Diretta Formula 1/ Prove libere live: Hamilton il più veloce nella FP2 (Gp USA 2019)

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 prove libere live Gp Usa 2019 Austin: miglior tempo per Max Verstappen nella FP1, alle ore 21 italiane comincerà la FP2 (oggi venerdì 1 novembre).

Hamilton Formula 1
Formula 1 - Lewis Hamilton (LaPresse)

Lewis Hamilton al top nelle seconde prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti, terzultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Il campione della Mercedes è stato il più veloce nella simulazione della qualifica in 1’33″232 e anche nella simulazione del passo gara ha dimostrato di avere un ritmo che nessun altro ha saputo replicare. Nemmeno i ferraristi Leclerc (1’33″533) e Vettel (1’33″890), nella morsa delle Ferrari troviamo Verstappen (1’33″547) con la Red Bull che ha offerto responsi molto positivi nei long run. La gomma rossa è perfetta per cercare la pole position ma difficilmente la vedremo utilizzare in gara se non nelle primissime tornate, più indicate la gialla e soprattutto la bianca che potrebbe diventare l’opzione per chi vorrà fare una sola sosta senza preoccuparsi eccessivamente del degrado degli pneumatici. Venerdì positivo per Giovinazzi che ha chiuso la FP2 in decima posizione, rifilando oltre mezzo secondo a Raikkonen che un anno fa da queste parti portò la Rossa al trionfo. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, PROVE LIBERE GP USA: VETTEL E LECLERC OK SUL PASSO GARA

Ferrari leggermente meglio della Mercedes nella simulazione del passo gara con gomma rossa. Leclerc e Vettel girano sotto l’1’40” a differenza di Hamilton che invece è qualche decimo più lento a parità di mescola, Bottas sta invece provando la gomma gialla che potrebbe funzionare meglio nei long run, anche il finlandese della Mercedes gira sull’1’40” basso. La Red Bull sta ancora lavorando sul giro secco con Verstappen che è risalito in terza posizione a tre decimi dal quasi sei volte campione del mondo di Formula 1. Anche oggi i big occupano i primi sei posti della classifica, Gasly il primo degli altri con il tempo di 1’34″509, in top 10 troviamo anche Giovinazzi che sembra trovarsi particolarmente a suo agio sulla pista di Austin, dove è ancora in corso la seconda sessione di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti{agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, PROVE LIBERE GP USA: I BIG SIMULANO LA QUALIFICA

In questo momento sulla pista di Austin i piloti sono impegnati con la simulazione del giro da qualifica. Con la gomma rossa Sebastian Vettel ha fatto segnare un 1’33″890, Charles Leclerc gli ha rifilato tre decimi pur utilizzando una mescola più dura, davvero un gran tempo per il monegasco della Ferrari. Ancora meglio ha fatto Lewis Hamilton che ha alzato l’asticella in 1’33″232, loro tre sono stati gli unici a scendere sotto l’1’34”, solo quarto Bottas che precede Gasly, Verstappen, Giovinazzi, Kvyat, Hulkenberg e Albon. Il britannico della Mercedes è in grandissima forma, domenica gli basterà arrivare ottavo per confermarsi campione del mondo di Formula 1 per la sesta volta in carriera ma non ha alcuna intenzione di accontentarsi di un piazzamento e lo vuole mettere in chiaro sin dal venerdì. Mancano 45 minuti al termine della seconda sessione di prove libere del Gran Premio degli USA, da qui in avanti le squadre si concentreranno sul passo gara. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, PROVE LIBERE GP USA: GROSJEAN A MURO

Utilizzando la gomma gialla Charles Leclerc ha realizzato il miglior tempo sin qui in 1’34″742, distanziando di quasi quattro decimi la Mercedes di Valtteri Bottas, terzo Albon davanti a Grosjean che ha perso il controllo della sua Haas – anche per colpa dei tanti dossi che si sono venuti a formare sulla pista di Austin e che fanno letteralmente sobbalzare le macchine che transitano a tutta velocità – finendo a muro. Nessun problema per il pilota francese mentre la vettura ha riportato danni all’ala e alla sospensione anteriore sinistra. I commissari espongono la bandiera rossa interrompendo così la seconda sessione di prove libere del Gran Premio degli USA, terzultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Hamilton, Verstappen e Vettel non sono ancora entrati in classifica visto che non hanno avuto modo di completare il giro a causa dell’incidente di Grosjean. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, PROVE LIBERE GP USA: VIA ALLA FP2!

A breve i piloti di Formula 1 torneranno in azione per disputare la seconda sessione di prove libere del Gran Premio degli USA, terzultimo appuntamento del mondiale 2019. Rispetto a qualche ora fa le temperature si sono alzate di qualche grado ma da qui a dire che fa caldo ce ne vuole. Di sicuro nei 90 minuti della FP2 le squadre si focalizzeranno sulla simulazione della qualifica in programma domani e su quella del passo gara per domenica, con l’obiettivo di capire quale sarà la mescola che funzionerà meglio in base a determinate condizioni e di conseguenza la strategia migliore da adottare. Vedremo se la Mercedes continuerà a nascondersi oppure Hamilton e Bottas risaliranno la china, dopo essere stato il più veloce nella FP1 Verstappen e la Red Bull sono chiamati a confermarsi. Sperando che dalla lotta tra i big emerga la Ferrari… {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP USA: IN ARRIVO LE GOMME DA 18 POLLICI

Torniamo a parlare della rivoluzione che FIA e Liberty Media metteranno in atto dal 2021, quando la Formula 1 entrerà in una nuova era con un occhio di riguardo al contenimento dei costi, al livellamento delle forze in pista e all’aumento dello spettacolo per non far addormentare la gente che guarda i gran premi dopo il pranzo della domenica a casa della nonna – che ha il vizio di fare porzioni abbondanti anche per un bue. Tra le grandi novità annunciate l’introduzione degli pneumatici da 18 pollici (oggi hanno un diametro di 13 pollici), una soluzione che Pirelli propone da anni e che aveva già provato in qualche test privato. Queste gomme sono caratterizzate da una spalla più bassa e saranno decisamente più pesanti rispetto a quelle attuali, il diverso comportamento costringerà gli ingegneri a dover adattare le nuove macchine che dovranno rispettare dei vincoli e degli standard imposti dalla Federazione. Alcune componenti, inoltre, saranno uguali per tutti proprio per non far lievitare le spese che per i top team raggiungono cifre da capogiro, nel caso di Mercedes, Ferrari e Red Bull sfiorano addirittura i 500 milioni di euro annui. Alla faccia della crisi economica. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, PROVE LIBERE GP USA: MIGLIOR TEMPO PER VERSTAPPEN NELLA FP1

Negli ultimi minuti della FP1 nessuno è riuscito a migliorare il tempo di Max Verstappen (1’34″057), il pilota olandese è stato così il più veloce nella prima sessione di prove libere del Gran Premio degli USA che si è da poco conclusa sul circuito di Austin. Sebastian Vettel si trova nella morsa delle Red Bull, il tedesco ha girato in 1’34″226 mettendosi davanti ad Albon (1’34″316), seguono Gasly (1’35″008), Ricciardo (1’35″263), Grosjean (1’35″356), Leclerc (1’35″380) e Hamilton (1’35″439). Mercedes che ha lavorato soprattutto sul passo gara risparmiando la gomma rossa che probabilmente la Casa di Stoccarda userà nella FP2 per simulare la qualifica con temperature più alte rispetto a quelle che ci sono adesso (inferiori ai 20 gradi). Stroll (1’35″586) e Magnussen (1’35″659) con una Haas che appare in discesa dopo un periodo di profonda crisi tecnica. Kvyat (1’35″661), Sainz (1’35″723), Raikkonen (1’35″854), Perez (1’35″971), Giovinazzi (1’36″037), Hulkenberg (1’36″124), Bottas (1’36″159), Norris (1’36″263), Kubica (1’37″948) e Latifi (1’41″112) completano la classifica. Il terzo pilota della Williams ha girato pochissimo, un peccato per il canadese che voleva sfruttare questo weekend per accumulare altri chilometri e acquisire sempre più esperienza in vista di una probabile promozione da titolare per l’anno prossimo. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, PROVE LIBERE GP USA: VETTEL NELLA MORSA DELLE RED BULL

Mancano solamente quindici minuti al termine della prima sessione di prove libere del Gran Premio degli USA sul circuito di Austin, i piloti di Formula 1 hanno accantonato la gomma prototipo che la Pirelli omologherà il prossimo anno per concentrarsi prevalentemente sulla preparazione del giro secco da qualifica (ricordiamo che domani c’è in palio la diciannovesima pole position del 2019). Con la gomma rossa il più veloce è stato Max Verstappen che ha girato in 1’34″057, alle spalle dell’olandese troviamo la Ferrari di Vettel (1’34″226) e l’altra Red Bull di Albon (1’34″316). Molto bene la Toro Rosso con il quarto tempo di Gasly (1’35″008) e l’ottavo di Kvyat (1’35″661), quinta la Renault di Ricciardo (1’35″263) che precede Leclerc. Manca all’appello la Mercedes con Bottas e Hamilton nelle retrovie, la Casa di Stoccarda si sta nascondendo e risparmia le componenti in vista delle sessioni successive. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA PROVE LIBERE GP USA: LE RED BULL DETTANO IL PASSO

È aumentata l’attività in pista ad Austin dove mancano circa 45 minuti al termine della prima sessione di prove libere del Gran Premio degli USA, terzultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Con le gomme del 2020 Alexander Albon ha fatto il miglior tempo in 1’35″282, precedendo di quasi tre decimi il suo compagno di box Max Verstappen. Entrambi i piloti Red Bull si sono dovuti rilanciare perché gli sono stati cancellati i tempi precedenti per non aver rispettato i limiti del tracciato. Terza posizione per la Ferrari di Sebastian Vettel, nella parte alta della classifica troviamo anche le Racing Point di Stroll e Perez, mancano all’appello Charles Leclerc (sembra rientrato il problema alla power-unit, i meccanici hanno prontamente sistemato il pedale dell’acceleratore) e le Mercedes di Hamilton e Bottas che stanno girando con tanta benzina a bordo e non sono minimamente interessati a trovare il giro perfetto al venerdì mattina. Più di un pilota si è lamentato del fondo sconnesso con le macchine che sobbalzano pericolosamente quando raggiungono i 300 chilometri orari. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP1 GP USA: PROBLEMA AL MOTORE PER LECLERC

Splende il sole ad Austin dove da circa un quarto d’ora è in corso il primo turno di prove libere del Gran Premio degli USA, diciannovesima tappa del mondiale 2019 di Formula 1 che domenica, salvo colpi di scena alla Beautiful, consegnerà il sesto titolo a Lewis Hamilton. Temperature molto basse, praticamente invernali e quindi sarà un problema per i piloti mandare subito in temperatura le gomme. I team hanno già cominciato a lavorare in ottica 2020 con la Mercedes che ha mandato in pista Bottas e Hamilton con dei “rastrelli”, più propriamente detti “tubi di Pitot” che servono ad analizzare nel minimo dettaglio i flussi aerodinamici generati dalle vetture. Ferrari e Red Bull hanno invece effettuato qualche giro di installazione montando le gomme che verranno utilizzate l’anno prossimo, qualche problema per Leclerc che via radio si è lamentato della power-unit non perfettamente funzionante, subito un piccolo campanello d’allarme per la Scuderia di Maranello. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, PROVE LIBERE GP USA: VIA ALLA FP1!

Dalle parole della conferenza stampa si passa ai fatti della pista, tra pochi minuti sul COTA di Austin comincerà la prima sessione di prove libere del Gran Premio degli USA, terzultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. I motori tornano ad accendersi a pochi giorni di distanza dalla gara in Messico, con Lewis Hamilton ormai a un passo dal suo sesto titolo iridato. I 90 minuti della FP1 serviranno sostanzialmente a prendere confidenza con la pista e con le gomme, impossibile fare raffronti con l’anno scorso visto che in quel venerdì piovve e i piloti girarono sul bagnato. In ogni caso non sarà difficile sin da adesso vedere tempi sull’1’33”, considerando che il record ufficiale è di 1’32″237 e che domani in qualifica rischia seriamente di essere battuto. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP USA: VERSO IL 2021 E OLTRE

Ieri ad Austin – dove domenica si correrà il Gran Premio degli Stati Uniti – è stato finalmente presentato in via ufficiale il nuovo regolamento tecnico che entrerà in vigore a partire dal 2021. Tra un paio d’anni le macchine di Formula 1 cambieranno radicalmente con l’obiettivo di ridurre i costi e l’enorme gap che attualmente separa i top team dalle scuderie che invece non possono permettersi di spendere cifre folli, attraverso l’introduzione del cosiddetto budget cap che ovviamente non viene visto di buon occhio da Mercedes, Ferrari e Red Bull. La speranza (puntualmente tradita in passato) è quella di assistere a gare più spettacolari e vedere meno sorpassi “artificiali” in pista costruiti tramite l’uso del DRS. Ma finché le vetture continueranno a essere inguidabili quando si trovano nella scia di chi le precede, difficilmente potrà esserci questo cambio di rotta. L’idea è quella di eliminare il fondo completamente piatto in modo da contenere la perdita di carico aerodinamico. Infine, non sarebbe male un rimescolamento dei valori di forza, dopo 6 anni di dominio ininterrotto delle Frecce d’Argento: in IndyCar ci sono team come Penske, Ganassi e Andretti che dominano la scena ma non è raro vederli sgomitare con outsider a caccia del loro momento di gloria. Qui in Formula 1 è semplicemente impensabile vedere uno Stroll o un Giovinazzi lottare per la vittoria assieme agli Hamilton, ai Verstappen o ai Leclerc… {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP USA: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

La diretta Formula 1 oggi, venerdì 1 novembre, torna protagonista con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio degli Usa 2019 da Austin, dove domenica si correrà il diciannovesimo appuntamento del Mondiale 2018 di Formula 1. La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno fortemente condizionati dalle sei ore di fuso orario tra l’Italia e il Texas: essendo però negli Stati Uniti, tutto il programma sarà spostato verso sera e sarà tutto sommato meglio per gli appassionati italiani. La FP1 avrà inizio alle ore 17.00 italiane, quando sul Circuit of the Americas saranno invece le 11.00; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 21.00 (le 15.00 locali) per la FP2, la sessione più significativa perché si disputerà all’incirca alla stessa ora della gara di domenica e come di consueto sarà la più indicativa per scuderie e piloti. Il Gp Usa sarà un appuntamento molto atteso: ad Austin la Formula 1 sembra avere finalmente trovato una casa stabile negli States a partire dal 2012, particolarmente importante per ragioni di mercato. Per di più i nuovi padroni del Circus sono appunto americani, tanto che si ipotizza un secondo Gran Premio negli Stati Uniti, che dovrebbe tenersi a Miami nei prossimi anni.

DIRETTA FORMULA 1: I PROTAGONISTI

In attesa di gettarci sull’attualità della diretta Formula 1 con questo Gran Premio degli Usa dal Circuit of the Americas di Austin, che completa una doppietta con Città del Messico, facciamo il punto della situazione dei protagonisti. Cominciamo dalla Ferrari, che sicuramente dopo la sosta ha cambiato passo con sei pole position consecutive (anche se l’ultima a tavolino) e tre vittorie. Troppo tardi però per sperare di invertire la china di un Mondiale che fino ad agosto era stato un disastro. Inoltre, anche in questo periodo certamente più felice non sono mancati i problemi e gli errori, vedi la partenza di Suzuka con la quale in pochi secondi è stata vanificata una meravigliosa prima fila tutta rossa. Pure in Messico due Ferrari davanti a tutti sulla griglia, ma poi alla domenica ha vinto Hamilton. Insomma, c’è ancora tanto da lavorare, tuttavia la crescita è evidente e lascia ben sperare ormai in ottica 2020, con l’auspicio naturalmente che la Ferrari l’anno prossimo possa essere competitiva fin da subito e non solamente quando i giochi sono ormai fatti, eliminando poi quegli errori che spesso compromettono anche le gare potenzialmente favorevoli.

La Mercedes in ogni caso non se ne preoccupa troppo: il Mondiale Costruttori è arrivato matematicamente a Suzuka, quando Stoccarda ha avuto pure la certezza che il Mondiale Piloti sarà un affare interno, dal momento che Valtteri Bottas resta l’unico potenziale avversario di Lewis Hamilton, il quale in Messico ha ulteriormente allungato e salvo cataclismi sportivi farà festa già domenica. Certo, la crescita della Ferrari soprattutto sul giro secco interroga Stoccarda, che ha ottenuto la sua ultima pole position a fine luglio a Hockenheim. In ottica 2020 questo avrà fatto scattare l’allarme per Toto Wolff, ma la posizione di forza delle Frecce d’Argento resta saldissima e la capacità di sfruttare ogni minima possibilità ed errore altrui resta fenomenale. Vedremo infine quale ruolo sapranno giocare negli Stati Uniti Max Verstappen e la Red Bull, con l’olandese che è il grande rivale dei due ferraristi per il terzo posto nella classifica Piloti. L’attesa per quanto succederà in questo stuzzicante weekend sta finalmente per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta Formula 1 delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio degli Stati Uniti Usa 2019 ad Austin sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA