Diretta Formula 1/ Hamilton conquista la pole position nelle qualifiche del Gp Spagna

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 qualifiche e FP3 live Gp Spagna 2020 Barcellona: cronaca e tempi delle due sessioni sul circuito di Montmelò oggi, sabato 15 agosto.

Hamilton Formula 1
Classifica Formula 1: Lewis Hamilton (Foto LaPresse)

Lewis Hamilton si prende di forza la 92^ pole position in carriera: le qualifiche del Gran Premio di Spagna diventano l’ennesimo territorio di conquista per la Mercedes che monopolizza la prima fila con Valtteri Bottas che si deve accodare al compagno di box per soli 59 millesimi. Volendo sottilizzare si potrebbe far notare che il campionissimo britannico non sia riuscito a migliorare il record della pista di Montmeló (anche per colpa del caldo che stressa maggiormente gli pneumatici), ma siamo convinti che se ne farà una ragione. Verstappen e Perez si spartiscono la seconda fila, Stroll e Albon si accomodano in terza. Quarta fila tutta arancione con le McLaren di Sainz e Norris, Ferrari allo sbando con Leclerc che domani al via occuperà la nona casella sulla griglia di partenza, e solamente per cinque centesimi riesce a stare davanti all’AlphaTauri di Gasly. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SPAGNA: VETTEL FUORI DALLA Q3 PER 2 MILLESIMI

Sebastian Vettel è il primo degli esclusi dopo la seconda mini-sessione di qualifiche del Gran Premio di Spagna: il quattro volte campione del mondo di Formula 1 resta fuori dalla Q3 per appena due millesimi, Lando Norris è dentro per il rotto della cuffia. Eliminati anche Ocon, Raikkonen (che si toglie lo sfizio di stare davanti a una delle Renault, il finlandese è stato l’unico a usare la gomma gialla), Ricciardo e Kvyat. Nessun problema invece per la Mercedes con Hamilton e Bottas che a parità di mescola (tutti in pista con la soft per non correre rischi) rifilano mezzo secondo a Verstappen. La Racing Point è la macchina più veloce di tutte nel primo settore dove la power unit conta più del carico aerodinamico, non a caso la Ferrari perde un mucchio di terreno nel tratto iniziale per poi recuperare parzialmente nelle curve successive. Gasly con un colpo di reni porta l’AlphaTauri in quinta posizione, tra poco rivedremo in azione anche Sainz, Perez e Albon. Chi si prenderà la pole position a Montmeló? Ancora qualche minuto di pazienza e lo scopriremo. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SPAGNA: TUTTO OK PER I BIG, RAIKKONEN IN Q2

Pur con il freno a mano tirato, Lewis Hamilton fa il miglior tempo nella prima mini-sessione di qualifiche del Gran Premio di Spagna, sesta tappa della stagione 2020 di Formula 1: 1’16”872 per il campione del mondo in carica, alle sue spalle troviamo un’altra Mercedes, riverniciata di rosa dalla Racing Point, quella di Sergio Perez che al rientro dopo essere guarito dal Covid-19 si candida a un posto in seconda fila. Q1 tranquilla anche per Verstappen, Bottas, Leclerc e Stroll, tutti gli altri da Gasly in giù hanno avuto bisogno di due tentativi per mettersi al sicuro, compreso Vettel che si è garantito l’ingresso in Q2 solamente in extremis. La grande novità è che Kimi Raikkonen ce l’ha fatta a non rimanere tra gli ultimi cinque, a differenza di Grosjean (che ieri era andato benissimo nelle prove libere), Magnussen, Russell, Latifi e Giovinazzi: per loro il sabato finisce qui. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SPAGNA: CACCIA ALLA POLE POSITION

Stiamo per entrare nel vivo del weekend con le qualifiche del Gran Premio di Spagna, sesto appuntamento del mondiale 2020 di Formula 1. Si comincia con la prima manche da 18 minuti dove verranno eliminati gli ultimi cinque. Stesso discorso anche per la seconda mini-sessione da un quarto d’ora, alla fine rimarranno in dieci a contendersi la pole position – che di fatto però è un discorso che riguarda solamente Hamilton e Bottas, aggiungendoci Verstappen se dovesse trovare il giro della vita – e le prime cinque file della griglia di partenza. Per la Ferrari la terza fila è un obiettivo concreto, soprattutto con Leclerc che sta cercando disperatamente di tenere alta la bandiera del Cavallino Rampante. Ricciardo possibile outsider, l’australiano è andato molto bene nelle prove libere e ha fatto promettere ad Abiteboul, team principal della Renault, di tatuarsi un disegno scelto dal pilota australiano in caso di ritorno sul podio. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SPAGNA: LA TURCHIA RIENTRA IN CALENDARIO?

In attesa che i piloti di Formula 1 si diano battaglia a Montmeló per la pole position del Gran Premio di Spagna, diamo un’occhiata alle indiscrezioni relative al calendario di quest’anno che è ancora incompleto a causa della pandemia di Covid che ha portato alla cancellazione di diversi appuntamenti (Australia, Monaco, Francia, Canada, USA, Brasile, Messico, Singapore, Olanda, Giappone, Azerbaijan). Dopo la gara di Imola in programma il prossimo 1 novembre, il circus potrebbe tornare in Turchia a nove anni di distanza dall’ultima volta, l’Istanbul Park era una pista che aveva riscosso il gradimento di pubblico e piloti. Poi è previsto un doppio appuntamento in Bahrain, dove verrebbe sfruttato un layout “endurance” che nel 2010 inaugurò la stagione con la vittoria di Alonso al debutto in Ferrari. La chiusura dovrebbe essere fissata per il 13 dicembre ad Abu Dhabi. In questa maniera Liberty Media e FIA raggiungerebbero l’obiettivo di organizzare 17 gran premi, niente male se si pensa che ad aprile si parlava addirittura di annullamento del mondiale. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP SPAGNA: MALINTESO TRA OCON E MAGNUSSEN

Il terzo turno di prove libere del Gran Premio di Spagna – sesta tappa del mondiale 2020 di Formula 1 – si è concluso con il botto di Esteban Ocon che ha perso il controllo della sua Renault nel tentativo di evitare Kevin Magnussen che aveva improvvisamente frenato davanti a lui, finendo contro il muro: ala anteriore distrutta e macchina da riparare a poche ore dalle qualifiche. Un’incomprensione che non aiuta il pilota danese a farsi nuovi amici all’interno del paddock. Per quanto riguarda i tempi, con gomma rossa nuova Lewis Hamilton ha fissato l’asticella in 1’17”222 rifilando 151 millesimi di distacco a Valtteri Bottas, terzo posto per Max Verstappen a mezzo secondo dalle Mercedes. Molto bene la McLaren, Sainz è quarto davanti alla Racing Point di Sergio Perez, Charles Leclerc al volante della Ferrari non va oltre il sesto tempo. Gasly, Stroll, Albon e Ricciardo completano la top 10 dalla quale, ormai questa è un’abitudine, Sebastian Vettel. Anche oggi per il tedesco non sarà facilissimo entrare in Q3. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP SPAGNA: VERSTAPPEN A RIDOSSO DELLE MERCEDES

Per adesso la terza sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna non ci sta riservando sorprese, con la Mercedes a guardare tutti dall’alto in basso, al momento il più veloce sul Circuit de Catalunya è Valtteri Bottas che con gomma rossa ha girato in 1’17”971, un decimo in meno di Lewis Hamilton. Poco distante Max Verstappen che a parità di mescola ha quasi replicato i tempi delle Frecce Nere, Red Bull impressionante nel terzo settore dove il carico aerodinamico fa la differenza e la RB16 ne ha da vendere. Quarto posto per la McLaren di Lando Norris che precede la Ferrari di Charles Leclerc, buon sesto tempo per Pierre Gasly che vuole convincere Helmut Marko di essere un’ottima alternativa ad Alexander Albon. Solamente sedicesimo Sebastian Vettel che ha usato solamente la gomma gialla, il tedesco probabilmente vuole entrare in Q3 con questo tipo di pneumatico e quindi preferisce trascurare la soft che comunque tornerà sicuramente più utile in qualifica. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, FP3 GP SPAGNA: CALMA PIATTA IN PISTA

La diretta della terza sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna – sesta tappa del mondiale 2020 di Formula 1 – è cominciata da circa quindici minuti, proprio come ieri il primo a scendere in pista è Lando Norris che evidentemente non vede l’ora di girare, e ci sta visto che stiamo parlando di un astro nascente che sgomita per ritagliarsi un posto tra i grandissimi del motorsport. Con gomma gialla il portacolori della McLaren ha fermato il cronometro sull’1’19”620, decisamente alto se rapportato all’1’16” alto con il quale Hamilton ha messo tutti in riga durante la FP2. Con l’asfalto poco gommato i big preferiscono aspettare un altro po’ dentro i box, confidenti che qualcun altro faccia il lavoro sporco al posto loro. Calma piatta al momento, ma è la classica quiete prima della tempesta… {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SPAGNA: VIA ALLA FP3!

Tra pochi minuti comincerà il terzo e ultimo turno di prove libere del Gran Premio di Spagna, sesto appuntamento del mondiale 2020 di Formula 1. Sul circuito di Montmeló oggi si disputeranno le qualifiche che metteranno in palio la pole position e definiranno la griglia di partenza per la gara di domani. Questa mattina i piloti si concentreranno prevalentemente sul giro singolo e sulle prestazioni, quindi vedremo diversi tentativi con la gomma rossa (soft) anche se non è da escludere che qualcuno possa collaudare la gialla (media) e cercare l’accesso alla Q3 con questa mescola e avere così il vantaggio di fare il pit stop dopo gli altri. Il caldo resta uno dei temi dominanti, già domenica scorsa a Silverstone abbiamo visto come le temperature elevate possano dare fastidio alla Mercedes e strizzare l’occhio alla Red Bull, vittoriosa con Verstappen. Problemi che non riguardano la Ferrari, che va piano a prescindere dalle condizioni climatiche… {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SPAGNA: ACQUE AGITATE NEL PADDOCK

C’è aria di burrasca in Formula 1: la Mercedes minaccia di andarsene e di non firmare il rinnovo del Patto della Concordia, Toto Wolff non garantisce di rimanere al comando della Casa di Stoccarda anche dopo il 2020, la Renault se l’è legata al dito per la questione della Racing Point che avrebbe clonato la Mercedes del 2019, e proprio in queste ore la scuderia francese avrebbe chiesto l’azzeramento dei punti ottenuti da Perez, Stroll e Hulkenberg nel corso di questa stagione. Per non parlare poi della decisione di abolire il party-mode già a partire dal Gran Premio del Belgio, una mossa che ha fatto indispettire non poco il campione del mondo Lewis Hamilton e i vertici della stella a tre punte. La Ferrari per il momento non si intromette, ha altre cose a cui pensare in questo momento: una macchina che non funziona nemmeno a calci, un team principal che non sa quali pesci prendere e un pilota che ha perso tutti gli stimoli ed è ormai una copia sbiadita del campione che fino a due anni fa dava filo da torcere alle Frecce d’Argento. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP SPAGNA: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

La diretta Formula 1 torna anche oggi, sabato 15 agosto: sarà un Ferragosto con il grande appuntamento delle qualifiche del Gran Premio di Spagna 2020 sul circuito del Montmelò, nei pressi di Barcellona, sede del sesto Gp del Mondiale di quest’anno, che determineranno la griglia di partenza e la pole position della gara di domani sul Circuit de Catalunya, tracciato notissimo a piloti e scuderie sia per la sua lunga storia (alla quale poi accenneremo) sia perché sede di numerose sessioni di test, come è successo anche questo inverno, prima che il Coronavirus sconvolgesse tutto. Diamo per prima cosa tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi la diretta Formula 1 delle sessioni di oggi. Il sabato del Gran Premio di Spagna comincerà naturalmente con la terza sessione di prove libere FP3 alle ore 12.00, logicamente senza alcun problema di fuso orario tra l’Italia e Barcellona. Il pezzo forte della giornata di diretta Formula 1 tuttavia saranno naturalmente le qualifiche: l’appuntamento con le prove ufficiali del Gran Premio di Spagna al Montmelò sarà dunque alle ore 15.00, quando comincerà la caccia alla pole position.

DIRETTA FORMULA 1, FP1: HAMILTON E BOTTAS UN GRADINO SOPRA A TUTTI

Già durante il primo turno di prove libere del Gran Premio di Spagna – sesto appuntamento della stagione 2020 di Formula 1 – Hamilton e Bottas sono scesi sotto l’1’17” senza nemmeno dover stressare le componenti delle loro Mercedes e tenendo a debita distanza gli avversari, con Verstappen che domenica scorsa trionfava a Silverstone e che ha chiuso la FP1 a nove decimi di ritardo dal sei volte campione del mondo. Entrambe le Ferrari in top 5 con Leclerc che precede Vettel, il tedesco sembra trovarsi meglio con il nuovo telaio ma forse è presto per trarre conclusioni affrettate. Bel balzo in avanti della Haas che finora avevamo sempre visto nelle retrovie, invece qui Grosjean ha archiviato la sessione in sesta posizione, mentre Magnussen ha ottenuto il nono tempo. Il rientrante Perez (risultato negativo al tampone e quindi nuovamente idoneo a correre) è settimo, Albon continua a perdere nettamente il confronto con il suo ingombrante compagno di box ritrovandosi puntualmente a centro gruppo, con McLaren, Renault e Racing Point che hanno ridotto il gap nei confronti delle big. Poteva andare peggio il debutto per l’israeliano Roy Nissany, appena tre decimi più lento del titolare Latifi, anche un testacoda innocuo per lui, dovuto all’inesperienza e alla smania di spingersi oltre il limite. (Agg. di Stefano Belli)

DIRETTA FORMULA 1, FP2: L’AVVERSARIO E’ IL CALDO

Il caldo asfissiante e le temperature elevate con l’asfalto che sfiorava i 50 gradi hanno impedito ai piloti di migliorare significativamente i tempi della FP1 nel corso del secondo turno di prove libere del Gran Premio di Spagna. Nel primo pomeriggio di ieri Lewis Hamilton non è andato oltre l’1’16”883 nella simulazione della qualifica con gomma rossa, quasi tre decimi di ritardo per Valtteri Bottas che completa comunque l’uno-due della Mercedes, che si conferma di un’altra categoria sul giro secco. L’eliminazione del party-mode a partire dal Belgio non dovrebbe stravolgere i valori di forza in pista con la pole position che rischia di rimanere un affare privato tra i piloti della Casa di Stoccarda. Max Verstappen non è andato oltre il terzo tempo accusando un gap di 821 millesimi, anche se nella simulazione del passo gara l’olandese ha dato l’impressione di poter tener testa alle due Frecce Nere, come accaduto lo scorso weekend a Silverstone. La Renault dimostra di essere sul pezzo con Daniel Ricciardo, che ha chiuso la FP2 al quarto posto davanti e potrebbe rivelarsi un osso duro per Charles Leclerc. Che dovrà stare attento anche alle McLaren di Sainz e Norris, nonché alle Racing Point di Perez e Stroll. La Haas sembra vedere finalmente la luce in fondo al tunnel, era da tempo che non vedevamo Grosjean così in alto in classifica e il francese sembra aver ritrovato l’entusiasmo che lo contraddistingueva quando guidava macchine competitive (la Lotus del biennio 2012-2013, ad esempio). Vorremmo poter dire lo stesso di Kimi Raikkonen, alle prese con un Alfa Romeo deludente sotto tutti i punti di vista: manca la velocità, manca il carico aerodinamico, manca l’affidabilità, quest’anno l’ex-Sauber si sta rivelando una profonda delusione, e a 41 anni il finlandese non ha certo intenzione di continuare a queste condizioni. (Agg. di Stefano Belli)

DIRETTA FORMULA 1, GP SPAGNA 2020: LA STORIA A BARCELLONA

In attesa di buttarci sull’attualità della diretta Formula 1, andiamo adesso a ripercorrere in breve la storia del Gran Premio di Spagna. Una storia lunghissima, perché ebbe inizio addirittura nel 1913, anche se per decenni il Gran Premio iberico si tenne solo sporadicamente, talvolta addirittura con lunghe pause fra un’edizione e l’altra. Nel 1951 si tenne la prima edizione valida per il Mondiale che era nato l’anno prima: vinse Juan Manuel Fangio su Alfa Romeo sul circuito di Pedralbes, a Barcellona, dove poi si corse anche nel 1954 con vittoria della Ferrari di Mike Hawthorn. Tuttavia poi si dovette aspettare fino al 1968 per rivedere la Spagna nel calendario iridato: iniziò l’alternanza fra il circuito di Jarama (vicino a Madrid) e la pista del Montjuic a Barcellona, quasi in ossequio alle due anime della Spagna sportiva e non solo, ma finalmente la Spagna divenne una tappa fissa del Circus, salvo le interruzioni dovute all’assenza negli anni fra il 1982 e il 1985. Il più vincente di quegli anni fu Jackie Stewart con i suoi tre successi consecutivi fra il 1969 e il 1971. Il ritorno definitivo della Spagna risale al 1986, quando per la prima volta si corse a Jerez de la Frontera e vinse Ayrton Senna. Il circuito andaluso ospitò la gara per cinque anni consecutivi, poi dal 1991 la sede fissa diventò il Montmelò, che fu inaugurato proprio quell’anno. Qui si entra nell’epopea di Michael Schumacher, che ha vinto per ben sei volte il Gran Premio di Spagna: nel 1995 con la Benetton, nel 1996 invece fu proprio questo il suo primo successo in Ferrari, poi arrivò il poker consecutivo dal 2001 al 2004. Degne di nota anche le tre vittorie consecutive di Mika Hakkinen dal 1998 al 2000.

Dopo Schumacher, gli unici tre piloti che hanno saputo vincere più di una volta al Montmelò sono stati Kimi Raikkonen, Fernando Alonso e Lewis Hamilton. Il finlandese ci è riuscito nel 2005 con la McLaren e nel 2008 con la Ferrari, mentre lo spagnolo ha fatto gioire il suo pubblico nel 2006 al volante della Renault e nel 2013 con la Ferrari in quella che però ancora oggi resta l’ultima vittoria della sua carriera (cambierà qualcosa con il suo rientro nel 2021?) e anche ultima delle 12 vittorie della Rossa nel Gp Spagna. Quanto a Hamilton, ha ottenuto le sue quattro vittorie spagnole sempre con la Mercedes nel 2014 e poi con il tris consecutivo nelle edizioni più recenti, cominciato dunque nel 2017 e proseguito con altre due vittorie nel 2018 ed infine l’anno scorso. Nessun altro ha ottenuto il bis, nemmeno Sebastian Vettel che in Spagna ha vinto solo nel 2011 con la Red Bull; quanto alle edizioni più recenti, in mezzo alle vittorie di Hamilton ecco che nel 2015 a trionfare fu Nico Rosberg mentre nel 2016 ci fu la clamorosa prima vittoria di Max Verstappen, favorita dall’incidente fratricida tra le due Mercedes alla prima curva. Tuttavia adesso non è più il tempo delle parole e dei numeri storici, perché la diretta Formula 1 delle qualifiche e della FP3 del Gran Premio di Spagna 2020 a Barcellona Montmelò sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA