DIRETTA/ Inghilterra Ungheria (risultato finale 0-4): poker magiaro con Gazdag!

- Claudio Franceschini

Diretta Inghilterra Ungheria streaming video tv: formazioni, quote e risultato live della partita valida per la Nations League (Lega A), le nazionali in campo al Molineux.

Zsolt Nagy Alexander Arnold Ungheria Inghilterra lapresse 2022 640x300
Diretta Inghilterra Ungheria, Nations League Lega A (Foto LaPresse)

DIRETTA INGHILTERRA UNGHERIA (RISULTATO 0-4): TRIPLICE FISCHIO

Al Molineux Stadium l’Ungheria batte in trasferta l’Inghilterra per 4 a 0. Nel primo tempo i padroni di casa cominciano discretamente la partita ma gli ospiti riescono invece a passare in vantaggio verso il 16′ grazie alla rete messa a segno da Sallai, bravo a risolvere una mischia in maniera vincente sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nel secondo tempo i Tre Leoni confermano di avere diverse difficoltà nel reagire a dovere. Nell’ultima parte dell’incontro i magiari trovano il gol del raddoppio al 70′ ancora per merito di Sallai, servito dal neo entrato Adam che libera poi anche Nagy per il tris all’80’. Inutile la traversa colta sul fronte opposto da Kane al 77′ con un colpo di testa. All’82’ l’Inghilterra resta in inferiorità numerica per il doppio giallo rimediato da Stones e Gazdag cala il poker su passaggio di Nagy all’89’. I tre punti guadagnati quest’oggi consentono all’Ungheria di portarsi a quota 7 nella classifica del gruppo 3 della Lega A mentre l’Inghilterra resta ferma con i suoi 2 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA INGHILTERRA UNGHERIA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Inghilterra Ungheria verrà fornita dalla televisione satellitare: questa è una partita di Nations League scelta nella programmazione per gli abbonati, che dunque potranno selezionare il canale Sky Sport Uno che trovano al numero 201 del loro decoder. Sempre i clienti avranno come sempre la disponibilità della diretta streaming video di Inghilterra Ungheria: in assenza di un televisore potranno dotarsi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone e attivare l’applicazione Sky Go, che la stessa emittente mette a disposizione senza costi aggiuntivi.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il punteggio tra Inghilterra e Ungheria è ancora saldamente bloccato sullo 0 a 1 maturato nel corso del primo tempo. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con l’ingresso di Sterling al posto di Bowen fra i giocatori dell’Inghilterra, i Tre Leoni non ruggiscono affatto come testimoniato dalla conclusione ampiamente fuori misura del 54′ di Saka, incapace di capitalizzare il suggerimento offertogli dal suo capitano Harry Kane. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine della prima frazione di gioco le formazioni di Inghilterra e Ungheria sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 1. Nel finale del primo tempo la reazione britannica tarda ad arrivare e si limita al colpo di testa di Stones del 29′, quello di Bellingham al 36′ e lo spunto di Kane al 45’+2′. Fino a questo momento il direttore di gara, il francese C. Turpin, ha ammonito solamente Stones al 37′ tra i calciatori dell’Inghilterra. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il risultato tra Inghilterra e Ungheria è cambiato ed è adesso di 0 a 1. I minuti scorrono sul cronometro e lentamente gli ospiti guidati dal tecnico Marco Rossi riescono a trovare sempre più spazio per agire tanto da trovare la rete del vantaggio al 16′ grazie a Sallai, bravo a risolvere una mischia in modo regolare come confermato pure dal VAR. Gli inglesi non reagiscono subito lasciando perplessi i propri tifosi. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

A Wolverhampton la partita tra Inghilterra e Ungheria è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il punteggio è di 0 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro sono senza dubbio i padroni di casa allenati da mister Southgate a cominciare meglio la sfida affacciandosi pericolosamente in zona offensiva già al 6′ quando la conclusione di Bowen è stata respinta dalla retroguardia avversaria. Ecco le formazioni ufficiali: INGHILTERRA (4-3-3) – Ramsdale; Walker, Stones, Guéhi, James; Bellingham, Phillips, Gallagher; Saka, Kane, Bowen. Commissario tecnico: Gareth Southgate. UNGHERIA (4-3-2-1) – Dibusz; Lang, Orban, At. Szalai; Fiola, Schafer, A. Nagy, Styles; Sallai, Szoboszlai; Ad. Szalai. Commissario tecnico: Marco Rossi. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SI COMINCIA!

Siamo finalmente al via della diretta di Inghilterra Ungheria. I tre leoni rischiano la retrocessione nella Lega B di Nations League: era uno scenario chiaramente contemplato nel momento del sorteggio, perché capitare in un girone con Germania e Italia lasciava intendere che potesse succedere. Tuttavia si pensava anche che l’Ungheria potesse fare da nazionale materasso; invece Marco Rossi ha svolto un ottimo lavoro con la federazione magiara, e adesso gli ungheresi possono approfittare del grande equilibrio che regna nel girone per ottenere addirittura la Final Four.

Non saremo chiaramente ai tempi della squadra d’oro che terrorizzava il mondo (e che tuttavia non ha vinto nulla) ma certamente il movimento in questo Paese sta tornando a crescere, e tanto del merito va ascritto al Commissario Tecnico che tempo fa ha scelto di lasciare l’Italia dopo aver meditato addirittura di smettere. Adesso però noi ci dobbiamo mettere comodi e valutare quello che succederà sul terreno di gioco del Molineux, perché finalmente a Wolverhampton è tutto pronto e quindi la diretta di Inghilterra Ungheria, per la Lega A di Nations League, può davvero prendere il via! Ecco le formazioni ufficiali in campo: Inghilterra (4-3-3): Ramsdale; Walker, Stones, Guéhi, James; Bellingham, Phillips, Gallagher; Saka, Kane, Bowen. Ct: Gareth Southgate. Ungheria (4-3-2-1): Dibusz; Lang, Orban, At. Szalai; Fiola, Schafer, A. Nagy, Styles; Sallai, Szoboszlai; Ad. Szalai. Ct: Marco Rossi. (agg. di Claudio Franceschini)

INGHILTERRA UNGHERIA: I TESTA A TESTA

Dei precedenti di Inghilterra Ungheria avevamo parlato in occasione della partita di andata; naturalmente a questo contesto si è aggiunta la vittoria magiara dello scorso 4 giugno, il rigore di Dominik Szoboszlai ha spezzato un lunghissimo digiuno e ha anche rappresentato la prima vittoria dell’Ungheria contro l’Inghilterra nel terzo millennio, anche se qui gli incroci sono stati appena cinque. Sia come sia, i tre leoni dominano il quadro: possiamo ricordare però che l’ultima volta che si è giocato in terra inglese è venuto fuori un pareggio, tra l’altro nemmeno un anno fa perché queste due nazionali erano state avversarie nel percorso delle qualificazioni al Mondiale in Qatar.

Il 12 ottobre eravamo a Wembley: era successo tutto nel primo tempo, anche in questo caso la nazionale ungherese aveva segnato su rigore (procurato da Loic Négo e trasformato da Roland Sallai) ma aveva subito il pareggio di John Stones. L’ultima vittoria casalinga dell’Inghilterra fa riferimento a un’amichevole dell’agosto 2010: sempre a Wembley la nazionale che all’epoca era allenata da Fabio Capello aveva trovato, tra il 69’ e il 73’, la doppietta di Steven Gerrard che aveva ribaltato l’autorete di Phil Jagielka. (agg. di Claudio Franceschini)

INGHILTERRA UNGHERIA: I TRE LEONI RISCHIANO!

Inghilterra Ungheria, partita diretta dall’arbitro francese Clément Turpin, si gioca alle ore 20:45 di martedì 14 giugno: siamo ancora al Molineux di Wolverhampton, dove l’Italia ha pareggiato lo scorso sabato, per la quarta giornata della Nations League 2022-2023. La situazione nel gruppo 3 di Lega A comincia a farsi pesante per i tre leoni: ancora senza vittorie e con un solo gol in tre partite, l’Inghilterra è ultima in classifica e, qualora dovesse mancare il successo questa sera, rischierebbe in maniera davvero concreta una clamorosa retrocessione in Lega B, incredibile considerando soprattutto da dove arriva (la finale degli Europei).

L’Ungheria, forte della vittoria proprio sugli inglesi che era arrivata alla prima giornata, sogna in grande: intanto è seconda alle spalle dell’Italia, ma in caso di vittoria a Wolverhampton potrebbe addirittura ottenere la testa del girone e poi provare a difenderla a settembre, a caccia di una Final Four che sarebbe altrettanto incredibile ma, ovviamente, in positivo. Vedremo allora quello che succederà nella diretta di Inghilterra Ungheria; mentre aspettiamo che le due nazionali scendano in campo, proviamo a valutare le scelte dei due Commissari Tecnici per il Molineux, nella lettura delle probabili formazioni di questa intrigante e importante partita di Nations League.

PROBABILI FORMAZIONI INGHILTERRA UNGHERIA

Le sperimentazioni per Gareth Southgate potrebbero essere finite: nella diretta Inghilterra Ungheria dovrebbero giocare i titolari perché la situazione è appunto complessa. Ipotizziamo allora Maguire e Stones a protezione di Pickford, con Walker a completare il terzetto; il modulo potrebbe tornare il 3-4-2-1 (o 3-4-3), quindi ecco una mediana con Kalvin Phillips ad affiancare Declan Rice e due esterni che sarebbero Alexander-Arnold e Trippier. Davanti Mount sembra essere certo del posto; a fargli compagnia sulla trequarti potrebbe essere Sterling (favorito su Saka), Harry Kane si riprende la maglia di centravanti a scapito di Abraham.

Per Marco Rossi resta un punto fermo il 3-4-2-1, la difesa dovrebbe essere fatta con Lang, Attila Szalai e Orban a protezione del portiere Gulacsi (ma occhio a Dibusz, che ha già giocato in Nations League) e poi i laterali di centrocampo che sarebbero Négo (che torna titolare) e Zsolt Nagy. I mediani a protezione della difesa sono Adam Nagy e Schafer, quest’ultimo se disponibile; non cambia il reparto avanzato perché Adam Szalai rappresenta una grande soluzione come riferimento offensivo grazie alla capacità di giocare di sponda, alle sue spalle ci sarà naturalmente Szoboszlai e con lui, come sempre, Sallai a completare la formazione magiara.

QUOTE E PRONOSTICO

Andiamo anche a leggere le quote che l’agenzia Snai ha previsto per un pronostico sulla diretta Inghilterra Ungheria, la partita che si gioca per la Nations League. Il segno 1 che identifica la vittoria della nazionale di casa ha un valore pari a 1,27 volte quanto messo sul piatto; il pareggio viene regolato dal segno X e vi permetterebbe di guadagnare una somma che corrisponde a 5,50 volte l’importo che avrete investito, infine il segno 2, sul quale puntare per l’affermazione della squadra ospite, porta in dote una vincita che con questo bookmaker equivale a 12,00 volte la giocata effettuata.





© RIPRODUZIONE RISERVATA