Diretta Giro d’Italia 2020/ Peter Sagan ha vinto la 10^ tappa, Almeida allunga ancora

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro d’Italia 2020: Peter Sagan ha vinto la 10^ tappa con uno straordinario allungo finale, Joao Almeida si prende 4 secondi di abbuono. Straordinario anche Domenico Pozzovivo.

elia viviani Giro d'Italia
Diretta Vuelta 2020 (Foto LaPresse)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2020: PETER SAGAN HA VINTO LA 10^ TAPPA!

Peter Sagan ha vinto la 10^ tappa del Giro d’Italia 2020. Sul traguardo di Tortoreto pioggia a dirotto a disturbare i corridori, e lo slovacco è stato autore di una grandissima progressione con la quale ha staccato tutti, in primis Pello Bilbao che per un certo periodo è stato la maglia rosa virtuale ma poi si è fatto riprendere, con Joao Almeida che peraltro ha anche guadagnato 4 secondi di abbuono allungando sulla concorrenza. Un finale di tappa straordinario: sotto la pioggia lo stesso Almeida ha attaccato in prima persona trascinandosi dietro gli altri big di classifica, tra cui anche Vincenzo Nibali che ha ben risposto agli assalti del portoghese. Intanto all’inseguimento di Sagan e Bilbao si è portato lo straordinario Domenico Pozzovivo, ma nessuno gli ha dato il cambio e così l’assalto non è servito per riprendere lo slovacco, che ha potuto andare a vincere la sua prima tappa al Giro d’Italia. Altra sorpresa, la foratura di Jakob Fuglsang: il danese ha perso circa 1’15’’ dal gruppetto in cui sono arrivati Nibali e Pozzovivo, e dunque per lui una giornata negativa che rischia di essere pagata a caro prezzo… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2020: CATALDO PROVA LA FUGA

Al Giro d’Italia 2020 sta entrando nel vivo la decima tappa: sulla discesa la maglia rosa e il gruppo relativo hanno preso un margine di circa 30 secondi su altri corridori tra cui Arnaud Demare e Ilnur Zakarin, questi ultimi sono stati bravi a rientrare e così i due tronconi si sono riuniti. Nuovamente compatti, gli inseguitori si sono lanciati per andare a riprendere i 10 fuggitivi dai quali si è appena staccato Dario Cataldo: da vedere se la sua iniziativa sarà in grado di fare la differenza rispetto alla vittoria di tappa, ma lo scatto ci poteva stare perché il gruppo che era scivolato a circa 4 minuti stava gradualmente recuperando terreno, arrivando anche sotto i 3 minuti di ritardo e minacciando di ricompattare la gara. Va segnalato poi che Peter Sagan come sempre è scatenato: lo slovacco, che di fatto è stato il primo artefice della fuga che sta ancora resistendo, è andato a sprintare sul traguardo volante di Giulianova ottenendo la prima posizione, e dunque altri punti per la relativa classifica. (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2020: FUGA A 10, CI SONO CICCONE E SAGAN

Cosa sta succedendo nella diretta del Giro d’Italia 2020? La decima tappa è iniziata con le esclusioni eccellenti di Steven Kruijswijk e Michael Matthews (e relative squadre) a causa del Coronavirus, e un tentativo di fuga che però era stato rintuzzato da alcuni corridori che erano riusciti a riportarsi sotto. Ora ci sono 10 battistrada che stanno provando ad andare via, anche se per il momento il vantaggio non è enorme: tra i fuggitivi troviamo Giulio Ciccone e Simon Clarke, e anche Peter Sagan che con questa iniziativa può pensare di insidiare Arnaud Démare, che veste la maglia ciclamino obiettivo del ciclista slovacco. Non a caso il francese ha preso il comando delle operazioni tirando in testa al gruppo insieme alla Groupama, per il momento come detto la fuga a 10 non ha ancora pagato dividendi ma staremo a vedere quello che succederà nelle prossime battute della 10^ tappa al Giro d’Italia 2020. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2020 IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV SU RAI 2: COME SEGUIRE LA 10^ TAPPA

La diretta tv del Giro d’Italia 2020 sarà come da tradizione molto ampia, grazie all’eccellente copertura garantita dalla Rai e pure da Eurosport per i suoi abbonati. Priorità alla Tv di Stato che ha naturalmente il vantaggio di essere in chiaro per tutti: oggi la copertura della decima tappa Lanciano-Tortoreto sarà garantita da Rai Due, con un primo collegamento a dire il vero su Rai Sport + HD fin dal Villaggio di Partenza e passaggio sul secondo canale dalle ore 14.00 in poi, un collegamento che durerà fino al Processo alla Tappa naturalmente per chiudere, dopo l’arrivo di tutti i corridori in gara. Discorso molto simile per quanto riguarda Eurosport, che seguirà con una copertura davvero ampia tutte le frazioni della Corsa Rosa dalla Sicilia a Milano. Doppia possibilità anche per la diretta streaming video del Giro d’Italia, garantita a tutti tramite Rai Play oppure agli abbonati con il servizio garantito da Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia

. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING DEL GIRO D’ITALIA SU RAI PLAY

GIRO D’ITALIA 2020: KRUIJSWIJK POSITIVO, SI RITIRA

E’ iniziata la diretta del Giro d’Italia 2020 per la 10^ tappa: partita da Lanciano, la carovana ha già vissuto la fuga di cinque corridori ovvero Simone Ravanelli , Ben Swift, Simon Clarke, Marco Mathis e Matthias Branlde. Il gruppo però ha deciso di inseguire fin da subito e così questa fuga rischia di avere vita breve, ma le grandi notizie in questo Giro d’Italia 2020 sono altre. Steven Kruijswijk infatti è risultato positivo al Coronavirus: a causa di questo ovviamente l’olandese ha dovuto dire addio alla corsa, e lo stesso è successo a Michael Matthews. Il Giro d’Italia 2020 perde altri protagonisti: Mitchelton e Jumbo-Visma non si sono presentate al via di Lanciano questa mattina, un provvedimento che è parso scontato per isolarsi visto che anche sei membri dello staff hanno effettuato un tampone che ha dato esito positivo. Anche sul ciclismo dunque si abbatte il Covid-19, speriamo che nessun altro protagonista si debba ritirare nei prossimi giorni… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2020: 10^ TAPPA AL VIA!

Tutto è pronto ormai per la partenza della decima tappa Lanciano-Tortoreto del Giro d’Italia 2020, possiamo allora tirare le somme di quanto abbiamo visto nei primi nove giorni della Corsa Rosa. Inanzitutto possiamo notare che solamente sei corridori hanno già assaggiato la gioia della vittoria, dal momento che Arnaud Demare ha vinto ben tre tappe e il nostro Filippo Ganna si è imposto in due frazioni, con un successo a testa poi per Diego Ulissi, Jonathan Caicedo, Alex Dowsett e Ruben Guerreiro. Anche tra le squadre sono in pochi ad avere gioito finora: la Groupama-FDJ si gode il tris di Demare, la Education First le vittorie di Caicedo e Guerreiro, la Ineos Grenadiers si consola con la doppietta di Ganna che non può però compensare l’addio troppo precoce di Geraint Thomas, infine una vittoria a testa per la UAE Team Emirates con Ulissi e la Israel Start Up Nation grazie a Dowsett. Sorride poi naturalmente la Deceuninck-Quick Step grazie ai sette giorni consecutivi di Joao Almeida in maglia rosa, tante altre squadre invece sono chiamate a cominciare a lasciare un segno sul Giro d’Italia 2020. Parola dunque alla strada adesso: la decima tappa comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GIRO D’ITALIA 2020: UN ANNO FA VINSE DEMARE

Mentre attendiamo che abbia inizio la diretta della decima tappa del Giro d’Italia 2020, facciamo il nostro ormai consueto passo indietro alla medesima frazione della scorsa edizione della Corsa Rosa. Se oggi ci attende una tappa potenzialmente esplosiva sui tanti muri attorno a Tortoreto, un anno fa la ripartenza dopo la prima giornata di riposo era stata decisamente più facile per il Giro d’Italia. Infatti, martedì 21 maggio 2019 avevamo avuto una frazione corta (appena 147 km) e soprattutto completamente pianeggiante fra Ravenna e Modena, pedalando sulle strade nel cuore della Pianura Padana, dove è impossibile identificare anche un Gpm puramente simbolico. Giornata dunque perfetta per i velocisti e la vittoria era andata a un nome che ricorre molto spesso anche in questo Giro d’Italia 2020: il vincitore a Modena infatti era stato il francese Arnaud Demare, che con il tempo di 3h36’07” aveva battuto in volata il nostro Elia Viviani, il tedesco Rudiger Selig, l’australiano Caleb Ewan e poi un altro poker di italiani dal quinto all’ottavo posto, cioè Giacomo Nizzolo, Davide Cimolai, Manuel Belletti e Giovanni Lonardi. Giornata interlocutoria per gli uomini da classifica, compreso Valerio Conti che potè così godersi un altro giorno in maglia rosa… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GIRO D’ITALIA 2020: TAPPA IN SALITA CON GRANDI PENDENZE !

Dopo il primo giorno di riposo, il Giro d’Italia 2020 riparte oggi alla grande con la decima tappa Lanciano-Tortoreto di 177 km, che sarà caratterizzata da una impressionante successione di Muri degni di un Giro delle Fiandre trapiantato in Abruzzo, salite brevi ma con pendenze cattivissime che accenderanno la lotta per la vittoria di tappa – potrebbe ad esempio essere finalmente il giorno buono per Peter Sagan – ma che potrebbero chiamare all’azione anche i big che puntano alla vittoria finale dell’edizione numero 103 del Giro d’Italia, questa storica prima volta autunnale della Corsa Rosa. Ecco dunque che, dopo un giorno per tirare il fiato, la diretta Giro d’Italia 2020 tornerà subita a catalizzare la nostra attenzione con una frazione insidiosa per chiunque. Soli 1200 metri di dislivello complessivo perché le salite saranno tutte assai brevi, ma con pendenze da fare impressione, spesso fino al 18-20% e in un caso addirittura al 24%: come a Roccaraso, un giorno più adatto a gente come Jakob Fuglsang piuttosto che a Vincenzo Nibali, però va anche detto che lo spettacolo dovrebbe essere più dei distacchi che effettivamente ci saranno. La battaglia per il successo di tappa è assicurata, succederà qualcosa anche fra i big?

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2020: PERCORSO 10^ TAPPA

Eccoci dunque al momento in cui esaminare più da vicino il percorso della decima tappa Lanciano-Tortoreto, per scoprire come si rimetterà in moto oggi la diretta Giro d’Italia 2020 dopo il primo giorno di riposo. Giornata nuovamente tutta abruzzese fra le province di Chieti, Pescara e infine Teramo, la partenza avrà luogo dunque da Lanciano alle ore 12.05 e dopo una prima parte facile fino a Francavilla al Mare ecco che si comincerà a faticare pedalando verso il primo Gran Premio della Montagna a Chieti (km 47,1), perché ci sarà da affrontare il Muro del Tricalle con punte di pendenza fino al 18% per giungere nel capoluogo teatino. Si rientra poi sulla costa fino a Giulianova per il primo sprint intermedio al km 110,1, tuttavia subito dopo inizia il circuito finale imperniato naturalmente su Tortoreto ma soprattutto costellato di muri. Si passa una prima volta dal borgo alto di Tortoreto, Gpm al km 120 dopo 1800 metri di salita al 7,2% ma con punte fino al 18% in due diversi momenti, poi in rapida successione ecco pure la più impegnativa salita di Colonnella (3,1 km al 9,2% medio e di nuovo punte fino a un massimo del 18%), Gpm di terza categoria al km 138, e il breve ma durissimo muro di Controguerra (900 metri al 9,7% medio e punte fino al 24%), che sarà valido come secondo traguardo volante al km 144. In seguito si ritornerà a Tortoreto da un altro versante che tocca una punta di pendenza massima al 20% e dopo pochi chilometri si affronterà ancora quello iniziale, che sarà l’ultimo Gpm di giornata al km 166 e scollinerà dunque a soli 11 km dall’arrivo di Tortoreto, nella frazione costiera di Tortoreto Lido. Gli ultimi 7 km saranno totalmente pianeggianti con sostanzialmente due sole vere curve: il problema sarà arrivarci…

© RIPRODUZIONE RISERVATA