DIRETTA GIRO DI SVIZZERA 2019/ Carthy vince la 9^ tappa: trionfo Bernal in classifica

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro di Svizzera 2019 streaming video e tv: orario, percorso e vincitore della 9^ tappa Goms Goms di 101,5 km (oggi domenica 23 giugno)

giro d'italia dolomiti
Diretta Giro di Svizzera - LaPresse

E’ un grandissimo Hugh Carthy a trionfare nella nona e ultima tappa del Giro di Svizzera 2019! Il corridore inglese ha trovato un trionfo in solitaria al traguardo finale, dopo una gara condotta praticamente in solitaria e sempre in testa alla corsa. Messosi in luce nelle prime fughe alla partenza, il britannico non ha mai ceduto la testa della corsa anche nei tratti più duri di questa 9^ tappa del Giro di Svizzera e da solo ha pure tagliato il traguardo con un vantaggio di un minuto e 2 secondi su Rohan Dennis, esploso nel finale. Con lui a podio anche Bernal, che negli ultimi km era riuscito a mettere qualche km dietro di sè rispetto al primario gruppetto di inseguitori formato da Konrad, Benoot, Hirt e Betancur oltre che sul nostro Domenico Pozzovivo, autore di alcuni forcing di grande importanza sul finire della prova. Oggi però non è solo Carthy a festeggiare: con il terzo gradino del podio oggi Bernal è campione del Giro dei Svizzera 2019, vincendo la classifica generale davanti a Dennis e Konrad. (agg Michela Colombo)

CARTHY SEMPRE IN TESTA

Superati i 60 km della nona tappa del Giro di Svizzera 2019 vediamo bene che la situazione della corsa nelle strade elvetiche è ancora molto fluida: di fatto abbiamo scollinato metà gara ma c’è ancora molto confusione e tutti i big team (in particolare l’Astana in questo ultimo frangente) si stanno rivelando molto attivi. Ecco che ora troviamo in testa alla corsa ancora Hugh Carthy: il britannico della Educations first si è messo in luce già al via e da allora non ha mai mollato la presa, riuscendo anzi a guadagnare quasi due minuti sul primo gruppetto di inseguitori. Qui troviamo ora Kamma della Sunweb, Soler della Movistar, Frank della Ag2r la Mondiale e Spilak della Katusha, ma non più Fabio Aru che non ha saputo tenere il giusto ritmo. In fondo ecco il resto della corsa, distante 3 minuti e 45 dalla testa, mentre la corsa si fa sempre più veloce. (agg Michela Colombo)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE IL GIRO DI SVIZZERA (9^ TAPPA)

La diretta tv del Giro di Svizzera 2019 sarà garantita oggi per la nona tappa Goms Goms dalle ore 14.30 per gli abbonati alla televisione satellitare, che potranno infatti seguire il Giro di Svizzera sui canali di Eurosport e per la precisione oggi su Eurosport 2, disponibile al numero 211 della piattaforma; di conseguenza le fasi salienti di questa tappa saranno disponibili pure in diretta streaming video tramite Eurosport Player oppure Sky Go.

CARTHY E ARU IN AVANTI

E’ stata una partenza ben concitata quella della nona e ultima tappa del Giro di Svizzera, in diretta da Ulrichen: complice la partenza in salita, di fatto sono stati tanti gli attacchi che si sono accesi in strada. Ecco che però superati i primi km la situazione sulle strade elvetiche è ancora in parecchio confusa e in divenire, con tanti big che si sono subito messi in luce. Al momento sono in due a guidare la corsa ovvero il britannico Carthy della Education first, autore di alcuni tentativi di fuga davvero brillanti, seguito a pochi metri dal nostro Fabio Aru: distante ormai quasi due minuti un gruppone composto da quindici corridori lanciati all’inseguimento e ancor più in fondo dal resto del gruppo. La situazione però non è cristallizzata e in tanti ancora cercano lo scatto in avanti nonostante la salita verso il gpm di Nufenenepass. (agg Michela Colombo)

SI PARTE

Tutto è pronto per dare il via alla nona tappa del Giro di Svizzera 2019, che vivrà dunque la sua conclusione a Goms. Nei pochi minuti che ci separano dalla partenza, facciamo ancora un tuffo nel passato e per la precisione al 2016, anno in cui ci fu un finale di Giro di Svizzera molto simile a quello di quest’anno. Si era allora a Davos, che aveva ospitato al sabato una cronometro e alla domenica una breve ma impegnativa frazione di montagna, proprio come sta succedendo oggi a Goms. Nella cronometro si era imposto lo spagnolo Ion Izagirre davanti al colombiano Miguel Angel Lopez, che si era preso la soddisfazione di precedere Fabian Cancellara in una prova contro il tempo e soprattutto di balzare al comando della classifica generale, che però vedeva ancora i primi quattro racchiusi nello spazio di soli 18”. L’ultimo giorno dunque fu decisivo: la vittoria andò all’altro colombiano Jarlinson Pantano, ma la festa sudamericana fu piena grazie al trionfo di Lopez, che proprio conquistando quel Giro di Svizzera si rivelò ai massimi livelli internazionali. Che cosa accadrà oggi? Parola alla strada per scoprirlo, la nona tappa comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ANNO SCORSO

Verso la diretta del Giro di Svizzera 2019 che oggi ci proporrà la sua nona ed ultima tappa, va ricordato che un anno fa invece la conclusione del Tour de Suisse fu con una cronometro individuale di 34 km a Bellinzona, capoluogo del Canton Ticino. Fu un vero e proprio trionfo per la BMC, che fece bottino pieno. La vittoria di tappa infatti andò al padrone di casa elvetico Stefan Kung, che completò la prova in 39’44”, precedendo di 19” il danese del Team Sunweb Søren Kragh Andersen e per 23” un altro uomo della BMC, cioè l’americano Tejay Van Garderen. L’obiettivo più importante ottenuto quel giorno dalla BMC fu però il trionfo in classifica generale dell’australiano Richie Porte, altro eccellente cronoman, che infatti consolidò il vantaggio su tutti gli inseguitori chiudendo con 1’02” sul danese Jakob Fuglsang (anch’egli eccellente nella crono con cui risalì dal sesto al secondo posto) e 1’12” su Nairo Quintana, che invece era secondo ad appena 17” da Porte prima della cronometro conclusiva. Ottima crono anche per Diego Ulissi, che grazie alla prova contro il tempo risalì al nono posto della classifica finale. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA FRAZIONE DI OGGI

Il Giro di Svizzera 2019 in diretta oggi, domenica 23 giugno, ci proporrà la nona tappa Goms Goms, la frazione conclusiva che misurerà appena 101,5 km ma sarà comunque durissima a causa di tre lunghe e impegnative salite che emetteranno tutti i verdetti sulla classifica dell’edizione numero 83 del Giro di Svizzera, che negli ultimi tre giorni ha riservato solo emozioni, in particolare con l’arrivo al San Gottardo e poi con la cronometro di ieri sempre a Goms, sede dell’ultimo weekend della corsa elvetica. Dopo la prova contro il tempo, oggi questo Giro di Svizzera si chiude con altre emozioni. Non sarà un arrivo in salita, tuttavia ci sarà molto da scalare e chi avesse il coraggio di attaccare da lontano potrebbe anche scrivere una pagina di storia da ricordare a lungo. Di certo non si potrà però attendere troppo: la parte impegnativa non è vicinissima al traguardo, servirà anche coraggio per chi volesse modificare in extremis le gerarchie del Giro di Svizzera.

DIRETTA GIRO DI SVIZZERA 2019: PERCORSO 9^ TAPPA GOMS GOMS

Per presentare la diretta Giro di Svizzera per questa nona tappa dell’edizione 2019, possiamo adesso approfondire l’analisi del percorso della Goms Goms, frazione che avrà dunque partenza e arrivo nella piccola località del Canton Vallese protagonista indiscussa del gran finale del Giro di Svizzera numero 83, dal momento che ha già ospitato la cronometro di ieri. Bisogna notare che il percorso è stato modificato rispetto a quanto previsto in origine, sarà comunque una giornata molto impegnativa fin dalla partenza fissata alle ore 13.10, mentre l’arrivo è previsto intorno alle 16.15-16.30.

Attenzione proprio alle primissime fasi, perché si partirà immediatamente in salita, con tutte le incognite che ciò comporta: i primi 13,3 km ci porteranno infatti ai 2478 metri di quota del Passo della Novena (Nufenenpass), un Gran Premio della Montagna Hors Categorie (i più difficili), come d’altronde saranno HC anche le due successive salite di questa giornata dal chilometraggio breve ma durissima fin da subito.

Lunga discesa verso Airolo e poi si tornerà a salire verso il San Gottardo (km 49), che sarà dunque protagonista anche oggi. Discesa e ancora una volta si tornerà subito a salire, questa volta verso il Passo della Furka (km 75). Saranno tre salite lunghe e tutte ben oltre i 2000 metri di quota – per il Furka 2436 -, di conseguenza tutto potrà succedere. L’unico tratto pianeggiante saranno gli ultimi 10 km, dal termine della discesa fino all’arrivo di Goms, dove saranno decretati i verdetti di questo Giro di Svizzera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA