Diretta Formula 1/ Qualifiche: Lewis Hamilton, pole position con dedica a Lauda

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 qualifiche e FP3 live Gp Monaco 2019 Montecarlo: cronaca e tempi delle due sessioni in programma sullo storico circuito oggi, sabato 25 maggio

montecarlo formula 1
Diretta Formula 1 - LaPresse

Lewis Hamilton ci teneva tantissimo a dedicare l’85^ pole position in Formula 1 a Niki Lauda che ci ha lasciato nei giorni scorsi. Solo così si può spiegare l’esultanza irrefrenabile del britannico quando gli hanno comunicato che era riuscito a mettere la sua Mercedes davanti a quella di Valtteri Bottas sulla griglia di partenza del Gran Premio di Monaco. Conquistare la pole position sulle strade del Principato ha un significato particolare, non solo per la suggestione del luogo, ma per la difficoltà con la quale si compiono i sorpassi sui 3337 metri tortuosi del circuito più corto del mondiale. Partire davanti vuol dire essere a due terzi dell’opera, ditelo a Charles Leclerc vittima della folle strategia della Ferrari che ha ritenuto inutile rimandare in pista il monegasco negli ultimi minuti della Q1, pensando che il pilota di casa avesse già guadagnato il pass per la sessione successiva. Invece, con l’asfalto che si puliva e si gommava sempre più, gli altri si sono migliorati facendo scivolare Leclcerc fino al 16^ posto, escludendolo dalla lotta per le prime file. Ha rischiato grosso anche Sebastian Vettel che in extremis è riuscito a entrare nella top 15, estromettendo proprio il suo compagno di box, ma oggi la Ferrari non ne aveva proprio per dare filo da torcere alle Frecce d’Argento che hanno così monopolizzato la prima fila, tanto per fare qualcosa di nuovo. Anche la Red Bull è andata meglio della Rossa con Verstappen che è andato a conquistarsi la terza casella dello schieramento e domani proverà a dare fastidio al duo Mercedes e a scongiurare la sesta doppietta consecutiva in altrettante gare. Sarà invece una domenica di passione per Leclerc che dalle retrovie dovrà rimontare più posizioni possibili nel più breve tempo possibili: un’impresa ai limiti dell’impossibile su una pista che concede pochissimi margini di manovra e nessuno di errore. {agg. di Stefano Belli}

LEWIS HAMILTON IN POLE POSITION

Lewis Hamilton (1’10″166) si prende di prepotenza la pole position nelle qualifiche del Gran Premio di Monaco, sesto appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. Con un giro tiratissimo il britannico beffa per 86 millesimi Valtteri Bottas (1’10″252) che contribuisce a colorare tutta d’argento la prima fila, ancora una volta monopolizzata dalla Mercedes. Sebastian Vettel (1’10″947) non è riuscito nemmeno a scavalcare Max Verstpapen (1’10″641), il tedesco ha fatto il massimo ma si è dovuto accodare alla Red Bull dell’olandese, la Ferrari non va oltre la quarta casella sulla griglia di partenza. In terza fila si accomodano Pierre Gasly (1’11″041) e Kevin Magnussen (1’11″109), Daniel Ricciardo (1’11″218) che un anno fa trionfò sulle strade del Principato domani partirà dalla quarta fila, accanto alla Toro Rosso di Daniil Kvyat (1’11″271). Carlos Sainz (1’11″417) e Alex Albon (1’11″653) si prendono la quinta fila. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1 QUALIFICHE GP MONACO, VERSTAPPEN AVVERTE LA MERCEDES!

Max Verstappen mette in guardia la Mercedes e stampa il miglior tempo nella seconda mini-sessione di qualifiche del Gran Premio di Monaco (sesta tappa del mondiale 2019 di Formula 1): l’olandese fa segnare un impressionante 1’10″618 (nuovo record della pista) che gli consente di stare davanti alle Mercedes di Bottas e Hamilton. La pole position a quanto pare non è un discorso che riguarderà soltanto le Frecce d’Argento, occhio alla Red Bull-Honda che può fare lo scherzo alla Casa di Stoccarda. Solamente quarto Sebastian Vettel con la Ferrari, incapace di scendere sotto l’1’11”; in Q3 vedremo anche Magnussen, le splendide Toro Rosso di Kvyat e Albon, l’altra Red Bull di Gasly, la Renault di Ricciardo e la McLaren di Sainz. Eliminati Hulkenberg, Norris, Grosjean e le Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi. {agg. di Stefano Belli}

QUALIFICHE GP MONACO FORMULA 1, ELIMINATO LECLERC!

Colpo di scena, Charles Leclerc fuori dalla Q2! Grave errore di valutazione del box Ferrari che non rimanda in pista il monegasco negli ultimi minuti della prima sessione di qualifiche, gli strateghi della Scuderia di Maranello forse erano convinti di non correre rischi e invece si ritrovano la Rossa numero 16 in 16^ posizione, estromessa dalla lotta per la pole position. Eliminate, inoltre,  le Racing Point di Perez e Stroll e le Williams di Russell e Kubica. Anche Sebastian Vettel ha rischiato seriamente di restare escluso ma in extremis è riuscito a centrare il miglior tempo della Q1 in 1’11″434, sfruttando la pista più gommata che ha consentito ad Albon, Hulkenberg e Norris di migliorarsi e scavalcare Leclerc. Accedono alla manche successiva anche Hamilton, Bottas, Verstappen, Kvyat, Gasly, Ricciardo, Grosjean, Magnussen, Sainz, Giovinazzi e Raikkonen. {agg. di Stefano Belli}

QUALIFICHE GP MONACO FORMULA 1, QUANTO TRAFFICO IN PISTA!

Sulle strade del Principato di Monaco è in corso la prima manche di qualifiche che assegneranno la sesta pole position del mondiale 2019 di Formula 1. Tantissimo traffico in pista con i piloti lanciati per il giro veloce che devono fare letteralmente lo slalom per evitare i colleghi che invece procedono lentamente, per cui è praticamente impossibile trovare pista libera. Al momento il più veloce è Verstappen che ha fermato il cronometro in 1’11″725, dietro di lui troviamo le Mercedes di Bottas e Hamilton, la Ferrari di Leclerc e la Toro Rosso di un ottimo Albon. A rischio eliminazione Russell, Kubica, Stroll, Perez e Hulkenberg che occupano le ultime cinque posizioni, per i due Williams le speranze di entrare in Q2 sono pressoché nulle. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1 GP MONACO, CACCIA ALLA POLE POSITION!

Tutto pronto per l’inizio delle qualifiche del Gran Premio di Monaco, sesta tappa del campionato 2019 di Formula 1. Sulle strade del Principato Lewis Hamilton va a caccia della pole position numero 85 in carriera, gliela contenderanno il suo compagno di squadra Valtteri Bottas, l’olandesino volante Max Verstappen e l’idolo locale Charles Leclerc che è stato il più veloce nelle prove libere di questa mattina. Non ci siamo dimenticati di Sebastian Vettel che dopo essere andato a muro alla Sainte-Devote forse vorrà prendersi meno rischi per non sfasciare un’altra macchina e dunque difficilmente lo vedremo in lizza per la pole. Come al solito il format delle qualifiche prevede tre mini-sessioni da 18, 15 e 12 minuti ciascuna, gli ultimi cinque di ogni manche vengono eliminati finché non resteranno in dieci a spartirsi le prime cinque file della griglia di partenza. Ricordiamo che Leclerc se l’è cavata con un semplice richiamo per non aver rispettato il delta time in regime di virtual safety car durante l’incidente di Vettel. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1 GP MONACO, LECLERC SOTTO INCHIESTA!

Charles Leclerc è sotto investigazione per non aver rispettato la procedura che i piloti devono tassativamente rispettare in regime di Virtual Safety Car. Questa mattina, durante la FP3, Sebastian Vettel è andato a muro alla Sainte-Devote, danneggiando l’ala anteriore e una sospensione della sua Ferrari: inevitabile l’intervento dei commissari, in presenza di addetti lungo la pista i bolidi di Formula 1 non possono assolutamente sfrecciare a tutta velocità per ovvi motivi di sicurezza, invece di sospendere la sessione il direttore di corsa ha ordinato ai piloti di rallentare seguendo un delta time. La colpa di Leclerc sarebbe stata quella di non aver alzato a sufficienza il piede, motivo per cui il monegasco è stato convocato dagli steward dopo aver realizzato il miglior tempo. Le sanzioni potrebbero andare da una semplice tirata di orecchie fino a una penalità da scontare sulla griglia di partenza, un’opzione che rovinerebbe definitivamente il sabato della Ferrari, già tutt’altro che esaltante. {agg. di Stefano Belli}

FP3 GP MONACO FORMULA 1, MIGLIOR TEMPO PER LECLERC

Acuto di Charles Leclerc nell’ultimo turno di prove libere del Gran Premio di Monaco che si è da poco concluso: sulla pista di casa il pilota della Ferrari ha realizzato il miglior tempo in 1’11″265, lasciando dietro di sé le Mercedes di Valtteri Bottas (1’11″318) e Lewis Hamilton (1’11″478). Per la prima volta dall’inizio del mondiale 2019 di Formula 1 la Red Bull dimostra di essere sul pezzo con entrambi i piloti e non solo con Max Verstappen (1’11″539): molto bene anche Pierre Gasly (1’11″738). Segnali incoraggianti arrivano anche da Antonio Giovinazzi (1’12″170) che ha chiuso la FP3 con il sesto tempo davanti a Kvyat (1’12″194), Magnussen (1’12″270), Raikkonen (1’12″308) e Albon (1’12″338). Ancora fuori dalla top ten le Renault di Hulkenberg (1’12″489) e Ricciardo (1’12″519) che solamente dodici mesi fa trionfò sulle strade del Principato e oggi invece annaspa con una macchina che non si sta rivelando all’altezza delle aspettative. Nelle retrovie Vettel (1’12″583) che non è più tornato in pista dopo aver sbattuto alla Sainte-Devote, se il tedesco prenderà parte delle qualifiche il merito sarà solamente dei meccanici della Scuderia di Maranello che in questi casi svolgono sempre un lavoro eccezionale, riparando macchine distrutte alla velocità della luce. {agg. di Stefano Belli}

FP3 GP MONACO FORMULA 1, VETTEL A MURO!

La Mercedes vola con Valtteri Bottas, al volante della Freccia d’Argento il finlandese gira in 1’11″338, mentre Hamilton non sembra particolarmente soddisfatto del set-up della sua W10 e si accontenta di stare a due decimi dal compagno di box. La Ferrari continua ad accusare un ritardo quantificabile in circa otto decimi al giro, un gap pesante considerando che il circuito ricavato dalle strade del Principato di Monaco è lungo appena 3337 metri. Come se non bastasse, Sebastian Vettel decide di andare lungo alla Sainte-Devote e di piantarsi contro le barriere danneggiando l’ala anteriore e la sospensione della sua SF90: qualifiche a serio rischio per il tedesco a meno che i meccanici della Scuderia di Maranello non compiano un autentico miracolo riparando la macchina in tempo record. Il tutto mentre la Casa di Stoccarda i record pensa a farli in pista. Nel frattempo la Red Bull si inserisce tra Mercedes e Ferrari con Verstappen e Gasly che si portano alle spalle di Bottas e Hamilton. Leclerc, inoltre, è sotto inchiesta per non aver rispettato il delta time in regime di virtual safety car (provocata dall’incidente di Vettel): il monegasco rischia quindi una penalità, magari da scontare sulla griglia di partenza. Mancano 20 minuti al termine della terza sessione di prove libere in corso sulle strade del Principato di Monaco, che domani ospiteranno la sesta gara del mondiale 2019 di Formula 1{agg. di Stefano Belli}

FP3 GP MONACO FORMULA 1, I BIG RESTANO AI BOX

La terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Monaco (sesto appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1) comincia con il sole che prova a squarciare le nuvole e a scaldare un po’ la pista (temperatura dell’asfalto di 32 gradi), mentre ai box i meccanici della Mercedes lavorano freneticamente sulla macchina di Hamilton che quindi non entrerà in azione, almeno nelle fasi iniziali della FP3 che servirà a preparare le qualifiche in programma nel pomeriggio. Per adesso sono i comprimari a prendersi la scena anche se i tempi restano piuttosto alti: al momento il più veloce è Alexander Albon che comunque non è riuscito a fare meglio di un 1’13″775, e considerando che giovedì siamo scesi abbondantemente sotto l’1’12″… {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1 GP MONACO, VIA ALLA FP3!

Tra pochi minuti i piloti di Formula 1 torneranno a girare sulle strade tortuose del Principato per la terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Monaco, sesto appuntamento del mondiale 2019 che si è già trasformato in un lungo e noioso monologo della Mercedes. Anche per questo fine settimana le speranze di assistere a uno spettacolo diverso da quello che ci siamo dovuti sorbire nei precedenti del weekend sono praticamente ridotte allo zero Kelvin. Vedremo se nella FP3 la Ferrari è riuscita almeno a ridurre il gap nei confronti delle Frecce d’Argento o se invece dovremo aggrapparci a Max Verstappen e al binomio Red Bull-Honda per interrompere l’egemonia della Casa di Stoccarda, pronta a prenotare pole position e prima fila nelle qualifiche che si disputeranno alle ore 15.00. A breve ci faremo un’idea più chiara sui valori di forza in pista e soprattutto capiremo realmente se la casella più ambita della griglia di partenza sarà soltanto alla portata di Hamilton e Bottas oppure se la roulette di Montecarlo premierà qualche outsider. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, MERCEDES IMPRENDIBILE ANCHE A MONACO?

Ancora una volta la Mercedes è stata la scuderia che più di ogni altra ha interpretato nel migliore dei modi i nuovi regolamenti tecnici che hanno modificato l’aspetto delle macchine di Formula 1. La Casa di Stoccarda è stata bravissima a recuperare il carico aerodinamico cancellato dalle norme della FIA e a solcare un vuoto che le avversarie (Ferrari, Red Bull-Honda e Renault in primis) finora non hanno saputo colmare. Non solo, a differenza degli altri anni le Frecce d’Argento volano anche sui circuiti più lenti e tortuosi, come ad esempio quello del Principato di Monaco dove domani si correrà la sesta gara della stagione 2019. Nelle prove libere dell’altro ieri sia Hamilton che Bottas hanno impressionato sia sul giro secco che sul passo gara, a ulteriore conferma dell’enorme bontà del progetto della W10. Invece la Ferrari è apparsa lenta e impacciata a causa del passo lungo della SF90: all’orizzonte si intravvede quindi un altro weekend di passione per il Cavallino Rampante, a Maranello dovranno guardarsi anche dalle Red Bull di Verstappen e Gasly, che da queste parti hanno sempre detto la loro per la vittoria. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1 GP MONACO: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

La Formula 1 in diretta ci regala il grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio di Monaco 2019 sullo storico circuito cittadino di Montecarlo, sede del sesto Gp del Mondiale di quest’anno, che determineranno la griglia di partenza e la pole position della gara di domani, la più affascinante dell’anno e quella in cui partire davanti è davvero fondamentale. Diamo per prima cosa tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi le sessioni odierne. Dopo il consueto venerdì di pausa nel Principato, oggi si comincerà alle ore 12.00 con la terza e ultima sessione di prove libere FP3, che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position domani sul circuito monegasco. Per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 15.00, orario ormai tradizionale della diretta Formula 1 del sabato. L’attesa è spasmodica: le qualifiche richiedono di prendersi rischi che a Montecarlo si possono pagare a carissimo prezzo ma che d’altronde sono necessari, perché partire davanti significa avere già in tasca mezza vittoria, se non di più.

Le qualifiche della Formula 1 per il Gran Premio di Monaco 2019 sul circuito di Montecarlo saranno trasmesse in tv e streaming come ormai è tradizione da qualche anno su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che per la settima stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Per il Gran Premio di Monaco, che sarà il sesto del nuovo Mondiale, la programmazione riserva notizie da sapere anche per chi non è abbonato Sky, infatti su Tv8 finalmente saranno visibili per la prima volta in stagione in tempo reale le qualifiche, a differenza della FP3. Sarà dunque un sabato da non perdere, perché sappiamo bene che a Montecarlo spesso il giorno più spettacolare è proprio questo e che le qualifiche avranno enorme incidenza sull’esito della gara.

STREAMING FORMULA 1 GP MONACO 2019: IN CHIARO

Anche quest’anno la telecronaca di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da una schiera di commentatori tecnici d’eccezione tra cui Marc Gené. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio, la rubrica Paddock Live che farà da filo conduttore alla giornata sarà affidata come di consueto a Federica Masolin, mentre Matteo Bobbi sarà l’uomo degli approfondimenti dalla Sky Sport Tech Room. La Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie a Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove di Formula 1 in streaming video tramite l’applicazione Sky Go. Per quanto riguarda la tv in chiaro, come abbiamo detto questo sarà un weekend visibile in tempo reale anche in chiaro, per la prima volta in stagione qualifiche e gara si potranno dunque vedere su Tv8 – la FP3 invece è esclusa e sarà visibile esclusivamente su Sky. Le emozioni delle qualifiche del Gran Premio di Monaco 2019 saranno dunque garantite in tempo reale gratuitamente a tutti e saranno uno spettacolo da non perdere. Infine vi indichiamo i riferimenti del Mondiale di Formula 1 su Twitter, gli account ufficiali @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook F1, che potranno essere particolarmente preziosi anche in questa giornata.

DIRETTA FORMULA 1, GP MONACO 2019: LA STORIA A MONTECARLO

In attesa di buttarci sull’attualità della diretta Formula 1, andiamo a ripercorrere in breve la lunga e affascinante storia del Principato. Una storia che ebbe inizio nel 1929, quando all’allora presidente dell’Automobile Club di Monaco venne l’idea di organizzare un Gran Premio sulle strade di Montecarlo: sembrava una pazzia, si rivelò un colpo di genio e in poco tempo Montecarlo divenne una classica. Dopo la Seconda Guerra Mondiale il Gp tornò nel 1948, non si disputò nel 1949, tornò di nuovo nel 1950 e fu in quel caso valido per la prima edizione del Mondiale (vittoria di Juan Manuel Fangio su Alfa Romeo) ma ritrovò posto nel calendario iridato soltanto dal 1955. Da allora però non è mai più uscito e anzi si fa fatica anche solo a concepire la possibilità di un Mondiale di Formula 1 senza Montecarlo, che è la gara più celebre, quella che attira l’interesse anche di chi abitualmente non segue la Formula 1. Nell’albo d’oro spiccano le sei vittorie di Ayrton Senna, un vero mago sulle stradine del Principato che esaltavano la sua classe: il brasiliano vinse per la prima volta nel 1987 con la Lotus, poi infilò altri cinque successi consecutivi sempre con la McLaren dal 1989 al 1993, quando corse qui per l’ultima volta nella sua vita. Anche il suo grande rivale Alain Prost aveva comunque un ottimo feeling con Montecarlo: vinse per tre anni consecutivi dal 1984 al 1986 e poi di nuovo nel 1988, per cui ci furono ben dieci edizioni consecutive con due soli vincitori. Prima di loro il re di Monaco era stato Graham Hill con cinque vittorie, prima la tripletta 1963-1964-1965 e poi ancora la doppietta 1968-1969, mentre in seguito spiccano le cinque vittorie di Michael Schumacher, cioè la doppietta 1994-1995 al volante della Benetton e poi i tre successi con la Ferrari nel 1997, 1999 e 2001. Incredibile invece il numero relativo a Jim Clark, che a Montecarlo ha ottenuto ben quattro pole position ma non è mai riuscito a vincere.

Nell’epoca più recente il pilota migliore nel Principato è stato Nico Rosberg con tre successi: il figlio d’arte ha vinto le tre edizioni consecutive dal 2013 al 2015, ma ormai è solamente uno spettatore di lusso a Montecarlo. Fernando Alonso ha vinto due volte (2006 e 2007), ma anche lui è ormai solamente uno spettatore della corsa più affascinante di tutta la stagione. Lewis Hamilton ha vinto nel 2008 con la McLaren e poi di nuovo nel 2016 con la Mercedes, Sebastian Vettel si è invece imposto nel 2011 con la Red Bull e nel 2017 con la Ferrari spezzando un digiuno che durava dal 2001 (tra l’altro facendo doppietta con Kimi Raikkonen), mentre un anno fa si impose Daniel Ricciardo sfruttando al meglio la pole position nonostante nel finale di gara avesse avuto un problema tecnico, ma con abilità non diede a nessuno chance di sorpassarlo. Ricordiamo infine molto volentieri la vittoria di Jarno Trulli con la Renault nel 2004, unico successo italiano negli ultimi 30 anni. Tuttavia adesso non è più il tempo delle parole e dei numeri storici, perché la battaglia per la pole position sta finalmente per cominciare. Allora mettiamoci comodi: la diretta Formula 1 delle qualifiche e della FP3 del Gran Premio di Monaco 2019 a Montecarlo sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA