DIRETTA/ Germania-Olanda (risultato finale 2-4): poker degli orange ad Amburgo!

- Claudio Franceschini

Diretta Germania Olanda streaming video e tv: squadre in campo, comincia il big match ad Amburgo nel gruppo C delle qualificazioni agli Europei 2020.

julian_brandt_germania_lapresse_2017
Risultati qualificazioni Europei 2020 (Foto LaPresse)

DIRETTA GERMANIA-OLANDA (RISULTATO FINALE 2-4): POKER DEGLI ORANGE AD AMBURGO!

L’Olanda vendica la sconfitta dell’andata e ripaga la Germania con la stessa moneta andando a vincere 4-2 in quel di Amburgo, un successo che rimette gli orange in piena corsa per il primo posto nel gruppo C della fase di qualificazione a Euro 2020. Al 72′ De Ligt commette una grossa ingenuità toccando il pallone con il braccio dentro l’area di rigore, in base ai nuovi regolamenti il gesto viene punito con il penalty a prescindere dalla volontarietà. Dal dischetto va Kroos che manda il pallone da una parte mentre Cillessen si tuffa da un’altra. I tedeschi ritrovano momentaneamente la parità ma all’80’ gli uomini di Koeman con un contropiede da manuale si riportano in vantaggio, gol di Malen su assist di Wijnaldum. Che nel recupero si mette in proprio e cala il poker, al 93′ Gnabry potrebbe clamorosamente riaprirla ma a pochi metri da Cillessen calcia incredibilmente fuori. {agg. di Stefano Belli}

GLI ORANGE LA RIBALTANO!

A venti minuti dal novantesimo è cambiata completamente la situazione al Volkspark di Amburgo dove si sta giocando Germania-Olanda, partita valevole per la fase di qualificazione a Euro 2020, il punteggio ora vede la nazionale di Ronald Koeman in vantaggio per 2 a 1. E dire che a inizio ripresa i tedeschi erano andati parecchio vicini al raddoppio con il tocco di Gnabry sporcato da De Ligt che ha quasi rischiato l’autogol per togliere il pallone che stava pericolosamente entrando in porta. Poco dopo van Dijk è provvidenziale nella chiusura su Werner servito da Schulz. Gli orange non ci stanno più a subire e si riversano in avanti, al 56′ Wijnaldum scalda i guantoni di Neuer: è solo l’antipasto, tre minuti più tardi Tah interviene a vuoto, per De Jong è un gioco da ragazzi buttarla dentro. I tedeschi accusano il colpo e al 66′ il difensore del Bayer Leverkusen la combina grossa trascinandosi il pallone nella propria porta. Tutto da rifare per gli uomini di Low che nel frattempo ha tolto dal campo Werner e Reus per inserire Havertz e Gundogan. {agg. di Stefano Belli}

CILLESSEN SALVA SU REUS

Intervallo al Volkspark di Amburgo dove si è appena concluso – senza recupero – il primo tempo di Germania-Olanda, partita valevole per la quarta giornata della fase di qualificazione a Euro 2020, le due nazionali rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 1 a 0 per gli uomini di Low. Chi si aspettava di vedere una reazione rabbiosa degli orange in seguito al gol di Gnabry sarà rimasto certamente deluso, l’undici di Koeman non è riuscito ad assediare l’area di rigore sorvegliata da Neuer e in generale i tedeschi non hanno corso grossi pericoli nella loro trequarti. Tanto nervosismo sul terreno di gioco, in particolare tra Kroos e Depay che non se le mandano di certo a dire, con Kimmich che viene ammonito per un intervento gratuito ai danni di De Ligt. Al 42′ Cillessen salva i suoi dallo 0-2 con una gran parata su Reus che dalla posizione in cui si trovava poteva certamente calciare meglio. {agg. di Stefano Belli}

TAP-IN VINCENTE DI GNABRY

Al ventesimo del primo tempo il punteggio di Germania-Olanda, match valevole per la quarta giornata del gruppo D delle European Qualifiers, vede la nazionale di Joachim Low in vantaggio per 1 a 0. Al Volkspark di Amburgo le due squadre fanno subito sul serio, gli orange di Koeman sfiorano il gol all’8′ con Depay che sull’imbeccata di Babel si presenta davanti a Neuer, l’esperto portiere del Bayern Monaco si oppone con tutta l’esperienza del mestiere. Sul capovolgimento di fronte successivo i padroni di casa non perdonano, Klostermann è liberissimo di involarsi verso la porta di Cillessen che respinge ma non trattiene il pallone che finisce sui piedi di Gnabry, tap-in comodissimo per il numero 20 che gonfia la rete e fa gioire il pubblico sugli spalti. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Germania Olanda verrà trasmessa su Mediaset 20: sarà dunque un appuntamento che tutti gli appassionati potranno seguire in chiaro. In alternativa, e in assenza di un televisore, sarà possibile assistere a questa partita delle qualificazioni agli Europei 2020 anche in diretta streaming video, dotandosi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone e visitando il sito Mediaset Play, senza costi aggiuntivi.

SI GIOCA

Germania Olanda sta finalmente per cominciare: i tedeschi sono chiamati a riscattare, con le qualificazioni agli Europei 2020, un periodo nel quale hanno esaurito un bellissimo ciclo e hanno faticato nel ricostruire. I Mondiali vinti nel 2014 sono di fatto stati l’ultimo canto: due anni più tardi agli Europei la nazionale si è spinta in semifinale ma non è riuscita a conquistarne l’ultimo atto (battuta dalla Francia padrona di casa), ed è stato il preludio al clamoroso flop in Russia quando la sconfitta contro la Corea del Sud ha sancito l’eliminazione al primo turno. Adesso dunque Joachim Loew, che sembrava dovesse essere sostituito e invece è rimasto alla guida tecnica, ha bisogno di ritrovare certezze: per farlo si è affidato a una rosa quasi del tutto nuova, nella quale resistono solo pochi veterani che possano indicare la via. In questo momento ci dobbiamo concentrare su quello che succederà ad Amburgo, dove finalmente è tutto pronto: mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia il terreno di gioco, la diretta di Germania Olanda prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

ORANGE A RISCHIO

Come abbiamo già accennato, Germania Olanda potrebbe sprofondare nel baratro la nazionale orange: Ronald Koeman dopo la sconfitta nel girone di andata rischia davvero di rimanere fuori dagli Europei, e si tratterebbe della seconda edizione consecutiva che porterebbe inoltre la sua nazionale a non raggiungere i quarti dal 2008, visto che quattro anni dopo era arrivata l’eliminazione al primo turno (e anche in quel caso c’era di mezzo la Germania). Dovesse mancare la qualificazione, l’Olanda dovrebbe rinunciare al terzo grande torneo in fila: gli orange infatti non erano presenti nemmeno agli ultimi Mondiali, un’eliminazione clamorosa se pensiamo che nelle due edizioni precedenti avevano sempre raggiunto la semifinale e avevano perso la finale del 2010, contro la Spagna. Koeman, che ha vinto gli Europei da giocatore nel 1988, è la grande speranza della federazione per uscire dal periodo buio: il talento in questa nazionale è diffuso e peraltro sembra che i nuovi giovani – almeno alcuni di questi – possano essere in grado di fare la differenza. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ULTIMI PRECEDENTI

I precedenti di Germania Olanda sono davvero tanti: possiamo allora parlare degli ultimi tre che sono recenti, perché giocati nel contesto della Nations League e poi dell’andata di questo girone di qualificazione agli Europei 2020. Si sono registrati tutti i risultati possibili: lo scorso ottobre alla Johan Cruijff Arena gli orange avevano dominato contro una nazionale reduce dal flop mondiale, e con i gol di Virgil Van Dijk, Memphis Depay e Georginio Wijnaldum si erano presi una bella vittoria per 3-0. Le altre due gare sono state incredibili nel loro andamento: l’Olanda ha conquistato la Final Four di EQUNations League con una clamorosa rimonta a Gelsenkirchen, segnando ai minuti 85 e 92 con Quincy Promes e ancora Van Dijk per agguantare il 2-2, dopo che Timo Werner e Leroy Sané nei primi 19 minuti sembravano aver indirizzato la sfida a vantaggio della Germania. I tedeschi si sono infine presi la loro rivincita a marzo: ad Amsterdam Joachim Loew ha rischiato un’altra rimonta, scattando con Sané e Serge Gnabry e facendosi riprendere da Matthijs De Ligt e Depay, ma al 90’ il terzino sinistro Nico Schulz è riuscito a segnare il gol che ha regalato la vittoria alla Germania. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Germania Olanda sarà diretta dall’arbitro portoghese Artur Dias, e si gioca alle ore 20:45 di venerdì 6 settembre presso il Volksparkstadion di Amburgo: nella quinta giornata delle qualificazioni agli Europei 2020 siamo già nel girone di ritorno, perché questo gruppo C è formato da cinque nazionali visto che gli orange a giugno sono stati impegnati in Nations League (finale persa contro il Portogallo). La situazione è rosea per i tedeschi, che devono riscattare un ultimo anno nel quale hanno fatto davvero molto male: è partito un nuovo ciclo sempre guidato da Joachim Loew e nel gruppo C i tedeschi hanno sempre vinto, disputando una partita in meno dell’Irlanda del Nord che guida la classifica ma può essere agganciata e sorpassata. La vittoria dell’andata, in trasferta e in extremis, ha sparigliato le carte: ancora una volta l’Olanda rischia di rimanere fuori dalla fase finale degli Europei come era già capitato nell’ultima edizione. Adesso vediamo in che modo i due CT intendono presentare le loro nazionali sul terreno di gioco, leggendone nel dettaglio le probabili formazioni mentre aspettiamo che la diretta di Germania Olanda abbia il via.

PROBABILI FORMAZIONI ITALGERMANIA OLANDA

In Germania Olanda Loew potrebbe puntare nuovamente sul 4-3-3: in porta ovviamente Neuer, davanti a lui i favoriti come centrali restano Sule e Ginter (preferito a Tah) mentre sugli esterni dovremmo vedere Klostermann e Schulz. Imbarazzo della scelta a centrocampo, come sempre ricco di talento e qualità: stando all’ultima partita dovrebbe esserci Gundogan a fare da regista con Kimmich e Kroos ai suoi lati, ma è stato convocato anche Emre Can e il talentino Havertz se la gioca, anche se eventualmente sarebbe titolare con il 4-2-3-1. Reus e Gnabry dovrebbero accompagnare l’azione di Werner, prima punta. Sarà 4-3-3 anche per Ronald Koeman: Van Dijk e De Ligt a protezione del portiere Cillessen, sugli esterni invece i favoriti restano Dumfries e Daley Blind anche se Aké reclama spazio a sinistra. In mezzo al campo naturalmente sarà titolare Frenkie De Jong che avrà in mano le chiavi della squadra; De Roon potrebbe nuovamente agire come mezzala con Vilhena che sarebbe l’altro interno, naturalmente più offensivo. A comporre il tridente offensivo, la cui prima punta sarà Depay, avremo Bergwijn e Babel a percorrere le corsie esterne.

QUOTE E PRONOSTICO

Germania Olanda è una partita che vede la nazionale tedesca partire favorita: il segno 1 che identifica la sua vittoria vale infatti 2,00 volte la somma messa sul piatto, contro il valore di 3,50 che accompagna invece l’ipotesi del segno 2, da giocare per il successo degli Orange. L’eventualità del pareggio, che come sempre viene regolata dal segno X, vi permetterebbe di guadagnare un valore corrispondente a 3,50 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA