DIRETTA FORMULA 1/ Gp Abu Dhabi qualifiche live: pole position per Lewis Hamilton!

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 qualifiche e FP3 live Gp Abu Dhabi 2019 Yas Marina: cronaca e tempi delle sessioni sul circuito mediorientale (oggi sabato 30 novembre)

lewis hamilton festa formula 1
Formula 1: Lewis Hamilton (Foto LaPresse)

Pole position e nuovo record della pista di Yas Marina per Lewis Hamilton che domani partirà davanti a tutti nel Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Il britannico ha girato in 1’34″779, un tempo che nessuno ha saputo replicare, la Mercedes completa virtualmente la prima fila con Valtteri Bottas (1’34″973) che precipiterà in fondo alla griglia di partenza per la sostituzione della power-unit. Così ad affiancare il sei volte iridato sarà Max Verstappen (1’35″139), la Ferrari si prende la seconda fila con Leclerc (1’35″19) e Vettel (1’35″339). Il monegasco ha preso la bandiera a scacchi prima di lanciarsi per il suo ultimo tentativo, davanti a lui il tedesco è andato fin troppo piano e a differenza di Monza non c’è stato lo scambio di posizioni. A pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina, soprattutto dopo quanto successo in Brasile. Albon (1’35″682) occuperà la quinta casella e insieme a Norris (1’36″436) completerà la terza fila, Ricciardo (1’36″456) e Sainz (1’36″459) in quarta fila, Hulkenberg (1’36″710) e Perez (1’37″055) si accomoderanno in quinta fila. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ABU DHABI: LA FERRARI NON VA CON LA GOMMA ROSSA

La seconda sessione di qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi (ultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1) ci dice che la Mercedes è più veloce della Ferrari anche utilizzando una mescola più dura. Nonostante l’utilizzo della gomma rossa, Leclerc e Vettel si sono dovuti accodare alle Frecce d’Argento guidate da Hamilton e Bottas, divisi da appena 40 millesimi. La cosa più sorprendente è che il monegasco, una volta tornato in pista con la media, è riuscito a fare il miglior tempo in 1’35″543, come se qualche simpaticone avesse deciso di invertire le colorazioni degli pneumatici. Anche le Red Bull di Verstappen e Albon si sono qualificati per la Q3 con la gomma gialla senza rischiare minimamente l’esclusione dall’ultima manche che assegnerà la pole position. Dentro anche le McLaren di Sainz e Norris e le Renault di Ricciardo e Hulkenberg, fuori dai giochi Perez, Gasly, Stroll, Kvyat e Magnussen. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ABU DHABI: RAIKKONEN E GIOVINAZZI ELIMINATI

Lewis Hamilton mostra i muscoli già nella Q1 del Gran Premio di Abu Dhabi, il campione del mondo di Formula 1 ferma il cronometro sull’1’35″851 e si assicura la prima posizione, dietro di lui la Red Bull di Albon (1’36″102) e l’altra Mercedes di Bottas (1’36″200). Max Verstappen (1’36″390) per adesso preferisce stare sulle sue, ancora più indietro le Ferrari con Leclerc (1’36″478) quinto e Vettel (1’36″963) settimo, in mezzo alle Rosse si è infilata la Racing Point di Perez (1’36″961). I motori della Scuderia di Maranello non sembrano andare d’accordo con la pista di Yas Marina, tant’è vero che oltre alle Williams di Kubica e Russell restano escluse dalla Q2 anche le Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi, nonché la Haas di Grosjean, mentre Magnussen non è andato oltre la quindicesima posizione. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ABU DHABI: TESTACODA DI VETTEL

È ancora in corso la prima sessione di qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Con il tramontare del sole le temperature caleranno e di conseguenza la pista di Yas Marina diventerà più veloce con i piloti che potranno abbassare notevolmente i tempi della FP3. I big si tolgono subito il dente della Q1 con Lewis Hamilton che fa segnare un 1’36″231, nessun problema per Verstappen e Leclerc che si piazzano alle spalle del britannico, Vettel va in testacoda uscendo dall’ultima curva e ha dovuto abortire il suo primo tentativo. Più taccato Albon che si trova alle spalle delle McLaren di Sainz e Noris, Bottas non si è ancora lanciato: ricordiamo che il finlandese, avendo sostituito la power-unit, domani partirà per ultimo. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIIFCHE GP ABU DHABI: CACCIA ALLA POLE POSITION!

Eccoci qui per seguire la diretta delle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi che partiranno tra pochi minuti sulla pista di Yas Marina che ospita l’ultima gara del mondiale 2019 di Formula 1. Tutti i venti piloti scenderanno in pista nella prima sessione con l’obiettivo di entrare nella manche successiva e poi nella terza, quella che assegna la pole position e definisce le prime cinque file della griglia di partenza. Comunque andrà a finire c’è già un primo verdetto: Valtteri Bottas andrà a posizionarsi in fondo allo schieramento per la sostituzione della power-unit, avendo sforato il limite massimo di tre in un anno. Non è detto che il finlandese scenda in pista, magari per preservare le altte componenti della W10 autentica dominatrice della stagione con Lewis Hamilton. Chi saranno i primi cinque a essere esclusi dalla lotta? Resisterà l’attuale record che appartiene al britannico (1’34″794)? {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ABU DHABI: FERRARI IN CRISI NELL’ULTIMO SETTORE

Chi conquisterà la pole position ad Abu Dhabi? È la domanda che tutti i tifosi di Formula 1 si stanno ponendo in questo momento. Tra poco più di un’ora si svolgeranno le ultime qualifiche del mondiale 2019 che ha già emesso tutti i verdetti: Hamilton e Mercedes campioni del mondo, secondo posto della classifica piloti saldamente in mano a Valtteri Bottas, resta in ballo il terzo posto con Max Verstappen che ha undici punti di vantaggio nei confronti di Charles Leclerc. Nel campionato costruttori Ferrari e Red Bull hanno cristallizzato secondo e terzo posto, idem con patate per la McLaren che si afferma come la miglior scuderia tra i non team, mentre Renault e Toro Rosso si contendono il quinto posto, un duello che appassiona i diretti interessati solamente per i premi. Tornando negli Emirati Arabi, la sensazione è che la Scuderia di Maranello sarebbe già un successo raggiungere la seconda fila: c’è troppa differenza tra la Rossa e le Frecce d’Argento nell’ultimo settore, dove le W10 sembrano viaggiare su un binario invisibile. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ABU DHABI: VERSTAPPEN IL PIÙ VELOCE IN FP3

La terza sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi si è appena conclusa con Max Verstappen che ha fatto segnare il miglior in tempo in 1’36″566, l’olandese della Red Bull precede di pochi centesimi le Mercedes di Lewis Hamilton (1’36″640) e Valtteri Bottas (1’36″655) e sarà un osso duro per le Frecce d’Argento durante le qualifiche che si svolgeranno dalle ore 14 italiane. Quarta posizione per Alexander Albon (1’36″927) davanti alle Ferrari di Sebastian Vettel (1’36″975) e Charles Leclerc (1’37″010) che perdono tantissimo nell’ultimo settore caratterizzato da una lunga sequenza di curve lente dove il carico aerodinamico fa la differenza. Sergio Perez (1’37″516) il più veloce degli altri, il messicano assieme a Daniel Ricciardo (1’37″615), Carlos Sainz (1’37″691) e Pierre Gasly (1’37″736) completa la top 10. FP3 poco incoraggiante per Antonio Giovinazzi (1’38″782), terzultimo, più lento di lui solamente le Williams di Russell (1’39″206) e Kubica (1’39″859). {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP ABU DHABI: MERCEDES DI NUOVO DAVANTI

I piloti di Formula 1 hanno ancora a disposizione gli ultimi venti minuti di prove libere prima delle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi che metteranno in palio l’ultima pole position del 2019. Ora sì che la classifica dei tempi sta dando dei responsi significativi, e il più importante è che la Mercedes come al solito detta il passo con Lewis Hamilton che è stato il primo a scendere sotto l’1’37”. Solito uno-due delle Frecce d’Argento con Bottas alle spalle del campione del mondo, in terza posizione troviamo la Red Bull di Max Verstappen che si trova molto a suo agio sulla pista di Yas Marina, a differenza della Ferrari con Vettel quarto a un secondo e mezzo di ritardo. Buon quinto tempo per Daniel Ricciardo che ha sopravanzato anche Alexander Albon, il quale però ha girato con gomma gialla a differenza degli altri che invece hanno utilizzato sin da subito la mescola più morbida messa a disposizione dalla Pirelli per questo ultimo weekend della stagione. Charles Leclerc non è ancora riuscito ad assemblare un giro decente per colpa del traffico e di qualche sbavatura di troppo. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP ABU DHABI: POCA ATTIVITÀ IN PISTA

Il terzo turno di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi è cominciato con la luce del sole che illumina (ancora per poco) il circuito di Yas Marina, negli Emirati Arabi: temperatura dell’aria di 26 gradi mentre l’asfalto sfiora i 40 gradi. All’inizio della sessione i piloti si limitano a compiere qualche giro di uscita per verificare che le macchine siano a posto, Kvyat ad esempio si lamenta dello sterzo che vira leggermente verso destro e torna ai box per farselo sistemare dai meccanici della Toro Rosso (che l’anno prossimo si chiamerà Alpha Tauri, marchio di moda affiliato alla Red Bull). Ancora vuota la classifica dei tempi con i big che aspettano che la pista si gommi per uscire allo scoperto e lanciarsi. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ABU DHABI: VIA ALLA FP3!

Tra pochi minuti comincerà sulla pista di Yas Marina la terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi, che i piloti e le scuderia di Formula 1 sfrutteranno al meglio per preparare le qualifiche in programma alle ore 14 italiane. Nella giornata di ieri la Mercedes ha dimostrato di avere una marcia in più sia sul giro singolo che sul passo gara, le Frecce d’Argento vorrebbero quindi riconfermarsi al top con Hamilton e soprattutto Bottas che vuole chiudere l’anno in bellezza dopo l’ennesimo titolo conquistato dalla Casa tedesca e dal pilota britannico il cui prossimo obiettivo sarà eguagliare i sette mondiali di Michael Schumacher. La Ferrari, apparsa in difficoltà nella FP1 e che ha dato qualche timido segnale di ripresa in FP2, vuole ridurre il gap nei confronti dei loro acerrimi rivali: ce la faranno Leclerc e Vettel, dopo il patatrac di due domeniche fa in Brasile, a mandare un segnale alla concorrenza? In tutto ciò non dobbiamo dimenticarci della Red Bull: Verstappen e Albon (che per colpa di un incidente a pochi chilometri dalla bandiera a scacchi si è visto ingiustamente negare il suo primo podio in carriera) sembrano avere tutte le carte in regola per lottare con i migliori anche negli Emirati Arabi. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, DOPO 56 ANNI SI CORRE A DICEMBRE!

Non capita tutti gli anni di vedere un Gran Premio di Formula 1 che si svolge nel mese di dicembre. L’ultima volta che accadde fu nel 1963 in Sudafrica, a distanza di 56 anni il calendario ci propone un appuntamento (l’ultimo della stagione) che scavalla novembre. Negli Emirati Arabi non si pongono assolutamente il problema del freddo, mentre qui in Italia da tempo abbiamo tirato fuori dagli armadi cappotti e sciarpe, ad Abu Dhabi la temperatura non scende mai sotto i 20 gradi neanche a poche settimane dal Natale. Potete facilmente immaginare il caldo insopportabile che si avverte d’estate, motivo per cui qualsiasi attività sportiva all’aperto è fortemente sconsigliata, non a caso il mondiale di calcio in Qatar è stato collocato a fine autunno-inizio inverno. Ovviamente gli addetti ai lavori sono ben felici di trattenersi fino a tutta la prossima settimana quando si svolgeranno i primi test in ottica 2020 con l’obiettivo di collaudare e validare le specifiche per gli pneumatici che saranno utilizzati nel prossimo campionato, i favori del pronostico rimarranno per Lewis Hamilton e la Mercedes{agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ABU DHABI: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

La diretta Formula 1 è di nuovo protagonista: grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 sul circuito di Yas Marina, sede del ventunesimo e ultimo Gp del Mondiale di quest’anno, che però ha già emesso tutti i suoi verdetti. Già assegnato a Lewis Hamilton il titolo iridato Piloti e alla Mercedes il Costruttori, resta comunque grande l’attesa per l’ultimo atto della stagione della Formula 1, magari più emozionante oggi nella lotta per la pole position, visto che in gara in genere le emozioni scarseggiano su questo tracciato. Diamo per prima cosa tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi le sessioni di oggi, sabato 30 novembre 2019, sul circuito che ha fatto entrare nel Circus gli Emirati Arabi Uniti. Le tre ore di fuso orario fra l’Italia e Abu Dhabi saranno di fatto annullate dal fatto che si corre al tramonto, almeno per quanto riguarda la sessione principale (oggi le qualifiche). Come di consueto il sabato comincerà con la terza e ultima sessione di prove libere FP3. L’appuntamento con la diretta Formula 1 sarà alle ore 11.00 italiane (le 14.00 locali) per quelli che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position domani. Per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 14.00, le 17.00 locali.

DIRETTA FORMULA 1, LE PROVE LIBERE

Abbiamo assistito a una prima sessione per le prove libere della Formula 1 per il Gp di Abu Dhabi 2019 davvero particolare venerdì mattina a Yas Marina: una pista in cui di solito nel primo giorno del weekend della F1 accade poco o nulla. Pure nella Fp1 dell’ultima prova del mondiale della formula 1 non sono mancati i colpi di scena, con le due bandiere rosse innalzate nella seconda a metà della sessione. Il primo è stato Ricciardo, costretto al parcheggio a bordo tracciato dopo che la Power unit della sua Renault è andata letteralmente in fumo: il secondo Vettel, andato contro le barriere con la sua Ferrari proprio mentre si scaldavano le gomme per il time attack finale. Visti questi due episodi non ci sorprende dunque che la classifica dei tempi della prima sessione di prove libere della formula 1 non sia stata così eccezionale. Di fatto molti si sono concentrati sul riprendere confidenza con l’insidiosa pista di Yas Marina e sul test delle gomme in vista della gara domenicale: c’è stato dunque ben poco spazio per il giro veloce. Ecco che però dobbiamo comunque segnalare del primo tempo di Valtteri Bottas nella Fp1 del Gp di Abu Dhabi 2019 con il crono di 1.36.957, seguito a mezzo secondo da Vertsappen: nella top ten poi sono rientrati Hamilton, Albon, Vettel, Grosjean, Leclerc, Magnussen, Giovinazzi e Hulkenberg. (Agg. di Michela Colombo)

Venerdì sera (oltre il tramonto a Yas Marina) all’insegna di Valtteri Bottas, che ha ottenuto il miglior tempo delle prove libere FP2 del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 di Formula 1 ed è stato anche protagonista incolpevole di un incidente che è stato l’evento principale della sessione. Il pilota finlandese della Mercedes è stato infatti colpito da Romain Grosjean, che non si è accorto della presenza di Bottas all’interno della propria Haas in curva, rendendo inevitabile il patatrac. Nessuna conseguenza fisica per i piloti, ma è stata necessaria la bandiera rossa a causa dei detriti disseminati dalle due vetture sull’asfalto di Yas Marina. Bottas però è stato anche il più veloce, infatti in occasione della sua migliore prestazione ha fatto fermare il cronometro sul tempo di 1’36”256, precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton di ben 310 millesimi – ma ricordiamo che Valtteri dovrà scontare una penalizzazione sulla griglia per l’utilizzo della quarta power unit. Terzo posto per Charles Leclerc davanti a Sebastian Vettel, entrambi i piloti della Ferrari sono vicinissimi a Hamilton e dunque la Rossa può sperare, anche se naturalmente il tempo di Bottas ci dice che il potenziale delle Frecce d’Argento sembra superiore. Deve invece inseguire la Red Bull, che ha piazzato Max Verstappen al quinto posto e Alexander Albon sesto. Grosjean ha fatto notizia per l’incidente, ma è anche stato ottimo settimo, poi completano la top 10 la Racing Point di Sergio Perez e le due Toro Rosso di Daniil Kvyat e Pierre Gasly. Lieve incidente per Antonio Giovinazzi con l’Alfa Romeo a circa metà sessione, ma il pilota italiano è riuscito subito a ripartire. (Agg. di Mauro Mantegazza)

DIRETTA FORMULA 1 GP ABU DHABI, MALEDIZIONE FERRARI

In attesa di scendere in pista per la diretta Formula 1, ripercorriamo però in breve la storia del Gran Premio di Abu Dhabi. Una storia iniziata esattamente 10 anni fa, dal momento che il primo Gran Premio sul circuito di Yas Marina si disputò nel 2009, ma già molto significativa – e molto deludente per la Ferrari. Nell’albo d’oro troviamo ben quattro vittorie di Lewis Hamilton (nel 2011 con la McLaren, poi nel 2014, nel 2016 e l’anno scorso con la Mercedes), tre vittorie di Sebastian Vettel ma nel 2009, 2010 e 2013 e di conseguenza tutte con la Red Bull e una a testa per Kimi Raikkonen (nel 2012 al volante della Lotus), Nico Rosberg e Valtteri Bottas, rispettivamente nel 2015 e nel 2017 con la Mercedes. Dunque a Yas Marina la Ferrari non ha mai vinto e purtroppo per i tifosi del Cavallino Rampante il ricordo più significativo è quello del 2010, il Mondiale perso da Fernando Alonso in favore proprio di Vettel nonostante i 15 punti di vantaggio dello spagnolo sul tedesco alla vigilia della gara (anche allora l’ultima della stagione), anche per colpa di una tattica troppo orientata a fare la corsa su Mark Webber, che in classifica precedeva Vettel fino a quel giorno e sembrava dunque l’avversario più pericoloso per il Cavallino Rampante fra i due piloti della Red Bull.

RICORDI DOLCI PER VETTEL

Nel 2012 vinse Kimi Raikkonen sulla Lotus davanti a Fernando Alonso, ma il protagonista fu ancora una volta Sebastian Vettel grazie a una rimonta dal ventiquattresimo posto sulla griglia di partenza per una penalizzazione al termine delle qualifiche fino al terzo gradino del podio, un piazzamento che fu importante per un titolo che ancora una volta si decise solo all’ultima gara (ad Interlagos) in favore del tedesco allora alla Red Bull sullo spagnolo allora alla Ferrari: se la Rossa ad Abu Dhabi va male, è invece indiscutibile il feeling di Seb con Yas Marina. Anche nel 2014 il Gp di Abu Dhabi assegnò il titolo, ma con molto meno pathos perché Hamilton arrivò negli Emirati con un buon vantaggio su Nico Rosberg (unico possibile rivale), la cui gara fu per giunta penalizzata da problemi tecnici che lo relegarono al quattordicesimo posto, mentre Hamilton festeggiò il Mondiale nel migliore dei modi, vincendo pure la gara. Nel 2015 ecco invece il successo di Nico, ma il Mondiale era già stato vinto matematicamente dal pilota inglese. Nel 2016 vinse Hamilton in una gara nella quale tuttavia a Rosberg fu ampiamente sufficiente il secondo posto “marcando” il compagno di squadra per conquistare il titolo iridato, nel 2017 ecco un’altra doppietta Mercedes con gioia di Bottas, vincitore davanti a Hamilton di una gara che nulla più aveva da dire sulla stagione. Infine l’anno scorso i tre top team salirono tutti sul podio con la vittoria di Hamilton davanti a Vettel e Verstappen. Tornando ora a dedicarci all’attualità, per scoprire come si posizioneranno i protagonisti più attesi sulla griglia di partenza di questa gara, non c’è niente di meglio che cedere la parola alla pista e al cronometro per un sabato molto interessante, visto che qui superare in gara è difficile. Allora mettiamoci comodi: la diretta Formula 1 delle qualifiche e della FP3 del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 a Yas Marina sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA