Diretta/ Inter Borussia Dortmund (risultato 2-0) streaming tv: la chiude Candreva!

- Claudio Franceschini

Diretta Inter Borussia Dortmund streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di San Siro, terza giornata del gruppo F di Champions League.

Candreva Skriniar Lautaro Biraghi Lukaku Brozovic Inter esultanza lapresse 2019
Serie A, 11^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA INTER BORUSSIA DORTMUND (RISULTATO FINALE 2-0): LA CHIUDE CANDREVA!

Importantissimo successo per l’Inter che batte in casa 2-0 il Borussia Dortmund e si rilancia così in chiave qualificazione. Finale di partita vibrante dei nerazzurri, che al 37′ della ripresa si ritrovano a battere un rigore conquistato da Esposito, davvero importante l’impatto del giovane calciatore sulla partita, ma Lautaro Martinez manca la doppietta facendosi parare la trasformazione da Burki. Per il Dortmund però manca ormai la lucidità negli assalti a caccia del pareggio e al 44′ della ripresa l’Inter sfrutta gli spazi a propria disposizione per mettere la parola fine sul match. Va in gol Candreva che sfrutta un gran suggerimento di Brozovic, piazzando il pallone di potenza sul primo palo e chiudendo sul 2-0 il match. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE INTER BORUSSIA DORTMUND

La diretta tv di Inter Borussia Dortmund verrà trasmessa in esclusiva per gli abbonati alla televisione satellitare: l’appuntamento è sul canale Sky Sport Uno (numero 201) naturalmente disponibile anche in alta definizione. In assenza di un televisore i clienti Sky potranno seguire questa partita di Champions League anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

BROZOVIC SALVA SULLA LINEA

Iniziano le sostituzioni con Conte che lancia il giovane Sebastiano Esposito al posto di Lukaku. Risponde il Dortmund con Dahoud in campo al posto di Delaney. Ancora Dortmund pericoloso con Brandt, ma Handanovic trova il riflesso vincente. L’Inter prova a rallentare il gioco e una grande giocata di Esposito strappa gli applausi di San Siro, quindi Lautaro Martinez si esibisce in uno stop e tiro di pregevole fattura al 28′, ma il pallone finisce fuori. Cambiano anche i tedeschi con Bruun Larsen che prende il posto di Akanji, poi al 31′ Brozovic è provvidenziale nel salvare sulla linea su una deviazione di Sancho. (agg. di Fabio Belli)

PRESSIONE GIALLONERA

A inizio secondo tempo subito lampo di Candreva che servito da Brozovic al 3′ conclude di potenza col pallone che sorvola di poco la traversa. I gialloneri cercano comunque di insistere nella loro manovra a caccia del pareggio, al 7′ su un interessante cross di Thorgan Hazard è Godin a liberare l’area di testa. All’11’ viene ammonito Barella per un intervento falloso su Akanji, il Borussia Dortmund prova ad alzare il baricentro e a schiacciare l’Inter nella propria metà campo. Godin chiude ancora su Sancho, l’Inter resta in vantaggio di misura sul Borussia Dortmund. (agg. di Fabio Belli)

SUPER HANDANOVIC!

Il Borussia Dortmund alza i ritmi a caccia del pareggio ma l’Inter non rinuncia a pungere, protestando al 33′ per un contatto tra Lautaro Martinez e Akanji non sanzionato dall’arbitro. Skriniar e De Vrij chiudono bene sulle iniziative di Hakimi, poi al 43′ viene ammonito Brozovic per un fallo di mano. Conseguente punizione di Sancho scodellata in area, sulla quale nessun calciatore giallonero riesce ad inserirsi. Si chiude nel recupero con un grande intervento di Handanovic, dopo che Sancho è riuscito a penetrare in area con un velenoso diagonale, ma il portiere sloveno blinda la porta e permette all’Inter di chiudere in vantaggio di misura la prima frazione di gioco. (agg. di Fabio Belli)

COLPISCE EL TORO!

Il Borussia Dortmund prova a farsi più intraprendente e al 17′ Skriniar prova a chiudere su Schulz. Ci prova subito dopo Akanji di testa, ma la sua conclusione non è precisa, quindi Lautaro Martinez al 19′ non trova la conclusione acrobatica su cross di Candreva. Al 22′ però l’Inter trova il guizzo giusto per portarsi in vantaggio: De Vrij porta palla e lancia Lautaro Martinez sul filo del fuorigioco rispetto a Schulz: El Toro non sbaglia solo davanti a Burki, dopo la review al VAR la rete viene convalidata. Grande esultanza a San Siro, col Borussia Dortmund che alza il baricentro subito a caccia del pareggio. (agg. di Fabio Belli)

CI PROVA CANDREVA

La prima conclusione della partita a San Siro è di Brandt, contrastato da Godin. Al 5′ punizione da posizione interessante per l’Inter, Candreva cerca il rasoterra ma il pallone finisce d’un soffio a lato, prima buona occasione per i nerazzurri. Nei primi minuti la gestione del possesso palla è giallonera, l’Inter prova a muoversi attraverso ripartenze. Hakimi e Sancho provano a ravvivare la manovra dei tedeschi, ma l’Inter fa buona guardia con Conte che sembra aver studiato una gabbia difensiva efficace. Al quarto d’ora del primo tempo risultato ancora a reti bianche tra Inter e Borussia Dortmund. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Inter Borussia Dortmund prenderà il via tra pochi minuti: per la squadra nerazzurra continua la corsa in campionato, fatta di sette vittorie e una sconfitta. Con il poker servito sul campo del Sassuolo i gol dei nerazzurri in Serie A sono diventati 18; la metà esatta è stata garantita da Romelu Lukaku e Lautaro Martinez, potrebbe invece preoccupare il fatto di aver concesso 3 gol in una singola gara (erano stati 3 nelle 7 partite precedenti). Il Borussia Dortmund è imbattuto da fine agosto, quando ha clamorosamente perso sul campo dell’Union Berlino: da allora ha faticato a rialzarsi perchè ha collezionato tre pareggi con appena due vittorie, come sempre è una macchina da gol (20 le marcature all’attivo in Bundesliga) ma le 11 reti incassate stonano con una squadra che, visto il passo lento delle big, resta comunque a un solo punto dalla vetta (rappresentata da Borussia Monchengladbach e Wolfsburg). Ora siamo pronti a lasciare che a parlare sia il campo: leggiamo insieme le formazioni ufficiali e mettiamoci comodi, perchè la diretta di Inter Borussia Dortmund comincia! INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Gagliardini, Asamoah; L. Martinez, R. Lukaku. BORUSSIA DORTMUND (4-2-3-1): Burki; Akanji, Weigl, Hummels, Schulz; Delaney, Witsel; T. Hazard, Brandt, Hakimi; Sancho. (agg. di Claudio Franceschini)

INTER BORUSSIA, I PRECEDENTI

Questa sera Inter Borussia Dortmund si giocherà per la quinta volta: le quattro sfide passate sono anche decisamente datate, perchè l’ultima è andata in scena nel 1994 per i quarti di finale di Coppa Uefa. Un trofeo che i nerazzurri avevano vinto: a San Siro avevano perso 2-1 (gol di Antonio Manicone dopo i sigilli di Michael Zorc e Lars Ricken), ma avevano già espugnato il Westfalenstadion con un bel 3-1. Attenzione alla cabala: anche nel 1964 l’Inter aveva vinto un trofeo, la prima storica Coppa dei Campioni per la società, eliminando lungo la strada il Borussia Dortmund. Era la semifinale: in Germania Sandro Mazzola e Mario Corso avevano segnato i gol del 2-2 (per i gialloneri doppietta di Franz Brungs, tutto nel primo tempo), due settimane più tardi al Giuseppe Meazza la squadra allenata da Helenio Herrera aveva trovato la marcatura di Mazzola dopo pochi secondi della ripresa, mettendo in discesa una partita che Jair, al 76’ minuto, aveva definitivamente chiuso mandando i nerazzurri al Prater di Vienna dove avrebbero vinto 3-1 contro il Real Madrid di Alfredo Di Stefano, Ferenc Puskas e Francisco Gento. (agg. di Claudio Franceschini)

I BOMBER ATTESI

La diretta di Inter Dortmund mette di fronte due giocatori molto diversi nel ruolo di bomber. Tra i nerazzurri troviamo il classe 1993 Romelu Lukaku. Divenuto centrale nell’idea di Antonio Conte il belga è un calciatore alto 190 centimetri e in grado di fare a sportellate al centro dell’area di rigore. Abile anche a fare la differenza quando parte in progressione, nonostante il suo fisico ingombrante se parte è difficile da fermare. Ovviamente il colpo di testa è tra i marchi di fabbrica. Dall’altra parte c’è un calciatore molto diverso dal belga e cioè il tedesco Julian Brandt, che nonostante i 186 centimetri è un ragazzo molto più tecnico e rapido. Dopo l’esplosione nel Bayer Leverkusen in estate è passato ai gialloneri e forma un attacco molto variegato e interessante con Marco Reus dove non esiste un punto di riferimento. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’ARBITRO

La diretta di Inter Borussia Dortmund ci offre la possibilità di approfondire la conoscenza con l’arbitro inglese Anthony Taylor. Questi sarà coadiuvato dagli assistenti Gary Beswick e Adam Nunn. Il quarto uomo sarà David Coote mentre come Var e Avar troveremo Stuart Attwell e Paul Tierney. La squadra di Antonio Conte sta in una botte di ferro con Anthony Taylor, arbitro classe 1978 di Wythenshawe e personaggio di grandissima personalità. Va specificato però che è un classico arbitro inglese, cioè uno di quelli che fa correre molto l’azione. I nerazzurri dunque dovranno essere attenti a gestire la situazione, evitando di fermarci di fronte a piccoli episodi che magari in Italia verrebbero fischiati. Professionista serio è stato scelto per una gara molto importante e difficile, che potrebbe accendersi visto che per entrambe potrebbero trovarsi di fronte a un viatico verso il futuro in Champions League. (agg. di Matteo Fantozzi)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Inter Borussia Dortmund viene diretta dall’arbitro inglese Anthony Taylor, e si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 23 ottobre presso lo stadio Giuseppe Meazza: terza giornata del gruppo F di Champions League 2019-2020, e partita che per i nerazzurri è già decisiva. Antonio Conte cerca ancora la prima vittoria nel girone: contro lo Slavia Praga ha pareggiato in extremis giocando male, contro il Barcellona è stato rimontato in una serata in cui avrebbe meritato di espugnare il Camp Nou. Resta che adesso l’Inter si trova all’ultimo posto in classifica e rischia di vedere le due principali avversarie scappare via; tuttavia vincendo oggi i meneghini aggancerebbero quel Borussia Dortmund che è stato sfortunato all’esordio contro i blaugrana – sbagliando anche un rigore che, a termini di regolamento, sarebbe stato da ripetere – e poi ha vinto sul campo dello Slavia. Vedremo allora quello che succederà tra poche ore quando avrà il via la diretta di Inter Borussia Dortmund; nell’attesa possiamo fare qualche valutazione in termini di scelte da parte dei due allenatori, studiando in maniera più dettagliata le probabili formazioni della partita di San Siro.

PROBABILI FORMAZIONI INTER BORUSSIA DORTMUND

Il dubbio in Inter Borussia Dortmund è legato a Godin, lasciato fuori anche domenica: l’uruguaiano va gestito e dovrebbe tornare titolare in luogo di Alessandro Bastoni, formando il terzetto difensivo con De Vrij e Skriniar a protezione di Handanovic. A centrocampo mancano ancora D’Ambrosio e Sensi: il primo sarà sostituito da Candreva, il secondo potrebbe avere in Matias Vecino il suo “back up” completando così una linea che prevede anche Brozovic e Barella. A sinistra torna titolare Asamoah; davanti tutto lascia intendere che a giocare saranno Lautaro Martinez e Romelu Luaku ma attenzione alle sorprese, nello specifico una possibile maglia per Politano. Il Borussia Dortmund punta sul 4-2-3-1: quasi fatte tutte le scelte anche se a cercare spazio sono Thorgan Hazard e Gotze. Il primo può agire come esterno sinistro alto, ma la doppietta di Praga ha aumentato le possibilità di vedere confermato Hakimi; il secondo invece può prendere il posto di Brandt alle spalle di Reus, con Sancho che ovviamente giocherà sulla destra. In mezzo al campo Witsel e Delaney sono insidiati solo sulla carta da Dahoud e Weigl, mentre Hummels e Akanji dovrebbero formare la coppia difensiva a protezione di Burki. Hakimi potrebbe giocare a destra, sostituendo Piszczek; verso la conferma invece Raphael Guerreiro come terzino sinistro.

QUOTE E PRONOSTICO

In Inter Borussia Dortmund sono i nerazzurri a partire favoriti – almeno secondo l’agenzia di scommesse Snai – ma in una situazione di profondo equilibrio e incertezza: il segno 1 che identifica la vittoria della banda di Antonio Conte vi farebbe guadagnare una cifra pari a 2,35 volte quanto messo sul piatto, mentre per il segno 2 che regola il successo dei gialloneri la vincita corrisponde a 2,95 volte la puntata. L’eventualità del pareggio è quella su cui scommettere per il pareggio: in questo caso andreste a guadagnare 3,40 volte la giocata con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA