Diretta/ Inter Slavia Praga (risultato finale 1-1): Barella salva i nerazzurri al 92′

- Mauro Mantegazza

Diretta Inter Slavia Praga, risultato finale 1-1 streaming video tv. La prima in Champions League comincia con un pareggio: Barella salva i nerazzurri dopo il gol di Olayinka!

Vecino gol Inter
Diretta Inter Slavia Praga (Foto repertorio LaPresse)

DIRETTA INTER SLAVIA PRAGA (RISULTATO 1-1): BARELLA SALVA CONTE

Barella “salva” l’Inter nei minuti di recupero contro un ottimo Slavia Praga. I cechi hanno messo infatti in difficoltà i nerazzurri per tutta la partita. La squadra di Antonio Conte dunque si è lasciata sorprendere dai cechi, che dopo il gol di Olayinka si sono preoccupati di sfruttare le ripartenze. Al 67′ Stanciu ha sfiorato il sette con un tiro potente. Evidente il contraccolpo psicologico dei nerazzurri per la rete dello svantaggio. E infatti al 71′ Masopust ha mancato di poco il gol del raddoppio con una palla che ha sfiorato la traversa. Conte ha deciso allora di fare un doppio cambio: ha richiamato Brozovic e Lautaro Martinez, quindi ha mandato in campo Barella e Politano. Ma cambia poco: lo Slavia Praga ha mantenuto la pressione. Al 78′ Soucek da solo ha calciato male verso il secondo palo mandando la palla a lato. Nel finale ci ha provato D’Ambrosio con una conclusione da fuori area, ma Kolar è riuscito a respingere. Al 92′ ci pensa Barella dopo la traversa di Sensi su calcio di punizione: tap in vincente grazie alla deviazione di Hovorka. Il cammino in Champions League comincia con un pareggio. (agg. di Silvana Palazzo)

GOL OLAYINKA

Pronti, via e subito un’occasione per l’Inter alla ripresa. Tiro cross di Sensi che il portiere dello Slavia Praga respinge di pugno, poi arriva Lautaro che calcia ancora su Kolar. Risponde poi Stanciu con un tiro potente che viene bloccato in tuffo da Handanovic. Nel frattempo Antonio Conte è costretto al primo cambio: Candreva rimedia una botta alla schiena e quindi al suo posto entra Lazaro. Rischia grosso Asamoah quando il gioco viene interrotto per un fallo su Traore: l’arbitro lo ammonisce, poi viene richiesto l’intervento del Var, dopo il quale il direttore di gara conferma il suo provvedimento. Il gioco resta fermo per almeno tre minuti, quindi ci sarà ampio recupero al termine della partita. Traore, che era stato colpito da Asamoah, poi esce dal campo per infortunio e lascia il posto a Zeleny. Al 63′ arriva a sorpresa il gol degli ospiti: tiro ravvicinato di Zeleny e miracolo di Handanovic che però non può nulla sul tap in di Olayinka. (agg. di Silvana Palazzo)

FINE PRIMO TEMPO

Partita ostica quella tra Inter e Slavia Praga in un primo tempo fatto di diversi ribaltamenti di fronte ma si può dire che siano stati i nerazzurri a chiudere in crescita rispetto ad un avvio timoroso rispetto ai cechi. Dopo le occasionissime capitate rispettivamente sulla testa di de Vrij e sul sinistro di Lautaro è stato D’Ambrosio al minuto 22 a sprecare il pallone del possibile 1 a 0 da pochi passi su sviluppi di palla inattiva. Lo stesso ex terzino granata, al 29′, ha messo però in difficoltà Handanovic con un retropassaggio pericoloso che per poco non ha portato il portierone sloveno all’errore in rinvio sulla pressione di Olayinka. Sempre D’Ambrosio protagonista al 34′ con un tiro dai 25 metri spentosi di poco alto sopra la traversa. La sensazione è che i nerazzurri pecchino di lucidità sotto porta: pagheranno a caro prezzo le tante occasioni perse? (agg. di Dario D’Angelo)

OCCASIONI DE VRIJ E LAUTARO

Subito ritmi altissimi in Inter-Slavia Praga, match d’esordio dei nerazzurri nella Champions League 2019/2020. Gli ospiti fin da subito tentano di far valere la loro migliore condizione atletica e spingono sull’acceleratore rendendosi pericolosi dopo pochi minuti con una punizione dalla lunga distanza calciata da Stanciu che trova la pronta risposta di Samir Handanovic. Nei primi 10 minuti la squadra allenata da Conte in panchina fatica a spezzare il fiato e ad uscire dalla propria metà campo, ma le giocate di alcuni degli elementi più tecnici, Sensi in primis, consentono ai nerazzurri di uscire dal primo pressing e di sviluppare la propria manovra. Per il primo vero squillo nerazzurro bisogna attendere il 12′ con de Vrij che stacca tutto solo in area di rigore ma si divora un gol clamoroso. Pochi minuti più tardi è Lautaro ad incrociare (troppo) di sinistro e a sfiorare il palo regalando ai suoi tifosi l’illusione del gol. (agg. di Dario D’Angelo)

LE FORMAZIONI UFFICIALI!

Tutto finalmente è pronto per Inter Slavia Praga, la partita che apre una nuova avventura dell’Inter in Champions League. In questo primo scorcio di stagione la squadra ora allenata da Antonio Conte ha disputato solamente tre partite ufficiali, cioè chiaramente le prime tre del campionato di Serie A, con un bilancio di altrettante vittorie maturate con sette gol segnati e appena uno subito, con una differenza reti dunque pari a +6. Numeri ben più corposi per lo Slavia Praga, perché il campionato ceco è già arrivato alla nona giornata, fino a questo momento la squadra della capitale ha raccolto sette vittorie e due pareggi, a cui aggiungere la doppia vittoria contro il Cluj nei playoff di Champions League per approdare alla fase finale. Adesso però basta numeri, sarà il campo a parlare: leggiamo le formazioni ufficiali di Inter Slavia Praga, poi si gioca! INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 6 De Vrij, 37 Skriniar; 87 Candreva, 12 Sensi, 77 Brozovic, 5 Gagliardini, 18 Asamoah; 10 Lautaro Martinez, 9 R. Lukaku. Allenatore: Antonio Conte SLAVIA PRAGA (4-4-2): 1 Kolar; 5 Coufal, 15 Kudela, 2 Hovorka, 18 Boril; 22 Soucek, 10 Husbauer, 27 I. Traoré; 28 Masopust, 9 Olayinka. Allenatore: Jindrich Trpisovsky (Agg di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE INTER SLAVIA PRAGA

Segnaliamo nel frattempo che la diretta tv di Inter Slavia Praga sarà garantita in esclusiva da Sky, che è ancora una volta la casa della Champions League, per la precisione sui canali Sky Sport Uno (numero 201) e Sky Sport 252. La diretta streaming video della partita di San Siro sarà di conseguenza riservata anch’essa ai soli abbonati, tramite il servizio garantito da Sky Go.

LUKAKU SCALDA I MOTORI

Sempre più vicina la diretta di Inter Slavia Praga, possiamo adesso parlare dei bomber di spicco delle due squadre nel primo scorcio dei rispettivi campionati. Per i nerazzurri di Antonio Conte abbiamo la strana coppia formata da Romelu Lukaku e Stefano Sensi: entrambi appena arrivati all’Inter, è Sensi che si merita la copertina perché segnare con continuità non è un dovere da centrocampista, per di più l’ex Sassuolo oltre alle reti rifilate a Lecce e Udinese ha anche conquistato il rigore che poi proprio Lukaku ha segnato a Cagliari per dare la vittoria all’Inter. La stagione in Repubblica Ceca è già molto più nel vivo rispetto all’Italia e così ecco che il numero 10 dello Slavia Praga, Josef Husbauer, è già arrivato a quota quattro gol segnati in nove giornate, alla media di una rete segnata ogni 193 minuti giocati nel proprio campionato conquistando la copertina fra i bomber dello Slavia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

Aspettando la diretta di Inter Slavia Praga, dobbiamo osservare che questa partita è un confronto inedito nelle Coppe europee. I nerazzurri in totale hanno giocato solamente quattro partite contro squadre ceche in contesti ufficiali, con un bilancio di due vittorie, un pareggio e una sconfitta, avendo la meglio sul Dukla Praga nel terzo turno della Coppa Uefa 1986-1987 e ottenendo poi una sconfitta e una vittoria molto più di recente, cioè nella fase a gironi della Europa League 2016-2017, in questo caso contro lo Sparta Praga. Lo Slavia invece ha spesso incrociato nella sua storia squadre italiane: il bilancio complessivo per la squadra di Praga è di tre vittorie, due pareggi e sette sconfitte su dodici partite. In Italia però il bilancio è disastroso, con sei sconfitte su altrettante trasferte contro Roma, Bologna, Udinese, Palermo, Fiorentina e Genoa: la missione per San Siro è difficile ma affascinante, tornare dall’Italia con un risultato positivo. Sarà fattibile? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ARBITRA RUDDY BUQUET

Inter Slavia Praga sarà diretta, come vi abbiamo segnalato, dall’arbitro francese Ruddy Buquet. Di conseguenza, ecco che la squadra arbitrale designata per la partita di Champions League a San Siro sarà interamente transalpina: avremo infatti con l’arbitro Buquet i due guardalinee Guillaume Debart e Julien Pacelli, alla VAR il signor François Letexier affiancato dall’assistente AVAR Benoît Millot, infine il quarto uomo che sarà il signor Amaury Delerue. Tornando al primo arbitro, Ruddy Buquet è nato ad Amiens il 29 gennaio 1977 ed è un direttore di gara ormai di ampia esperienza, avendo ottenuto la qualifica di internazionale a partire dal 2011. In carriera il fischietto transalpino ha arbitrato finora 13 partite di Champions League, fra i preliminari estivi e il tabellone principale: le sue statistiche ci parlano di 65 cartellini gialli, cinque espulsioni di cui quattro per somma di ammonizioni e una per rosso diretto, infine sono cinque i calci di rigore assegnati da Buquet in Champions League. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Inter Slavia Praga, diretta dall’arbitro francese Ruddy Buquet, si gioca oggi martedì 17 settembre 2019 alle ore 18.55 allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro. Appuntamento dunque sulla carta agevole per i nerazzurri in apertura della nuova Champions League nel girone F, Inter Slavia Praga però è una partita nella quale gli uomini di Antonio Conte saranno “obbligati” a vincere, perché il girone è molto duro comprendendo anche Barcellona e Borussia Dortmund, di conseguenza i tre punti in casa contro la rivale più debole sono una necessità se si vuole sperare di raggiungere gli ottavi di finale. L’inizio di campionato induce all’ottimismo grazie a tre vittorie su altrettante partite disputate, adesso sarebbe davvero prezioso partire con il piede giusto anche nella nuova avventura in Champions League, anche per avvicinarsi nel migliore dei modi al derby di sabato sera.

PROBABILI FORMAZIONI INTER SLAVIA PRAGA

Nelle probabili formazioni di Inter Slavia Praga ecco che per Antonio Conte la certezza in attacco è questa volta Lautaro Martinez, in copertina con l’Argentina, mentre per Lukaku resta la cautela legata al mal di schiena del belga. In difesa nulla dovrebbe cambiare, con Godin, De Vrij e Skriniar davanti ad Handanovic, possibili novità invece sulle fasce, dove è possibile un turnover totale con Lazaro a destra e Biraghi a sinistra. In mediana infine dovrebbe recuperare un posto da titolare Vecino al posto di Barella, per affiancare Brozovic e Sensi. Potremmo invece disegnare un modulo 4-2-3-1 per lo Slavia Praga allenato da Jindřich Trpišovský, che dovrebbe puntare sui seguenti titolari per la partita di San Siro: Kolar in porta; difesa a quattro con Coufal, Kudela, Hovorka e Boril da destra a sinistra; la coppia in mediana dovrebbe invece essere formata da Soucek e Kral; avanzando verso l’attacco, ecco Masopust esterno destro, Stanciu trequartista centrale e Olayinka a sinistra in appoggio alla prima punta Skoda.

PRONOSTICO E QUOTE

Infine, uno sguardo anche alle quote per il pronostico su Inter Slavia Praga: l’agenzia di scommesse Snai, come prevedibile, ritiene ampiamente favoriti i nerazzurri. Il segno 1 infatti è proposto a 1,38; si sale poi con il segno X per il pareggio fino a 4,75, infine un colpaccio dello Slavia Praga varrebbe ben 8,25 volte la posta in palio per chi osasse puntare sul segno 2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA