DIRETTA/ Inter Real Madrid (risultato finale 0-2) streaming: nerazzurri quasi fuori

- Claudio Franceschini

Diretta Inter Real Madrid streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la quarta giornata di Champions League, siamo al Giuseppe Meazza.

Ferland Mendy Bastoni Real Madrid Inter lapresse 2020 640x300
Diretta Inter Real Madrid, Champions League gruppo B (Foto LaPresse)

DIRETTA INTER REAL MADRID (RISULTATO FINALE 0-2): NERAZZURRI QUASI FUORI

Finale di partita senza gloria per l’Inter che sotto di due reti e di un uomo non riesce ad opporre resistenza a un Real Madrid che chiude sul velluto a San Siro, 0-2 che lancia i Blancos a +3 dallo Shakhtar Donetsk terzo e a +5 dall’Inter quarta, che scivola a sua volta a -6 dalla capolista del girone, il Borussia Monchengladbach. Situazione disperata per l’Inter che dovrà cercare ora di vincere le ultime due sperando che gli spagnoli battano i tedeschi all’ultima giornata, con la consapevolezza però che un pareggio qualificherebbe entrambe le rivali della squadra di Conte. Che rischia di subire la terza eliminazione di fila ai gironi di Champions e rischia anche per il terzo posto che vale l’Europa League. (agg. di Fabio Belli)

INTER REAL MADRID STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Inter Real Madrid sarà un’esclusiva per gli abbonati alla televisione satellitare, che potranno seguire la partita sul canale Sky Sport Uno (lo troveranno al numero 201 del loro decoder), con la consueta alternativa che viene fornita dalla stessa emittente in assenza di un televisore, ovvero la diretta streaming video che, senza costi aggiuntivi, è attivabile come di consueto grazie all’applicazione Sky Go, da utilizzare con dispositivi mobili quali PC, tablet o smartphone.

RADDOPPIA RODRYGO!

Il Real Madrid affonda subito con Mendy, ma l’Inter nonostante l’uomo in meno inizia con buon piglio la ripresa, provando a farsi vedere e rendendosi pericolosa all’11’ con Lukaku che non arriva di poco alla deviazione vincente dopo che Courtois aveva smanacciato un cross di Perisic. Doppio cambio nel Real Madrid, Casemiro e Rodrygo prendono il posto di Odegaard e Mariano Diaz e al 14′ proprio Rodrygo sigla il raddoppio per i Blancos, inserendosi sul secondo palo su cross di Vazquez. Pochi spunti per l’Inter che vive lo 0-2 come una vera doccia fredda e al 24′ ancora Vazquez si rende pericoloso, sfiorando il tris per gli ospiti. (agg. di Fabio Belli)

ESPULSO VIDAL!

Si mette male la sfida a San Siro per l’Inter che si ritrova in dieci uomini a causa dell’espulsione di Arturo Vidal. Al 33′ il cileno cade in area avversaria dopo un contatto con Varane, l’arbitro non concede il rigore e ammonisce prima per proteste Vidal, che insiste e nel giro di pochi secondi rimedia il secondo cartellino giallo. Espulsione e match che si fa ancor più difficile per l’Inter con Conte che vira tatticamente sul 4-4-1 con Hakimi e Lautaro esterni di centrocampo e Lukaku unico riferimento offensivo. 2′ di recupero prima dell’intervallo e un’ultima conclusione dal limite di Modric che non impensierisce Handanovic, ma l’Inter rientra negli spogliatoi sotto di un uomo e di un gol. (agg. di Fabio Belli)

HAZARD SU RIGORE!

E’ un’Inter completamente in bambola nella fase iniziale del match a San Siro contro il Real Madrid. Blancos in vantaggio dopo appena 7′ con Barella che entra in ritardo in area su Nacho: calcio di rigore che Eden Hazard trasforma con freddezza. L’Inter non reagisce e anzi è il Real Madrid a imperversare sul fronte offensivo. Lucas Vazquez arriva al destro secco dall’interno dell’area di rigore e coglie in pieno il palo a Handanovic battuto. Al 17′ break di Mendy che trova lo spazio per concludere a centro area ma sceglie un improbabile assist che fa sfumare l’occasione per il raddoppio degli ospiti. Un fallo a centrocampo su Modric costa il cartellino giallo a Gagliardini, l’Inter può rifiatare al 25′ quando può battere una punizione dal limite da posizione molto invitante: il sinistro di Romelu Lukaku è però completamente sballato. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

La diretta di Inter Real Madrid ci mette di fronte a numeri che mai ci saremmo aspettati. Le due squadre sono infatti momentaneamente fuori dalla Champions League con un inizio di stagione molto complicata. I blancos sono partiti con una sconfitta casalinga 3-2 con lo Shakhtar dove hanno limitato i danni dopo essere andati sotto di 3 reti. C’è stato poi il pareggio contro il Monchengaldbach dove ancora una volta si è dovuto recuperare uno svantaggio pesante, si era andati sotto 2-0. Contro l’Inter si è rischiato di subire il processo inverno con un 3-2 siglato grazie a un gol nel finale dopo che la squadra di Antonio Conte aveva reagito al doppio svantaggio. L’Inter ha speso tanto da quando è arrivato il salentino in nerazzurro, ma ha solo 2 punti dopo le prime 3 gare e ancora non ha mai vinto. Dopo i pareggi amari contro i tedeschi e gli ucraini è arrivato un brutto ko contro i blancos che ha così incrinato anche la differenza reti prima in grande equilibrio. Ora finalmente la parola passa al campo: ecco le formazioni ufficiali, Inter Real Madrid prende il via! INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, A. Bastoni; Hakimi, Gagliardini, Vidal, A. Young; Barella; R. Lukaku, L. Martinez. Allenatore: Antonio Conte REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Varane, Nacho, F. Mendy; Modric, Kroos, Odegaard; Lucas Vazquez, Mariano Diaz, E. Hazard. Allenatore: Zinedine Zidane

INTER REAL MADRID: I TESTA A TESTA

Inter Real Madrid è una partita scintillante per sua stessa natura, pensando al blasone e alla storia delle due squadre; è stata una finale di Coppa dei Campioni vinta dai nerazzurri per 3-1 (era il primo incrocio tra le compagini), ha rappresentato un bel pezzo di competizioni europee con incroci in ogni singolo torneo. A confortare l’Inter per la partita di questa sera, decisiva per la qualificazione agli ottavi, c’è il fatto che il Real Madrid non sia mai riuscito a vincere a San Siro: ha portato a casa solo due pareggi che risalgono all’aprile 1966 (semifinale di Coppa dei Campioni) e al marzo 1983 (quarti di Coppa delle Coppe), i blancos si sono qualificati in entrambi i casi ma il Giuseppe Meazza è rimasto inviolato. Tre vittorie negli ultimi tre episodi qui, anche una semifinale di andata di Coppa Uefa (1986) vinta per 3-1 con la doppietta di Marco Tardelli e l’autorete di José Antonio Salguero, al ritorno però il Real aveva ribaltato tutto con un 5-1 ai supplementari. Resta famoso anche il 3-1 del novembre 1998, nel girone di Champions League: era stata una partita sublime per Roberto Baggio che, entrato al 68’, tra 86’ e 90’ aveva timbrato una doppietta per la vittoria nerazzurra, dopo i gol messi a segno da Ivan Zamorano e Clarence Seedorf. (agg. di Claudio Franceschini)

INTER REAL MADRID: L’ARBITRO

La grande sfida Inter Real Madrid sarà una partita diretta questa sera a San Siro dall’arbitro inglese Anthony Taylor e di conseguenza sarà interamente inglese la squadra arbitrale designata dalla Uefa per dirigere l’affascinante sfida di Champions League al Meazza. Al fianco del signor Taylor avremo innanzitutto i due guardalinee Gary Beswick e Adam Nunn ed inoltre il quarto uomo David Coote, mentre davanti al monitor della VAR avremo come responsabile Stuart Attwell, affiancato da Lee Betts nei panni dell’assistente Avar. Sotto i riflettori tuttavia ci sarà soprattutto Anthony Taylor, nato il 20 ottobre 1978 a Manchester e arbitro fin dal 2002, con debutto in Premier League datato 3 febbraio 2010. In questa stagione 2020-2021 spiccano per l’arbitro Taylor la direzione della Supercoppa Europea Bayern-Siviglia 2-1 ai supplementari, con sei cartellini gialli e un calcio di rigore, e altri due incroci con il calcio italiano: in Nations League Italia Olanda 1-1 (con tre ammonizioni) e in Champions League Bruges Lazio 1-1, partita caratterizzata da ben otto cartellini gialli e un calcio di rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INTER REAL MADRID: CONTE PUÒ SOLO VINCERE

Inter Real Madrid, che verrà diretta dall’arbitro inglese Anthony Taylor, rappresenta lo snodo fondamentale per i nerazzurri nella Champions League 2020-2021: per la quarta giornata del gruppo B si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 25 novembre, e i nerazzurri sanno di poter solo vincere per evitare che la qualificazione agli ottavi diventi una chimera. Sconfitti al Bernabeu tre settimane fa, hanno appena 2 punti in classifica: comanda il Borussia Monchengladbach con 5 mentre i blancos, che sono reduci dal pareggio di Villarreal nella Liga, ne hanno 4 come lo Shakhtar. L’Inter insomma è ultima, ma battendo la squadra di Zinedine Zidane si porterebbe totalmente in linea con l’obiettivo; intanto in campionato è arrivata una vittoria di grande fiducia con la doppia rimonta sul Torino, da qui Antonio Conte ha bisogno di ripartire per evitare che la Beneamata, per il terzo anno consecutivo, manchi l’accesso al prossimo turno di Champions League. Mentre aspettiamo che la diretta di Inter Real Madrid cominci possiamo fare una rapida valutazione sui temi principali di questa sfida, a cominciare ovviamente dalle scelte dei due allenatori nella lettura approfondita delle probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI INTER REAL MADRID

Entrambi gli allenatori devono fare i conti con gli infortuni e le indisponibilità in Inter Real Madrid. Conte ha Kolarov e Brozovic ai box: davanti ad Handanovic torna titolare De Vrij che dovrebbe giocare con Skriniar e Alessandro Bastoni, mentre sulle corsie laterali si va verso la conferma di Hakimi a destra con Perisic che potrebbe e dovrebbe riprendersi la maglia sull’altro versante. In mezzo Vidal e Barella potrebbero avere la meglio, ma questo solo con Eriksen da trequartista: in caso contrario l’ex Cagliari avanzerebbe la sua posizione e ci sarebbe Gagliardini a fare coppia con il cileno, davanti invece spazio alla coppia formata da Romelu Lukau e Lautaro Martinez.

Real Madrid nei guai: non ce la fa Sergio Ramos, dovrebbe recuperare Benzema che sarà a mezzo servizio mentre si vedrà per Casemiro. Varane quindi farebbe coppia centrale con Eder Militao – ma anche lui è in forse – o più probabilmente Nacho, Carvajal giocherebbe a destra con Ferland Mendy o Marcelo sull’altro versante. In mezzo, il tandem formato da Modric e Kroos; davanti a loro dunque potrebbero operare Asensio, Eden Hazard e Lucas Vazquez con il possibile inserimento di Rodrygo e Vinicius Junior, Benzema sarà titolare ma qualora dovesse dare forfait è probabile che davanti a tutti si piazzi Mariano Diaz, già utilizzato sabato.

QUOTE E PRONOSTICO

Andiamo ora a vedere quale sia il pronostico che l’agenzia Snai ha stabilito per Inter Real Madrid, attraverso le sue quote: il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa vi farebbe guadagnare 2,10 volte quanto messo sul piatto, per contro il segno 2 che regola il successo degli ospiti porta in dote una somma corrispondente a 3,10 volte la puntata. Abbiamo poi il segno X che regola il pareggio: in questo caso la vostra vincita con questo bookmaker ammonterebbe a 3,80 volte la vostra giocata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA