DIRETTA GIRO DEL DELFINATO 2020/ Kamna ha vinto la 4^ tappa, Roglic sempre leader

- Michela Colombo

Diretta Giro del Delfinato 2020: streaming video e tv, orario, percorso e vincitore della quarta tappa, oggi 15 agosto 2020, da Ugine a Megeve.

ciclismo Tour
Diretta Tour de France 2020 (LaPresse)

Lennard Kamna ha vinto la quarta tappa del Giro del Delfinato 2020, regalando una grande gioia alla Bora-Hansgrohe nel giorno del ritiro del capitano Emanuel Buchmann. La Ugine-Megeve ha regalato emozioni di ogni genere, non tutte positive, dalla mancata partenza di Egan Bernal al ritiro di Buchmann con Steven Kruijswijk fino alla caduta di Primoz Roglic, ma è stata caratterizzata anche dalla bellissima fuga di tanti nomi di primissimo livello, fra i quali alla fine ha avuto la meglio Kamna, che già ieri si era vanamente lanciato all’inseguimento di Davide Formolo. La vittoria di tappa è stata un affare per i fuggitivi: al secondo posto lo spagnolo David De La Cruz, che si prende la maglia a pois della classifica Gpm ma chiude a 41″ da Kamna, terzo posto per Julian Alaphilippe a 56″ dal vincitore. Seguono Jack Haig e Kenny Elissonde, poi al sesto posto un bravissimo Fausto Masnada, con un ritardo di 1’10” da Kamna. Sono arrivati invece a 3’01” i big, con Thibaut Pinot e Primoz Roglic uno dietro l’altro: lo sloveno resta leader della classifica generale, il francese domani sarà il suo primo avversario. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CADUTA PER ROGLIC

Quarta tappa maledetta, la diretta del Giro del Delfinato 2020 continua a fornirci spunti purtroppo negativi: dopo la mancata partenza di Egan Bernal e i ritiri di Emanuel Buchmann e Steven Kruijswijk, eccoci a segnalare anche la caduta di Primoz Roglic, che fortunatamente non ha dovuto abbandonare la corsa a tappe transalpina ma sicuramente è acciaccato e dovrà stringere i denti, considerando che fra oggi e domani ci sono davvero tante salite e qualche dolorino potrebbe farsi sentire quando i rivali – almeno quelli rimasti sani come Thibaut Pinot – attaccheranno. Tornando a parlare per un attimo delle condizioni di Egan Bernal, il Team Ineos fa sapere che non c’è nessuna preoccupazione per il colombiano detentore del Tour de France, che si è ritirato dal Giro del Delfinato per motivi precauzionali. Di certo però questo non si sta rivelando come un sabato fortunato per i big della corsa: sarà un vantaggio per i fuggitivi? La Montée de Bisanne potrebbe darci le risposte: dei fuggitivi restano al comando Alaphilippe, De la Cruz, Haig, Elissonde e il nostro Fausto Masnada, che si candida a grande protagonista, mentre dal gruppo di Roglic il primo ad avere aperto le ostilità è stato Warren Barguil, che attacca dunque già dalla penultima salita di giornata. In una tappa così ricca di colpi di scena, d’altronde, tutto è davvero possibile… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL GIRO DEL DELFINATO 2020

La diretta tv del Giro del Delfinato 2020 quest’oggi sarà garantita dal canale tematico Eurosport ai propri abbonati, che davanti a un televisore oppure in diretta streaming video tramite il servizio fornito da Eurosport Player potranno seguire oggi tutte le fasi salienti della quarta tappa Ugine-Megeve, della quale sarà poi disponibile per tutti anche una sintesi differita in chiaro alle ore 18.55 su Rai Sport + HD, canale numero 57 del telecomando.

RITIRI PER BUCHMANN E KRUIJSWIJK

Brutte notizie dalla diretta del Giro del Delfinato 2020: una caduta ha infatti costretto al ritiro nel corso della quarta tappa due big come Emanuel Buchmann e Steven Kruijswijk, ma anche Gregor Muhlberger – compagno di squadra di Buchmann alla Bora-Hansgrohe. Si era nella discesa dal Col de Plan Bois e purtroppo questa caduta ha messo fuori gioco nomi di primissimo piano sia per il Giro del Delfinato (stamattina Buchmann era terzo nella classifica generale), sia in ottica Tour de France, che inizierà fra un paio di settimana, dunque tempo per recuperare ce n’è davvero poco, ammesso che ciò sia possibile. Un brutto colpo per la Jumbo-Visma, che con Kruijswijk perde una delle sue tre punte, cioè oltre all’olandese naturalmente Primoz Roglic e Tom Dumoulin. Data notizia anche dei ritiri di André Greipel (Israel Start-Up Nation) e Andreas Schillinger (Bora-Hansgrohe), dobbiamo segnalare che la fuga ha un vantaggio di circa tre minuti nei confronti del gruppo. Tra gli uomini più attivi a caccia dei punti sui vari Gran Premi della Montagna ci sono lo spagnolo David de la Cruz (UAE Team Emirates), che potrebbe dunque prendere la maglia a pois del compagno di squadra Davide Formolo, ma anche il nostro Fausto Masnada (CCC). In copertina però purtroppo vanno inevitabilmente gli abbandoni di Buchmann e Kruijswijk. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TANTI BIG IN FUGA

Le prime notizie che ci arrivano in diretta dal Giro del Delfinato 2020 in questa quarta tappa da poco cominciata sono decisamente interessanti, infatti si è subito formato un gruppetto di attaccanti di altissimo livello, che comprende anche il nostro Fausto Masnada (CCC), uno che in salita ci sa fare. Insieme a lui però ci sono davvero nomi di altissimo spessore: il polacco Michal Kwiatkowski della Ineos, il francese Julian Alaphilippe della Deceuninck-Quick Step, il belga Thomas De Gendt della Lotto-Soudal sono tutti nomi di grandissimo spessore, senza dimenticare l’altro francese Kenny Elissonde della Trek-Segafredo. La situazione è abbastanza fluida perché poi si sono mossi anche Lennard Kamnä (Bora-Hansgrohe), David de la Cruz (UAE Team Emirates), Marc Soler (Movistar), Jack Haig (Mitchelton-Scott) e Marc Hirschi (Team Sunweb), altri nomi tutti di gente forte in salita, come è normale che sia dal momento che questa quarta tappa del Giro del Delfinato 2020 è molto dura fin dai suoi primi chilometri. In seguito ecco in avanscoperta pure Luis Leon Sanchez (Astana Pro Team), Dylan van Baarle (Team Ineos), Matej Mohoric (Bahrain-McLaren) e Nicolas Edet (Cofidis): insomma, se il buongiorno si vede dal mattino, oggi siamo destinati a vederne delle belle… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA 4^ TAPPA COMINCIA

Tutto è pronto per dare il via alla diretta Giro del Delfinato 2020 per quanto riguarda l’odierna quarta tappa Ugine-Megeve: altri 153,5 km che saranno ricchissimi di salite, con sei Gran Premi della Montagna tra i quali spiccheranno la Montée de Bisanne e poi l’arrivo in salita a Megeve, che sarà la località di riferimento per il gran finale del Giro del Delfinato 2020, dal momento che poi ospiterà domani sia la partenza sia l’arrivo della frazione conclusiva. Intanto però bisogna naturalmente pensare a quello che potrà succedere già oggi: in maglia gialla di leader della classifica generale troviamo sempre Primoz Roglic, il capitano della Jumbo-Visma che ha un vantaggio di 14″ sul francese Thibaut Pinot e 20″ sul tedesco Emanuel Buchmann. Un vantaggio non enorme, ma nemmeno facile da scalfire, perché lo sloveno è fortissimo e ha pure una squadra validissima a sua disposizioni, con gregari di lusso quali Tom Dumoulin e Steven Kruijswijk più un Sepp Kuss in splendide condizioni di forma, infatti ultimo uomo in salita per Roglic in questo Giro del Delfinato. Forse solo Ineos potrebbe far saltare il banco, ma Chris Froome e Geraint Thomas sono lontanissimi dalle loro migliori versioni e anche ad Egan Bernal manca ancora qualcosa: cosa potrà dunque succedere oggi? Parola alla strada per scoprirlo! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FORMOLO IN MAGLIA A POIS

Sempre più vicina la diretta Giro del Delfinato 2020 della quarta tappa, ricordiamo che oggi vedremo in maglia a pois il grande protagonista della frazione di ieri, cioè Davide Formolo. Il corridore veneto della UAE Team Emirates, campione d’Italia in carica, dovrà infatti “coprire” il suo tricolore per andare ad indossare la maglia che spetta al leader della classifica del Gran Premio della Montagna al Giro del Delfinato, un premio meritatissimo per chi ha scalato tutto solo ieri pomeriggio prima il leggendario Col de la Madeleine e poi l’ascesa finale verso il traguardo di Saint Martin de Belleville. Formolo in questo modo precede Primoz Roglic e Thibaut Pinot, che sono primo e secondo in classifica generale, secondo e terzo invece nei Gpm: infatti si contano 25 punti per Davide Formolo, 23 per lo sloveno della Jumbo-Visma e 18 per il francese della Groupama-FDJ. Inutile fare troppi calcoli perché fra oggi e domani ci saranno ancora tantissime salite e dunque una infinità di Gran Premi della Montagna, ma di certo la maglia a pois è un premio a dir poco meritato per chi ieri è stato capace di mettere a segno un’impresa di quelle d’altri tempi: il nostro campione nazionale Davide Formolo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’IMPRESA DI DAVIDE FORMOLO

In vista della diretta Giro del Delfinato 2020 per l’odierna quarta tappa, è a dire il vero doveroso tornare a parlare della grande impresa compiuta ieri da Davide Formolo, che ha davvero saputo emozionarci con una grandissima azione nella frazione che prevedeva l’arrivo in salita a Saint Martin de Belleville. Una vittoria che potremmo definire in stile Formolo, che quando trionfa lo fa sempre con attacchi degni di essere ricordati: nella tappa del Giro d’Italia 2015 con arrivo a La Spezia, l’anno scorso in una frazione del Giro di Catalogna e poi ancora ai Campionati Italiani, stavolta al Giro del Delfinato andando a precedere tutti i big più attesi su un traguardo di quel genere, a cominciare da Primoz Roglic e Thibaut Pinot. Davide Formolo è andato all’attacco entrando nella fuga da lontano, ha salutato la compagnia degli altri attaccanti di giornata già dalle prime rampe del Col de la Madeleine e si è fatto dunque circa 70 km da solo, prendendosi anche i Gran Premi della Montagna collocati appunto al Colle della Maddalena e poi anche al traguardo. Sempre in quella zona della Francia, l’anno scorso avevamo palpitato per la vittoria di Vincenzo Nibali nell’ultima tappa alpina del Tour, resistendo al ritorno del gruppo dei migliori: stavolta è “solo” il Delfinato, ma l’impresa di Formolo è stata comunque di valore assoluto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE 4^ TAPPA

Scolliniamo per questa bollente edizione 2020 del Giro del Delfinato, in diretta anche oggi, sabato 15 agosto 2020: questa mattina infatti si accenderà la quarta tappa delle cinque previste per questa incredibile edizione del Criterium, classica prova prevista su più giorni che fa da ponte all’ormai sempre più vicino Tour de France, tra gli appuntamenti cardine della stagione iridata del ciclismo. E davvero siamo impazienti di dare la parola alla strada, quando dunque manca sempre meno al gran finale della prova francese: questo anche perché in questo assolto sabato di Ferragosto ci attenderà una tappa emozionante, lunga 153 km e prevista tra Ugine e Megeve, ricca di salite impegnative, dove ancora una volta i big presenti nella start list potranno ancora mettersi in mostra. E dire che finora nessuno si è davvero risparmiato finora: anzi dalla prima tappa tutte le star presenti, da Wout Van Aert  Primoz Roglic (ieri però beffato da uno straordinario Davide Formolo) fino a Thibaut Pinot hanno giocato a carte scoperte, mettendo nelle gambe volate e salite importanti per quello che sarà il prossimo Tour de France. Pure oggi la diretta del Giro del Delfinato 2020 sarà per loro occasione preziosissima, considerati i ben sei Gran Premi della Montagna messi in programma.

DIRETTA GIRO DEL DELFINATO 2020: IL PERCORSO DELLA 4^ TAPPA

Andiamo dunque subito a vedere nel dettaglio che cosa ci riserverà la diretta del Giro del Delfinato 2020 per la quarta tappa, in programma oggi da Ugine a Megeve, che abbiamo già annunciato essere parecchio movimentata. Da programma ufficiale infatti oggi si partita nella regione della Savoia alle ore 12.10 (arrivo a traguardo del vincitore a Megeve previsto intorno alle ore 16.40) e sarà una partenza infuocata visto che fin dai primi chilometri si comincerà a salire. Il primo ostacolo e primo Gpm della giornata sarà infatti previsto già al 28 km quando i corridori affronteranno il Col de Pan Bois, una salita da 6.3 km alla pendenza media di 9.5%: una ripida discesa li riporterà poi nel dipartimento dell’Alta Savoia, dove subito affronteranno di fila i Gpm di prima e terza categoria del Col de la Croix Fry e Col des Aravis, che prevederanno rispettivamente ascese da 6.6 km al 7.9% e di 4.3 km con pendenza media intorno al 5.5%. Ritornati bruscamente in Savoia dopo appena una cinquantina dei 153 km previsti oggi per la diretta del Giro del Delfinato, ecco che ai corridori non avranno molto tempo per riposare: al 69km è atteso un nuovo Gpm di seconda categoria al Cote d’Hery sur Ugine, con un’ascesa da 2,7 km a 8.8 di pendenza. Superato questi saliscendi iniziale piuttosto impegnativo, ecco che si potrà prendere fiato intorno alla cittadina di Ugine, dove sarà pure previsto un punto sprint, collocato al 102 km. Il finale di tappa è poi da togliere il fiato. A una trentina di km dal traguardo finale infatti la corsa affronterà il Gpm Hors Categorie del Montée de Bisanne, che chiederà una salita lunga 12.4 km, dove le pendenze media si aggireranno sull’8.2 %. Finale in salita con il Gpm di seconda categoria di Megeve, dove i corridori chiuderanno con l’ascesa al Montée de l’altiport, lunga 7.4 km e con pendenze da 4.7%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA