Diretta/ Genoa Ascoli (risultato finale 3-2): Pinamonti porta il Grifone agli ottavi!

- Mauro Mantegazza

Diretta Genoa Ascoli, risultato finale 3-2: il Grifone rispetta il pronostico e vola agli ottavi di Coppa Italia, dovendo però rimontare i marchigiani con Criscito e Pinamonti.

Genoa 2019
Pinamonti e Favilli (Foto LaPresse)

DIRETTA GENOA ASCOLI (RISULTATO FINALE 3-2)

Genoa Ascoli 3-2: il Grifone si qualifica agli ottavi di Coppa Italia dove affronterà il Torino, ma ha dovuto faticare e sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione di un combattivo Ascoli che avrebbe forse meritato sorte maggiore e magari i tempi supplementari. Nel secondo tempo abbiamo vissuto 10 minuti pazzeschi: prima Mimmo Criscito ha infilato la sua porta nel tentativo di difendere un cross di Gerbo, poi ha segnato il gol del pareggio sfruttando il bel lavoro di Pajac sulla corsia sinistra, quindi Andrea Pinamonti ha realizzato la sua doppietta personale con un pregevole piatto destro al volo, con conclusione a incrociare sul palo lungo dove Lanni non ha potuto arrivare. L’Ascoli che aveva sognato la vittoria a Marassi si è ritrovato raggiunto e superato in cinque minuti, dovendo ricominciare da zero a lavorare per ottenere il pareggio; da quel momento però la squadra di Paolo Zanetti non è più stata in grado di impensierire il Genoa che negli ultimissimi secondi è anche andato vicino al quarto gol. Dunque il Grifone rispetta il pronostico e si prende gli ottavi di Coppa Italia, provando anche a dare un calcio alla crisi. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

L’appuntamento con la diretta tv di Genoa Ascoli sarà su Rai Sport + HD, il canale numero 57 del telecomando che trasmetterà tutte le partite in programma oggi per la Coppa Italia. Di conseguenza, segnaliamo che sarà a disposizione anche la diretta streaming video gratuita per tutti tramite il sito oppure l’applicazione di Rai Play. CLICCA QUI PER LO STREAMING SU RAIPLAY

DIRETTA GENOA ASCOLI (RISULTATO 2-2): AUTOGOL E PAREGGIO DI CRISCITO!

Genoa Ascoli 2-2: succede l’incredibile a Marassi, dopo aver dominato il primo tempo il Grifone è sotto e adesso rischia seriamente un’altra eliminazione prematura dalla Coppa Italia. La squadra di casa è anche sfortunata: il gol del vantaggio dell’Ascoli è arrivato al 68’ minuto, con grande merito di Gerbo che ha lottato nei pressi della riga di fondo, sulla destra, ed è uscito vincitore dal duello fisico potendo portare avanti palla. Il suo traversone basso è stato intercettato da Domenico Criscito che, nel tentativo di deviarne la traiettoria, ha invece spiazzato il portiere Jandrei che non ha potuto minimamente intervenire; al 72’ il capitano del Genoa ha però trovato il modo di farsi perdonare al termine di un’azione insistita, il traversone di Pajac lo ha liberato al centro dell’area di rigore dove, colpevolmente perso dalla difesa marchigiana, ha potuto infilare di prima intenzione con il sinistro. La situazione nel quarto turno di Coppa Italia torna dunque in equilibrio: in questo momento le due squadre andrebbero ai tempi supplementari, vedremo cosa succederà nella parte finale dei regolamentari qui a Marassi… (agg. di Claudio Franceschini)

GENOA ASCOLI (RISULTATO 1-1): PAREGGIO DI BERETTA!

Genoa Ascoli 1-1: quasi nemmeno il tempo di mettere il pallone al centro del campo per l’inizio del secondo tempo e i marchigiani trovano la rete del pareggio. Il Grifone si era lanciato in avanti alla ricerca della seconda rete mancata nel primo tempo (abbiamo raccontato del salvataggio sulla riga di porta da parte di D’Elia), ma sulla ripartenza l’Ascoli è stato letale. La retroguardia dei padroni di casa si è fatta trovare impreparata, i bianconeri sono stati bravissimi a prenderla d’infilata con un’azione veloce che ha portato Ninkovic a servire Giacomo Beretta che, presentatosi solo davanti a Jandrei, lo ha scavalcato con un bel tocco ripristinando la parità. Subito dopo il trequartista serbo ha lasciato il posto a Rosseti; il Genoa ha prontamente reagito ma ha condotto male un contropiede sbagliando il passaggio che avrebbe liberato Pinamonti a tu per tu con Lanni, pallone raccolto da Criscito dall’altra parte e sinistro che il portiere avversario ha respinto al centro dell’area, dove lo stesso Pinamonti è stato disturbato da un avversario mandando alto il tap-in. Adesso la partita può diventare davvero bella: vedremo se saranno necessari i tempi supplementari per decidere la qualificata agli ottavi di Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

GENOA ASCOLI (RISULTATO 1-0): INTERVALLO

Genoa Ascoli 1-0: permane il vantaggio del Grifone all’intervallo, e dunque al momento la squadra ligure otterrebbe la qualificazione agli ottavi di Coppa Italia, andando a incrociare il Torino. Il gol messo a segno da Andrea Pinamonti al 14’ minuto ha suggellato la superiorità della formazione di casa, che poi a dire il vero non ha fatto molto per raddoppiare e chiudere virtualmente i conti permettendo all’Ascoli di rendersi pericoloso nel finale. Una sola occasione per il Genoa, che però è stata enorme: Criscito ha messo in ara un pallone che Lanni ha deviato lasciandolo a disposizione di Cassata, ma la conclusione del centrocampista rossoblu è stata respinta sulla linea da D’Elia. Il salvataggio del terzino sinistro lascia l’Ascoli in partita: nel secondo tempo la squadra di Paolo Zanetti potrà eventualmente provare a raddrizzare le cose, a disposizione dell’allenatore in panchina ci sono Scamacca (partner offensivo di Pinamonti nell’Under 20 e adesso in Under 21) e Alessio Da Cruz che potrebbero essere offensivamente importanti per gli ospiti, mentre il Genoa potrebbe aumentare l’intensità e la quantità a centrocampo con l’esperienza di Sturaro. (agg. di Claudio Franceschini)

GENOA ASCOLI (RISULTATO 1-0): GOL DI PINAMONTI!

Genoa Ascoli 1-0: bastano 14 minuti al Grifone per sbloccare la partita di Coppa Italia contro i marchigiani, andando a segno alla prima vera occasione da rete. In precedenza la squadra di Thiago Motta aveva dominato sotto il piano del possesso palla, senza però riuscire a creare pericoli alla porta di Lanni; poi, appena prima del quarto d’ora di gioco, Jagiello ha trovato spazio a destra e ha messo al centro dell’area un pallone basso sul quale si è catapultato Andrea Pinamonti, che ha anticipato Ferigra e depositato la palla in rete. Gol meritato da un Genoa che ha voluto immediatamente mettere in chiaro la sua superiorità sulla squadra di Serie B che sta anche giocando con alcune seconde linee; le riserve sono in campo anche per i padroni di casa ma il livello generale è comunque più alto. Ora vedremo come procederanno le cose: per Thiago Motta e i suoi ragazzi la serata si è messa in discesa fin da subito, ma sarà importante non abbassare la guardia onde evitare brutte sorprese da parte dei marchigiani. (agg. di Claudio Franceschini)

GENOA ASCOLI (RISULTATO 0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Pochissimi minuti al fischio d’inizio di Genoa Ascoli, ne approfittiamo per fare un tuffo nella storia della Coppa Italia fino alle sue edizioni più antiche. Ricordiamo infatti che il Genoa vanta un successo nella competizione tricolore, che però arrivò nel lontanissimo 1937 quando il Genova 1893 (si chiamava così la società in piena epoca fascista) conquistò una Coppa che andava ad aggiungersi ai nove scudetti già in bacheca – allora sarebbe stato incredibile pensarlo, ma oltre 80 anni dopo la bacheca del Genoa è ancora ferma a questi dieci successi. La finale fu disputata a Firenze il 6 giugno 1937 fra i rossoblù e la Roma, sconfitta dal Genova 1893 grazie al gol segnato da Luigi Torti al 79’ minuto di gioco. Il Grifone sarebbe poi andato in finale anche nel 1940, ma in quella circostanza fu sconfitto per 1-0 dalla Fiorentina. Dopo questo excursus in una storia davvero lontana, adesso dobbiamo tornare all’attualità: la parola passa al campo di Marassi, Genoa Ascoli comincia! GENOA (4-3-3): Jandrei; Biraschi, C. Romero, Criscito, Pajac; Cassata, Radovanovic, Jagiello; Agudelo, Pinamonti, Cleonise. Allenatore: Thiago Motta ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Laverone, Ferigra, Valentini, D’Elia; Gerbo, Troiano, Brlek; Ninkovic; Ardemagni, Beretta. Allenatore: Paolo Zanetti (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE STATISTICHE

Mentre ci avviciniamo sempre di più alla diretta di Genoa Ascoli, diamo uno sguardo ai numeri di queste due formazioni nella stagione in corso. Facciamo riferimento al campionato che fornisce numeri più significativi, anche se naturalmente per il Genoa parliamo di Serie A e per l’Ascoli invece di Serie B. Il Grifone naviga in pessime acque nel massimo campionato, con il terzultimo posto e appena 10 punti in classifica che il Genoa ha ottenuto mediante due sole vittorie, quattro pareggi e ben otto sconfitte. I gol segnati dal Genoa sono 15, ma quelli subiti addirittura 28, per cui la differenza reti è un pessimo -15. Per quanto riguarda invece l’Ascoli, i marchigiani stanno disputando una buona Serie B e hanno 21 punti in classifica grazie a sei vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte. La differenza reti sorride con un buon +5, perché l’Ascoli in campionato ha segnato 23 gol e ne ha incassati invece 18. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Aspettando la diretta di Genoa Ascoli, uno sguardo alla storia di questa partita che oggi è valida per la Coppa Italia. I numeri ci parlano di 23 precedenti, con il Genoa in vantaggio grazie a nove vittorie, altrettanti pareggi e soli cinque successi invece per l’Ascoli, che di conseguenza insegue il Grifone anche per quanto riguarda il numero dei gol segnati (28-14). La differenza si fa ancora più netta se considerassimo solamente le undici partite finora disputate a Genova, che vedono sei vittorie dei padroni di casa, quattro pareggi eu n solo colpaccio dell’Ascoli. In Coppa Italia c’è un solo precedente, che però curiosamente è il più recente: Genoa ed Ascoli infatti si affrontarono per l’ultima volta il 18 agosto 2007 per il secondo turno della Coppa Italia 2007-2008, in quel caso tuttavia nelle Marche. I padroni di casa dell’Ascoli vinsero per 3-2 grazie ai gol segnati da Andrea Soncin, Massimo Melucci e Luis Fernando Centi (decisivo nei tempi supplementari), mentre al Genoa non bastarono i gol segnati da Marco Di Vaio e N’Diaye Papa Waigo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE DEL MATCH

Genoa Ascoli, in diretta dallo stadio Luigi Ferraris di Marassi, si gioca per il quarto turno preliminare di Coppa Italia 2019-2020. L’appuntamento è fissato per le ore 18.00 di oggi, martedì 3 dicembre: ricordiamo che in questo quarto turno si disputano partite secche, dunque anche in Genoa Ascoli in caso di parità al triplice fischio finale si proseguirà con i tempi supplementari ed eventualmente con i calci di rigore per stabilire quale sarà la squadra vincente di Genoa Ascoli, la quale agli ottavi di finale affronterà il Torino. Proprio i granata sabato hanno vinto a Marassi, mettendo ancora più in difficoltà il Genoa di Thiago Motta, che gioca anche bene ma proprio non riesce a fare risultato e ora si trova in acque agitate. Quanto all’Ascoli, i bianconeri marchigiani sabato hanno pareggiato sul campo della Salernitana e sono in zona playoff in Serie B: la Coppa Italia potrebbe affascinare di più gli ospiti?

PROBABILI FORMAZIONI GENOA ASCOLI

Vediamo adesso che cosa ci potrebbero dire le probabili formazioni per Genoa Ascoli. Thiago Motta deve naturalmente dare la priorità al campionato e di conseguenza ci sarà ampio turnover, che comunque potrebbe dare occasioni a nomi anche importanti quali Criscito, Radovanovic, Saponara, Gumus e Pinamonti, tutti rimasti in panchina almeno inizialmente nel corso del match di campionato contro il Torino. Il Genoa dunque potrebbe schierare comunque una formazione molto competitiva, mentre saranno più delicate le scelte di Paolo Zanetti in casa Ascoli. Ci attendiamo la presenza dell’ex Ninkovic da trequartista dopo la squalifica in campionato, davanti a lui Da Cruz, Ardemagni e Scamacca si contendono due maglie in un attacco che è in ogni caso un punto di forza per l’Ascoli che tenterà l’impresa a Genova.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo al pronostico di Genoa Ascoli basandoci sulle quote offerte dall’agenzia Snai. Come prevedibile, il Grifone parte favorito: il segno 1 infatti è quotato a 1,35, mentre poi si sale fino a 5,00 in caso di pareggio (segno X) e il segno 2 invece varrebbe ben 8,75 volte la posta in palio in caso di vittoria dell’Ascoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA