DIRETTA FORMULA 1/ Qualifiche live: pole position per Verstappen, Ferrari in 1^ fila

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 qualifiche Gp Brasile 2019: Max Verstappen si prende la pole position a Interlagos, Ferrari in prima fila con Sebastian Vettel (oggi sabato 16 novembre)

Vettel Formula 1
Formula 1: Sebastian Vettel (Foto LaPresse)

Max Verstappen si prende di forza la pole position nelle qualifiche del Gran Premio del Brasile, e stavolta non ci sono bandiere gialle che tengano: l’olandese della Red Bull è stato il più veloce nella Q3 girando in 1’07″508 con un settore centrale semplicemente mostruoso, nessuno è riuscito a fare meglio di lui. La Ferrari conquista comunque la prima fila con Sebastian Vettel (1’07″631) che si prende poco più di un decimo dalla macchina che gli ha fatto vincere quattro mondiali tra il 2010 e il 2013. Seconda fila tutta Mercedes con Lewis Hamilton (1’07″699) e Valtteri Bottas (1’07″874), strana coppia in terza fila con Albon (1’07″935) e Gasly (1’08″837), ricordiamo che il thailandese ha scalzato il francese nel corso dell’annata dal sedile della casa madre. Grosjean (1’08″854) e Raikkonen (1’08″984) si accomoderanno in quarta fila, davanti a Magnussen e Norris. Charles Leclerc (1’07″728) non è andato oltre il quarto tempo e quindi domani partirà quattordicesimo per effetto della penalità dovuta al cambio della power-unit. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP BRASILE: VERSTAPPEN SUONA LA CAMPANA

Max Verstappen suona la campana: nella Q2 del Gran Premio del Brasile l’olandese della Red Bull stampa un impressionante 1’07″503 rifilando quasi quattro decimi a Charles Leclerc. Prestazione sontuosa da parte del monegasco considerando che è stato l’unico a usare la gomma gialla mentre tutti gli altri sono scesi in pista con la soft che monteranno quindi al via domani. Terzo tempo per Vettel, più lento del compagno di box nonostante la mescola più performante, quarto Hamilton con Bottas dietro anche ad Albon. Entrano in Q3 anche Grosjean, Gasly, Magnussen e Raikkonen che rialza un po’ la testa dopo gli ultimi frustranti week-end. Eliminati Norris, Giovinazzi (che è andato in testacoda provocando una bandiera gialla che ha costretto i piloti a rallentare e a non migliorarsi), Hulkenberg e Perez che hanno dovuto abortire l’ultimo giro per l’uscita di pista dell’Alfa Romeo guidata dal pilota italiano. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP BRASILE: RAIKKONEN E GIOVINAZZI IN Q2

Arrivano i primi verdetti da Interlagos dove sono in corso le qualifiche del Gran Premio del Brasile in programma domani: oltre a Robert Kubica e George Russell vengono eliminati anche Carlos Sainz, Lance Stroll e Daniil Kvyat. La Q1 continua a rimanere un tabù per il canadese della Racing Point che quest’anno è andato raramente oltre, grande delusione invece per il russo della Toro Rosso che nelle prove libere aveva dimostrato un buon passo e di poter esprimere un ottimo potenziale sul giro secco. Lo spagnolo è stato invece tradito dalla power-unit della McLaren che di colpo ha smesso di funzionare e lo ha costretto a rientrare ai box senza nemmeno potersi lanciare. Vanno avanti per un soffio Sergio Perez e Kimi Raikkonen che dunque rivedremo tra poco in pista assieme a Grosjean, Giovinazzi, Ricciardo, Hulkenberg, Gasly, Norris, Magnussen, Hamilton, Vettel, Bottas, Albon, Leclerc e Verstappen che è stato il più veloce in 1’08″242. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP BRASILE: PROBLEMI ALLA POWER-UNIT PER SAINZ

Sul circuito di Interlagos è in corso la prima mini-sessione di qualifiche del Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. In questa fase i big non dovrebbero avere problemi, la Q1 servirà a fare una scrematura iniziale con l’eliminazione degli ultimi cinque. Kubica e Russell, che guidano una Williams, sono rassegnati a fare da comparse, tutti gli altri sperano di poter entrare almeno in Q2. Vettel e Leclerc hanno già girato e sono al sicuro, così come Albon e Verstappen, un po’ più defilati Hamilton e Bottas che si trovano comunque appena dietro le Ferrari e le Red Bull. Chi rischia grosso è Sainz rallentato da un problema tecnico, se i meccanici della McLaren non compiono un miracolo lo spagnolo è destinato a rimanere escluso. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP BRASILE: CACCIA ALLA POLE POSITION!

Stiamo per entrare nel vivo del weekend con l’inizio delle qualifiche del Gran Premio del Brasile, tra poco più di un’ora sapremo chi partirà in pole position domani nella penultima gara del mondiale 2019 di Formula 1. Occhi puntati sul fresco campione del mondo Lewis Hamilton, non mancano gli avversari pronti a dargli filo da torcere. Il primo nome che viene in mente è quello di Max Verstappen, apparso in gran forma al volante della Red Bull. Senza dimenticarci dei ferraristi, Charles Leclerc sarebbe stato un osso duro per il sei volte iridato, purtroppo il monegasco sconterà dieci posizioni di penalità sulla griglia di partenza per la sostituzione della power unit e nella migliore delle ipotesi scatterà dall’undicesima casella. Non resta che confidare sulle capacità di Sebastian Vettel di trovare il giro perfetto nel momento in cui serve davvero. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP BRASILE: SARÀ BATTAGLIA SUL FILO DEI MILLESIMI!

Si preannuncia una qualifica serratissima a Interlagos, sede del Gran Premio del Brasile che si correrà domani alle porte di San Paolo. Saranno i millesimi a stabilire chi partirà in pole position, del resto la classifica della FP3 parla chiaro: Hamilton davanti a Verstappen per meno di 3 centesimi di secondo, praticamente nulla. Con queste premesse i piloti di Formula 1 sanno benissimo che basta anche la più piccola sbavatura per ritrovarsi molto indietro sulla griglia di partenza, un paio di decimi possono fare la differenza tra l’accesso alla Q3 e l’eliminazione già in Q1. A parte la Williams, tutte le altre squadre che non lottano per la vittoria sono vicinissime tra loro, basti pensare che tra il settimo – Kvyat – e il sedicesimo – Grosjean ci sono 383 millesimi di differenza. Per cui il margine d’errore è prossimo allo zero, una sfida che solo i veri campioni raccolgono e vincono. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP BRASILE: MIGLIOR TEMPO PER HAMILTON IN FP3

Miglior tempo per Lewis Hamilton (1’08″320) nella terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio del Brasile, ventesima tappa del mondiale 2019 di Formula 1. Sulla pista di Interlagos il britannico ha simulato il giro da qualifica mettendo in riga gli altri big, a cominciare da Max Verstappen che ha accusato un ritardo infinitesimo, 26 millesimi, praticamente pochi centimetri di differenza tra i due. I due piloti Ferrari, Vettel e Leclerc, sono stati i primi a scendere sotto l’1’09” per poi dedicarsi al passo gara, terzo posto per il monegasco che precede il compagno di box. Quinto Albon (1’09″136) che precede l’altra Mercedes di Bottas (1’09″201) che per un motivo o per l’altro non ha mai trovato un giro completamente pulito. Kvyat (1’09″415) il primo degli altri, buon guizzo di Giovinazzi (1’09″462) che negli ultimi minuti della FP3 risale in ottava posizione mettendosi davanti alle McLaren di Norris (1’09″585) e Sainz (1’09″588). Raikkonen (1’09″619) è undicesimo, a seguire Gasly (1’09″625), Hulkenberg (1’09″650), Magnussen (1’09″713), Ricciardo (1’09″761), Grosjean (1’09″798), Perez (1’09″995), Stroll (1’10″312), Russell (1’10″843) e Kubica (1’11″205). Distacchi minimi – la parte centrale della griglia è racchiusa in tre decimi – su una delle piste più corte e veloci del campionato. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: VERSTAPPEN ESCE ALLO SCOPERTO

Sulla pista di Interlagos i big hanno cominciato a darsi battaglia offrendoci un gustoso antipasto delle qualifiche che si disputeranno a partire dalle ore 19 italiane. Il primo a uscire allo scoperto è Charles Leclerc che butta immediatamente giù il muro dell’1’10”, la risposta degli altri non si fa attendere con Vettel, Bottas, Hamilton e Verstappen che migliorano il tempo del monegasco. Red Bull velocissima nel settore centrale con l’olandese che gira in 1’09″063, precedendo di circa tre decimi il sei volte campione del mondo di Formula 1, solamente quinto il tedesco rallentato dal traffico, motivo per cui ha abortito un paio di giri davvero molto interessanti. Velocità di punta elevatissime in rettilineo per la Ferrari sfruttando anche le scie che quest’oggi saranno un fattore determinante. L’aumento delle temperature consente alla gomma soft di esprimersi al massimo e dà modo ai piloti di togliere sempre qualche decimo a ogni passaggio. Molto bene la Toro Rosso con Gasly settimo e Kvyat decimo, in difficoltà – ma ormai non è più una notizia – l’Alfa Romeo con Raikkonen 13^ e Giovinazzi 18^, davanti solamente alle Williams di Russell e Kubica. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: I BIG SI FANNO DESIDERARE

Cielo coperto e temperatura dell’aria di 20 gradi (con l’asfalto che supera i 30), in queste condizioni climatiche è cominciato il terzo turno di prove libere del Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Nei primi minuti della FP3 i piloti hanno provato la partenza uscendo dalla corsia dei box, il primo a far segnare un tempo “significativo” è Robert Kubica che gira in 1’13″818. Abbiamo doverosamente usato le virgolette perché si tratta di un riferimento altissimo, nulla a che vedere con quelli dei big, ma con la Williams di oggi il polacco non può compiere miracoli, anzi ne ha già fatto uno tornando a correre dopo il gravissimo incidente nel 2011 che gli ha menomato il braccio destro. Decisamente più forte è andato Carlos Sainz che al volante della McLaren ha fermato il cronometro sull’1’10″058. Gli uomini più attesi si fanno desiderare: Ferrari, Mercedes e Red Bull continuano a tenere le macchine ferme nei rispettivi garage. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: VIA ALLA FP3!

Tra pochi minuti sul circuito di Interlagos inizierà la terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio del Brasile. Si affilano le armi in vista delle qualifiche che metteranno in palio la ventesima pole position del mondiale 2019 di Formula 1. Dopo aver piazzato entrambe le macchine ai primi due posti nella FP2 di ieri, oggi la Ferrari è chiamata a confermarsi con Vettel e Leclerc che hanno dimostrato di poter dire la loro sul giro secco mentre nella simulazione del passo gara sono apparsi un po’ indietro rispetto a Mercedes e Red Bull. Dopo aver conquistato il sesto titolo iridato, Lewis Hamilton correrà senza pressioni addosso pensando solamente a divertirsi e a farci divertire, stesso discorso per Max Verstappen che cerca il terzo successo stagionale. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: SCONGIURATO IL RISCHIO PIOGGIA

Nella giornata di ieri la pioggia ha condizionato il programma della prima sessione di prove libere del Gran Premio del Brasile, mentre la FP2 si è svolta interamente su pista asciutta restituendo dei valori di forza più vicini alla realtà. Fortunatamente le previsioni meteo per oggi e domani allontanano sempre più il rischio che Giove Pluvio possa dare fastidio ai piloti e ai team di Formula 1, con i big che in qualifica dovranno pensare solamente a tenere il piede a tavoletta per conquistare la pole position. Quello di Interlagos è uno dei circuiti più veloci di tutto il mondiale, dove il tempo sul giro è di poco superiore al minuto, e il record di 1’07″281 è seriamente in pericolo. Ce la farà Lewis Hamilton a battere se stesso – ancora una volta – oppure sarà qualcun altro a diventare l’uomo più veloce sul circuito intitolato a Carlos Pace? {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

La diretta Formula 1 è di nuovo nel vivo: grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio del Brasile 2019 sul circuito di Interlagos, sede del ventesimo e penultimo Gp del Mondiale di quest’anno. Già assegnati a Lewis Hamilton e alla Mercedes i due titoli iridati, resta comunque grande l’attesa per questa classica gara, che si corre in uno dei Paesi storicamente più legati alla Formula 1, anche se c’è un pizzico di tristezza se si pensa che già da due stagioni non troviamo nemmeno un pilota del Brasile nel Circus. Diamo comunque per prima cosa tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi le sessioni della diretta Formula 1 di oggi, sabato 16 novembre, per il Gp Brasile 2019 sull’Autodromo intitolato alla memoria di José Carlos Pace (come vedremo meglio fra poco). Le quattro ore di fuso orario fra l’Italia e San Paolo causeranno alcune novità, ma disagi minori rispetto alle precedenti uscite del Circus nelle scorse settimane. Come di consueto il sabato comincerà con la terza e ultima sessione di prove libere FP3. L’appuntamento sarà alle ore 16.00 italiane (le 12.00 locali) per quelli che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position domani. Per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 19.00, le 15.00 locali.

DIRETTA FORMULA 1: LE PROVE LIBERE

Nel pomeriggio del venerdì della Formula 1 abbiamo assistito certo a una prima sessione di prove libere per il Gp del Brasile 2019 davvero anomala, dove una pioggia battente ha posticipato la vera azione sull’asfalto di Interlagos a circa gli ultimi 30 minuti della Fp1, influenzando pesantemente l’andamento del lavoro di tutti i team. Al via infatti le condizioni erano troppo critiche per poter girare: pure però sono state presto le Ferrari a rompere gli indugi e, seguite dalle Alfa Romeo, hanno messo comunque a segno i primi installation lap. Si è però dovuto attendere a lungo perché arrivasse il primo crono: questo ha visto poi la firma di Carlos Sainz, davvero scatenato assieme alle rosse di Maranello nelle fasi centrali della Fp1. Come detto però è solo nella fase finale della sessione di prove libere della formula 1 che l’azione è entrata nel vivo, con le Ferrari, le Mclaren e Bottas su Mercedes pronti a dare battaglia mentre la pista si stava asciugando in maniera consistente. A meno di 5 minuti dalla bandiera a scacchi erano solo in 4 a non avere alcun crono e tra questi anche Verstappen e Hamilton, che non appena hanno notato il netto miglioramento dell’asfalto, sono entrati in pista con gomme slick, seguiti da molti La mossa però non è stata vincente, specie per le Red bull: sia Verstappen che Albon (che pure precedentemente aveva firmato il primo tempo) com gomma rossa sono incappati in incidenti di lieve entità ma sufficienti (specie per il tailandese) per chiamare la bandiera rossa e chiudere la Fp1 della Formula 1 anticipatamente. Pure però la classifica finale dei tempi ha visto prevalere Albon con il crono di 1.16.142, seguito da Bottas,Vettel, Leclerc e Sainz: nessun tempo quindi per Hamilton, rimasto a becco asciutto nella Fp1 del Gp del Brasile 2019.

Seconda sessione brasiliana all’insegna della Ferrari, che ha ottenuto il miglior tempo con Sebastian Vettel davanti al compagno di squadra Charles Leclerc. Questo dunque è stato l’esito delle prove libere FP2 del Gran Premio del Brasile 2019 di Formula 1 a Interlagos, dove le Ferrari hanno dimostrato una notevolissima velocità di punta. Vettel in occasione della sua migliore prestazione ha fatto fermare il cronometro sul tempo di 1’09”217, precedendo Leclerc per appena 21 millesimi – ma ricordiamo che Charles dovrà scontare una penalizzazione di ben dieci posizioni in griglia per l’utilizzo della quarta power unit. Terzo posto per Max Verstappen, dunque Red Bull molto competitiva e davanti alle due Mercedes, dal momento che Valtteri Bottas ha stabilito la quarta posizione davanti a Lewis Hamilton, quinto. Va però anche ricordato che proprio le due Frecce d’Argento hanno destato le migliori impressioni sul passo gara, dunque i giochi restano apertissimi. Sesto posto per Kevin Magnussen e la Haas-Ferrari davanti a Daniel Ricciardo, Kimi Raikkonen, Alexander Albon (solo nono con la seconda Red Bull) e Carlos Sainz. Da segnalare però anche diversi imprevisti nel corso della FP2: già dopo pochi minuti un incidente per Robert Kubica, con molti danni alla sua Williams ma fortunatamente nessun problema fisico per il pilota polacco, poi altri due stop per il doppio guasto sulle due Toro Rosso di Pierre Gasly e Daniil Kvyat, quest’ultimo ha causato la fine anticipata della sessione con bandiera rossa qualche minuto prima della scadenza dell’ora e mezza canonica. Nelle prossime ore i meccanici della scuderia di Faenza avranno tanto da fare…

DIRETTA FORMULA 1: LA STORIA DEL GP BRASILE

In attesa di scendere in pista con la diretta Formula 1, ripercorriamo in breve la storia del Gran Premio del Brasile. Una storia lunga e gloriosa anche grazie ad alcuni piloti locali che hanno scritto la storia di questo sport, da Emerson Fittipaldi a Nelson Piquet fino ad Ayrton Senna per citare solo quelli che hanno conquistato il titolo iridato, ma anche altri di grande valore come Rubens Barrichello e Felipe Massa, il cui ritiro ha causato l’assenza di brasiliani cui abbiamo già accennato. La prima edizione del Gran Premio del Brasile inserita nel calendario del Mondiale fu quella del 1973, vinta proprio da Fittipaldi che concesse il bis l’anno successivo. Nel 1975 vinse Carlos Pace, alla cui memoria fu intitolato il circuito dopo l’incidente mortale in aereo che gli tolse la vita nel 1977. La prima vittoria della Ferrari fu nel 1976 grazie a Niki Lauda – fu anche il primo successo di un pilota non brasiliano -, poi per dieci edizioni (nel 1978 e consecutivamente dal 1981 al 1989) la corsa si disputò non ad Interlagos bensì sul circuito di Jacarepagua, nei pressi di Rio de Janeiro. Nell’albo d’oro spiccano le sei vittorie di Alain Prost, di cui però solo l’ultima (nel 1990) ottenuta a Interlagos, dove il pilota più vittorioso è Michael Schumacher grazie ai quattro successi ottenuti nel 1994, 1995, 2000 e 2002. Per Piquet e Senna si contano invece due vittorie a testa in casa: nel 1983 e 1986 a Jacarepagua per Nelson, nel 1991 e 1993 a Interlagos per Ayrton.

DUE EPILOGHI MEMORABILI A INTERLAGOS

Ricordiamo anche l’incredibile vittoria di Giancarlo Fisichella nel 2003, in un Gp flagellato dal maltempo, interrotto in anticipo a causa di troppi incidenti e la cui vittoria fu assegnata al pilota romano solo a distanza di qualche giorno, con cerimonia di premiazione ad Imola in occasione del successivo Gran Premio, e poi in modo speciale le gare del 2007 e del 2008, che furono teatro di due dei più clamorosi epiloghi nella storia del Mondiale di Formula 1. Nel 2007 Kimi Raikkonen vinse e riuscì a ribaltare la situazione nella classifica iridata, che alla partenza lo vedeva alle spalle sia di Lewis Hamilton sia di Fernando Alonso, compagni di squadra in McLaren. Un’impresa fra le più memorabili nella storia della Ferrari, che invece l’anno successivo visse una amara beffa per Felipe Massa, anch’egli vittorioso e ad un passo da una nuova, incredibile rimonta ai danni di Hamilton, che però riuscì a salvarsi solo all’ultimo giro grazie al discusso sorpasso ai danni di Timo Glock che gli permise di piazzarsi al quinto posto, l’ultimo utile per conquistare il Mondiale nonostante la vittoria di Felipe. Di certo però Interlagos non è un circuito molto favorevole all’inglese, che qui ha vinto solamente nel 2016 e poi l’anno scorso, in una gara che verrà ricordata soprattutto per il contatto fra Max Verstappen ed Esteban Ocon, mentre sia nel 2014 sia nel 2015 in Brasile ha vinto Nico Rosberg. Tra i piloti in attività il più vincente è Sebastian Vettel con tre vittorie, l’ultima ottenuta due anni fa spezzando un digiuno di nove anni per la Ferrari in Brasile e sfruttando anche un errore di Hamilton nelle qualifiche, con l’inglese che poi in gara rimontò ma solo fino al quarto posto, dietro anche a Bottas e Raikkonen. Tornando all’attualità, per scoprire come si posizioneranno i protagonisti più attesi sulla griglia di partenza di questa gara, non c’è niente di meglio che cedere la parola alla pista e al cronometro per un sabato molto interessante e per ammirare chi saprà fare meglio sulle curve del circuito di San Paolo. Allora mettiamoci comodi: la diretta Formula 1 delle qualifiche e della FP3 del Gran Premio del Brasile 2019 a Interlagos sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA