gomma rossa mentre Vettel opta per la gialla, entrambi rientrano in pista staccatissimi dal duo di testa. Dopo la sosta Bottas è sceso in sesta posizione ma è poi tornato in quarta grazie al sorpasso su Albon che con gli pneumatici vecchi non poteva tenere testa al finlandese. Giovinazzi è sedicesimo, ad anni luce di distanza dalla zona punti dove troviamo Norris, Hulkenberg, Perez e Ricciardo. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ABU DHABI: HAMILTON INATTACCABILE

Quando siamo giunti a metà gara la classifica si è assestata dopo il valzer dei pit stop: ovviamente in testa c’è sempre Lewis Hamilton che ha mantenuto il comando del Gran Premio di Abu Dhabi con sette secondi di margine nei confronti di Charles Leclerc che si è ripreso la seconda posizione in seguito alla sosta di Max Verstappen che è sceso al terzo posto, l’olandese della Red Bull si lamenta di non avere massima potenza dal motore Honda, via radio i tecnici lo rassicurano che è tutto ok. Bottas è risalito fino ai piedi del podio ma deve ancora fermarsi, alle spalle del finlandese troviamo Vettel e Albon con Perez, Kvyat, Norris e Hulkenberg che completano la zona punti. Nelle retrovie scintille tra Giovinazzi e Kubica con i due che si toccano, dalle macchine vola via qualche detrito ma fortunatamente proseguono senza conseguenze. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GARA GP ABU DHABI: PIT STOP DISASTROSO PER VETTEL

Lewis Hamilton è saldamente al comando del Gran Premio di Abu Dhabi, il sei volte campione del mondo di Formula 1 ha circa dieci secondi di vantaggio nei confronti di Max Verstappen, in terza posizione troviamo Charles Leclerc che si è già fermato ai box per il cambio gomme. Di certo non è un periodo fortunato per Sebastian Vettel che ha perso parecchio tempo al pit stop a causa di uno pneumatico che non voleva saperne di avvitarsi, piove sul bagnato in casa Ferrari con i meccanici che non sono nemmeno capaci di fare l’unica cosa per cui vengono lautamente stipendiati dalla Scuderia di Maranello. Il DRS è inutilizzabile a causa di un imprecisato problema tecnico, viene quindi a mancare un ulteriore ingrediente per lo spettacolo, così l’unico a compiere sorpassi in pista è Valtteri Bottas che però sta lottando con Magnussen, Giovinazzi e Stroll, i quali guidano macchine infinitamente più lente della Freccia d’Argento. Il finlandese è entrato in zona punti e adesso occupa la quinta posizione dopo essersi sbarazzato della compagnia di Ricciardo, Hulkenberg, Sainz e Norris. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ABU DHABI: HAMILTON LEADER, LECLERC SECONDO

Partenza regolare con Lewis Hamilton che non ha problemi a mantenere la prima posizione, qualche difficoltà in più per Max Verstappen che viene superato da Charles Leclerc e deve tirare fuori gli artigli per difendersi da Sebastian Vettel che con gomma rossa vuole sfruttare il maggiore grip che fornisce questa mescola soprattutto nei primi giri del Gran Premio di Abu Dhabi (ultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1), tuttavia il tedesco rimane dietro all’olandese, anche l’altro pilota della Red Bull, Alexander Albon, fatica a tenere testa alle McLaren di Norris e Sainz. Dal fondo della griglia Valtteri Bottas è risalito in 14^ posizione, a breve il finlandese dovrebbe comunque riportarsi a ridosso dei primi visto che la differenza di ritmo tra la Mercedes e le altre macchine è davvero imbarazzante. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ABU DHABI: ALLACCIATE LE CINTURE, SI PARTE!

Ultimi preparativi sulla griglia di partenza del circuito di Yas Marina dove tra pochi minuti comincerà il Gran Premio di Abu Dhabi, appuntamento di chiusura del 2019 di Formula 1. Lewis Hamilton vuole chiudere in bellezza con l’undicesima vittoria stagionale, il britannico ha conquistato di prepotenza la pole position nelle qualifiche di ieri e cercherà di involarsi verso il suo 84^ successo in carriera. Prima fila bollente, al fianco del sei volte campione del mondo ci sarà infatti Max Verstappen che vorrà bissare l’exploit di Interlagos e sin dalla prima curva non guarderà in faccia a nessuno. Seconda fila tutta rossa con le Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel, ce la faranno almeno oggi a non eliminarsi a vicenda oppure assisteremo all’ennesima figuraccia in mondovisione della Scuderia di Maranello, protagonista di un’annata da incubo? Sono previsti 55 giri per un totale di 305 chilometri. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ABU DHABI: KUBICA E HULKENBERG AI SALUTI

Quella di oggi sarà l’ultima gara in Formula 1 di Nico Hulkenberg e Robert Kubica, che al termine del Gran Premio di Abu Dhabi saluteranno la compagnia e proseguiranno altrove la loro carriera. Dopo nove stagioni il pilota tedesco non è riuscito a ottenere la riconferma dalla Renault che per il 2020 ha affidato il suo sedile a Esteban Ocon che diventerà così il nuovo compagno di Daniel Ricciardo. Veloce e affidabile, Hulkenberg ha però raccolto meno di quanto meritasse, basti pensare che non è mai salito sul podio, andandoci vicino in Brasile nel 2012 quando si scontrò con Lewis Hamilton mentre era in lizza addirittura per la vittoria. Sempre a Interlagos ha ottenuto la sua unica pole position, nel 2010, all’epoca al volante della Williams. Si interrompe anche la favola del polacco che ha coronato il suo sogno di far nuovamente parte della griglia di partenza a 8 anni dal drammatico incidente al rally di Andona. Siamo convinti che con una macchina più competitiva il buon Robert ci avrebbe fatto divertire come ai vecchi tempi. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GARA GP ABU DHABI: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

Domenica nel segno della diretta Formula 1 dal circuito di Yas Marina, dove si corre il Gran Premio di Abu Dhabi 2019, il ventunesimo e ultimo appuntamento del Mondiale 2019. Diciamo subito che la partenza della gara sul tracciato degli Emirati Arabi Uniti avrà luogo alle ore 14.10 italiane nonostante tre ore di fuso orario, cioè quando ad Abu Dhabi saranno le 17.10 del pomeriggio; in effetti una delle caratteristiche tipiche di questa corsa è che si parte con la luce del sole e si arriva con il buio, con la pista a quel punto illuminata dalle luci artificiali. Questo è uno degli elementi che danno fascino alla diretta Formula 1 del Gran Premio di Abu Dhabi, che in realtà tecnicamente non è certo fra gli appuntamenti più entusiasmanti della stagione. Fascino ulteriore naturalmente è garantito quando nell’ultima gara della stagione il Mondiale è ancora aperto; quest’anno però non è così, dunque dovremo accontentarci dei temi da “ultimo giorno di scuola”. Anche in questo senso però quest’anno non ci saranno grandi emozioni come quelle che nel 2018 erano state garantite dall’ultimo Gran Premio di Kimi Raikkonen in Ferrari e l’addio di Fernando Alonso alla Formula 1.

DIRETTA FORMULA 1: LE QUALIFICHE

Era dal Gran Premio di Germania, a casa della Mercedes, che Lewis Hamilton non partiva in pole position: da allora sono passati oltre quattro mesi, un intervallo di tempo lunghissimo per chi ha vinto 6 mondiali di Formula 1 e da tanti anni guida la vettura più veloce in circolazione. Con il titolo in tasca il britannico ha pensato solamente a spingere nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi, appuntamento di chiusura della stagione 2019, e alla fine è arrivato un 1’34″779 che è anche il nuovo record della pista di Yas Marina, che per le sue caratteristiche strizza l’occhio alle Frecce d’Argento e alla Red Bull. Non a caso la Ferrari soffre le pene dell’inferno nel terzo settore, quello più lento e con il maggior numero di curve. E non è casuale il fatto che, a parte Vettel e Leclerc, l’unico pilota che sotto il sedere ha una power-unit della Scuderia di Maranello ad avere superato la Q1 è stato Magnussen, mentre Grosjean, Raikkonen e Giovinazzi sono usciti di scena insieme alle Williams di Russell e Kubica. Tralasciando il mezzo tecnico, ancora una volta il muretto di Mattia Binotto si è rivelato pessimo nella gestione dei piloti: al termine della Q3 il monegasco si è visto sventolare in faccia la bandiera a sacchi ancor prima di potersi lanciare per l’ultima volta, questo perché Vettel che si trovava davanti a lui è andato troppo piano (per avere meno traffico possibile durante il giro) e gli “strateghi” li hanno fatti uscire dai box troppo tardi. In ogni caso non c’era strategia che tenga, troppo netto il divario in termini di velocità tra le Rosse e le altre big, e anzi che i due piloti del Cavallino siano riusciti a prendersi la seconda fila con Leclerc che è stato bravo a fare il tempo in Q2 con la gomma gialla, cosa che gli consentirà di fare un primo stint di gara leggermente più lungo di chi invece partirà con la rossa. A completare la prima fila c’è Max Verstappen che proverà come al solito a dare filo da torcere a Hamilton, Bottas partirà per ultimo avendo sostituito la power-unit andata in fumo due settimane fa a Interlagos, il finlandese aveva comunque chiuso in seconda posizione per l’ennesimo uno-due della Casa di Stoccarda.

DIRETTA FORMULA 1 GP ABU DHABI: LE CARATTERISTICHE DI YAS MARINA

Diamo comunque alcune importanti informazioni tecniche per seguire al meglio la diretta Formula 1 del Gp Abu Dhabi 2019: la gara si svolgerà sulla distanza di 55 giri, ognuno dei quali misura 5.554 metri, per un totale di 305,355 km. Sono ben 21 le curve che caratterizzano questo circuito tortuoso, anche se non mancano due rettilinei piuttosto lunghi (quelli comprese fra le curve 7-8 e 10-11), che sono quelli sui quali si potrà attivare il Drs e dove realisticamente si possono tentare sorpassi, praticamente impossibili altrove. Piuttosto breve invece è il rettilineo d’arrivo, sul quale infatti non si potrà utilizzare l’ala mobile. Realizzato nel contesto di un progetto più ampio per fare di Yas Marina una località turistica (compreso il parco tematico della Ferrari), il circuito si fa notare più per aspetti spettacolari quali appunto il fatto che si gareggi al tramonto oppure la particolarissima uscita dalla corsia box, che passa sotto la pista attraverso il tunnel, piuttosto che per le caratteristiche tecniche piuttosto insipide, simbolo di quella generazione di piste “senz’anima” che non hanno certo aiutato la popolarità della Formula 1 in questi anni.

Volendo approfondire l’analisi di quanto ci attende nella diretta Formula 1 dal punto di vista tecnico, ecco che Brembo ci segnala come la pista di Yas Marina sia una delle più impegnative per i freni nell’intero Mondiale. Si trascorre infatti ben il 19% del tempo di gara in frenata, con ben 11 interventi per ogni giro. La decelerazione media sul giro è di 3,7 g ma possiamo osservare che nelle prime 11 curve della pista la media supera i 4,6 g, valore mai avvicinato nelle curve restanti, perché la parte finale del circuito è decisamente più lenta. La frenata più impegnativa è invece quella alla curva 8. Passando alle gomme, si deve osservare invece che Pirelli ha portato ad Abu Dhabi le tre mescole più morbide a disposizione, con la C3 che di conseguenza agirà da gomma dura indicata con banda bianca, poi la C4 media (gialla) e infine la C5, naturalmente la gomma più morbida (rossa). L’asfalto liscio e l’orario della gara al tramonto consentono infatti di osare con i pneumatici più morbidi. Adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile: la diretta Formula 1 della gara del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 sul circuito di Yas Marina sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA