Diretta Formula 1 Singapore/ Qualifiche live: Ferrari in pole position con Leclerc!

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 F1 qualifiche live Gp Singapore 2019: contro ogni pronostico Charles Leclerc regala la pole position alla Ferrari sulla pista di Marina Bay (oggi sabato 21 settembre)

Hamilton Leclerc Formula 1\
Formula 1: Lewis Hamilton e Charles Leclerc (LaPresse, 2019)

Terza pole position consecutiva per Charles Leclerc che nelle qualifiche del Gran Premio di Singapore tira fuori il coniglio dal cilindro! Sulla pista di Marina Bay nessuno si immaginava di trovarsi la Ferrari lì davanti, tutti erano convinti che la Mercedes avrebbe annientato la concorrenza a occhi chiusi, invece con un giro capolavoro (1’36″217) il monegasco mette tutti in riga. Lewis Hamilton (1’36″408) ha dovuto raschiare il fondo del barile per affiancarlo in prima fila e sopravanzare con un colpo di reni Sebastian Vettel (1’36″437) che ha dato tutto ma si deve accontentare della terza casella sulla griglia di partenza. Il vero sconfitto di giornata è Max Verstappen (1’36″813), solamente quarto, ancora peggio è andata a Valtteri Bottas (1’37″146) che domani scatterà dalla terza fila accanto ad Alexander Albon (1’37″411). Carlos Sainz (1’37″818) è il primo degli altri con il settimo tempo, Ricciardo e Hulkenberg (1’38″264) a sandwich tra le McLaren con Norris (1’38″329) che completa la top 10. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SINGAPORE: LA FERRARI AVVERTE LA MERCEDES

Niente da fare per Kevin Magnussen, Kikmi Raikkonen, Pierre Gasly, Antonio Giovinazzi e Sergio Perez che restano esclusi dalla Q3. I dieci piloti che si contenderanno la pole position nell’ultima manche delle qualifiche del Gran Premio di Singapore saranno Nico Hulkenberg, Daniel Ricciardo, Carlos Sainz, Alexander Albon, Lando Norris, Valtteri Bottas, Max Verstappen, Lewis Hamilton, Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Con il tempo di 1’36″650 il monegasco manda un chiaro avvertimento al cinque volte campione del mondo di Formula 1 che pensava di non avere rivali, invece la Ferrari si sta rivelando più competitiva del previsto sulla pista di Marina Bay dove invece sulla carta la Scuderia di Maranello avrebbe dovuto buscarle anche dalla Red Bull. È molto probabile, comunque, che la Mercedes non abbia ancora espresso la massima potenza mentre invece i ferraristi sin dalla FP3 stanno spremendo come un limone la SF90. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SINGAPORE: GROSJEAN FUORI DALLA Q2

Robert Kubica, George Russell, Romain Grosjean, Lance Stroll e Daniil Kvyat sono i primi piloti che salutano la compagnia nelle qualifiche del Gran Premio di Singapore. Gli ultimi cinque della Q1 vengono infatti eliminati e non potranno più tornare in pista, almeno per oggi. Kevin Magnussen si salva per appena quindici millesimi, ancora una volta il danese vince con il suo compagno di box, confermato dalla Haas per il 2020 nonostante le prestazioni deludenti e ben al di sotto degli standard a cui ci aveva abituato il francese gli anni scorsi quando guidava la Lotus. Tra poco rivedremo in azione anche Perez, Raikkonen, Ricciardo, Giovinazzi (più veloce del finlandese), Albon, Gasly, Hulkenberg, Sainz, Norris, Verstappen, Vettel, Leclerc, Hamilton e Bottas. Con la gomma rossa – e a parità di mescola – le Mercedes tornano a essere più veloci delle Ferrari{agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SINGAPORE: HAAS E ALFA ROMEO A RISCHIO

Mancano dieci minuti alla fine della Q1 sulla pista di Marina Bay dove si stanno disputando le qualifiche del Gran Premio di Singapore. Chi si aggiudicherà la quindicesima pole position del mondiale 2019 di Formula 1 non lo scopriremo in questi minuti, visto che queste sessioni servono a fare una scrematura iniziale dei venti piloti che prenderanno parte alla gara di domani. Gli ultimi cinque saranno eliminati, sembrano condannate certamente all’esclusione le Williams di Kubica e Russell, anche se quest’ultimo si è comportato molto bene nelle prove libere, a rischio le Haas e le Alfa Romeo che dalla giornata di ieri occupano costantemente le ultime posizioni della classifica. Non dovrebbero esserci particolari problemi per i big che in questa fase avranno come unico obiettivo quello di evitare i muri e tenersi alla larga dai guai. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SINGAPORE: CACCIA ALLA POLE POSITION!

Alle ore 21 locali (le 15 in Italia) prenderanno il via le qualifiche del Gran Premio di Singapore, quindicesimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Sulla pista di Marina Bay, Lewis Hamilton insegue la pole position numero 88 della sua carriera, il britannico dovrà vedersela con Max Verstappen che ieri nella simulazione del passo gara è stato l’unico in grado di tenere un ritmo simile a quello della Mercedes numero 44. Fino a qualche ora nemmeno ci sognavamo di immaginare una Ferrari in lotta per la prima fila, ma dopo l’ottima FP3 di Charles Leclerc gli scenari sembrano essere decisamente migliorati per la Scuderia di Maranello. Senza dimenticare che le Frecce d’Argento nelle prove libere usano una mappatura di motore molto conservativa e che i veri valori di forza della Casa di Stoccarda li conosceremo soltanto in Q2 e Q3. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SINGAPORE: HULKENBERG APPIEDATO NEL 2020?

Con l’annuncio ufficiale della conferma di Romain Grosjean al volante della Haas per il 2020, chi rischia seriamente di rimanere a piedi è Nico Hulkenberg. Il pilota tedesco, che corre in Formula 1 dal 2010, è sicuramente uno dei talenti più inespressi nella storia recente del circus. Al debutto con la Williams, Hulkenberg conquistò la pole position in Brasile (sfruttando le mutevoli condizioni climatiche che bagnarono a intermittenza la pista) e si parlava un gran bene di lui. Nelle stagioni successive con la Force India arrivarono diversi piazzamenti importanti e sempre a Interlagos, nel 2012, rimase a lungo in testa lottando con le McLaren di Hamilton e Button per la vittoria, finché non rimase coinvolto in un incidente assieme al britannico. Con il passare del tempo la sua stella si è lentamente offuscata, tant’è vero che in 170 gran premi l’attuale compagno di box di Ricciardo non è salito sul podio nemmeno una volta, e la sensazione è che tutti i treni buoni siano ormai passati. Pare che nelle ultime ore Hulkenberg si sia offerto alla Sauber con il team manager Vasseur che non vedrebbe l’ora di scaricare Giovinazzi, protagonista di un campionato con poche luci e molte ombre. Consapevole che silurando il pugliese, potrebbe perdere l’appoggio della Ferrari che fornisce il brand Alfa Romeo, la power-unit e un supporto consistente nello sviluppo della macchina e nel sostentamento economico della scuderia elvetica. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP SINGAPORE: FP3 INCORAGGIANTE PER LA FERRARI

Bandiera a scacchi, si è appena conclusa sul circuito di Marina Bay la terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore, quindicesima tappa del mondiale 2019 di Formula 1. Charles Leclerc ha fissato il limite in 1’38″192, girando più forte di Mercedes e Red Bull, bisognava vedere se in Ferrari hanno deciso di ricorrere subito a una mappatura più aggressiva a differenza degli altri. A due decimi di ritardo, a parità di mescola, Lewis Hamilton (1’38″399) che distanzia di quasi mezzo secondo Sebastian Vettel (1’38″811) e Valtteri Bottas (1’38″885). Solamente sesto Max Verstappen (1’39″366) che a causa del traffico non si è espresso come avrebbe voluto, finendo dietro anche ad Alexander Albon (1’39″258). La McLaren si conferma quarta forza con Sainz (1’39″507) e Norris (1’39″709) che precedono le Renault di Hulkenberg (1’40″118) e Ricciardo (1’40″153). Appena fuori dalla top 10 Lance Stroll (1’40″209) al volante della Racing Point, tredicesimo Raikkonen (1’40″953), sedicesimo Giovinazzi (1’41″169): Alfa Romeo in difficoltà su una pista ad alto carico, persino Russell (1’41″156) è andato meglio del pugliese. Haas in crisi con Magnussen (1’41″494) e Grosjean (1’41″542), solamente Kubica (1’41″954) alle loro spalle. Senza tempo Daniil Kvyat alle prese con la power-unit Honda che fa i capricci e che il russo dovrà sostituire se vuole prendere parte alle qualifiche. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP SINGAPORE: LECLERC IL PIÙ VELOCE CON LA SOFT

A venti minuti dalla fine della terza sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore (quindicesimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1) il miglior tempo appartiene a Charles Leclerc. A differenza dei due piloti Mercedes, il monegasco è sceso in pista con la gomma rossa girando in 1’39″364, un tempo che gli ha consentito di rifilare quasi otto decimi a Lewis Hamilton, vale la pena comunque di ricordare che il penta-campione del mondo ha usato una mescola più dura. In leggera difficoltà Sebastian Vettel che nonostante uno pneumatico più performante è stato leggermente più lento del britannico, quarto Valtteri Bottas a +1″357 da Leclerc. Quinto posto per Sergio Perez che poteva ulteriormente migliorarsi ma ha toccato il muro con la gomma posteriore destra danneggiando la sospensione e spargendo diversi detriti in pista. I commissari sono stati costretti a esporre la bandiera rossa proprio mentre Max Verstappen si stava per lanciare, l’olandese si è fatto desiderare a lungo ed è uscito dai box per ultimo aspettando che la pista di Marina Bay si gommasse, peccato che in questa maniera non abbia ancora un tempo significativo. Problemi anche per Daniil Kvyat, la sua Toro Rosso fuma in maniera preoccupante: fortunatamente per il russo si tratta soltanto di olio in eccesso. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP SINGAPORE: BOTTAS E ALBON I PRIMI A LANCIARSI

Sul circuito di Marina Bay è cominciato da circa un quarto d’ora il terzo turno di prove libere. La Fp3 si svolge in diurna, a Singapore il sole tramonterà non prima delle 19.01 locali (le 13.01 in Italia) e di conseguenza le temperature sono elevate: 31 gradi l’aria, 39 gradi l’asfalto. La maggior parte dei piloti si è limitata a percorrere il classico giro d’installazione per verificare che le macchine fossero a posto e null’altro, il primo dei big a lanciarsi è Valtteri Bottas, che ieri ha distrutto la sua Mercedes andando a muro e ha costretto i suoi meccanici a una giornata di straordinari per ripararla a tempo di record. Con gomma gialla il finlandese completa il suo primo – timido – tentativo in 1’40″926, un riferimento piuttosto alto se pensiamo che in FP2 il suo compagno di box Hamilton è sceso sotto l’1’39”. Al volante della Red Bull, Albon è stato un decimo più lento di Bottas, siamo comunque solamente all’inizio della sessione e gli uomini più attesi – compresi i ferraristi Leclerc e Vettel – devono ancora uscire dai box. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP SINGAPORE: VIA ALLA FP3!

Tra pochi minuti comincerà la terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore, quindicesimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. I team e i piloti stanno affilando le armi in vista delle qualifiche che assegneranno la pole position e definiranno la griglia di partenza per la gara di domani, che si preannuncia tra le più massacranti dell’anno per la durata, le caratteristiche della pista di Marina Bay che sollecitano la resistenza fisica degli atleti, il caldo umido e lo smog che rendono il clima opprimente e insopportabile. La Ferrari è chiamata a ridurre il gap nei confronti di Mercedes e Red Bull che invece si trovano molto a loro agio su un circuito ad alto carico aerodinamico e tra i più lenti dell’intero campionato. Dopo i successi di Spa e Monza, la Scuderia di Maranello dovrà difendersi e limitare i danni, anche se gli ultimi aggiornamenti sulla SF90 sembrano aver ridato un po’ di fiducia a Sebastian Vettel, che sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua carriera. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP SINGAPORE: FERRARI COSTRETTA A INSEGUIRE

Il nuovo pacchetto aerodinamico ha consentito alla Ferrari di guadagnare qualche decimo sulla pista di Marina Bay e a Sebastian Vettel di ritrovare un feeling quantomeno decente con la SF90. Ma i miracoli non si possono compiere dall’oggi al domani, per cui dobbiamo rassegnarci a vedere la Scuderia di Maranello costantemente alle spalle di Mercedes e Red Bull in questo fine settimana. Sin da inizio anno tutti gli analisti erano concordi nell’affermare che Singapore, assieme a Monaco e Ungheria, sarebbe stato uno degli appuntamenti più difficili per il Cavallino. Quanto successo ieri nelle prime due sessioni di prove libere non ha fatto altro che confermare le impressioni della vigilia, molto probabilmente in qualifica e in gara assisteremo a un nuovo capitolo dell’entusiasmante duello tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Da una parte il cinque volte campione del mondo di Formula 1 che vuole aggiungere al suo palmarès la sesta corona iridata, dall’altra uno dei giovani più promettenti della sua generazione – assieme a Charles Leclerc – che ha già ampiamente dimostrato di possedere una fame di vittorie e una cattiveria fuori dal comune. L’esperienza contro la voglia di emergere a tutti i costi, la battaglia è servita! {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP SINGAPORE: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

La Formula 1 in diretta vivrà oggi il grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio di Singapore 2019 sul circuito di Marina Bay, il quartiere portuale della megalopoli asiatica che è sede del quindicesimo Gp del Mondiale. Un appuntamento attesissimo per la Formula 1: trattandosi di un circuito cittadino con spazi stretti e basse velocità, molto simile a Montecarlo, sorpassare in gara non è affatto semplice e di conseguenza partire davanti potrebbe rivelarsi decisivo – salvo passare indenni la prima curva, come la Ferrari ben ricorda dal 2017… A Singapore oggi, sabato 21 settembre, proprio perché le posizioni di partenza potrebbero già determinare buona parte dell’esito della gara di domani su questo affascinante ma tecnicamente non esaltante tracciato. Diamo per prima cosa tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi la diretta Formula 1 delle sessioni di oggi: gli orari saranno identici a quelli europei nonostante sei ore di fuso orario, perché si gareggia in notturna e dunque tutto è spostato verso la sera locale. Come di consueto il sabato comincerà con la terza e ultima sessione di prove libere FP3. L’appuntamento sarà alle ore 12.00 italiane (le 18.00 locali) per quelli che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali: per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 15.00, quando cioè a Singapore saranno le 21.00.

DIRETTA FORMULA 1, LE PROVE LIBERE

Le prove libere FP1 di Formula 1 a Singapore si sono chiuse con il miglior tempo di Max Verstappen. Il primo pilota di casa Red Bull ha fatto vedere ancora una volta il suo grande talento, fermando il cronometro sul tempo di 1:40.259. Buon secondo posto per Sebastian Vettel su Ferrari, che per la prima volta negli ultimi tempi riesce a fare meglio del compagno di scuderia, Leclerc, che invece è stato bloccato stamane da alcuni problemi al cambio (poi sostituto ma senza penalità trattandosi delle libere di venerdì). A completare la top 3 ci ha pensato il campione del mondo in carica, Lewis Hamilton, con un ritardo “diabolico” di 666 millesimi, e che ha ricevuto una multa da 5000 euro per via della temperatura sbagliata della benzina della sua Mercedes: il carburante è infatti risultato essere troppo freddo, più di 20 gradi in meno rispetto alla temperatura ambientale (è previsto un range di 10 gradi), e alla fine è arrivata la sanzione pecuniaria. Una buona Ferrari quella vistasi stamane a Marina Bay, soprattutto con Vettel, che ha chiuso a 167 millesimi di distacco da Verstappen, mentre Leclerc è apparso per ora non giudicabile visti i problemi meccanici riscontrati, che si spera, siano stati definitivamente risolti. Quarto tempo per la seconda guida delle Mercedes, Bottas, che è andato a sbattere nella fase finale della sessione, rompendo il muso della propria monoposto, senza comunque conseguenze fisiche. A completare le prime dieci posizioni, Albon, Hulkenberg, Norris, Kvyat, Gasly e Ricciardo.

C’è stato un solo grande protagonista nella seconda sessione di prove libere di Formula 1 a Singapore, leggasi Lewis Hamilton. Il campione del mondo in carica, forse stufo di prendere scoppole dalla Ferrari dopo le vittorie a Spa e a Monza, è sceso in pista più agguerrito che mai, segnando fin da subito tempi record, e concludendo la sessione in prima posizione con il tempo di 1:38.733. Ad impressionare, oltre alla “pole”, è stato il ritmo tenuto dall’uomo Mercedes, con la sua W10 velocissima anche sul passo gara, mantenendo una media di un minuto e 44 secondi. Seconda posizione per il talento Max Verstappen, che chiude così un ottimo venerdì alla luce della prima posizione in Fp1: insieme all’alieno, è stato l’unico ad essere sceso oggi sotto l’uno e 39. Conferma un bel feeling con Marina Bay anche Sebastian Vettel, terzo in fp2 dopo il secondo posto in fp1, anche se molto lontano rispetto ad Hamilton. Ma del resto il circuito favorisce le caratteristiche di Mercedes e Red Bull, e lo si è visto in particolare con Leclerc, che nel pomeriggio ha ottenuto solamente un sesto posto, dopo una mattinata problematica a causa di un cambio che lo ha fatto dannare. Completano le prime dieci posizioni, Sainz, Hulkenberg, Norris e Gasly. Domani si torna in pista alle 12 per le Libere 3, e poi dalle 15 al via le qualifiche: la sensazione è che sarà una lotta a due fra Mercedes e Red Bull, anche se la Ferrari potrebbe dire la sua, soprattutto se Leclerc dovesse superare i problemi di oggi.

DIRETTA FORMULA 1: SINGAPORE, STORIA BREVE MA TORMENTATA

In attesa di buttarci sull’attualità della diretta Formula 1, andiamo a ripercorrere in breve la storia del Gran Premio di Singapore. A confronto con le precedenti gare di Spa e Monza è una storia evidentemente assai meno gloriosa, tuttavia non sono mancati molti momenti da ricordare. Le prime gare automobilistiche furono disputate a Singapore già fra gli anni Sessanta e Settanta, tuttavia per vedere il Mondiale di Formula 1 fare il suo debutto nella piccola ma ricca nazione del Sud-Est asiatico bisognerà attendere il 2008. Una gara memorabile ma purtroppo per un motivo poco piacevole, cioè il famoso ‘Crash Gate’ che coinvolse la Renault, accusata di aver volutamente causato l’incidente a Nelson Piquet jr per favorire la vittoria di Fernando Alonso stravolgendo la gara con conseguenze assai pesanti per la Ferrari e Felipe Massa, che con il senno di poi si giocò il titolo mondiale con il pasticcio al rifornimento deciso proprio in base all’ingresso della Safety Car per l’incidente di Nelsinho Piquet. Decisamente più piacevole per la Ferrari e probabilmente anche per il pilota spagnolo il ricordo della seconda vittoria ottenuta da Fernando a Marina Bay, quella conquistata nel 2010 al volante della Ferrari in un weekend caratterizzato dall’unico Grand Chelem (vittoria partendo dalla pole position, con il giro veloce e rimanendo in testa dal primo all’ultimo giro) della carriera di Fernando.

HAMILTON E VETTEL A PARI MERITO

Quattro sono invece le vittorie a Singapore per Lewis Hamilton, che conquistò il primo successo nel 2009 al volante della McLaren, poi ha conquistato la vittoria anche nel 2014 con la Mercedes, un trionfo fondamentale sulla strada del titolo iridato perché arrivò in una gara che vide il ritiro di Nico Rosberg, che si era presentato a Marina Bay in testa alla classifica; discorso simile per il successo del 2017 approfittando dell’incidente in partenza che coinvolse le due Ferrari e Max Verstappen, che erano messi tutti meglio dell’inglese sulla griglia. Doveva essere una gara difficile per Hamilton, invece gli spianò la strada verso l’iride, come poi è successo anche l’anno scorso con il nuovo successo del pilota Mercedes, ora re di Singapore a pari merito con Sebastian Vettel. Anche il tedesco a Marina Bay ha vinto ben quattro volte: le prime tre affermazioni arrivarono consecutivamente dal 2011 al 2013, anni in cui il binomio formato dal pilota tedesco e dalla Red Bull era imbattibile da queste parti. Vettel poi ha vinto anche nel 2015 al volante della Ferrari – ricordate il “Lasciatemi guidare” cantato sulle note di Toto Cutugno per festeggiare dopo il traguardo? Manca solamente di ricordare che cosa successe nel 2016, quando fu Nico Rosberg ad imporsi guadagnando anche 10 punti su Hamilton (terzo), una differenza che al termine della stagione si rivelerà determinante in favore del figlio d’arte. Tornando ora invece a dedicarci all’attualità, per scoprire come si posizioneranno i protagonisti più attesi sulla griglia di partenza di questa gara, non c’è niente di meglio che cedere la parola alla pista e al cronometro per ammirare chi saprà fare meglio sulle curve di Singapore, dove bisognerà sfiorare i guard rail senza però andare oltre il limite, perché il confine fra capolavoro e disastro è davvero sottile. Allora mettiamoci comodi: la diretta Formula 1 delle qualifiche e della FP3 del Gran Premio di Singapore 2019 a Marina Bay sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA