DIRETTA FORMULA 1/ Qualifiche live: Leclerc in pole position, ma… (Gp Italia 2019)

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 qualifiche live Gp Italia 2019 Monza: la Ferrari di Charles Leclerc conquista la pole position davanti alle Mercedes di Hamilton e Bottas (oggi sabato 7 settembre).

hamilton vettel monza formula 1
Diretta Formula 1 (Foto LaPresse)

Con il tempo di 1’19″307, Charles Leclerc conquista la pole position nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia, ma potrebbe non essere finita qui: negli ultimi minuti della Q3, infatti, nessuno voleva uscire dai box per primo con il rischio di rimanere senza scia a differenza degli altri piloti che seguivano dietro. Così tutti – soprattutto Hulkenberg e Stroll – nel loro giro di lancio sono andati pianissimo e non hanno fatto in tempo a transitare sul traguardo prima che il direttore di gara sventolasse la bandiera a scacchi. Così Hamilton, Bottas, Vettel e Ricciardo non sono riusciti a migliorarsi, i commissari in ogni caso stanno indagando sui tempi di percorrenza, se risulteranno troppo lenti potrebbero scattare delle qualifiche e la griglia di partenza rischia di essere veramente stravolta! Per adesso accanto al monegasco in prima fila ci sarà Hamilton, dietro di loro in seconda fila Bottas e Vettel, le Renault di Ricciardo e Hulkenberg si accomodano in terza fila, Sainz e Albon vanno a occupare la quarta fila mentre Stroll e Raikkonen (che è uscito di pista alla Parabolica distruggendo l’ala posteriore della sua Alfa Romeo sulle barriere) si spartiscono la quinta fila. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ITALIA: GIOVINAZZI ELIMINATO PER DUE MILLESIMI!

Prove tecniche di pole position per Lewis Hamilton, il britannico è stato il più veloce nella Q2 girando in 1’19″464, 89 millesimi più rapido di Charles Leclerc, a due decimi e mezzo di ritardo l’altra Ferrari di Sebastian Vettel. Continua a stupire Daniel Ricciardo che porta la Renault in quarta posizione, davanti alla Freccia d’Argento di Valtteri Bottas. Albon, Sainz, Hulkenberg, Stroll e Raikkonen completano la decina di piloti che prenderanno parte alla Q3 che definirà le prime cinque file della griglia di partenza per la gara di domani in programma sulla storica pista di Monza. Eliminato per soli due millesimi Antonio Giovinazzi, peccato per il pugliese che in questo caso, comunque, avrà la possibilità di scegliere liberamente la mescola senza vincoli. Qualifiche terminate anche per Magnussen, Kvyat, Norris e Gasly. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ITALIA: VERSTAPPEN FUORI DALLA Q2

Leclerc, Hulkenberg, Bottas, Hamilton, Ricciardo, Vettel, Albon, Sainz, Gasly, Magnussen, Raikkonen, Stroll, Norris, Giovinazzi e Kvyat sono i quindici piloti che parteciperanno alla Q2 del Gran Premio d’Italia. Le qualifiche hanno mietuto le prime cinque vittime: Grosjean, Perez, Russell, Kubica e Verstappen vengono eliminati e salutano la compagnia, dovranno limitarsi a fare da spettatori nelle manche successivi. L’olandese della Red Bull ha anche provato a scendere in pista e a lanciarsi ma è stato costretto ad alzare il piede per un problema sulla nuova power-unit Honda. Il messicano della Racing Point si è dovuto fermare in mezzo alla pista provocando una bandiera rossa proprio mentre Vettel stava completando il suo giro che gli avrebbe consentito di portarsi davanti a tutti. Da sottolineare che i due piloti Ferrari sono stati gli unici a usare la gomma gialla, risparmiando un treno di soft per Q2 e Q3. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ITALIA: LE RENAULT VELOCISSIME A MONZA

È in corso sul circuito di Monza la primi mini-sessione di qualifiche del Gran Premio d’Italia, quattordicesimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Tanto traffico in pista con i piloti che provano a sfruttare le scie degli altri per fare il tempo, al momento i più veloci in pista sono Hulkenberg e Ricciardo, entrambi guidano la Renault che con pochissimo carico aerodinamico vola sul giro secco. Un po’ più indietro Ferrari e Mercedes, Vettel e Leclerc sono scesi in pista con gomma gialla e per forza di cose pagano qualche decimo nei confronti di chi invece ha usato la soft. Devono ancora lanciarsi le Frecce d’Argento di Hamilton e Bottas, per loro in ogni caso non dovrebbe essere un grosso problema entrare in Q2. Difficilmente vedremo in pista Max Verstappen che in ogni caso domani partirà per ultimo e per l’olandese avrebbe poco senso girare e spremere la nuova power-unit Honda. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1 MONZA, QUALIFICHE GP ITALIA: CACCIA ALLA POLE POSITION

All’Autodromo di Monza è tutto pronto per l’inizio delle qualifiche che assegneranno la pole position e definiranno la griglia di partenza per il Gran Premio d’Italia che si correrà domani sul circuito brianzolo che ospita la quattordicesima tappa del mondiale 2019 di Formula 1. Tutte le speranze dei tifosi della Ferrari sono riposte in Charles Leclerc e Sebastian Vettel che nelle precedenti sessioni di prove libere hanno dimostrato di poter lottare per la prima fila e al volante della SF90 entrambi possono puntare a un gran risultato. La Mercedes ovviamente venderà cara la pelle con Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, la Red Bull si è invece chiamata fuori dalla lotta: montando la quarta power-unit Honda sulla macchina di Max Verstappen il team austriaco incapperà in una serie di penalità, di conseguenza l’olandese domani partirà dal fondo dello schieramento, siamo sicuri che il figlio di Jos darà ancora più spettacolo per riportarsi nel più breve tempo possibile a ridosso delle posizioni di vertice. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP ITALIA: DECISIVO IL GIOCO DELLE SCIE

Nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia saranno fondamentali le scie. Sui 5793 metri della pista di Monza anche un chilometro orario di velocità in più può fare la differenza, già nel corso dell’ultima sessione di prove libere abbiamo visto i piloti accodarsi alle macchine dei rispettivi compagni di squadra per potersi lanciare alle loro spalle. In caso contrario, senza nessuno davanti, sarà praticamente impossibile, anche con il DRS spalancato, raggiungere i 350 km/h in fondo al rettilineo principale. In casa Ferrari abbiamo già assistito al gioco di squadra tra Vettel e Leclerc con i due che si prendevano reciprocamente la scia per trarne vantaggi, alla Mercedes sono pronti a fare la stessa cosa con Hamilton e Bottas. Non c’è nulla di male, l’importante è non mettere in pericolo l’incolumità dei piloti. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP ITALIA: MIGLIOR TEMPO PER VETTEL

Miglior tempo per la Ferrari di Sebastian Vettel nella terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia, quattordicesima tappa del mondiale 2019 di Formula 1. Il tedesco ha girato in 1’20″294, in seconda posizione troviamo la Red Bull di Max Verstappen (1’20″326) che ha chiuso a soli 32 millesimi di ritardo, sfruttando le scie delle macchine che lo precedevano. Bottas e Leclerc con lo stesso identico tempo (1’20″403), a seguire Ricciardo (1’20″564) con una Renault ad ali scariche, Hamilton (1’20″595) che come al solito si nasconde quando in palio non c’è la pole position, Hulkenberg (1’20″752), Albon (1’20″827) e Giovinazzi (1’20″881) che deve riscattarsi dopo aver gettato al vento un ottavo posto nella gara di domenica scorsa in Belgio. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP ITALIA: LECLERC PRIMO MA HAMILTON È VICINO

A Monza la Ferrari detta il passo nel terzo turno di prove libere del Gran Premio d’Italia, a poche ore dalle qualifiche che assegneranno la quattordicesima pole position del mondiale 2019 di Formula 1 i più veloci in pista sono Charles Leclerc e Sebastian Vettel. Rispetto al tedesco, il vincitore di Spa-Francorchamps è stato più veloce di 159 millesimi, tuttavia i distacchi nei confronti di Mercedes e Red Bull sono davvero ridotti. Pur utilizzando una mescola più dura (la gomma gialla), Lewis Hamilton si trova a soli tre decimi di ritardo, così come Max Verstappen che invece ha utilizzato la soft. Dietro a Bottas e Albon troviamo Sainz, l’unico dei non big a restare dentro il mezzo secondo, molto più staccati gli altri con Perez, Ricciardo e Norris a quasi un secondo. Undicesimo Giovinazzi davanti a Raikkonen, in difficoltà le Haas, a Magnussen e Grosjean la power-unit fornita dalla Scuderia di Maranello sembra non bastare ed entrambi si trovano nelle retrovie a sgomitare con le Williams di Russell e Kubica, che 13 anni fa conquistò il suo primo podio con la BMW. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP MONZA: TUTTI FERMI AI BOX

Da circa un quarto d’ora è in corso sul circuito di Monza il terzo e ultimo turno di prove libere del Gran Premio d’Italia, quattordicesima tappa del mondiale 2019 di Formula 1. Nei primi minuti della FP3 tutti sono rimasti fermi ai box, calma piatta in pista poiché i commissari non hanno dato il via libera per girare. Durante la gara della Formula 3, infatti, Alexander Peroni ha preso letteralmente il volo alla Parabolica dopo essere passato su un dissuasore che ha fatto da trampolino, proiettando in area la macchina del giovane pilota australiano che è andato poi a schiantarsi sulle barriere e sulla rete di protezione. Se non fosse stato per l’Halo e per l’ottima resistenza del telaio Dallara, a quest’ora staremmo piangendo un’altra tragedia dopo quella di Anthoine Hubert. Alle ore 12.10 il dissuasore incriminato è stato rimosso dagli steward che lo hanno sostituito con una riga bianca, dando modo ai piloti di fare il loro ingresso sul tracciato in tutta sicurezza. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ITALIA: VIA ALLA FP3!

Tra pochi minuti si torna in pista per la terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia, quattordicesimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Sulla pista di Monza c’è già una grande cornice di pubblico anche se siamo solamente al sabato mattina, la vittoria di Leclerc in Belgio ha riacceso gli animi dei tifosi della Ferrari, che stanno vivendo un’annata cupa a causa delle scarse prestazioni della SF90 e del dominio incontrastato della Mercedes che si sta avviando a vincere il suo sesto titolo iridato consecutivo sia nei piloti che nei costruttori. Alla Scuderia di Maranello non resta che rincorrere qualche successo parziale come accaduto una settimana fa a Spa-Francorchamps, il circuito brianzolo si addice particolarmente alle caratteristiche della Rossa, con poco carico aerodinamico ed elevatissime velocità di punta. Nella FP3, durante la simulazione del giro di qualifica, sarà possibile quantificare il gap nei confronti delle Frecce d’Argento, con Hamilton che si è detto sorpreso di trovarsi a pochi centesimi dal Cavallino Rampante. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, GP ITALIA: OGGI NIENTE PIOGGIA A MONZA!

Se nella giornata di ieri i piloti e i team di Formula 1 hanno dovuto fare i conti con la pioggia intermittente che ha bagnato l’Autodromo di Monza, per il terzo turno di prove libere e soprattutto per le qualifiche del Gran Premio d’Italia, Giove Pluvio dovrebbe concedere una tregua. Sul circuito brianzolo, infatti, oggi è previsto cielo parzialmente nuvoloso, temperatura massima di circa 25 gradi e probabilità di pioggia prossime allo zero. Tutte le attività si dovrebbero svolgere sull’asciutto e così la FP3 diventa un buon banco di prova per testare il passo gara, oltre ovviamente a simulare il giro secco con macchine scariche di benzina e la mescola di gomme più morbida messa a disposizione dalla Pirelli per questo fine settimana. La Ferrari sogna in grande, sulla pista più veloce del mondiale, con poche curve e davanti ai suoi tifosi, la Scuderia di Maranello spera di cogliere un grande risultato, possibilmente con entrambi i suoi alfieri: Sebastian Vettel, ancora a secco di vittorie in questo 2019 che finora gli ha riservato solo amarezze, e Charles Leclerc, che dopo il successo di domenica scorsa a Spa-Francorchamps, spera di poter tagliare nuovamente il traguardo per primo, davanti a tutti. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP ITALIA: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

La Formula 1 in diretta ci propone oggi, sabato 7 settembre, il grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio d’Italia 2019 sul circuito di Monza, sede del quattordicesimo Gp del Mondiale di quest’anno. Un appuntamento naturalmente attesissimo, quello con una gara leggendaria sulla pista che più volte è stata presente nel calendario del Mondiale, quella dove si raggiungono le maggiori velocità e naturalmente il Gran Premio di casa per la Ferrari, che cercherà di concedere il bis della vittoria di Charles Leclerc a Spa per dare un altro sapore a una stagione globalmente deludente. A Monza oggi, sabato 7 settembre, naturalmente l’appuntamento più atteso sarà appunto quello con le qualifiche sull’Autodromo Nazionale. Diamo per prima cosa tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi le sessioni di oggi sul leggendario circuito brianzolo. Gli orari della diretta Formula 1 saranno chiaramente quelli classici di tutti i Gran Premi europei. Come di consueto il sabato comincerà con la terza e ultima sessione di prove libere FP3. L’appuntamento sarà alle ore 12.00 per quelli che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali: per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 15.00.

DIRETTA FORMULA 1, COSÌ LE LIBERE

E’ stata certo una prima sessione di prove libere per la Formula 1 davvero particolare quella a cui abbiamo assistito venerdi, dove la pioggia ha complicato non poco il programma di lavoro dei vari team nella Fp1 del Gp d’Italia 2019. L’asfalto molto bagnato e i pesanti rovesci delle prime ore del mattino infatti hanno obbligato molti piloti a fare solo pochi giri, o comunque a non poter spingere troppo sull’acceleratore: anzi sono state ben tre le bandiere rosse che sono state elevate dai commissari di gara per poter recuperare monoposto finire fuori pista (nell’ordine Gasly, Raikkonen e Perez nessun incidente grave da segnalare). Dopo quindi quasi un’oretta di poco traffico e poche emozioni all’Autodromo brianzolo, è stato solo nell’ultima mezz’ora della Fp1 della formula 1, che la pista di Monza si è animata sotto un cielo non terso ma almeno non più nero. Tornati in scena i big ecco che pure la classifica dei tempi ha cominciato a vedere crono interessanti: negli ultimi dieci minuti poi con la pista che si stava man mano asciugando, alcuni piloti, in primis il ferrarista Leclerc, hanno pure osato la gomma slick. Alla bandiera a scacchi, è stato poi proprio il monegasco della Ferrari a segnare il primo tempo: Leclerc, scatenato negli ultimi istanti a disposizione nella Fp1, ha fissato il miglior tempo di 1.27.905, davanti a Sainz e Albon. Più indietro gli altri big del Mondiale come Hamilton, Bottas e Vettel, che però hanno giocato a carte coperte in questa sessione. (Agg di Michela Colombo)

Il venerdì della Formula 1 a Monza è tutto nel segno della Ferrari e in particolare di Charles Leclerc. Infatti anche nella seconda sessione di prove libere FP2 in vista del Gran Premio d’Italia 2019 troviamo al comando della classifica dei tempi il pilota monegasco di Maranello, già vincitore domenica scorsa a Spa. Festa Ferrari ma con un rivale perennemente in agguato: il riferimento naturalmente è al solito Lewis Hamilton, che nella sessione del pomeriggio si è fermato a soli 68 millesimi dalla migliore prestazione fatta registrare da Leclerc con il tempo di 1’20”978. Il duello però è lanciato, perché il venerdì di Monza ha dato buone indicazioni alla Ferrari anche sul passo gara, che dovrebbe essere il problema principale per la Rossa. Una variabile importante è naturalmente il meteo, perché la pioggia ha fatto capolino anche nella FP2, sia pure in modo meno significativo rispetto alla prima sessione: nel pomeriggio si è lavorato abbastanza bene, ma di certo i team non hanno raccolto tutti i dati che avrebbero voluto. Terzo posto per Sebastian Vettel staccato di 201 millesimi dal giovane compagno di squadra, in quarta posizione troviamo invece Valtteri Bottas con un ritardo di 369 millesimi da Leclerc, anche nella seconda fila virtuale è duello Ferrari-Mercedes. Vicinissimo a Bottas c’è comunque Max Verstappen, quinto ad appena tre millesimi dal finlandese, il problema di Verstappen sarà la penalizzazione da scontare sulla griglia di partenza; sesto invece Alexander Albon con la seconda Red Bull, che completa il quadro dei top team. Nelle prime dieci posizioni troviamo poi nell’ordine dal settimo posto Pierre Gasly con la Toro Rosso, ottavo Romain Grosjean sulla Haas-Ferrari, nona la Renault di Daniel Ricciardo e poi decima l’altra Toro Rosso di Daniil Kvyat. (Agg di Mauro Mantegazza)

DIRETTA FORMULA 1: LA GRANDE STORIA DEL GP ITALIA

In attesa di buttarci sull’attualità della diretta Formula 1, andiamo a ripercorrere in breve la storia del Gran Premio d’Italia e dell’Autodromo Nazionale. Una storia che è quella dell’automobilismo sportivo fin dai suoi albori: il circuito di Monza infatti fu costruito nel 1922 e fu dunque il terzo autodromo del mondo dopo quello inglese di Brooklands – oggi non più esistente – e quello americano di Indianapolis. Forse basterebbe questo per rendere l’idea del prestigio di Monza e per capire perché la Formula 1 non può fare a meno della pista brianzola. Un ripasso di storia dunque giova anche per il futuro, per essere consapevoli di cosa vuol dire Monza per l’automobilismo: fin da quell’anno la città lombarda è stata sede praticamente fissa del Gran Premio d’Italia che si era corso per la prima volta l’anno precedente a Montichiari, con rare eccezioni. Dunque quando nel 1950 nacque il Campionato del Mondo di Formula 1 naturalmente Monza fu inserita nel calendario di quella prima edizione e da allora ha saltato solo l’edizione del 1980, quando il Gp d’Italia si disputò ad Imola: questi numeri fanno di Monza la pista più presente nel Mondiale con 69 edizioni su 70 (compreso quest’anno) davanti a Montecarlo che ne vanta 66. In totale siamo a 90 edizioni del Gp Italia, delle quali 85 a Monza, che è storia e anche velocità: infatti il tracciato brianzolo è uno dei pochi sopravvissuto ai tempi mantenendo la sua conformazione iniziale con solo piccole modifiche che non ne hanno intaccato la sua essenza di circuito velocissimo. Inoltre da tradizione Monza è l’ultima gara europea della stagione: quando il calendario era più breve, tante volte proprio in Brianza si è deciso il Mondiale – adesso naturalmente è ben più difficile, dal momento che mancano ancora sette gare in giro per il mondo.

SCHUMACHER E HAMILTON AL COMANDO DELL’ALBO D’ORO

Sfogliando l’albo d’oro delle edizioni dal 1950 in poi, notiamo che sono ben 18 le vittorie di Maranello, da Alberto Ascari nel 1951 a Fernando Alonso nel 2010, con una citazione speciale per i ben cinque successi di Michael Schumacher nel 1996, 1998, 2000, 2003 e 2006. Da ricordare tutti i successi che sono coincisi con le vittorie nei Mondiali: oltre ad Ascari nel 1952 e Schumacher nel 2000 e 2003, ricordiamo Phil Hill nel 1961, John Surtees nel 1964, Jody Scheckter nel 1979. Ci piace però ricordare anche la vittoria di Ludovico Scarfiotti nel 1966, che resta purtroppo l’ultima di un pilota italiano dopo quella di Nino Farina nel 1950 con l’Alfa Romeo e la doppietta di Ascari con la Ferrari nelle due edizioni successive, ed inoltre il successo di Gerhard Berger nel 1988 ad un mese dalla morte di Enzo Ferrari e unico Gp sfuggito alla McLaren in una stagione dominata da Lauda e Prost. Oltre ai successi della Ferrari e a quello dell’Alfa Romeo, ricordiamo le vittorie della Maserati con Juan Manuel Fangio nel 1953 e Stirling Moss nel 1956 e quella della Toro Rosso nel 2008 con un certo Sebastian Vettel, che vinse sotto la pioggia la prima gara della carriera, ripetendosi poi nel 2011 e nel 2013 con la Red Bull. Vettel però non ha ancora vinto a Monza con la Ferrari, il digiuno del Cavallino Rampante dura da nove anni e sarebbe davvero l’ora di spezzarlo. Tra i piloti in attività il più vincente è Lewis Hamilton, che ha trionfato ben cinque volte (2012 con la McLaren, 2014, 2015, 2017 e 2018 con la Mercedes) agganciando Schumacher al comando dell’albo d’oro, sfruttando in queste ultime stagioni la netta superiorità Mercedes sulla pista dove più che in qualsiasi altro Gp conta il motore, fattore alla base anche della vittoria di Nico Rosberg nel 2016 – cinque su cinque per la Mercedes nell’era turbo, con tre doppiette. Tornando ora a dedicarci all’attualità, non c’è niente di meglio che cedere la parola alla pista e al cronometro per ammirare chi saprà fare meglio sulle curve e i rettilinei di Monza, dove bisognerà schiacciare al massimo il pedale dell’acceleratore per conquistare la pole position. Allora mettiamoci comodi: la diretta Formula 1 delle qualifiche e della FP3 del Gran Premio d’Italia 2019 a Monza sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA