Diretta Giro d’Italia 2021/ Alberto Bettiol ha vinto la 18^ tappa! Consonni 2°

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro d’Italia 2021: Alberto Bettiol ha vinto la 18^ tappa Rovereto-Stradella davanti a Consonni e Roche, in classifica nulla cambia (oggi giovedì 27 maggio).

Giro Fiandre Bettiol
Alberto Bettiol

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: ALBERTO BETTIOL HA VINTO LA 18^ TAPPA

Alberto Bettiol ha vinto la diciottesima tappa Rovereto-Stradella del Giro d’Italia 2021, un successo in solitario per il toscano della Education First-Nippo, che è arrivato con le braccia alzate sul traguardo di Stradella. Secondo posto per Simone Consonni, terzo Nicolas Roche. L’attacco solitario di un eccellente cronoman come il francese Remi Cavagna ha caratterizzato il finale di tappa per la fuga, perché l’uomo della Deceuninck-Quick Step aveva preso un bel margine di vantaggio. Un Alberto Bettiol in forma straripante si è dunque mosso in prima persona, con il solo Nicolas Roche a cercare di restare con lui: il toscano però lo ha staccato, poi ha ripreso anche Cavagna e infine ha salutato anche il francese, che si è piantato su una delle ultime salitelle dell’insidioso finale. Per Bettiol così è iniziata una meravigliosa cavalcata solitaria, un successo davvero di grande classe per il vincitore del Giro delle Fiandre 2019. Alle spalle di Bettiol è stato Consonni a scattare per prendersi la seconda posizione davanti a Roche, che a differenza del toscano non è riuscito a resistere al recupero degli inseguitori. Nulla da segnalare invece per il gruppo: giornata di assoluto riposo per la maglia rosa Egan Bernal e per gli altri uomini da classifica del Giro d’Italia 2021. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: VIA AGLI ATTACCHI! (18^ TAPPA)

Nella fuga è finito l’accordo, la diretta della diciottesima tappa Rovereto-Stradella del Giro d’Italia 2021 è decisamente entrata nel vivo sulle salitelle dell’Oltrepò Pavese. I primi a rompere gli indugi sono stati Filippo Zana e Samuele Battistella, ai quali ha risposto il tedesco Nico Denz e poi anche altri, compreso Alberto Bettiol che è senza ombra di dubbio uno dei nomi di spicco di questa folta fuga, che però non è più a 23, perché chi sta bene attacca e chi invece soffre cede. Ci sono anche Jacopo Mosca e Stefano Oldani, i primi inseguitori tuttavia sono staccati di meno di 20″, di conseguenza i giochi sono ancora apertissimi. Reagiscono anche Diego Ulissi e Dario Cataldo, poi però in contropiede parte un grande cronoman come il francese Remi Cavagna, un tentativo che potrebbe essere interessante. D’altronde, dopo 200 km quasi completamente pianeggianti, nel finale praticamente di pianura non ce n’è più e di conseguenza questo è terreno perfetto per chi vuole attaccare ancora. Tutto questo non riguarda il gruppo maglia rosa, dove tutto resta tranquillo e il ritardo finale potrebbe anche essere superiore al quarto d’ora: oggi per gli uomini di classifica è quasi un giorno di riposo – per quanto possa esserlo una tappa di 231 km… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE IL GIRO D’ITALIA 2021 (18^ TAPPA)

La diretta tv del Giro d’Italia 2021 sarà come da tradizione molto ampia, grazie all’eccellente copertura garantita dalla Rai e pure da Eurosport per i suoi abbonati. Priorità alla Tv di Stato che ha naturalmente il vantaggio di essere in chiaro per tutti: oggi la copertura della diciottesima tappa Rovereto-Stradella sarà garantita integralmente (come sarà ogni giorno), inizialmente su Rai Sport + HD e in seguito su Rai Due dalle ore 14.00 e naturalmente fin dopo l’arrivo, quando il Processo alla Tappa chiuderà la lunghissima diretta che ogni giorno la Rai dedica al Giro d’Italia 2021. Discorso molto simile per quanto riguarda Eurosport, che seguirà con una copertura davvero ampia tutte le frazioni della Corsa Rosa dal Piemonte a Milano. Doppia possibilità di conseguenza anche per la diretta streaming video del Giro d’Italia, garantita a tutti tramite Rai Play oppure agli abbonati con il servizio garantito da Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO RAI PLAY DEL GIRO D’ITALIA 2021

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: VERMEERSCH 1° AL TRAGUARDO VOLANTE (18^ TAPPA)

Per ora resta decisamente interlocutoria la diretta della diciottesima tappa del Giro d’Italia 2021, che però dovrebbe ravvivarsi nel finale ondulato verso Stradella. Per il momento sia la fuga sia il gruppo pedalano ancora nel cuore della Pianura Padana, tra l’altro nel primo giorno davvero caldo di questo Giro d’Italia 2021 a lungo caratterizzato invece dal maltempo e dal freddo. Il gruppo se la sta prendendo decisamente comoda, il ritardo ha superato i tredici minuti quando mancano ancora quasi 70 km e naturalmente alla maglia rosa Egan Bernal va bene così. Stesso discorso per Peter Sagan, perché in fuga non ci sono rivali dello slovacco per la maglia ciclamino della classifica a punti. Abbiamo per adesso superato il traguardo volante di Cremona, dove è passato per primo Gianni Vermeersch della Alpecin-Fenix davanti a Simon Pellaud e Samuele Rivi. Una rettifica importante va fatta circa la composizione della fuga: per la UAE Team Emirates oltre a Diego Ulissi il secondo uomo è l’argentino Maximiliano Richeze, che potrebbe essere una ottima carta da giocare se i fuggitivi arrivassero in volata. Attenzione però alle ultime salitelle nell’Oltrepò Pavese… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: LA FUGA PRENDE IL LARGO (18^ TAPPA)

La diretta dal Giro d’Italia 2021 probabilmente ha già fornito il proprio verdetto sulla diciottesima tappa, nel senso che la vittoria di giornata dovrebbe essere un affare riservato ai 23 attaccanti, anche se mancano ancora oltre 100 km al traguardo di Stradella. Tantissime squadre sono rappresentate, in gruppo fa l’andatura la Ineos Grenadiers della maglia rosa Egan Bernal, ma senza fretta perché i fuggitivi sono tutti lontanissimi in classifica generale. Non è dunque di certo un caso se il vantaggio della testa della corsa è ormai superiore ai dieci minuti, anche perché dietro nessuno ha davvero l’interesse di riprendere questa fuga che rappresenta quasi tutti. Ricordiamo allora chi sono i 23 attaccanti: Andrea Vendrame della Ag2R Citroen, Gianni Vermeersch della Alpecin-Fenix, Simon Pellaud, Andrii Ponomar e Natnael Tesfatsion della Androni Giocattoli-Sidermec, Samuele Battistella e Gorka Izagirre della Astana Premier Tech, Filippo Zana della Bardiani-CSF-Faizanè, Simone Consonni della Cofidis, Remi Cavagna della Deceuninck-Quick Step, Alberto Bettiol della EF-Nippo, Francesco Gavazzi e Samuele Rivi della Eolo-Kometa, Wesley Kreder della Intermarchè-Wanty-Gobert, Patrick Bevin della Israel Start Up Nation, Stefano Oldani della Lotto Soudal, Dario Cataldo della Movistar, Nikias Arndt, Nico Denz e Nicolas Roche del Team DSM, Jacopo Mosca della Trek-Segafredo, Alessandro Covi e Diego Ulissi della UAE Team Emirates. Uno di loro sarà il vincitore di tappa… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: CICCONE RITIRATO (18^ TAPPA)

Le prime notizie da dare in diretta dal Giro d’Italia 2021 purtroppo sono quelle di due ritiri eccellenti. Per quanto riguarda Remco Evenepoel, la Deceuninck-Quick Step ne aveva già dato notizia ieri sera, perché la caduta nella discesa dal Passo di San Valentino è stata il colpo di grazia per le sofferenze del giovane belga. In casa Trek-Segafredo c’era invece apprensione per Vincenzo Nibali e Giulio Ciccone, forse soprattutto per lo Squalo (pensando anche alle Olimpiadi di Tokyo) che fin da aprile purtroppo ha “assaggiato” troppo spesso l’asfalto. Invece Nibali c’è e purtroppo è stato Ciccone a dover alzare bandiera bianca, un brutto colpo anche in ottica classifica per l’abruzzese, che era nella top 10 del Giro d’Italia 2021. Ci ha provato Giulio Ciccone, che si è pure presentato al foglio firma, ma i postumi della caduta uniti alla febbre sopraggiunta nella notte hanno consigliato al corridore e allo staff della Trek-Segafredo di far vincere la prudenza, anche se con tanta amarezza. Quanto alla cronaca della corsa, si è formato al comando un gruppo con ben 23 attaccanti: Andrea Vendrame della Ag2R Citroen, Gianni Vermeersch della Alpecin-Fenix, Simon Pellaud, Andrii Ponomar e Natnael Tesfatsion della Androni Giocattoli-Sidermec, Samuele Battistella e Gorka Izagirre della Astana Premier Tech, Filippo Zana della Bardiani-CSF-Faizanè, Simone Consonni della Cofidis, Remi Cavagna della Deceuninck-Quick Step, Alberto Bettiol della EF-Nippo, Francesco Gavazzi e Samuele Rivi della Eolo-Kometa, Wesley Kreder della Intermarchè-Wanty-Gobert, Patrick Bevin della Israel Start Up Nation, Stefano Oldani della Lotto Soudal, Dario Cataldo della Movistar, Nikias Arndt, Nico Denz e Nicolas Roche del Team DSM, Jacopo Mosca della Trek-Segafredo, Alessandro Covi e Diego Ulissi della UAE Team Emirates. Fuga ricchissima di nomi di spicco: sarà uno di loro il vincitore di tappa? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: SI COMINCIA

Tutto è pronto per la partenza della diciottesima tappa Rovereto-Stradella del Giro d’Italia 2021, andiamo allora a dire qualcosa di più sulla località d’arrivo, a cominciare dal precedente con la Corsa Rosa. Il 6 giugno 1994 infatti Stradella ospitò l’arrivo della sedicesima tappa del 77° Giro d’Italia, che fu vinto dal russo Berzin davanti a Pantani ed Indurain. Nei giorni precedenti c’erano state le imprese del Pirata nelle tappe con arrivo a Merano e all’Aprica, la Sondrio-Stradella fu invece vinta da Maximilian Sciandri, adesso ancora in gruppo come direttore sportivo della Movistar. Quanto a Stradella, si trova all’estremo confine settentrionale degli Appennini e dunque anche ai limiti dell’Oltrepò Pavese, a brevissima distanza dal Po tra le ultime propaggini della collina e la pianura. Tra i monumenti spicca la Torre di Stradella, è inoltre da ricordare che questa località è stata per decenni uno dei principali centri di produzione di fisarmoniche al mondo. Chissà se i corridori avranno tempo di interessarsi a tutto questo: per adesso però siamo ancora a Rovereto, parola allora alla strada per dare il via alla 18^ tappa del Giro d’Italia 2021! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: LE DICHIARAZIONI

Sempre più vicino al via della diretta Giro d’Italia 2021 per l’odierna diciottesima tappa, facciamo però un passo indietro a ieri per leggere le dichiarazioni di due grandi protagonisti subito dopo l’arrivo a Sega di Ala. Il vincitore di tappa Daniel Martin aveva detto: “Non ho parole per descrivere questo successo. Sono venuto al Giro per fare bene e vincere una tappa. Oggi volevo andare in fuga, non credevo che il gruppo mi avrebbe lasciato andare all’attacco. La mia squadra ha fatto un grande lavoro: devo ringraziarli. Avevo bisogno di una salita come questa e del sole per fare bene!”. Giornata invece di sofferenza per la maglia rosa Egan Bernal, che si è comunque difeso piuttosto bene e dopo il traguardo ha dichiarato: “Non è stata la mia giornata migliore ma non ho perso tanto tempo, solo qualche secondo da Caruso. Alla fine un’altra tappa superata, adesso pensiamo a domani. Simon Yates è andato fortissimo, ha fatto una salita impressionante. Ho provato a seguirlo ed ho pagato, forse ho sbagliato a rispondere direttamente. Questo Giro finisce solo a Milano, ogni giorno si può perdere o guadagnare tanto tempo, devo restare concentrato”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: L’ANNO SCORSO

Come al solito, in attesa della diretta Giro dItalia 2021 diamo adesso uno sguardo a che cosa era successo un anno fa nella diciottesima tappa della Corsa Rosa che eccezionalmente si disputò in autunno. Le similitudini si fermano al fatto che in entrambi i casi il Giro dItalia è arrivato in Lombardia nella tappa 18, però certamente il traguardo di Stradella non può essere paragonato a quello ai Laghi di Cancano, arrivo in salita dopo avere superato anche lo Stelvio. Quello fu il giorno in cui Joao Almeida perse la maglia rosa dopo oltre due settimane, portando al comando della classifica generale l’olanese Wilco Kelderman, che però a sua volta aveva sofferto parecchio. I due grandi protagonisti della Pinzolo-Laghi di Cancano di 207 km furono dunque Jai Hindley e Tao Geoghegan Hart: l’australiano del Team Sunweb vinse una volata a due con l’inglese di Ineos, precedendo di 46″ Pello Bilbao, di 1’25” Jakob Fuglsang e di 2’18” Wilco Kelderman, in rosa grazie al crollo di Almeida a 4’51”, ma con soli 12″ di vantaggio sul compagno di squadra Hindley e 15″ su Geoghegan Hart. Furono poste così le premesse per un finale di Giro dItalia davvero emozionante… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

OGGI TAPPA TRANQUILLA PER LA CLASSIFICA!

Oggi giovedì 27 maggio il Giro d’Italia 2021 ci propone la sua diciottesima tappa Rovereto-Stradella di 231 km, la frazione più lunga dell’edizione numero 104 del Giro d’Italia, che però dovrebbe essere tranquilla in ottica classifica generale dopo l’emozioni delle scorse grandi tappe di montagna come il tappone dolomitico di lunedì a Cortina d’Ampezzo e l’arrivo in salita di ieri a Sega di Ala, però attenzione perché pure oggi non sarà esattamente una giornata da velocisti. Per prima cosa, va detto che ormai di sprinter ne sono rimasti davvero pochi in gruppo in questo Giro d’Italia 2021, di conseguenza nopn sarà facile per le loro squadre fare in modo da annullare le fughe da lontano; inoltre il finale di tappa, verso l’arrivo di Stradella, avrà qualche insidia e dovrebbe favorire gli attaccanti.

Insomma, la diretta Giro d’Italia 2021 oggi dovrebbe riservarci una tappa perfetta per gli attacchi da lontano, anche perché poi arriveranno altre due tappe di montagna e infine la cronometro di Milano, dunque questa sarà l’ultima occasione per mettersi in mostra per chi non può sperare di vincere in salita o contro il tempo. Sarà dunque una tappa che farà gola a tanti: chi la spunterà?

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: PERCORSO 18^ TAPPA

Non molto difficile ma comunque da non sottovalutare, la diretta Giro d’Italia 2021 ci propone nel percorso della diciottesima tappa Rovereto-Stradella di 231 km un chilometraggio molto lungo e che toccherà ben quattro regioni, a cominciare naturalmente dal Trentino per poi attraversare il Veneto (provincia di Verona), passare in Lombardia nelle province di Brescia, Mantova e Cremona, transitare anche per la provincia di Piacenza e dunque in Emilia Romagna prima di rientrare in Lombardia per l’arrivo a Stradella, in provincia di Pavia. La partenza avrà luogo da Rovereto alle ore 11.45, perché ci saranno moltissimi chilometri da percorrere nella tappa più lunga del Giro d’Italia 2021, ma è anche vero che si pedalerà quasi sempre sui strade pianeggianti, a partire dal fondovalle dell’Adige, sfiorando il lago di Garda e poi a maggior ragione quando si entrerà nel cuore della Pianura Padana, dove segnaliamo il traguardo volante a Cremona (km 134,2). Si arriverà a sfiorare Stradella e sarebbe tappa perfetta per velocisti, invece ci sarà una deviazione e gli ultimi 35 km nella zona dell’Oltrepò pavese saranno movimentati, con un GPM di quarta categoria a Castana (km 208,6) e qualche altro saliscendi. Nulla di tremendo, ma così vicino al traguardo ogni difficoltà si farà sentire. Attenzione anche al secondo traguardo volante a Broni (km 222), dopo il quale ci sarà ancora una salitella verso Canneto Pavese prima di scendere verso l’arrivo di Stradella.

CLASSIFICA GIRO D’ITALIA 2021: BERNAL SEMPRE MAGLIA ROSA MA…

La classifica del Giro d’Italia 2021 si è riaperta? Questa è la domanda che aleggia sulla Corsa Rosa dopo la tappa di ieri, perché l’arrivo in salita di Sega di Ala ha visto per la prima volta in difficoltà la maglia rosa Egan Bernal. Sempre eccellente Damiano Caruso, che consolida la seconda posizione in classifica generale con 2’21” di ritardo da Bernal: il podio è decisamente nel mirino e se il colombiano fosse in calando si potrebbe sognare in grande. Guai però a fare troppi calcoli: Simon Yates era affondato lunedì a Cortina, ieri è rinato ed è risalito al terzo posto a 3’23” da Bernal e dunque poco più di un minuto da Caruso. La cosa certa è che finora i tre uomini più forti del Giro d’Italia 2021 sono loro: infatti poi si scende già a 6’03” di ritardo per Aleksandr Vlasov, il russo della Astana è quarto ma per lui il podio adesso è più lontano. Anche per Hugh Carthy il grande obiettivo si allontana, mentre un uomo in netta crescita è adesso Joao Almeida, risalito fino all’ottavo posto con un cammino che sembra per lui opposto a quello dell’anno scorso. Sfortuna nera poi per Giulio Ciccone, che è rimasto coinvolto nella caduta di Nibali ed Evenepoel e ha perso molti minuti, scivolando al decimo posto, dunque il finale del Giro d’Italia 2021 purtroppo cambia per l’abruzzese della Trek-Segafredo. Bernal è sempre saldamente in testa alla classifica giovani, così come Peter Sagan è in maglia ciclamino (per la classifica a punti oggi potrebbe essere la giornata decisiva) e Geoffrey Bouchard è sempre più vicino alla conquista della maglia azzurra nella classifica Gpm.

CLASSIFICA GIRO D’ITALIA 2021

1. Egan Bernal (Col)
2. Damiano Caruso (Ita) a 2’21”
3. Simon Yates (Gbr) a 3’23”
4. Aleksandr Vlasov (Rus) a 6’03″
5. Hugh Carthy (Gbr) a 6’09”
6. Romain Bardet (Fra) a 6’31”
7. Daniel Martinez (Col) a 7’17”
8. Joao Almeida (Por) a 8’45”
9. Tobias Foss (Nor) a 9’18”
10. Daniel Martin (Irl) a 13’37”

© RIPRODUZIONE RISERVATA