DIRETTA/ Inter Genoa (risultato finale 3-0): la chiude Alexis Sanchez!

- Mauro Mantegazza

Diretta Inter Genoa streaming video tv: orario, probabili formazioni, quote e risultato live della partita per la 24^ giornata della Serie A.

Lukaku Inter
Diretta Inter Genoa: Romelu Lukaku a Marassi l'anno scorso (Foto LaPresse)

DIRETTA INTER GENOA (RISULTATO FINALE 3-0): LA CHIUDE ALEXIS SANCHEZ!

In attesa del big match tra Roma e Milan in programma stasera all’Olimpico, l’Inter fa il suo dovere battendo nettamente un Genoa rimaneggiato in vista del derby con la Sampdoria per 3-0. Altri tre punti per i nerazzurri che salgono a quota 56 punti in classifica portandosi momentaneamente a +7 sui rossoneri costretti a vincere per mantenere invariate le distanze nei confronti dei cugini. Nel finale c’è gloria anche per il nuovo entrato Alexis Sanchez che ribadisce in rete dopo l’ennesimo miracolo di Perin su Lukaku. In un primo momento l’assistente di Chiffi segnala l’offside del bomber belga, decisione corretta dal VAR che traccia le linee e certifica la posizione regolare del numero 9 di Conte e restituisce il gol al cileno. A dir poco disastroso Onguéné che è riuscito nell’impresa di far rimpiangere Radovanovic che a sua volta aveva concesso enormi spazi agli attaccanti della Beneamata. Ma evidentemente a Ballardini importava poco della gara di oggi, altrimenti avrebbe fatto entrare almeno uno tra Masiello e Criscito che invece sono rimasti in panchina a girarsi i pollici e a ricaricare le pile in vista della stracittadina di mercoledì prossimo. A due minuti dal novantesimo ancora Perin sugli scudi con una parata strepitosa su D’Ambrosio che voleva calare il poker al Meazza. {agg. di Stefano Belli}

DARMIAN FIRMA IL RADDOPPIO!

A metà ripresa è aumentato il vantaggio dell’Inter sul Genoa con i nerazzurri che conducono per 2-0. Anche nella seconda frazione di gioco si rinnova il duello tra Perin e Lautaro Martinez con il portiere di Ballardini che cerca in tutte le maniere di tenere la partita ancora aperta, al 56’ l’estremo difensore dei grifoni liguri non si fa sorprendere né dalla conclusione dell’attaccante argentino né dalla deviazione di Zapata che poteva ingannarlo. L’appuntamento con il raddoppio è rimandato solamente di pochi minuti: al 69’ Onguéné buca l’intervento, via libera per Lukaku che semina tutti e apparecchia la tavola per Darmian che deve solo buttarla dentro. Tre punti in cassaforte per la capolista della Serie A che a questo punto stasera può godersi comodamente in poltrona il big match tra Roma e Milan, magari sperando che i giallorossi possano dare fastidio ai cugini. {agg. di Stefano Belli}

CI PROVA ERIKSEN

Al decimo minuto del secondo tempo resiste il vantaggio dell’Inter sul Genoa con i nerazzurri sempre avanti per 1 a 0. Radovanovic e Strootman, tra i peggiori in campo nel primo tempo, si fanno da parte e lasciano il posto a Onguéné e Behrami. Ballardini prova così a sistemare le cose anche se la capolista della Serie A sembra un avversario fuori dalla portata dei grifoni che non a caso stanno già pensando al Derby della Lanterna con la Sampdoria in programma mercoledì prossimo nel turno infrasettimanale. A inizio ripresa Eriksen si avventura in avanti e calcia col sinistro al 50’, il centrocampista danese non inquadra la porta anche grazie all’ottimo lavoro di Melegoni che lo sbilancia senza commettere fallo. La squadra allenata da Conte ha comunque in mano la partita e non sta correndo rischi, raramente abbiamo visto all’opera Handanovic mentre Perin invece si vede arrivare palloni da tutte le parti. {agg. di Stefano Belli}

PERIN SALVA SU LAUTARO

Intervallo al Meazza dove si è appena concluso il primo tempo di Inter-Genoa con la formazione di Conte che rientra negli spogliatoi in vantaggio per 1-0. Pomeriggio difficile per Perin che viene letteralmente preso a pallonate dai nerazzurri e si arrabbia parecchio con i suoi compagni che oggi stanno concedendo tantissimi spazi agli attaccanti avversari. Dopo Lukaku anche Lautaro Martinez vuole lasciare il segno e aggiungere il proprio nome all’elenco dei marcatori, al 36’ l’argentino ci prova prima con un destro a giro e poi in rovesciata, entrambi i tentativi vengono neutralizzati dal portiere di Ballardini, per distacco il migliore in campo. Senza i suoi interventi la partita sarebbe già finita, invece i liguri nonostante le difficoltà possono ancora sperare di sfangarla anche se il divario tecnico tra le due formazioni sembra davvero enorme. {agg. di Stefano Belli}

TRAVERSA DI BARELLA!

Ci stiamo avvicinando alla mezz’ora del primo tempo con l’Inter sempre avanti sul Genoa per 1-0. Gli uomini di Ballardini, infilati a freddo da Lukaku quando le lancette non aveva ancora completato il primo giro, devono per forza attaccare e lasciano così molti spazi in contropiede ai nerazzurri. All’11’ Rovella libera il sinistro senza trovare la porta difesa da Handanovic, sul ribaltamento di fronte successivo Darmian si inserisce con i tempi giusti nell’area di rigore e scavalca anche Perin con un pallonetto che esce davvero di pochissimo. La capolista della Serie A continua a creare palle gol, al quarto d’ora sugli sviluppi di un calcio d’angolo Skriniar viene murato involontariamente da Lautaro Martinez che non riesce poi a ribadire in rete. La Beneamata scheggia anche una traversa con Barella al 17’, cinque minuti più tardi Lukaku – colui che per adesso sta decidendo il match al Meazza – viene chiuso in corner da Zapata: liguri in evidente affanno e non potrebbe essere altrimenti con quasi tutti i titolari in panchina. {agg. di Stefano Belli}

GOL LAMPO DI LUKAKU!

E’ iniziata sotto la direzione dell’arbitro Chiffi la gara valevole per la ventiquattresima giornata di Serie A tra Inter e Genoa, al decimo minuto del primo tempo il punteggio vede i nerazzurri avanti per 1-0. In vista del derby di mercoledì prossimo con la Sampdoria, Ballardini decide di far riposare i suoi uomini migliori e dà una chance a chi finora ha giocato poco (e ci sarà un motivo). Radovanovic infatti trova subito il modo di far rimpiangere Criscito spianando la strada a Lukaku che si invola verso la porta e trafigge Perin per il vantaggio della Beneamata quando non sono trascorsi nemmeno sessanta secondi dal kick-off. La capolista della Serie A vuole battere il ferro finché è caldo, al 6’ Lautaro Martinez accelera sulla corsia di sinistra e prova a servire Perisic, Czyborra ci mette una pezza e sventa il pericolo. I grifoni liguri si distendono con Scamacca che calcia da lontano, parata facile per Handanovic. {agg. di Stefano Belli}

INTER GENOA STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Inter Genoa sarà trasmessa sui canali sportivi della piattaforma di Sky, che detiene i diritti per trasmettere sette partite di ogni giornata della Serie A, tra cui questa. Di conseguenza, per gli abbonati è disponibile anche la diretta streaming video tramite il sito Internet oppure l’applicazione di Sky Go.

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

In attesa della diretta di Inter Genoa diamo uno sguardo ai numeri delle due squadre. I nerazzurri sono in testa alla classifica della Serie A con 53 punti, balzo fatto soprattutto grazie alle ultime quattro vittorie consecutive. La squadra di Antonio Conte ha 53 punti con 16 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte. L’attacco è il migliore della categoria con 57 reti fatte. La difesa invece fa bene anche se c’è chi ha fatto meglio, con 24 reti incassate però solo la Juventus ha fatto meglio con 19. Dall’altro lato c’è un Genoa che è undicesimo con 26 punti a fronte di 6 successi, 8 pari e 9 ko. L’attacco soffre non poco con appena 26 reti fatte, il peggiore delle prime dodici posizioni. Dall’altra parte invece abbiamo una difesa che subisce, ma c’è anche chi più sopra ha fatto peggio, i gol incassati sono 33. Ecco adesso le formazioni ufficiali di Inter Genoa, finalmente la partita di San Siro può cominciare! INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, A. Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; R. Lukaku, L. Martinez. Allenatore: Antonio Conte GENOA (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, C. Zapata; Ghiglione, Melegoni, Rovella, Strootman, Czyborra; Pjaca, Scamacca. Allenatore: Davide Ballardini.

DIRETTA INTER GENOA: GLI ALLENATORI

La diretta di Inter Genoa ci offrirà certamente anche una sfida molto intrigante fra Antonio Conte e Davide Ballardini, due allenatori che sono protagonisti assoluti di questo campionato di Serie A. Conte naturalmente si gode la sua Inter capolista dopo avere dominato il derby di domenica scorsa, inoltre dobbiamo dire che i nerazzurri in questo periodo stanno unendo un attacco prolifico a una difesa di ferro. Tante buone notizie, tra le quali però forse spiccano i grandi ritorni di Eriksen e Perisic: sembravano entrambi fuori dai radar di Conte (come minimo di sicuro il danese), invece adesso sono diventati valori aggiunti, più preziosi di ogni acquisto di gennaio – che d’altronde nemmeno ci sono stati. Attenzione però al bel duello con Ballardini, per il quale parlano i numeri eccezionali da quando è tornato a sedersi sulla panchina del Genoa: la salvezza ormai sembra davvero ad un passo e il Genoa potrebbe provare a togliersi anche qualche sfizio, magari già oggi pomeriggio sul prestigioso palcoscenico di San Siro. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INTER GENOA: LO STORICO

La diretta di Inter Genoa si è già disputata in passato per 58 volte a San Siro con il successo dei nerazzurri che è stato il risultato più visto. La squadra meneghina infatti ha vinto per 31 volte, con 10 pareggi e appena 4 successi del Grifone. Le reti siglate dall’Inter in questi match sono state 121 con il genoa che invece di gol ne ha fatti appena 35. Il risultato più frequente è stato l’1-0 che è uscito per 9 volte. La gara con il maggior numero di reti invece è stato un 5-2 del 2010/11 grazie a un Samuel Eto’o autore di una doppietta ma anche per i gol di Nagatomo, Pandev e Pazzini. Per i rossoblù andarono in gol Palacio e Boselli. L’ultima volta a Milano l’Inter vinse 4-0 con i gol di Esposito, Gagliardini e doppietta di Lukaku. Il Genoa invece non vince a Milano dal lontanissimo 27 marzo del 1994, una gara terminata 1-3.

CONTE ALLUNGA!

Inter Genoa, in diretta dallo stadio Giuseppe Meazza di San Siro a Milano, si gioca alle ore 15.00 di oggi pomeriggio, domenica 28 febbraio 2021, e sarà naturalmente una delle partite più attese della ventiquattresima giornata di Serie A. La diretta di Inter Genoa vedrà infatti scendere in campo la capolista nerazzurra, che ha consolidato il proprio primato domenica scorsa con la netta vittoria nel derby di Milano: adesso dunque Antonio Conte cerca la fuga e ha indicato espressamente le partite sulla carta più “facili” con Genoa e Parma come quelle che diranno se l’Inter sarà davvero la favorita per lo scudetto.

D’altronde, è giusto ricordare che il Genoa sotto la guida di Davide Ballardini sta viaggiando a ritmi da lotta per le Coppe europee, ha gioco e carattere come dimostrato anche settimana scorsa contro il Verona e giocherà a San Siro non avendo nulla da perdere, perché ormai la salvezza è vicina. Per l’Inter un esame di maturità, per dimostrare che dopo il derby non ci sono stati cali di tensione…

PROBABILI FORMAZIONI INTER GENOA

Spicca la squalifica di Hakimi nelle probabili formazioni di Inter Genoa, dunque Antonio Conte dovrebbe schierare Darmian a destra, con l’ormai titolare Perisic confermato a sinistra. Per il resto non dovremmo avere particolari novità, perché l’Inter sembra avere trovato la quadratura del cerchio: possibile dunque una conferma per gli altri dieci titolari del derby, compreso Eriksen ormai recuperato alla causa nerazzurra. Nel Genoa è out Pellegrini, Davide Ballardini dunque schiererà sulle fasce Zappacosta e Czyborra. Rovella spera in una maglia da titolare a centrocampo, ma Zajc sembra favorito per affiancare Badelj e Strootman. Discorso simile nell’attacco rossoblù, dove Destro e Shomurodov dovrebbero giocare dal primo minuto, ma scalpitano anche Pjaca e il grande ex Pandev, protagonista del Triplete del 2010 con l’Inter.

PRONOSTICO E QUOTE

In conclusione diamo uno sguardo anche al pronostico su Inter Genoa in base alle quote sulla partita offerte dall’agenzia Snai. Il segno 1 è considerato favorito ed è proposto alla quotazione di 1,19 volte la posta in palio, mentre poi si sale a 7,00 in caso di segno X e fino a 15,00 nel caso in cui uscisse il segno 2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA