Diretta Giro d’Italia 2021/ Gino Mader ha vinto la 6^ tappa, piazzati Bernal e Martin

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro d’Italia 2021: il fuggitivo Gino Mader ha vinto la 6^ tappa Grotte di Frasassi-Ascoli/San Giacomo davanti a Bernal e Martin; Valter maglia rosa.

Giro gruppo
(immagine di repertorio)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: GINO MADER HA VINTO LA 6^ TAPPA

Gino Mader ha vinto la sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli Piceno/San Giacomo del Giro d’Italia 2021, tosto arrivo in salita sugli Appennini marchigiani che è stato meritatamente conquistato dallo svizzero della Bahrain Victorious davanti ad Egan Bernal e Daniel Martin, mentre la nuova maglia rosa è l’ungherese Attila Valter. Tra i fuggitivi sono rimasti in tre alla testa della corsa: lo svizzero Gino Mader, l’olandese Bauke Mollema e Dario Cataldo. Per Mader ha lavorato a lungo Matej Mohoric, in gruppo invece ha lavorato quasi sempre la Ineos, che poi ha lanciato all’attacco Daniel Martinez. Si muove poi Egan Bernal in prima persona e tra i primi a reagire ci sono stati Giulio Ciccone e Remco Evenepoel, mentre tra i più in difficoltà c’è Jai Hindley, lontanissimo parente di quello dello scorso Giro d’Italia. Con la fiammata di Bernal vengono ripresi Cataldo e Mollema, resta davanti dunque il solo Mader che però riesce a resistere e si prende una meritatissima vittoria. Dietro si crea un quartetto con Bernal, Ciccone, Evenepoel e Daniel Martin: il colombiano prende il secondo posto e 6″ di abbuono, terzo Martin, poi Evenepoel e Ciccone. Leggermente staccati tutti gli altri big, compresi l’ottimo Damiano Caruso, Simon Yates e Aleksandr Vlasov, mentre si difende molto bene Valter, che così va in rosa limitando i danni da Evenepoel. Da segnalare anche un clamoroso incidente, quando l’ammiraglia della BikeExchange ha travolto Pieter Serry della Deceuninck-Quick Step. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: ATTACCO INEOS, DE MARCHI CEDE (6^ TAPPA)

Il forcing della Ineos Grenadiers sta rendendo imperdibile la diretta della sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli Piceno/San Giacomo del Giro d’Italia 2021. Davanti resta la fuga, che si è presa i due GPM: Geoffrey Bouchard ha preceduto Simone Ravanelli e Gino Mader in cima alla Forca di Gualdo, mentre Matej Mohoric è transitato davanti a Dario Cataldo in vetta alla Forca di Presta, ma la notizia è che la Ineos si è messa a fare un grande ritmo grazie a Filippo Ganna soprattutto nel tratto di falsopiano fra le due salite, che era esposto al forte vento. Questo ritmo ha avuto due conseguenze: far crollare il vantaggio della fuga, che si è spezzata (davanti restano in quattro) e adesso vede molto più difficile l’obiettivo della vittoria di tappa, e purtroppo far staccare tra gli altri Alessandro De Marchi, di conseguenza in difficoltà già prima della salita finale. Dunque il gruppo dei big non è più il gruppo maglia rosa e per De Marchi ora si fa durissima, di fatto il primato è già svanito. Stanno invece tentando un allungo in discesa Alberto Bettiol, Romain Bardet e Giulio Ciccone: un terzetto davvero molto interessante che potrebbe animare ulteriormente il finale della tappa, sotto la pioggia gelida. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021 IN STREAMING VIDEO E TV, COME SEGUIRE  LA 6^ TAPPA

La diretta tv del Giro d’Italia 2021 sarà come da tradizione molto ampia, grazie all’eccellente copertura garantita dalla Rai e pure da Eurosport per i suoi abbonati. Priorità alla Tv di Stato che ha naturalmente il vantaggio di essere in chiaro per tutti: oggi la copertura della sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli/San Giacomo sarà garantita integralmente (come sarà ogni giorno), inizialmente su Rai Sport + HD e in seguito su Rai Due dalle ore 14.00 e naturalmente fin dopo l’arrivo, quando il Processo alla Tappa chiuderà la lunghissima diretta che ogni giorno la Rai dedica al Giro d’Italia 2021. Discorso molto simile per quanto riguarda Eurosport, che seguirà con una copertura davvero ampia tutte le frazioni della Corsa Rosa dal Piemonte a Milano. Doppia possibilità di conseguenza anche per la diretta streaming video del Giro d’Italia, garantita a tutti tramite Rai Play oppure agli abbonati con il servizio garantito da Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO DEL GIRO D’ITALIA 2021

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: LE PRIME SALITE (6^ TAPPA)

Entra nel vivo la diretta della sesta tappa del Giro d’Italia 2021, che dalle Grotte di Frasassi porterà il gruppo all’arrivo in salita ad Ascoli Piceno/San Giacomo. Siamo infatti adesso sulle rampe del primo GPM, che è una salita vera dal momento che la Forca di Gualdo porterà il Giro d’Italia 2021 a 1496 metri d’altitudine. In gruppo sta tirando la Israel Start-Up Nation della maglia rosa Alessandro De Marchi, mentre davanti c’è stato il ricongiungimento di Bauke Mollema della Trek-Segafredo e Geoffrey Bouchard della Ag2R Citroen, che hanno raggiunto Gino Mader e Matej Mohoric della Bahrain Victorious, Simon Guglielmi della Groupama-FDJ, Dario Cataldo della Movistar, Jimmy Janssens della Alpecin-Fenix e Simone Ravanelli della Androni-Sidermec, dunque la testa della corsa è costituita da otto uomini. Possiamo annotare che il primo traguardo volante, in località Pieve Torina, è stato vinto da Ravanelli davanti a Guglielmi e Mohoric, vedremo però se in testa qualcosa cambierà già sui primi due GPM di giornata, mentre per i big la bagarre dovrebbe cominciare sull’ascesa finale verso l’arrivo a San Giacomo. Annotiamo infine il ritiro di Manuel Belletti della Eolo-Kometa. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: SEI IN FUGA E DUE ALL’INSEGUIMENTO (6^ TAPPA)

La diretta della sesta tappa del Giro d’Italia 2021 è iniziata condizionata dalle cadute di ieri: infatti dalle Grotte di Frasassi non hanno preso il via Mikel Landa, che si era ritirato già ieri, il francese Francois Bidard della Ag2R Citroen e purtroppo nemmeno Pavel Sivakov e Joe Dombrowski, dunque il Giro d’Italia 2021 perde anche il russo “seconda punta” della Ineos Grenadiers e lo statunitense della UAE Team Emirates che aveva vinto martedì a Sestola e cede la sua maglia azzurra a Vincenzo Albanese, in attesa di scoprire chi se la meriterà oggi, vista la grande quantità di punti GPm in palio. Intanto però c’è da sottolineare la presenza tra gli attaccanti da lontano di un grande nome come Bauke Mollema della Trek-Segafredo, che insieme a Geoffrey Bouchard della Ag2R Citroen si è mosso in un secondo tempo rispetto ad altri sei fuggitivi che sono Gino Mader e Matej Mohoric della Bahrain Victorious – che con il ritiro di Landa cambierà forse il modo di correre -, Simon Guglielmi della Groupama-FDJ, Dario Cataldo della Movistar, Jimmy Janssens della Alpecin-Fenix e Simone Ravanelli della Androni-Sidermec. Il gruppo per ora lascia fare, la battaglia è davanti perché i sei alla testa della corsa non vogliono far rientrare Mollema e Bouchard, che hanno circa mezzo minuto di ritardo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: SI COMINCIA

Eccoci pronti per la partenza della sesta tappa del Giro d’Italia 2021, la Grotte di Frasassi-Ascoli/San Giacomo che ci proporrà un impegnativo arrivo in salita. Siamo nelle Marche, la memoria allora corre al Giro d’Italia del 2009, quando un percorso “rovesciato” lasciò agli Appennini il palcoscenico nella terza settimana, compresa una tappa molto dura proprio sulle montagne marchigiane. Torniamo allora al 25 maggio 2009 per ricordare la Pergola-Monte Petrano, sedicesima tappa che si annunciava durissima sia per il chilometraggio (237 km) sia per le difficoltà altimetriche. La vittoria non a caso andò a un fenomenale scalatore quale lo spagnolo Carlos Sastre, vincitore del Tour de France l’anno precedente, che si impose in 7h11’54” (un tempo che la dice lunga su quanto fosse impegnativa quella tappa) e con un vantaggio di 25″ sul russo Denis Menchov, che rimase comunque saldo in maglia rosa con un vantaggio di 2’19” proprio su Carlos Sastre. A dire il vero tra i due c’era Danilo De Luca, terzo di tappa a 26″ da Sastre e secondo nella generale a 39″ da Menchov, ma l’abruzzese verrà in seguito squalificato. Oggi non sarà un tappone così decisivo, ma ne vedremo comunque delle belle, soprattutto se i protagonisti correranno come a Sestola: parola alla strada, la sesta tappa del Giro d’Italia 2021 comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ANNO SCORSO

In vista della diretta della sesta tappa del Giro d’Italia 2021, vi proponiamo il consueto ricordo della stessa frazione della scorsa edizione della Corsa Rosa, anche se va detto che questa volta il paragone non sarà molto significativo. Infatti oggi il Giro d’Italia ci propone un importante arrivo in salita a San Giacomo, sopra Ascoli Piceno, mentre la sesta tappa dell’edizione 2020 era terminata con una volata a Matera, sia pure vivacizzata da un finale non così semplice. Giovedì 8 ottobre scorso la vittoria comunque non sfuggì al francese Arnaud Demare, assoluto dominatore delle volate nel Giro d’Italia 2021, che colse in totale quattro successi tra i quali appunto quello a Matera, nonostante fosse uno sprint decisamente complicato. Lo dimostra l’ordine d’arrivo, che al secondo e terzo posto collocava l’australiano Michael Matthews e Fabio Felline, due corridori con notevole spunto veloce, ma non sprinter puri da volate pianeggianti a ranghi compatti. Buoni piazzamenti pure per Davide Cimolai e Andrea Vendrame, rispettivamente quinto e sesto, mentre Enrico Battaglin fu nono. Nulla invece cambiò in classifica generale, con Joao Almeida sempre maglia rosa: oggi la storia potrebbe essere diversa… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ARRIVO IN SALITA!

Frazione da non perdere oggi al Giro d’Italia 2021, che ci proporrà infatti il suo secondo arrivo in salita: la sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli/San Giacomo di 160 km sarà infatti piuttosto breve, ma decisamente impegnativa e potrebbe dunque regalarci sorprese e notizie molto interessanti anche per la classifica, forse anche più di due giorni fa a Sestola. Attenzione dunque agli imprevisti e ai possibili colpi di scena sugli Appennini marchigiani, perché la giornata di oggi non sarà magari tra le più impegnative, ma sicuramente va considerata di montagna a tutti gli effetti, con due Gpm già verso metà percorso e poi naturalmente la salita finale che ci porterà dal centro di Ascoli Piceno fino all’arrivo in quota di San Giacomo.

Sarà una bella giornata all’insegna delle bellezze delle Marche fin dalla partenza presso le Grotte di Frasassi, ma come al solito saranno soprattutto gli spettatori a potersi godere il contorno, perché i ciclisti del gruppo dovranno fare i conti con le difficoltà di una tappa tipicamente appenninica, che potrebbe anche avere un certo peso nell’economia della corsa. Sarà dunque un giovedì intrigante per la diretta Giro d’Italia 2021, la vittoria di tappa e la prospettiva di guadagnare terreno potrebbe fare gola anche ai big più quotati di questa edizione numero 104 della Corsa Rosa.

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2021: PERCORSO 6^ TAPPA

Il secondo arrivo in salita sarà dunque oggi il piatto forte della diretta Giro d’Italia 2021, adesso quindi è doveroso andare a scoprire in maggiore dettaglio tutto quello che c’è da sapere sul percorso della sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli/San Giacomo, che per qualche chilometro toccherà anche l’Umbria (provincia di Perugia), ma sarà quasi interamente marchigiana, tra le province di Ancona, Macerata e naturalmente Ascoli Piceno. La partenza avrà luogo dalle Grotte di Frasassi alle ore 12.50 e fin da subito ci saranno diversi saliscendi, anche se nella prima parte della tappa saranno piuttosto dolci. Annotiamo come primo punto significativo il traguardo volante di Pieve Torina al km 54,7, verso metà del tracciato si farà sul serio grazie a due Gpm consecutivi, soprattutto quello di Forca di Gualdo (km 88,1), perché sarà di seconda categoria al culmine di un’ascesa di ben 10,4 km al 7,4% di pendenza media.

Poco dopo ci sarà la Forca di Presta (km 100,4), che però sarà di terza categoria perché in questo caso la salita sarà molto più breve. Sarà invece lunga la discesa, lungo la quale si toccherà anche Arquata del Tronto, uno dei Comuni più toccati dal terremoto del 2016. Seguirà un tratto di falsopiano sempre a scendere per arrivare nel cuore di Ascoli Piceno, dove al km 144,3 avremo il secondo traguardo volante e soprattutto subito dopo comincerà l’ascesa verso l’arrivo in salita di San Giacomo. Si tratterà di una salita di ben 15,5 km, dunque un test molto significativo per tutti i big del Giro d’Italia 2021, anche se la pendenza media del 6,1% non è tremenda e infatti sarà un Gpm di seconda categoria. Se qualcuno farà un gran ritmo fin dai primi chilometri però la corsa potrebbe esplodere, soprattutto perché il tratto più impegnativo è quello conclusivo: gli ultimi 5 km sono al 7,6% medio, con punte fino al 10% di pendenza massima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA