Diretta/ Fortitudo Bologna Pesaro (risultato finale 87-66): dilagano i felsinei

- Claudio Franceschini

Diretta Fortitudo Bologna Pesaro streaming video Rai: orario e risultato live della partita valida per la 3^ giornata del campionato di basket Serie A1, squadre in campo al PalaDozza.

Pietro Aradori Fortitudo Bologna lapresse 2021 640x300
Diretta Fortitudo Bologna Pesaro, basket Serie A1 3^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA FORTITUDO BOLOGNA PESARO (RISULTATO FINALE 87-66): DILAGANO I FELSINEI

Alla fine è riuscita a dilagare la Fortitudo Bologna che ha battuto la Carpegna Prosciutto Pesaro con un perentorio 87-66 nella sfida del massimo campionato cestistico italiano. 21 punti di vantaggio per i felsinei che hanno potuto sfruttare la grande performance di Benzing, autore da solo di 23 punti e miglior realizzatore della partita, seguito da 14 punti per Leonardo Totè mentre dall’altra parte il miglior realizzatore è stato Davide Moretti con 13 punti personali, ma il match è rimasto in bilico solo per metà gara, poi la Fortitudo non ha più dato segnali di cedimento. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA FORTITUDO BOLOGNA PESARO STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Fortitudo Bologna Pesaro sarà garantita su Rai Sport, con la possibilità di accedere alla mobilità tramite sito o app di Rai Play; in aggiunta l’appuntamento per seguire il match di basket è quello con il broadcaster Discovery + che, come sappiamo, da quest’anno è diventato fornitore ufficiale della nostra Serie A1. Anche questa sfida quindi sarà disponibile in diretta streaming video, previo abbonamento alla piattaforma; inoltre sul sito www.legabasket.it troverete come sempre le informazioni utili e immediate, ovvero il tabellino play-by-play e il boxscore statistico aggiornato in tempo reale. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

ALLUNGANO GLI EMILIANI

La Fortitudo Bologna sembra a un passo dalla vittoria nel match di Serie A1 maschile di basket contro la Carpegna Prosciutto Pesaro. 56-46 il risultato parziale alla fine del terzo quarto, oltre a Benzing anche Richardson arriva in doppia cifra tra le fila dei padroni di casa, mentre dall’altra parte Carlos Delfino è salito a quota 12 punti: per i felsinei 10 punti di vantaggio con un solo quarto da giocare sembrano una dote confortevole da gestire. (agg. di Fabio Belli)

DISTANZE MANTENUTE

Distanze mantenute con la Fortitudo Bologna che riesce a incrementare di ulteriori 2 lunghezze il vantaggio sulla Carpegna Prosciutto Pesaro. A metà gara risultato sul 37-30 in favore dei felsinei, Benzing è sempre il mattatore sotto canestro con 16 punti realizzati personalmente, dall’altra parte Tryque Jones è il miglior marcatore per i marchigiani con 7 punti messi a segno, ma la Carpegna è riuscita a opporre una buona prova collettiva che non ha fatto aumentare di troppo la distanza tra le due formazioni. (agg. di Fabio Belli)

FELSINEI REATTIVI

Felsinei reattivi nel primo quarto della sfida del campionato di Serie A1 di basket: la Fortitudo Bologna conduce 20-15 sulla Carpegna Prosciutto Pesaro, già 11 punti personali di Robin Benzing che prova a tenere alti i ritmi mentre nessuna individualità della formazione marchigiana riesce a spiccare. Per Pesaro manca ancora la giusta efficacia sotto canestro ma i ritmi offensivi delle due squadre non sono ancora forsennati e il match sembra più che mai aperto. (agg. di Fabio Belli)

PALLA A DUE!

Siamo alla palla a due di Fortitudo Bologna Pesaro. La rivalità tra le due società è forte: possiamo ricordare che nel 2002 ci fu un incrocio nei quarti di finale playoff, che l’Aquila biancoblu superò per 3-1 salvo poi andare a perdere la finale contro Treviso. Era quello il periodo di massimo splendore della società emiliana, che però ha anche stabilito un record: tra il 1996 e il 2006 ha infatti raggiunto la bellezza di 10 finali ma gli scudetti vinti sono stati soltanto due (2000 e 2005), perché sostanzialmente la F si è dovuta scontrare con squadre decisamente di livello (ben 4 sconfitte contro Treviso, due dalla Virtus Bologna, una contro Milano e una contro Siena) e dunque poteva starci non riuscire a mettere le mani sul titolo, anche se chiaramente questo dato rimane deludente.

Dal canto suo la Vuelle, campione d’Italia nel 1990 e poi ancora finalista nel 1992 e 1994, era riuscita a tornare grande: nel 2004, quarta in regular season, aveva timbrato la semifinale playoff arrendendosi però alla Mens Sana di Carlo Recalcati, che di lì a poco avrebbe esteso il suo dominio sul basket italiano. Adesso i presupposti di questo match sono cambiati, ma non per questo la sfida di questa sera sarà meno spettacolare: a tale proposito noi possiamo metterci comodi e lasciare che a parlare sia il parquet del PalaDozza, dove finalmente è tutto pronto e la diretta di Fortitudo Bologna Pesaro può cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

L’INCROCIO

 Fortitudo Bologna Pesaro è la partita nel segno di Jasmin Repesa: suona strano parlare di un coach che non fa più parte di nessuna delle due squadre coinvolte, ma inevitabilmente bisogna tornare sul discorso perché, possiamo dirlo, entrambe le società sono rimaste deluse dall’addio del tecnico croato. Prima la Vuelle, che con Repesa è tornata a lottare per i playoff e ha raggiunto una splendida finale di Coppa Italia: i marchigiani avrebbero voluto proseguire con lui, ma in estate è stato troppo forte il richiamo della Fortitudo con cui Repesa aveva vinto lo scudetto, diventando un eroe della piazza.

Ritorno avvenuto, dopo aver rifiutato in passato un paio di chiamate; tuttavia, dopo aver perso tutte le partite di Supercoppa e appena dopo il ko all’esordio in campionato, l’allenatore ha rassegnato le dimissioni senza che nessuno della società ne fosse al corrente, ed è tornato subito in Croazia. Si è parlato di motivi di salute (così si è espresso il presidente Pavani), ma la certezza non c’è; pare che ci fosse qualche altro problema e che Repesa, consapevole di non poterlo risolvere, abbia gettato la spugna per non trascinarsi a fondo con una squadra che ha definito il primo amore insieme alla famiglia. Così, oggi Fortitudo Pesaro Bologna sarà la sfida tra Antimo Martino e Aza Petrovic… (agg. di Claudio Franceschini)

MARTINO PER USCIRE DALLA CRISI

Fortitudo Bologna Pesaro sarà diretta dagli arbitri Roberto Begnis, Denny Borgioni e Giacomo Dori: alle ore 20:45 di domenica 10 ottobre il PalaDozza apre le sue porte alla partita valida per la 3^ giornata nel campionato di basket Serie A1 2021-2022. Un posticipo particolarmente delicato e significativo: stiamo infatti parlando di due squadre che per motivi diversi vanno a caccia di risposte importanti, una per confermare la buona stagione scorsa (ma chiuderla in maniera diversa) e l’altra per evitare letteralmente di affondare, anche se magari è presto per dirlo considerato che siamo all’inizio di ottobre e il tempo non manca.

La Vuelle ha decisamente rialzato la testa rispetto ad anni complicatissimi, ora punta un posto nei playoff ma sa che dovrà mantenere alta l’attenzione, e di fatto non è partita poi troppo bene in questa stagione; la Fortitudo ovviamente attraversa un periodo davvero tosto, tra le dimissioni di Jasmin Repesa e qualche altro problema. Perdere per l’Aquila biancoblu non sarebbe certo un bell’affare, e allora bisognerà vedere quello che succederà nella diretta di Fortitudo Bologna Pesaro; aspettando che la partita prenda il via proviamo a fare qualche rapida valutazione sui temi principali legati alla partita.

DIRETTA FORTITUDO BOLOGNA PESARO: RISULTATI E CONTESTO

Potremmo dire che Fortitudo Bologna sia in qualche modo la partita di Jasmin Repesa: l’anno scorso il tecnico croato ha fatto un grande lavoro per risollevare le sorti della Vuelle, ma poi ha salutato la compagnia per accettare il ritorno in biancoblu, dove è durato poche settimane. Adesso dunque la Lavoropiù è ripartita da Antimo Martino, con cui forse c’erano state delle frizioni in passato; il presidente Christian Pavani però è passato oltre l’argomento, parlando di un rapporto sereno.

Dovrà essere così, perché la Fortitudo in stagione è partita malissimo e rischia seriamente che quella retrocessione, scongiurata all’ultimo respiro nello scorso campionato, diventi realtà adesso. Pesaro come detto giocherà per un posto nei playoff, ma del resto procede a piccoli passi sapendo che il primo punto all’ordine del giorno era quello di risollevarsi da anni difficilissimi; fatto quello, adesso tutto quello che arriverà in più sarà un guadagno per la Vuelle, ma per come sono andate le cose nel 2020-2021 è logico sperare, anche se è cambiato l’allenatore e dunque arrivare nelle prime otto potrebbe non essere così immediato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA