DIRETTA GIRO D’ITALIA 2022/ Jan Hirt vince la 16^ tappa! Carapaz tiene, bene Nibali!

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro d’Italia 2022: Jan Hirt ha vinto la 16^ tappa all’Aprica, precedendo Arensman. Richard Carapaz resiste alla grande e conferma la maglia rosa, molto bene anche Vincenzo Nibali.

Jan Hirt Giro Italia lapresse 2022 640x300
Diretta Giro d'Italia 2022: Jan Hirt ha vinto la 16^ tappa (Foto LaPresse)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2022: JAN HIRT VINCE LA 16^ TAPPA!

Jan Hirt ha vinto la 16^ tappa del Giro d’Italia 2022, un grande spettacolo che ci ha condotti all’Aprica passando dal Mortirolo e salite sfiancanti. Il ceco classe ’91 si impone dopo aver vinto il Tour of Oman: grande successo di tappa per lui. Hirt stacca Thymen Arensman sulla salita finale, mentre alle spalle finalmente si muovono gli uomini di classifica: Jai Hindley accelera e strappa, imprime un grande ritmo che permette di staccare Joao Almeida e Vincenzo Nibali che non ce la fanno. In un primo momento almeno, perché il portoghese dimostra uno spirito combattivo incredibile e, pur senza troppi scossoni ma con andatura costante, rimane lì. A tenere la ruota di Hindley sono invece la maglia rosa Richard Carapaz e Mikel Landa.

Dietro Arensman arriva poi Lennard Kamna, ripreso e sorpassato, e poi appunto il terzetto dei big con Almeida a ruota e Nibali invece leggermente attardato quando si affronta l’ultimo chilometro di salita. In cima al Valico di Santa Cristina Hirt davanti ad Arensman per 17 secondi, lo Squalo transita a 40 secondi da Carapaz, Hindley e Landa potendo far valere la sua superiorità in discesa; Hirt controlla la situazione e vince la 16^ tappa con 5 secondi sul comunque ottimo Arensman, la maglia rosa Richard Carapaz mantiene la sua leadership giungendo al traguardo con 1’24’’ di ritardo insieme a Hindley e Landa, e rifila 14 secondi a Joao Almeida. Staccato Nibali, che però ha fatto una grande gara. (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2022: VERSO IL GRAN FINALE!

La diretta del Giro d’Italia 2022 per la 16^ tappa è arrivata al gran finale. il gruppetto dei migliori si è sfaldato, adesso restano soltanto in 12 e Lennard Kamna, che era già stato protagonista di questa corsa rosa, ha preso il comando delle operazioni. Arensman è l’unico che fino a questo momento abbia reagito all’attacco di Kamna: è riuscito a portarsi a 40 secondi dal leader della 16^ tappa, mentre tutti i compagni di viaggio si sono staccati. Il gruppo della maglia rosa prova a tenere botta: per il momento nessuno ha ancora fatto la sua mossa, come già era successo domenica chi punta alla vittoria del Giro d’Italia 2022 ha ancora rivelato la sua reale strategia.

Adesso però sta per iniziare il tratto più duro della salita: Kamna per questo motivo ha tutt’altro che vinto, intanto alle spalle di Arensman resta un drappello che è formato da Valverde, Carthy e Hirt che sono a qualche secondo dai primi due, sta pedalando bene Domenico Pozzovivo mentre per ora Vincenzo Nibali tiene la ruota di Richard Carapaz e degli altri, ma appare piuttosto affannato nella sua pedalata e infatti si trova in fondo a questo gruppetto. Mancano circa 10 chilometri al traguardo dell’Aprica, ma sono per distacco i più duri nella 16^ tappa del Giro d’Italia 2022… (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2022, STREAMING VIDEO E RAI 2: COME SEGUIRE LA 16^ TAPPA

La diretta tv del Giro d’Italia 2022 sarà come da tradizione molto ampia, grazie all’eccellente copertura garantita dalla Rai e pure da Eurosport per i suoi abbonati. Priorità alla Tv di Stato che ha naturalmente il vantaggio di essere in chiaro per tutti: oggi la copertura della sedicesima tappa Salò-Aprica sarà garantita da Rai 2 fin dalle ore 14.00, preceduta dalle trasmissioni del mattino e dalla prima parte della diretta su Rai Sport + HD, che poi passerà la linea appunto a Rai Due per il collegamento che durerà fino al Processo alla Tappa con commenti ed interviste dopo l’arrivo.

Discorso molto simile per quanto riguarda Eurosport, che seguirà la diretta Giro d’Italia 2022 con una copertura davvero ampia in tutte le frazioni della Corsa Rosa, dall’Ungheria a Verona. Doppia possibilità anche per la diretta streaming video del Giro d’Italia 2022, garantita a tutti tramite Rai Play oppure agli abbonati con il servizio garantito da Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO DEL GIRO D’ITALIA 2022 SU RAI PLAY

GIRO D’ITALIA 2022: COMANDANO IN 7

Mancano 40 chilometri al termine della 16^ tappa del Giro d’Italia 2022. Domenico Pozzovivo è rientrato dopo un momento di difficoltà: adesso la situazione vede sette uomini al comando che si sono staccati rispetto ai fuggitivi di cui parlavamo in precedenza. Si tratta di Alejandro Valverde, immenso veterano che ha ancora qualcosa da spendere per essere protagonista, e poi della maglia azzurra Teun Bouwman insieme a Hugh Carty, Lennard Kamna, Poels, Hirt e Arensm. Questi corridori sul Mortirolo avevano un vantaggio di 2’25’’ su un altro drappello nel quale sono presenti Lorenzo Fortunato e Giulio Ciccone, come detto questi corridori si sono staccati in precedenza ma stanno nuovamente provando a tenere botta.

Con loro ci sono Martin, Vansevenant, Simon Yates e Hamilton; il gruppo della maglia rosa invece paga oltre 5 minuti di ritardo, abbiamo già citato il fatto che Pozzovivo avesse perso terreno da Richard Carapaz e gli altri migliori ma con uno straordinario sforzo di volontà e gambe si è riportato sotto. Vedremo adesso come finirà, perché non manca poi molto per chiudere la diretta del Giro d’Italia 2022 per questa 16^ tappa… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2022: CICCONE SI STACCA

Sono rimasti in sette al comando della 16^ tappa del Giro d’Italia 2022: mentre Cataldo ci ha provato ma è stato alla fine ripreso e assorbito dal gruppo degli inseguitori, a resistere sono Valverde, Kamna, Arensman, Hamilton, Carthy, Poels, Bouwman e Hint. Non c’è più Giulio Ciccone, che era stato grande protagonista in precedenza: purtroppo l’abruzzese potrebbe aver pagato il grande sforzo di domenica e quello operato anche oggi, è rimasto indietro e continua a fare parecchia salita quando ci stiamo avvicinando a metà salita del Mortirolo.

Nel frattempo piove e, questo potrebbe sparigliare ancor più le carte; il gruppo della maglia rosa Richard Carapaz sta provando a ricucire lo strappo, e con sorpresa decisamente positiva troviamo là davanti Vincenzo Nibali che, in quello che sarà il suo ultimo Giro d’Italia come annunciato quando la corsa rosa è passata dalle sue terre, sta provando a regalarsi una giornata da protagonista. Manca comunque ancora molto prima che si arrivi al traguardo dell’Aprica, staremo a vedere come procederà la diretta del Giro d’Italia 2022 in questa entusiasmante 16^ tappa… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2022: SI AVVICINA IL MORTIROLO

Prosegue la diretta del Giro d’Italia 2022. La 16^ tappa è movimentata, molto movimentata: si avvicina il Mortirolo e il primo GPM ha fatto selezione, presentandoci alcuni uomini al comando della corsa. La bella notizia è che Giulio Ciccone ci sta riprovando dopo la grande impresa di domenica: con lui Lorenzo Fortunato, il leggendario Alejandro Valverde e Simon Yates. Erano andati in fuga sul GPM vinto da Ciccone (che avvicina così la maglia azzurra di leader degli scalatori)insieme ad altri corridori e stanno ancora tenendo botta, avendo ora approfittato di un tratto di strada più abbordabile per fare rifornimento.

Ricordiamo che Guillaume Martin sarebbe l’uomo meglio piazzato in classifica con 8’02’’ dalla maglia rosa Richard Carapaz; per ora la Ineos sta gestendo la situazione avendo 2’40’’ di ritardo dai battistrada, ma è chiaro che la 16^ tappa del Giro d’Italia 2022 ha un percorso tale che potrebbe far saltare il banco. Vedremo allora cosa succederà in seguito, non possiamo che attendere che arrivino tante altre emozioni… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2022: VERSO IL PRIMO GPM!

La salita della 16^ tappa del Giro d’Italia 2022 è veramente pesante: gruppo vicino ai corridori quando siamo arrivati sul GPM del Goletto di Cadino, e si sono staccati alcuni uomini tra cui Giulio Ciccone, meraviglioso vincitore della tappa di domenica, che ha portato dietro alcuni corridori e si è già riportato sulla fuga iniziale da sei corridori. La maglia azzurra Teun Bouwman è tra i protagonisti di questo nuovo attacco, ma c’è anche il grande veterano Alejandro Valverde; inizialmente il gruppo della maglia rosa ha tenuto botta, ma la Ineos sta faticando anche perché ha soltanto due uomini in grado di garantire l’andatura per Richard Carapaz che dunque a breve potrebbe trovarsi in difficoltà.

Da segnalare che Valverde attualmente ha 9 minuti di ritardo dalla maglia rosa: il distacco è ampio, ma se il gruppo dovesse staccarsi ulteriormente potrebbe esserci qualche possibilità per lo spagnolo. Dal gruppo di testa si sono intanto staccati Thomas De Gendt e Mathieu Van der Poel, il gruppo è a circa 40 secondi dai fuggitivi e tra poco vedremo quello che potrà succedere nella diretta del Giro d’Italia 2022 per la 16^ tappa… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2022: SUBITO FUGA A 6

Sei uomini in fuga all’inizio della 16^ tappa del Giro d’Italia 2022: nomi importanti come quelli di Thomas De Gendt, Mathieu Van der Poel che ha già indossato la maglia rosa nei primi giorni della corsa a tappe e poi ancora Mark Cavendish, il velocista che oggi dovrà provare a lottare per evitare di finire fuori tempo massimo. Per ora però la fuga non riesce a prendere il giusto abbrivio: ci stiamo avvicinando alla salita che porterà al GPM di Goletto di Cadino e il gruppo ci sta ancora provando.

Dal plotone della maglia rosa Richard Carapaz infatti si stanno staccando nuovi corridori che provano a portarsi a ridosso dei sei fuggitivi tra i quali sono presenti anche Nans Peters, Pascal Eenkhorn e Christopher Juul-Jensen. Il margine come detto è ancora ridotto: per il momento stiamo parlando di circa 50 secondi, da vedere ora se il gruppo aspetterà che la strada diventi più tosta per provare a ricucire il margine facendo così sfogare i sei di testa, intanto però la diretta del Giro d’Italia 2022 si è già movimentata e allora speriamo che questa 16^ tappa mantenga le premesse… (agg. di Claudio Franceschini)

GIRO D’ITALIA 2022: 16^ TAPPA AL VIA!

Tutto è pronto per dare il via alla diretta della sedicesima tappa Salò-Aprica del Giro d’Italia 2022, possiamo allora ricordare che cosa era successo nella medesima frazione della scorsa edizione. Era lunedì 24 maggio perché il riposo era stato collocato di martedì, ma si era comunque in altissima montagna con il tappone dolomitico (pur mutilato dal maltempo) che terminava a Cortina d’Ampezzo, dove Egan Bernal arrivò da solo davanti a Romain Bardet e Damiano Caruso, blindando di fatto in maniera definitiva la maglia rosa che già indossava.

Oggi invece si arriverà all’Aprica, sede di tappa già in nove precedenti occasioni, naturalmente sempre per scalatori: ricordiamo ancora che nel 1994 vinse Marco Pantani, ma fa enorme piacere ricordare anche il successo di Michele Scarponi nel 2010. L’ultimo traguardo qui fu invece nel 2015 e si impose Mikel Landa, che sicuramente oggi cercherà di conquistare un bis di enorme prestigio. Adesso però diamo spazio naturalmente ai protagonisti di oggi: la sedicesima tappa del Giro d’Italia 2022 comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GIRO D’ITALIA 2022, TAPPA LUNGHISSIMA E PIENA DI INSIDIE

Verso la diretta della sedicesima tappa del Giro d’Italia 2022, bisogna ricordare che le salite in programma oggi sono molto care a Marco Pantani, a cominciare già dal Goletto di Cadino/Crocedomini, che non veniva affrontato dalla Corsa Rosa dal 1998, cioè l’edizione che fu vinta proprio da Marco Pantani. Per la precisione, era il giorno dell’arrivo a Plan di Montecampione, con l’epico duello vinto dal Pirata con Pavel Tonkov. Poi c’è il Mortirolo, anche se dal versante di Monno, ma forse vale la pena di parlare soprattutto del Valico di Santa Cristina, che forse attira meno l’attenzione a livello mediatico ma sarà decisiva oggi e lo era stata anche nel 1994, il giorno della Merano-Aprica con Stelvio, Mortirolo e infine proprio il Santa Cristina.

Pantani aveva già vinto il giorno prima, ma entrerà nel mito domenica 5 giugno: sul Mortirolo stacca Miguel Indurain, Gianni Bugno, Claudio Chiappucci e la maglia rosa Evgeni Berzin, poi lo riprende solo Indurain che però il Pirata stacca definitivamente sul Santa Cristina, arrivando all’Aprica con tre minuti di vantaggio su Chiappucci e consacrandosi come uno degli scalatori più forti di sempre. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GIRO D’ITALIA 2022, TAPPA LUNGHISSIMA E PIENA DI INSIDIE

La diretta Giro d’Italia 2022 oggi, martedì 24 maggio, riparte dopo l’ultimo giorno di riposo con la sua sedicesima tappa Salò-Aprica di 202 km, lunghissima ma soprattutto durissima. Non sarà un arrivo in salita, ma questo nulla toglie a una giornata da 5250 metri di dislivello, anzi ne approfittiamo per ricordare che pure le ostiche discese potrebbero fare la differenza, se non bastassero le ascese del Goletto di Cadino, del Mortirolo (anche se dal versante di Monno), di Teglio e soprattutto del Valico di Santa Cristina, che sarà la Montagna Pantani del Giro d’Italia 2022, ricordando la grande impresa del Pirata nel 1994, ma soprattutto sarà l’ascesa più dura e più vicina al traguardo dell’Aprica.

Aggiungiamoci che si andrà oltre i 200 km di lunghezza, che si arriva dal giorno di riposo (una variabile che non sempre fa bene a tutti) e pure che, dopo tanti giorni di grande caldo, oggi c’è la possibilità di trovare maltempo. Lo spettacolo che abbiamo ammirato sabato scorso nei dintorni di Torino potrebbe moltiplicarsi e potrebbe anche spezzarsi l’equilibrio che per ora tutto sommato regna in classifica. Domenica a Cogne i big hanno lasciato la gloria alla fuga e in particolare a un bravissimo Giulio Ciccone, ma difficilmente oggi succederà lo stesso, perché tutti vorranno imprimere il loro sigillo sul tappone. Tutto questo premesso, andiamo allora a scoprire le informazioni utili per seguire la diretta Giro d’Italia 2022 in questa sedicesima tappa Salò-Aprica.

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2022: PERCORSO 16^ TAPPA

La diretta Giro d’Italia 2022 oggi sarà imperdibile, andiamo allora subito a presentare in maggiore dettaglio il percorso della odierna sedicesima tappa Salò-Aprica, che si svilupperà per intero in Lombardia tra le province di Brescia e Sondrio. La partenza avrà luogo da Salò già alle ore 11.15, naturalmente in considerazione della lunghezza e della difficoltà del percorso. Molto presto infatti ricomincerà a salire verso il GPM di prima categoria di Goletto di Cadino (km 59,2), probabilmente più noto come Passo Crocedomini, ma si arriverà ancora un po’ più in alto: salita di ben 19,9 km al 6,2% di pendenza media e punte fino al 12% in due tratti distinti, sarà una salita che renderà fin da subito durissima la tappa. La discesa porterà ad un tratto di falsopiano fino al traguardo volante di Edolo (km 112,6), poi si arriverà a Monno dove comincerà la salita del Passo del Mortirolo.

Il versante di Monno non è certamente il più duro, ma sono pur sempre 12,6 km al 7,6% di pendenza media e punte al 16%, quanto basta naturalmente per essere un GPM di prima categoria (km 129,9) e magari lasciare anche un segno sulla corsa, che però non sarà ancora entrata nella sua parte più difficile. Innanzitutto, occhio alla discesa verso Mazzo di Valtellina, il versante più duro in salita e che potrebbe regalare spettacolo anche in discesa. Ci sarà poi lo strappo verso Teglio (km 172), che sarà valido come traguardo volante ma sarà sua volta una salita vera perché 5,6 km all’8,2% con punte fino al 16% avrebbero meritato anche la definizione di GPM. Infine da Tresenda si scalerà il Valico di Santa Cristina, salita di 13,5 km all’8% medio, che comincia abbastanza dolcemente ma diventato sempre più dura: gli ultimi 7 km sono al 10,1% medio e qui davvero potrebbe succedere di tutto. Il GPM di prima categoria sarà al km 195,8, ne mancheranno praticamente solo 6,2 all’arrivo all’Aprica, che saranno di discesa impegnativa fino ai 1500 metri dal traguardo, dove si ricomincerà a salire al 3%.





© RIPRODUZIONE RISERVATA